Io a scuola ho sbagliato tutto!

Discussione iniziata da Cucciola1992 il 03-10-2011 - 13 messaggi - 8080 Visite

Like Tree8Likes
  1. Cucciola1992 Cucciola1992 è offline PrincipianteMessaggi 170 Membro dal Mar 2009 #1

    Predefinito Io a scuola ho sbagliato tutto!

    Mi sono accorta di avere sbagliato tutto.. Alle superiori ho studiato per 5 anni psicologia (sono all'ultimo anno), quando mi sono accorta che quello che volevo fare veramente probabilmente era un artistico.. Ma io mi chiedo.. Come fa un bambino di 13 anni a fine terza media a scegliere la scuola che gli permettera' poi di intraprendere un futuro lavoro? A 13 anni si e' bambini, non si sa niente del mondo adulto.. Come si fa ad avere le idee chiare su una cosa cosi importante.. Io penso che molti poi sbaglino scuola ma non sempre si puo' cambiare.. Non mi piace questo modo di fare che c'e' in Italia..


    Una ragazza consapevole e' donna a qualsiasi eta'
     
  2. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,417 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #2

    Predefinito

    ho studiato al liceo delle scienze sociali e sono laureanda in letteratura contemporanea.
    non sbagliai la scelta del liceo da frequentare. posso immaginare la tua amarezza. però
    considera che le basi che ti da (qualunque liceo) non te le da l'artistico: conosco persone
    che dopo l'artistico si sono rese conto di non poter fare 'università. generalizzando, qnd
    dici che i ragazzi di 13 anni non hanno la mente da adulti, hai ragione: se necessario, nella
    scelta della scuola da frequentare, devono essere consigliati dai genitori! auguri!
    Ultima modifica di stellafalc; 03-10-2011 alle 17:54
    è .....
    amore. nient'altro (h. hesse);
    gioia più grande, non attesa (sòfocle);
    nascosta dappertutto...(anonimo);
    qualunque viaggio intraprendiamo (q. o. flocco);
    esercitare liberamente il proprio ingegno (aristotele);
    l'uomo saggio non lo cerca, cerca l'assenza del dolore(aristotele);
    fatto di un niente che al momento in cui lo viviamo ci sembra tutto...
    poi non te lo togli più: lo scopri dopo, quando è troppo tardi" (a. baricco)


    indovinello pazzo!
     
  3. L'avatar di Nyachan

    Nyachan Nyachan è offline ApprendistaMessaggi 228 Membro dal Jul 2011 #3

    Predefinito

    io ho fatto l'istituto d'arte e come base è buona nel senso che impari praticamente tutto (eccetto latino e greco) hai 10 ore in più di un comune liceo e due rientri al contrario di quanti pensano è molto difficile xkè oltre alle materie artistiche hai quelle di un comune liceo ( filosofia, fisica, chimica....) e (x lo meno da me) è una bella scuola proprio xkè ti apre più campi..l'unico problema è ke hai pochi sbocchi lavorativi...(ma dipende anche dalla specializzazione ke scegli)
    comunque x come sono i tempi quello ke conta è cosa fare dopo le superiori...e se a te piace l'arte xkè nn provi ad entrare all'accademia di belle arti?
    Così vicini e così lontani...
     
  4. L'avatar di DaviSim87

    DaviSim87 DaviSim87 è offline FriendMessaggi 3,520 Membro dal Mar 2009
    Località Una terra straordinaria, ancora troppo sottovalutata
    #4

    Predefinito

    devono essere consigliati dai genitori
    Non sempre funziona cara Stellafalc! Perché io, che su consiglio dei miei genitori ho "scelto" un tecnico industriale, mi sono reso conto solo in quinto che quella non era la scelta che avrei voluto fare. Per rimediare, dopo gli esami di maturità mi sono messo sotto coi libri e, da privatista, ho dato gli esami di qualifica per il triennio alberghiero!
    Sono diplomato in informatica e non ne capisco quasi una mazza...in compenso faccio il cuoco di professione da circa 4 anni!
    rabe likes this.
    Ultima modifica di DaviSim87; 04-11-2011 alle 00:18
    MARCO
    Hai lasciato una parte di TE in ognuno di noi
    Ti voglio bene amico mio...non ti dimenticherò MAI!

    "Hai Visto Amici Andarsene Prima Del Tempo E Sei Sicuro Che Dall'alto Ti Proteggano - E Intanto Aspetti Il Colpo Di Scena Quell'occasione Unica - Che Ti Sistema Ogni Problema E Lei Che Ti Completerà"
     
  5. Kemp Kemp è offline PrincipianteMessaggi 1 Membro dal Sep 2020 #5

    Predefinito

    Ciao,
    Mi sento lo stesso dopo 4 anni al college ... I miei genitori mi hanno mandato in una scuola di lingue dove ho imparato il francese e il tedesco. Ma non mi piacevano affatto le lingue. La mia passione erano l'arte e la letteratura, la narrazione, le narrazioni, la tradizione gotica in particolare. Volevo diventare un bibliotecario.
    rabe likes this.
    Ultima modifica di Maurice78; 08-09-2020 alle 12:29 Motivo: link non consentito
     
  6. L'avatar di norge

    norge norge è offline MasterMessaggi 26,061 Membro dal Jan 2019 #6

    Predefinito

    Vero a volte scopri crescendo altre passioni e non sempre ci sono dei " ponti" per passare da un lavoro all'altro. In tal senso forse c'è un po' di rigidità. Anche a me piacerebbe ora come ora spezzare la routine e fare qualcosa di diverso.
    A volte ci sono dei vincoli che ti obbligano a stare lì senza dare la possibilità invece di spostarti e fare qualcos' altro.
    " Non parlare mai di Amore e Pace: un Uomo ci ha provato e lo hanno crocefisso !" ( Jim Morrison)


    " Gli animali non si preoccupano del Paradiso o dell'Inferno. Nemmeno io, forse è per questo che andiamo d'accordo. " ( Charles Bukowski)
     
  7. L'avatar di Berlin__

    Berlin__ Berlin__ è online Super FriendMessaggi 5,071 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #7

    Predefinito

    assolutamente vero, in altri paesi sono gli stessi insegnanti che ti indirizzano in base alle tue attitudini, non è semplice. In entrambi i casi avresti comunque avuto enormi problemi a trovare lavoro, con l'artistico forse ancora di più.
     
  8. L'avatar di trale

    trale trale è offline SeniorMessaggi 14,173 Membro dal Feb 2015 #8

    Predefinito

    Da premettere che gli insegnanti indirizzano anche in Italia ma poi la scelta (giustamente) è dei genitori e dei ragazzi.
    Il problema è che l'indirizzo che gli insegnanti delle medie danno non è un indirizzo attitudinale ma del tipo: se sei bravo vai a fare il liceo, se sei scarso un istituto tecnico e se proprio sei una capra ti indirizzano al professionale.
    Con queste premesse è facile sbagliare oltre al fatto oggettivo che a 13 anni non si sa davvero cosa si vuole fare.
    Con l'esperienza che ho, direi a tutti di fare il liceo, tanto poi prima di lavorare fai tanti di quei corsi e stage che impari a fare qualunque cosa ma intanti hai fatto una scuola dove hai ricevuto.un insegnamento migliore.
    rabe and francesco983 like this.
     
  9. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline Super FriendMessaggi 7,564 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #9

    Predefinito

    Il commento di Trale e' significativo, soprattutto dove lei accenna alla mentalita' pregiudiziale e discriminatoria, verso licei e istituti tecnici. Devo confessarvi che questa idea diffusa mi metteva gia' un certo disagio, quando stavo iniziando la quarta ginnasio (autunno 1973.... 48 anni fa....!). Capirete bene che sgomento mi fa, capire che dopo quasi cinquant'anni, siamo ancora qua....

    Intendiamoci, non dubito di Trale e di cio' che lei dice.

    Quella mentalita' non la capivo allora, non l'ho capita fino ad ora.... Non ci ho mai provato e non ci provo.
    Veduta del Golfo di Squillace
     
  10. L'avatar di bigcrazy

    bigcrazy bigcrazy è offline ApprendistaMessaggi 345 Membro dal Aug 2014 #10

    Predefinito

    Giustissimo quanto ricostruito da Trale, preciso solo che anche alcuni Istituti Tecnici vengono consigliati ai bravi. A me consigliarono il liceo scientifico o ragioneria (no scuola alberghiera nonostante mi piacesse molto cucinare), alla fine ho fatto ragioneria e non mi sono mai pentito della scelta rispetto al liceo.

    Nell'incertezza poi suggeriscono un po' a tutti il liceo a meno che non si è proprio scarsi, così si rimanda la scelta alla fine dei cinque anni delle superiori dando per scontato che si proseguirà con l'università.

    Cucciola1992 purtroppo ci sono un'infinità di persone nella tua stessa situazione. Che la scelta sia fatta a 13, 15 o 17 anni il risultato non sarebbe poi tanto diverso, spesso solo con l'età adulta si comprende bene in cosa si è portati o cosa piace fare.

    Ecco perchè molti svolgono un lavoro che non piace o che il geometra si ritrova a gestire un ristorante e il ragioniere fa l'attore.