Lei era il mio viaggio

Discussione iniziata da nonsostomaiperora il 25-12-2018 - 4 messaggi - 1208 Visite

Like Tree4Likes
  • 2 Post By flair
  • 2 Post By Gershwin
  1. nonsostomaiperora nonsostomaiperora è offline PrincipianteMessaggi 59 Membro dal Dec 2018
    Località Italia
    #1

    Predefinito Lei era il mio viaggio

    ..........potrei parlare dell'amore in mille modi differenti se solo sapessi descrivere con parole giuste il mio stupore per questo grande sentimento...............ma non riesco a raccontare tutto quello che veramente sento dentro. Alcune persone le incontri per caso nella vita.......perchè nel loro viaggio di tanto in tanto colte da stanchezza si fermano per riposare.............le tieni per mano mentre racconti i tuoi desideri............siedono al tuo fianco e rimangono ad ascoltare..........lasciano l'incanto nel cuore e sorridono timidamente con il colore degli occhi.............ardono per l'amore che sentono dentro...........e stringono le mani con immenso calore..........impari lentamente a conoscerle e ad amarle...........almeno fino a quando terminato il riposo.........non riprendono il loro viaggio...........con quel timido sorriso che le porta lontane.......


     
  2. L'avatar di flair

    flair flair è offline JuniorMessaggi 1,740 Membro dal Jul 2015 #2

    Predefinito

    Io non aspetto le persone che si fermano a riposare.
    ... Naturalmente ogni tanto mi fermo anche io a riposare e mi capita di incontrare qualcuno ma gli incontri migliori li ho fatti mentre compio il mio viaggio e diffido delle persone che non si muovono ed aspettano che siano gli altri a fermarsi ...
    Melite and rabe like this.
     
  3. Gershwin Gershwin è offline SeniorMessaggi 13,408 Membro dal Jan 2013 #3

    Predefinito

    Nonso, tu hai incontrato un mucchio di puntini di sospensione, mi è venuto l'asma!
    Melite and rabe like this.
    Ducatista Fashionista!
     
  4. L'avatar di rabe

    rabe rabe è offline MasterMessaggi 26,495 Membro dal Aug 2010 #4

    Predefinito

    Ecco cos'era, Gersh, il fiato corto che avevo

    Muta il destino lentamente,

    ad un'ora precipita.




    (U.Saba)
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]