Kabul è caduta…. - Pagina 8

Discussione iniziata da Avatar64 il 15-08-2021 - 230 messaggi - 11537 Visite

Like Tree133Likes
  1. Avatar64 Avatar64 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 2,567 Membro dal Jun 2021
    Località Italia
    #71

    Predefinito

    Temo che sentiremo ancora parlare di Afghanistan e non saranno cose positive purtroppo.
    Quel paese fa gola a molti per tutta una serie di ragioni, quali la la sua posizione geografica, da lì dovrebbe passare la nuova via della seta, le risorse minerarie e non dimentichiamoci la produzione di oppio.
    Credo proprio che si continuerà a combattere in quella terra martoriata per mettere le mani sull’Afghanistan, solo che ora probabilmente saranno i cinesi a cercare di controllarlo.
    Mi stupisce, invece, sia che gli americani se ne siano andati, e noi con loro, senza alcun piano per il futuro, se non riconsegnare il paese ai talebani, sia la rapidità e facilità della vittoria talebana.
    Vedere i talebani posare con i vestiti della festa nei palazzi del potere è stato uno shock e un dolore nel cuore, ripensando a tutti i caduti di quella campagna.
    Ora in Occidente si versano le lacrime di coccodrillo, per la figura barbina fatta, ma la storia non è mai generosa con i pavidi e gli incapaci.
    Tristaldo likes this.


     
  2. L'avatar di Alberich

    Alberich Alberich è offline SeniorMessaggi 11,775 Membro dal Jul 2009 #72

    Predefinito

    Sinceramente, leggendo nel corso degli anni sull'Afghanistan, ho sempre pensato che in realtà il controllo occidentale sul paese si limitasse a qualche città e a qualche signore della guerra comprato a suon di dollari. Nel concreto i talebani hanno sempre controllato effettivamente il grosso delle zone di campagna, riscuotendo i tributi, arruolando gente, amministrando la giustizia. Ovviamente Kabul fa eccezione ma questa città essendo la capitale è sempre stata qualcosa di diverso (asta vedere le foto degli anni '60 e '70) non so quanto sia rappresentativa dell'intero paese. Aggiungiamo che (come è successo a Saigon) durante l'occupazione è cresciuta enormemente per via di chi fuggiva dalle zone dei combattimenti e chi arrivava in cerca di lavoro. Se non sbaglio è passata da 500mila a 5 milioni di abitanti. Molti di questi lavoravano direttamente o indirettamente per gli occupanti e ora che non ci sono più ci sarà una crisi economica.
    "L'inverno del nostro scontento si è mutato in una calda estate di gloria grazie
    a questo sole di York"

    "Un cavallo! Un cavallo! Il mio regno per un cavallo!"
     
  3. L'avatar di Alberich

    Alberich Alberich è offline SeniorMessaggi 11,775 Membro dal Jul 2009 #73

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Avatar64 Visualizza Messaggio
    Mi stupisce, invece, sia che gli americani se ne siano andati, e noi con loro, senza alcun piano per il futuro, se non riconsegnare il paese ai talebani, sia la rapidità e facilità della vittoria talebana.
    Vedere i talebani posare con i vestiti della festa nei palazzi del potere è stato uno shock e un dolore nel cuore, ripensando a tutti i caduti di quella campagna.
    Beh i contendenti principali erano due: gli USA e i talebani, ovvio che avendo i secondi vinto la guerra (le giustificazioni puerili degli americani non le prendo neppure in considerazione) prendano il controllo del paese.
    Ultima modifica di Alberich; 18-08-2021 alle 15:30
     
  4. Avatar64 Avatar64 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 2,567 Membro dal Jun 2021
    Località Italia
    #74

    Predefinito

    Lo scenario è cambiato nel corso del tempo, del resto sono passati vent’anni.
    Nella prima fase dell’invasione e fino al 2003 i talebani sono stati sconfitti ed erano in rotta.
    Successivamente anche grazie all’invasione dell’Iraq, che ha dirottato molte risorse militari e finanziarie della coalizione, hanno ricominciato a riprendere fiato.
    Certo che non c’è mai stato un controllo superiore al 60% del territorio da parte degli Occidentali, ma l’Afghanistan è grande e soprattutto impervio. Poi bisogna considerare che le operazioni militari occidentali miravano a scovare Osama, il vero obiettivo della campagna.
    Dopo la cattura di Osama, le operazioni NATO contro i talebani sono diminuite di intensità e si è cercato, invece, di addestrare la polizia e l’esercito afghano, al fine di lasciare il paese.
    Purtroppo, si è visto oggi con quale successo.
     
  5. L'avatar di Alberich

    Alberich Alberich è offline SeniorMessaggi 11,775 Membro dal Jul 2009 #75

    Predefinito

    In dubbiamente l'interesse per l'Afghanistan è sempre stato secondario nell'otica degli USA, questo spiega anche la relativa facilità con cui tutto questo finirà nel dimenticatoio. Io cmq militare ho sempre qualche dubbio sulla possibilità di sgominare una guerriglia solo con la forza: in Vietnam passavano il tempo a contare i cadaveri dichiarando che il nemico era distrutto e poi puntualmente si ricominciava. Per me è anche un problema di struttura: gli americani la controguerriglia proprio non la sanno fare e ancor meno sanno adattare i loro modelli preconcetti alla realtà locale.
    "L'inverno del nostro scontento si è mutato in una calda estate di gloria grazie
    a questo sole di York"

    "Un cavallo! Un cavallo! Il mio regno per un cavallo!"
     
  6. Avatar64 Avatar64 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 2,567 Membro dal Jun 2021
    Località Italia
    #76

    Predefinito

    La guerriglia è una minaccia asimmetrica, che difficilmente si contrasta con le operazioni militari classiche, si può solo reagire agli attacchi e spesso colpendo a vuoto.
    Per un esercito è facile contrastare e distruggere un’altro esercito paritetico che lo affronta in campo aperto, cosa che i guerriglieri non si sognano lentamente, piuttosto colpiscono e scappano.
    L’Afghanistan si presta benissimo a quel tipo di combattimento.
    No, per vincere in Afghanistan bisognava conquistare i cuori e le menti degli afghani, migliorando la loro condizione economica, cercando di sviluppare la loro economia, creando infrastrutture, non solo progetti di facciata per fare un po’ di pubblicità in Occidente.
    Per questo nessuno di loro è voluto morire per Kabul, cosa dovevano difendere per i loro cari la stessa miseria in cui sono vissuti.
    Ecco perché alla prima occasione hanno cambiato casacca!
    Alberich and tacita2021 like this.
     
  7. L'avatar di Alberich

    Alberich Alberich è offline SeniorMessaggi 11,775 Membro dal Jul 2009 #77

    Predefinito

    @Avatar

    era il senso ultimo del mio discorso infatti: come in Vietnam mettersi a bombardare e a fare le operazioni "ricerca e distruggi" serviva a poco, se non a causare morti civili, visto che i guerriglieri sfuggivano e cmq sostituivano i morti con nuovi uomini, allo stesso modo le operazioni in Afghanistan erano destinate al fallimento già in partenza. La conquista dei cuori e delle menti la fai se riesci a metterti nei panni degli abitanti ed a offrire un qualcosa che per loro sia desiderabile (e che non sia un semplice stipendio come interprete o poliziotto). Va cmq detto che noi occidentali abbiamo il cronico difetto di sottovalutare sempre il patriottismo altrui: proprio non ci entra in testa l'ipotesi che un vietnamita o un afgano ci spari addosso non perché siamo "capitalisti" o "infedeli" ma perché siamo degli stranieri che sono venuti a comandare in casa altrui.
    Avatar64 likes this.
    "L'inverno del nostro scontento si è mutato in una calda estate di gloria grazie
    a questo sole di York"

    "Un cavallo! Un cavallo! Il mio regno per un cavallo!"
     
  8. L'avatar di Tristaldo

    Tristaldo Tristaldo è offline JuniorMessaggi 1,914 Membro dal Apr 2017 #78

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hannibal__Lecter Visualizza Messaggio
    I talebani non ce l'hanno scritto in faccia che sono talebani, possono infiltrarsi ovunque con estrema facilità, essendo, peraltro, l'etnia maggioritaria in Afghanistan.
    Infatti, la mia domanda era retorica per sottolineare che l'appartenenza a quella ideologia religiosa non è demarcata, piuttosto penso che si una "influenza" culturale che permea nel profondo la gran parte della popolazione afghana. A me sembra che quello sia il regno dell'irrazionale, dove tutto è confuso e dove i confini netti tra le cose svaniscono, dove tutto è contraddizione a partire dai combattenti che si definiscono "studenti coranici", non avendo nemmeno i prerequisiti di alfabetizzazione per potersi dire studenti, per finire alle loro promesse poi sempre smentite nei fatti. È un luogo dove qualcuno immagina di poter rincorrere un aereo al decollo o di potersi appigliare alla fusoliera di un jet e giungere a destinazione. Scene che mi sarei aspettato di vedere solo sul set di World War Z. Le cose sono così tanto contraddittorie che non mi stupirei se tra loro vi fosse qualcuno che avesse combattuto tra le fila dei talebani
    Date parole al vostro amore se non volete che il vostro cuore si spezzi! (William Shakespeare)
     
  9. L'avatar di Tristaldo

    Tristaldo Tristaldo è offline JuniorMessaggi 1,914 Membro dal Apr 2017 #79

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Alberich Visualizza Messaggio
    proprio non ci entra in testa l'ipotesi che un vietnamita o un afgano ci spari addosso non perché siamo "capitalisti" o "infedeli" ma perché siamo degli stranieri che sono venuti a comandare in casa altrui.
    Nessun popolo ha mai accettato degli stranieri che si mettono a comandare in casa propria. Ma se gli stranieri sono anche infedeli, e il paese in cui vorrebbero far da padroni fosse un paese musulmano, dove vige la Shariʿah, allora è il peggio che per loro possa accadere. Nella religione islamica non è ammesso che degli infedeli occupino il "dar al Islam". Se ciò dovesse accadere, il corano indica chiaramente qual è il dovere del fedele, che è propriamente il significato di jihad.
    Avatar64 and tacita2021 like this.
    Date parole al vostro amore se non volete che il vostro cuore si spezzi! (William Shakespeare)
     
  10. tacita2021 tacita2021 è offline PrincipianteMessaggi 34 Membro dal Aug 2021 #80

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Avatar64 Visualizza Messaggio
    Ho appena visto un video allucinante su Internet, un’aereo militare in decollo dall’aeroporto di Kabul ed un corpo precipitare dall’aereo.
    L’aeroporto al momento è pieno di disperati che cercano una via di fuga, rincorrendo gli aerei, aggrappandosi alle scalette ed ai carrelli degli aerei: non ci sono parole!
    visto anche io...........mi sono sentita male
    mi ha ricordati quei poveretti delle torri che si lanciavano.....................con quelle carte che volavano intorno
    come dici tu @avatar bisognava costruire, insegnare e non farsi pubblicità di qualcosa poi che non è neanche stata portata a termine
    Ultima modifica di tacita2021; 18-08-2021 alle 18:11 Motivo: integrazione