mai avrei pensato - Pagina 3

Discussione iniziata da stellafalc il 01-08-2020 - 55 messaggi - 4285 Visite

Like Tree28Likes
  1. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,543 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #21

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SunsetLimited Visualizza Messaggio
    Che età avvertivi nel tuo malessere?
    Perdonami ma non avevo letto bene questa tua domanda. Provo a risponderti: non riesco a scrivere che età anagrafica mi sentivo, perchè non so quantificarla ma so di aver vissuto una totale regressione sensoriale (tornando al primo stadio di sviluppo psico emotivo: non provavo emozioni e sentimenti e desiderio; ho sentito andare via tutto dal cuore, qualche mese prima di toccare il fondo, ma ancora non lo sapevo, perchè fino a luglio pensavo andasse tutto bene - ho lavorato, ho affrontato, ho amato).
    Antasia likes this.


    Ultima modifica di stellafalc; 04-12-2020 alle 16:01
     
  2. L'avatar di SunsetLimited

    SunsetLimited SunsetLimited è offline Super ApprendistaMessaggi 802 Membro dal Jan 2017
    Località La più grande delle isole italiane
    #22

    Predefinito

    Capisco, una specie di bolla emotiva, dopo tutto era distante e sordo. Assenza di qualunque emozione se ho capito bene. Quindi ne i sentimenti positivi ne quelli negativi. Ma questa si può definire depressione o venendo a mancare la "tristezza" è qualcos'altro?
    "𝑳'𝒂𝒎𝒐𝒓𝒆 𝒏𝒐𝒏 𝒆𝒔𝒊𝒔𝒕𝒆 𝒆̀ 𝒍'𝒆𝒇𝒇𝒆𝒕𝒕𝒐 𝒑𝒓𝒐𝒓𝒐𝒎𝒑𝒆𝒏𝒕𝒆
    𝑫𝒊 𝒅𝒐𝒕𝒕𝒓𝒊𝒏𝒆 𝒎𝒐𝒓𝒂𝒍𝒊𝒔𝒕𝒆 𝒔𝒖𝒍𝒍𝒆 𝒗𝒐𝒈𝒍𝒊𝒆 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒈𝒆𝒏𝒕𝒆
    𝒆̀ 𝒊𝒍 𝒑𝒊𝒖̀ 𝒄𝒐𝒎𝒐𝒅𝒐 𝒓𝒊𝒎𝒆𝒅𝒊𝒐 𝒂𝒍𝒍𝒂 𝒑𝒂𝒖𝒓𝒂
    𝑫𝒊 𝒏𝒐𝒏 𝒆𝒔𝒔𝒆𝒓𝒆 𝒄𝒂𝒑𝒂𝒄𝒊 𝒂 𝒓𝒊𝒎𝒂𝒏𝒆𝒓𝒆 𝒔𝒐𝒍𝒊"
     
  3. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,543 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #23

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SunsetLimited Visualizza Messaggio
    Ma questa si può definire depressione o venendo a mancare la "tristezza" è qualcos'altro?


    Hai compreso benissimo. Ancora oggi, oltre a non sapere come e quanto mi riprenderò, non ho capito quel che ho vissuto e che sto vivendo, anche se gli specialisti me l'hanno detto. Sicuramente, ho vissuto dei traumi che mi hanno portato ad avere una diversa visione della vita e sintomi psicosomatici che me l'hanno sconvolta abbastanza.
    Ultima modifica di stellafalc; 04-12-2020 alle 17:19
     
  4. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,543 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #24

    Predefinito

    Buongiorno, oggi riporto alcuni stralci di quel che scrivo alla dottoressa (la mia psicologa/psicoterapeuta):
    Mi addormento pensando a come farò, una volta ripresami definitivamente, spero, a parlare a D., a dirgli che
    sarò tornata la stessa; una parte di me vorrebbe scrivergli, l’altra, come dice la dott.ssa, deve tenere con sé stessa
    la sensazione: “mai avrei pensato” di risentirmi così e mi dico che siano tappe verso la ripresa, verso il futuro.

    Mi sveglio con mal di denti del giudizio – senza riconoscerlo inizialmente; vestendomi, penso che, se è tornato
    pure Il mal di denti, tornerà anche l’esatta percezione della testa e della mia età; ripenso alle farfalle nello stomaco.
    Mamma mi dice che “il mio cervello, per mesi, si era scollegato dal mio corpo e perciò non provavo nulla”.
    Ultima modifica di stellafalc; 06-12-2020 alle 11:01
     
  5. L'avatar di SunsetLimited

    SunsetLimited SunsetLimited è offline Super ApprendistaMessaggi 802 Membro dal Jan 2017
    Località La più grande delle isole italiane
    #25

    Predefinito

    La mancanza di percezione della propria età, è qualcosa che sarebbe da approfondire, riuscire a estrapolare nella quotidianità come viene vissuta , cosa si prova.
    Però è innegabile che ti stai risvegliando, una primavera emotiva.
    "𝑳'𝒂𝒎𝒐𝒓𝒆 𝒏𝒐𝒏 𝒆𝒔𝒊𝒔𝒕𝒆 𝒆̀ 𝒍'𝒆𝒇𝒇𝒆𝒕𝒕𝒐 𝒑𝒓𝒐𝒓𝒐𝒎𝒑𝒆𝒏𝒕𝒆
    𝑫𝒊 𝒅𝒐𝒕𝒕𝒓𝒊𝒏𝒆 𝒎𝒐𝒓𝒂𝒍𝒊𝒔𝒕𝒆 𝒔𝒖𝒍𝒍𝒆 𝒗𝒐𝒈𝒍𝒊𝒆 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒈𝒆𝒏𝒕𝒆
    𝒆̀ 𝒊𝒍 𝒑𝒊𝒖̀ 𝒄𝒐𝒎𝒐𝒅𝒐 𝒓𝒊𝒎𝒆𝒅𝒊𝒐 𝒂𝒍𝒍𝒂 𝒑𝒂𝒖𝒓𝒂
    𝑫𝒊 𝒏𝒐𝒏 𝒆𝒔𝒔𝒆𝒓𝒆 𝒄𝒂𝒑𝒂𝒄𝒊 𝒂 𝒓𝒊𝒎𝒂𝒏𝒆𝒓𝒆 𝒔𝒐𝒍𝒊"
     
  6. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,543 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #26

    Predefinito

    Ciao, ancora non riesco a percepire la mia età - alla mia psicologa ho detto che mi sento 15/20 anni: la questione sarebbe da approfondire - lo sto facendo in psicoterapia e so che tutto ciò ha a a che fare sicuramente con il mio risveglio/la mia primavera emotiva - come scrivi tu; è come se io stessi "ricrescendo" a livello psicologico ed emotivo.
    Posso solamente scriverti come vivo questa (mancata) percezione: come a tutte le altre che ho dovuto imparare a smettere di avvertire, non ci faccio caso più e vivo alla giornata. Ho dovuto anche imparare a scacciare i pensieri tristi - che ancora fanno capolino - soprattutto la mattina appena sveglia e soprattutto quando mangio.
    SunsetLimited likes this.
    Ultima modifica di stellafalc; 07-12-2020 alle 14:41
     
  7. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,543 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #27

    Predefinito

    Prima di cominciare a studiare e a svolgere commissioni per me e per la mamma gli chiedo se posso chiamarlo;
    quando mi risponde “Sì” leggo e lascio passare del tempo prima di telefonargli; quando gli telefono non mi risponde;
    quando mi richiama chiudo la chiamata perché scrivo a mia madre per via della commissione; chiudo anche perché
    forse non voglio più parlargli; dopo vari tentativi di entrambi andati a vuoto, riusciamo a telefonarci, a parlare.

    Mi dice che pensava lo chiamassi con numero di cellulare e non tramite Wa ma gli rispondo che, da mesi, pur
    potendola fare da sola via internet, non faccio una ricarica telefonica al mio cellulare. Motivo la mia telefonata
    con gli auguri e gli accenno ai pensieri che ho preparato per lui – una dedica adattata da uno stralcio trovato
    sull’ultimo libro che ho letto – il primo libro non universitario che ho letto da Giugno - e lo stralcio della pagina di
    oggi dove, di prima mattina, immagino la chiamata che sta avvenendo, proprio così come sta avvenendo: gli parlo ù
    piangendo, dicendogli anche che, malgrado quanto mi riprometto poco prima, non riuscirò/potrò leggergli nulla,
    anche perché non trovo più ciò che vorrei leggergli – non gli dico che mi sento confusa e che avverto la stessa
    sensazione di ieri sera; che rischio di leggergli il rigo in cui scrivo di amarlo. Provo e prova/mi incoraggia a leggergli
    tutto quello che gli dico di avergli scritto e quando gli dico che gli invierò i testi domani - perché so che piangerò - mi
    dice che vuole che gli legga tutto quello che gli ho scritto; gli leggo tutto, come prevedo, piangendo e mi risponde
    che non devo piangere ma vivere, fottermene, lottare, riprendermi la mia vita. Quando gli leggo che non voglio
    perderlo mi dice che non succederà – come amico - e che lui quando allontana lo fa perché a volte è troppo stanco
    di tutto e tutti, allora tratta male la gente. Insisto sul fatto che, negli ultimi mesi, ho fatto anche peggio. Mentre
    scrivo, mi rendo conto del fatto che, da quando ci conosciamo, è la priva volta che ammette/che mi parla di questa
    sua tendenza; mi rendo conto anche del fatto che, da quando non mi allontana più riesce a parlarmi di sé e di noi
    più di quanto abbia fatto in tanti anni. Io gli ribadisco perché, ad un certo punto, ho smesso di provare quel che
    provavo per lui e, perciò, di parlargliene, mentre cerco anche le parole per dirgli che un po’ di bene sta tornando. Mi
    dice che tutto ciò gli è chiaro da tempo – “che mi vuoi bene e che mi ami” - ma che ad un certo punto sono stata io a
    non riconoscere, ammettere; continua dicendomi, lì per lì mi pare rimproverandomi: “Quando ci vediamo, non riesci
    mai a guardarmi, a parlarmi” – mi sorprende parli al presente perché non ci vediamo da Agosto e gli rispondo che
    non so se vedremo ancora e mi risponde che questo non lo sa neanche lui. Quando gli leggo la dedica si commuove
    e mi ringrazia; ovviamente piango pure io ma mi sento anche assolutamente tranquilla; gli dico che voglio terminare
    la chiamata perché devo studiare – in realtà voglio piangere ancora di più; continua a parlarmi ma non lo ascolto più
    tanto bene e insisto sul dover/voler chiudere la telefonata; insiste lui che gli parli e trovo il coraggio di dirgli che
    trova sempre le parole giuste e che sono fortunata – non gli dico che sono sorpresa. Chiude la telefonata dicendomi
    che ci sentiremo domani. Chiudo la telefonata e piango fragorosamente. Scrivere queste righe mi ha stancato: anche se
    vorrei scrivere altro. [Prima versione di uno stralcio di pagina di diario che ho scritto ieri mattina, come richiesto dalla dott.ssa]
    antonio60 likes this.
    Ultima modifica di stellafalc; 10-12-2020 alle 15:01
     
  8. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,543 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #28

    Predefinito

    Da ieri ripenso a cosa sia la vita e a cosa sia la morte, a come sarà il mio futuro, dopo la mia esperienza che non so ancora definire. Questi pensieri non mi bloccano più ma è tornata la voglia di morire. Sono tanto tanto stanca. Intanto riporto, come in un'altra discussione, cosa sia stata la regressione: a livello corporeo ho vissuto sintomi somatici/alterazioni sensoriali (molti/e sono scomparsi/e, altri/e se ne andranno); a livello corporeo/sessuale, sono arrivata a vivere, nell'arco di sei mesi, una regressione al primo stadio dello sviluppo (in parole molto povere, mi interessava solo mangiare e bere, trattenevo i bisogni fisiologici).
    Ultima modifica di stellafalc; 13-12-2020 alle 09:00
     
  9. L'avatar di thefranco

    thefranco thefranco è offline MasterMessaggi 40,829 Membro dal Aug 2009 #29

    Predefinito

    Stella dai un calcio a tutto e stai bene.....
    io non ho detto che l'anziantià giustifica perchè allora the sarebbe un killer qua dentro e aji peggio...
    sandy......09-03-2013......che data da spavento.....
     
  10. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,543 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #30

    Predefinito

    Cosa intendi thefranco?
    thefranco likes this.
    è .....
    amore. nient'altro (h. hesse);
    gioia più grande, non attesa (sòfocle);
    nascosta dappertutto...(anonimo);
    qualunque viaggio intraprendiamo (q. o. flocco);
    esercitare liberamente il proprio ingegno (aristotele);
    l'uomo saggio non lo cerca, cerca l'assenza del dolore(aristotele);
    fatto di un niente che al momento in cui lo viviamo ci sembra tutto...
    poi non te lo togli più: lo scopri dopo, quando è troppo tardi" (a. baricco)


    indovinello pazzo!