Ma le ansie delle donne sono vere?

Discussione iniziata da Ocelot il 03-10-2017 - 18 messaggi - 1171 Visite

Like Tree10Likes
  1. L'avatar di Ocelot

    Ocelot Ocelot è offline PrincipianteMessaggi 47 Membro dal Sep 2016 #1

    Predefinito Ma le ansie delle donne sono vere?

    È incredibile come al giorno d’oggi le donne,ma noto proprio in generale anche gli uomini, soffrano di questa pseudo “malattia”.

    Mi sono dichiarato ad una ragazza conosciuta ad inizio anno dopo una serata in discoteca dove ci siamo baciati e siamo rimasti un po’ per i fatti nostri. Sembrava dovesse filare tutto per il verso giusto, noto una bella intesa tante cose in comune insomma senza troppi giri di parole sembra lei quella giusta.
    Ma il giorno dopo aver trascorso questa piacevole serata ricevo una doccia semi-fredda, come scritto prima mi dichiaro a lei dicendole che mi piace (una cosa normale chissà se le chiedevo la mano) e che vorrei frequentarla in maniera decisa conoscendola meglio e vedendo come la situazione si evolve.
    Lei ,presissima la sera precedente, mi dice di non essere quel tipo di ragazza, che farmi scomodare nel raggiungerla ogni week end le provocherebbe un’ansia incredibile.
    Se devo essere sincero mi sono sentito abbastanza a disagio dopo queste parole avrò farfugliato qualcosa ma il mio cervello proprio non arrivava e forse non è arrivato ancora ora a comprendere tali parole.

    Voglio capire perché determinate dichiarazioni fatte in maniera semplice provocano ansie, è una presa per i fondelli? È un mettermi alla prova?


     
  2. L'avatar di Dedelind

    Dedelind Dedelind è offline JuniorMessaggi 1,271 Membro dal Apr 2017
    Località Come fu che Masuccio Salernitano fuggendo con le brache in mano riuscì a conservarlo sano
    #2

    Predefinito

    Non è "quel tipo di ragazza" ? Cioè, lei solitamente è di quelle "una botta e via"?
    Potrebbe essere :

    1) un modo poco onesto di dire che non le interessi
    2) una che davvero va in tachicardia al solo pensiero di uscire con qualcuno

    In entrambi i casi, la situazione non mi appare rosea.
    sakura985 likes this.
    Spazio in allestimento
     
  3. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline Super FriendMessaggi 7,662 Membro dal Oct 2017 #3

    Predefinito

    Ma perché, anziché prospettarle una tua intenzione di frequentarla seriamente (cosa che effettivamente può mettere in ansia una ragazza per le più svariate ragioni) non l'hai semplicemente invitata a prendere un caffè? Già da un suo eventuale accettare l'appuntamento o meno avresti capito il suo livello di disponibilità, e comunque le cose dovrebbero nascere piano piano, spontaneamente, no?
    Gershwin and PINASO like this.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  4. L'avatar di sakura985

    sakura985 sakura985 è offline Super FriendMessaggi 6,301 Membro dal Mar 2017 #4

    Predefinito

    Mi trovo d'accordissimo con Dedelind...e per me è molto più probabile l'opzione uno.
    Che una persona, uomo o donna che sia, possa soffrire di stati d'ansia, ci sta, capita. Ma come risposta ad una frequentazione... mi fa solo ridere.
    Non si vede bene che col cuore, l'essenziale è invisibile agli occhi. (Antoine de Saint-Exupéry)
     
  5. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline Super FriendMessaggi 7,662 Membro dal Oct 2017 #5

    Predefinito

    No scusate, se io conoscessi un tipo una sera e se anche lo baciassi (mai nella vita), se lui il giorno dopo mi dicesse "ho intenzione di frequentarti seriamente per vedere come evolve la cosa" sinceramente mi suonerebbe come troppo carico di aspettative e questo potrebbe davvero mettermi ansia. Secondo me la ragazza potrebbe aver fatto un passo indietro per questo.
    Vittoria85 and PINASO like this.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  6. L'avatar di MonacoFrigido

    MonacoFrigido MonacoFrigido è offline SeniorMessaggi 10,711 Membro dal Jun 2016
    Località Brixia, Longobardia Maior
    #6

    Predefinito

    Anche io, come dice Melite, fuggirei di fronte a una dichiarazione del genere, cosa che in realtà non mi è mai capitata, ma ipotizzando una situazione simile mi sentirei soffocare.
    Melite likes this.
    TERAMO
     
  7. L'avatar di Vittoria85

    Vittoria85 Vittoria85 è offline JuniorMessaggi 1,020 Membro dal Aug 2017 #7

    Predefinito

    Anche io mi accodo a quello scritto da Melite.
    Anche io scapparei (e sono scappata da situazioni simili) a gambe levate!
    Melite likes this.
    Sii quel tipo ti donna che, appena poggia i piedi a terra ogni mattina, fa dire al diavolo: "Oh mer*a, è sveglia"
     
  8. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline Super FriendMessaggi 7,662 Membro dal Oct 2017 #8

    Predefinito

    Anche me non è mai capitato, ma appunto perché certe situazioni sono abbastanza prevedibili, pazienza!

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  9. L'avatar di sakura985

    sakura985 sakura985 è offline Super FriendMessaggi 6,301 Membro dal Mar 2017 #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ocelot Visualizza Messaggio
    mi dichiaro a lei dicendole che mi piace (una cosa normale chissà se le chiedevo la mano) e che vorrei frequentarla in maniera decisa conoscendola meglio e vedendo come la situazione si evolve.
    Boh...io non ci trovo nulla di assurdo. Se non ci si conosce, quindi se non ci si frequenta, come di potrebbe capire se vale la pena iniziare una relazione?
    Io scappo quando qualcosa di quella persona non mi è piaciuta, non perché mi dice "intanto vediamoci e vediamo come va".
    Non si vede bene che col cuore, l'essenziale è invisibile agli occhi. (Antoine de Saint-Exupéry)
     
  10. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline Super FriendMessaggi 7,662 Membro dal Oct 2017 #10

    Predefinito

    Ma secondo me no, già dire "conosciamoci, vediamo come va" dopo una sera lo ritengo eccessivo, è ovvio che dobbiamo vedere come va ma sono cose che non vanno anticipate perché la conoscenza non deve essere pianificata, ma deve avvenire nel modo più naturale possibile. Era meglio, ripeto, invitare per un caffè senza impegno e poi da lì, se tutto andava bene, un successivo invito e così via.

    Cioè se uno viene da me e mi dice "sto cercando una storia seria e vorrei conoscerti per vedere se puoi essere la persona giusta", penso di essere una pescata a caso con la quale fare un tentativo, non di piacere realmente, anche perché per quanto mi si possa trovare carina, non prendiamoci in giro, una conoscenza di una sera non significa niente.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)