Lasciarsi per via della distanza...

Discussione iniziata da giallo53 il 03-11-2018 - 27 messaggi - 1092 Visite

Like Tree11Likes
  1. giallo53 giallo53 è offline PrincipianteMessaggi 12 Membro dal Oct 2015 #1

    Predefinito Lasciarsi per via della distanza...

    Storia fresca di 8 mesi, di cui 4 vissuti a distanza (300 km). Lui, infatti, prima che ci conoscessimo aveva già deciso di rientrare nella sua città d’origine. Abbiamo entrambi due lavori a tempo indeterminato, coerenti con i nostri studi e che ci soddisfano (più o meno!). Una rarità di questi tempi, lo so, che però rendo il tutto ancora più difficile. Credevo veramente di aver trovato la persona giusta, quella persona con cui progettare un futuro anche se, almeno inizialmente, fatto solo di weekend alternati insieme. Lui però qualche giorno fa è crollato. Il nuovo lavoro lo stressa parecchio, non ha più orari, pochissimo tempo per sé e per gli amici. Dice che non riesce più a sopportare la distanza, che nel weekend stiamo benissimo per poi in settimana vivere solo di tristezza e malinconia. Che dopo 9 anni lontani dalla sua città (tra università e lavoro) ora non gli pare vero avere i suoi parenti e amici vicini, avere una sua casa e una sua stabilità. E il solo pensiero che tra un anno potrebbe trasferirsi per stare con me lo soffoca (lui abita in una piccola città, io in una grande città. Nella sua, e lui lo sa, non troverei mai un lavoro coerente con i miei studi). Ma il futuro a me non spaventa, una soluzione (anche una terza città) la avremmo trovata. O almeno avrei voluto arrivare a quel punto, per poi magari anche lasciarsi, e viversi ora con leggerezza. Ma lui non riesce, lo vedo confuso, tanto, perché ripete sempre che se io fossi vicino a lui sarebbe tutto perfetto. Che fare? Rassegnarmi? Dargli tempo? A me sembra sincero, lo vedo tanto innamorato, ma confuso, quasi perso, come dice lui incapace anche di badare a sè ora. Credo che molto sia dovuto anche al difficile periodo di stress che sta vivendo, al fatto che la sua precedente relazione, anche essa vissuta per molti anni a distanza, sia finita e al fatto di essere finalmente tornato a casa dopo 9 anni in giro e quindi riscoprire la bellezza di avere gli affetti vicini nel quotidiano. Ho provato a fargli vedere le cose anche da un’altra prospettiva, una prospettiva più ottimistica, e nonostante mi dica che sì, potrei avere ragione, non riesce a superare queste paure che lo paralizzano. Ma a sembra di mollare troppo presto, prescludendoci un futuro che potrebbe forse non esserci mai, o essere invece bellissimo. Ma non ci viviamo ora, come si arriva a quel futuro? A capire se vale la pena sacrificarsi per l’altro, etc. Qualsiasi consiglio e’ ben accetto, magari capisco di dover mettermi anima in pace. Per ora ho preferito allettantare del tutto i rapporti, quei suoi messaggi “come stai?”, “buona serata” mi destabilizzavano ancora di più e credo che non gli dessero neanche la possibilità di capire (se mai servisse!) cosa significhi avermi perso del tutto. Grazie!


     
  2. L'avatar di Navigatore1

    Navigatore1 Navigatore1 è offline FriendMessaggi 4,849 Membro dal Apr 2015
    Località Torino
    #2

    Predefinito

    Purtroppo le distanze sono un gran casino... evidentemente lui non ce la fa a continuare.
     
  3. applexx applexx è offline PrincipianteMessaggi 107 Membro dal Aug 2012 #3

    Predefinito

    Non è una gran bella cosa.. se lui non regge piu' questo tipo di vita, l'unica soluzione è mettere in atto progetti per avvicinarsi a corto-medio termine, con compromessi che vadano bene ad entrambi. Se posti davanti a questa scelta/situazione non avete idee che combaciano, continuare è difficile..
    Organizzare piu' weekend o tutti i weekend assieme a mio parere non migliorerebbe comunque la situazione.
    Per me è finita quando mi sono resa conto che avevo due vite in una sola: in settimana lavoro/amici, nel weekend o da me o da lui, ed era quindi dedicato totalmente all'altra persona. Non era il mio equilibrio, e una vita cosi' non si puo' portare avanti tanto a lungo.
     
  4. L'avatar di sweet_faby

    sweet_faby sweet_faby è offline Super FriendMessaggi 6,871 Membro dal Sep 2007 #4

    Predefinito

    Situazione poco piacevole... Mi dispiace.
    Ti capisco, anche la mia storia è nata a distanza e comprendo le difficoltà, la confusione, la voglia di vedersi e stare insieme che non sempre riesce ad essere soddisfatta... Però, purtroppo, la penso come già t'hanno detto: si deve comunque trovare un equilibrio, ad una certa età e non si può andare avanti di week-end alternati se si parla di una storia seria e stabile progettata ad un futuro insieme.
    Il fatto che lui sia confuso ci sta tutto, questo non vuol dire che vi lascerete, ma di sicuro impone che la situazione venga affrontata di petto per ciò che è: mettetevi a tavolino e da persone adulte valutate tutte le opzioni a vostra disposizione e se vorrete, una soluzione la si troverà... Altrimenti, se non riuscite a trovare un giusto compromesso è chiaro che la storia finirà, ma sta a voi.
    Suhada and vasilissa12345 like this.
    "Le spiegazioni sono poesie di bassa lega."
    {S. King}
     
  5. giallo53 giallo53 è offline PrincipianteMessaggi 12 Membro dal Oct 2015 #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da applexx Visualizza Messaggio
    Non è una gran bella cosa.. se lui non regge piu' questo tipo di vita, l'unica soluzione è mettere in atto progetti per avvicinarsi a corto-medio termine, con compromessi che vadano bene ad entrambi. Se posti davanti a questa scelta/situazione non avete idee che combaciano, continuare è difficile..
    Organizzare piu' weekend o tutti i weekend assieme a mio parere non migliorerebbe comunque la situazione.
    Per me è finita quando mi sono resa conto che avevo due vite in una sola: in settimana lavoro/amici, nel weekend o da me o da lui, ed era quindi dedicato totalmente all'altra persona. Non era il mio equilibrio, e una vita cosi' non si puo' portare avanti tanto a lungo.
    Dici bene, compromessi! Ma al momento l’unico modo per farla funzionare questa storia sarebbe se io trasferissi da lui, stop. Cosa impossibile o comunque folle, in primis per il mio lavoro. Lui però viene da una storia a distanza, sa cosa vuol dire viverla. Se ha deciso di provarci anche con me, non mi aspettavo si lamentasse di una vita del genere dopo così poco tempo. Se non la vuoi più, eviti storie del genere, altrimenti ci provi fino in fondo, anche perché nessuno può decidere di chi innamorarsi. Anche noi abbiamo due vite, ma come gli ho sempre detto, tolto entusiasmo iniziale in cui stare insieme nel weekend era unica cosa che si desiderava, il weekend insieme andava vissuto come avrebbe fatto da soli (devi fare la spesa? Andiamo insieme, vuoi vedere i tuoi amici? Facciamo un aperitivo insieme, etc), così almeno queste due vite forse rimanevano sempre due, ma almeno iniziavano ad intrecciarsi, piano piano.
    Obiettivo era entro un anno e mezzo mezzo/ due anni decidere cosa fare, se avvicinarsi o meno. Tempo giusto per entrambi di arricchiere il proprio CV e essere ancora più spendili nel mercato del lavoro. Ma forse questo orizzonte e’ troppo lontano per lui! O forse non mi ama abbastanza come mi dicono tanti, ma non mi piace essere così netta, perché io lo vedo tanto innamorato. Forse i tempi sono stati sbagliati. Grazie per la risposta, parlare in questo momento mi e’ tanto d’aiuto!
     
  6. L'avatar di stellaguerriera

    stellaguerriera stellaguerriera è offline SeniorMessaggi 10,546 Membro dal Sep 2011
    Località in un angolo di cielo colorato
    #6

    Predefinito

    Non c'è possibilità di trasferimento lavorativo? Se lui non è disposto a lasciare i suoi affetti puoi farci ben poco. Per la questione lavoro, se tu sei disposta a trasferirti non c'è comunque nulla che ti impedisca di cercare un lavoro nella sua città mentre continui col tuo. Parli di 9 anni lontani da casa, quindi almeno sarà intorno ai 30...
    Non posso venire da te, perché già ti sono accanto.

    Nessun regno è più grande di questa piccola cosa che è la vita.

     
  7. giallo53 giallo53 è offline PrincipianteMessaggi 12 Membro dal Oct 2015 #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da stellaguerriera Visualizza Messaggio
    Non c'è possibilità di trasferimento lavorativo? Se lui non è disposto a lasciare i suoi affetti puoi farci ben poco. Per la questione lavoro, se tu sei disposta a trasferirti non c'è comunque nulla che ti impedisca di cercare un lavoro nella sua città mentre continui col tuo. Parli di 9 anni lontani da casa, quindi almeno sarà intorno ai 30...
    La sua e’ città molto piccola rispetto alla mia. Non troverei nulla in linea con i miei studi (ho già cercato, anche se velocemente.) E anche lui lo sa benissimo! Cambiare tipo di lavoro, mandando all’aria anni di studio, mi sembra un sacrificio troppo grande dopo soli 8 mesi e per una persona che per me non e’ disposta a fare nulla. Se dovesse andare male, tornare nella città e ritrovare un lavoro a contratto a tempo indeterminato sarebbe quasi impossibile. Riguardo alla questione degli affetti, sì forse non posso fare nulla, ma non capisco come sia possibile che questo bisogno sia venuto così fuori all’improvviso e che sia così forte da non permettergli di capire che le cose in futuro potrebbe cambiare, così come i bisogni, le necessità, etc.
     
  8. giallo53 giallo53 è offline PrincipianteMessaggi 12 Membro dal Oct 2015 #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sweet_faby Visualizza Messaggio
    Situazione poco piacevole... Mi dispiace.
    Ti capisco, anche la mia storia è nata a distanza e comprendo le difficoltà, la confusione, la voglia di vedersi e stare insieme che non sempre riesce ad essere soddisfatta... Però, purtroppo, la penso come già t'hanno detto: si deve comunque trovare un equilibrio, ad una certa età e non si può andare avanti di week-end alternati se si parla di una storia seria e stabile progettata ad un futuro insieme.
    Il fatto che lui sia confuso ci sta tutto, questo non vuol dire che vi lascerete, ma di sicuro impone che la situazione venga affrontata di petto per ciò che è: mettetevi a tavolino e da persone adulte valutate tutte le opzioni a vostra disposizione e se vorrete, una soluzione la si troverà... Altrimenti, se non riuscite a trovare un giusto compromesso è chiaro che la storia finirà, ma sta a voi.
    Ho provato a lasciargli aperte tutte le strade, anche perché non riusciva a chiudere la nostra storia, poi lo ho dovuto “obbligare” io a mettere fine alla storia, perché non volevo rimanere sospesa se lui in fondo aveva già deciso (dice che e’ confuso, che non sa nulla, ma una pausa non la vuole. Bah!). Ora ha tutto il tempo che vuole per riflettere, sa dove contattarmi se vuole, cosa che ha detto se farà se mai dovesse pentirsene come teme. Purtroppo ha perso proprio la ragione, amici che siano in grado di farlo ragionare e razionalizzare non ne ha (tutto con il solito consiglio “sai tu cosa e’ meglio fare”) e lui così da solo (ma anche con me) non ne sa uscire. Praticamente se parli con lui tutte le cose che potrebbero succederci le vede in negativo, vede solo problemi su problemi. In una settimana sembra aver perso il suo amore per me e il suo entusiasmo!
     
  9. roma_amor roma_amor è offline JuniorMessaggi 1,617 Membro dal Dec 2015 #9

    Predefinito

    se nessuno dei due vuole fare dei sacrifici, è giusto che finisca
     
  10. giallo53 giallo53 è offline PrincipianteMessaggi 12 Membro dal Oct 2015 #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da roma_amor Visualizza Messaggio
    se nessuno dei due vuole fare dei sacrifici, è giusto che finisca
    Io sarei anche disposta a farli, ma non dopo 8 mesi di relazione. Mi sembra prematuro e parecchio azzardato. Anche se innamorata, non posso perdere la lucidità. Per questo avrei voluto solo più tempo per viverci e capire se questi sacrifi avrebbero potuto avere un senso!
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]