Meno matrimoni (TANTI meno ...), più divorzi - Pagina 11

Discussione iniziata da Berlin__ il 07-09-2018 - 145 messaggi - 3315 Visite

Like Tree132Likes
  1. L'avatar di maxpayne

    maxpayne maxpayne è offline JuniorMessaggi 1,986 Membro dal Jan 2017 #101

    Predefinito

    Ah ecco l'inghippo. Dal momento che i figli (non si sa per quale motivo), vengono sempre affidati alla madre, lei da casa non schioda

    Ingegnoso. E brave le femministe


    Il suicidio! ma è la forza di quelli che non hanno più forza, è la speranza di quelli che non credono più, è il sublime coraggio dei vinti! Già: in questa vita c’è almeno una porta che possiamo sempre aprire per passare dall’altra parte! La natura ha avuto un moto di pietà: non ci ha imprigionati

    Non possiamo strappare una pagina della nostra vita, ma possiamo buttare l’intero libro nel fuoco
     
  2. Berlin__ Berlin__ è offline JuniorMessaggi 1,192 Membro dal Jul 2018 #102

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da maxpayne Visualizza Messaggio
    Ah ecco l'inghippo. Dal momento che i figli (non si sa per quale motivo), vengono sempre affidati alla madre, lei da casa non schioda

    Ingegnoso. E brave le femministe
    è il motivo per cui il padre nel 94% dei casi paga un assegno alla moglie, è quello di mantenimento della moglie e soprattutto dei figli, che nella stessa percentuale sono affidati alla madre. La madre resta in casa con i figli, il padre continua a dover pagare il mutuo in una casa dove non vive, dovrebbe pagare un affitto in una casa dove si trasferisce, e sopravvivere. Chiaro che cosi decida a volte di tornare dai genitori, e se la passa comunque male, alcuni vanno alla caritas, e se sono liberi professionisti, pagano in ritardo o non pagano. I dipendenti sicuramente non fanno nemmeno quello, i soldi vengono prelevati in automatico e "girati".
    Naturalmente l'assegno di mantenimento non è dato sapere se venga speso realmente per i figli, o per il parrucchiere e i le borse. Comunque quello dipende dalla madre, i soldi che spende per sè li toglie ai figli, va in base alla sua coscienza.
    Un mio conoscente non sposato ma con un figlio, si è trovato esattamente in questa situazione. Alla fine ha supplicato la compagna di riprenderselo (e fortunatamente per lui, cosi è andata).

    Non è questione tanto di femministe ... le donne sono femministe a parole, ma quasi mai attiviste. La colpa evidentemente è dei politici, e dei media. Che si scaldano per tante ****** sulla gender parity, ma di questo non parlano mai.
    Ultima modifica di Berlin__; 12-09-2018 alle 15:52
     
  3. L'avatar di trale

    trale trale è offline SeniorMessaggi 10,995 Membro dal Feb 2015 #103

    Predefinito

    Io sono talmente femminista che sostengo che la maternità deve poter essere presa anche dagli uomini, se è una necessità della coppia. Sostengo inoltre che l'affido dei figli, in caso di seaprazione debba sempre essere condiviso, una settimana con uno ed una con l'altro genitore, senza assegno di mantenimento.
    Mi pare di aver letto in giro che vi sia un disegno di legge perchè questo avvenga sempre.
    Se le cose fossero così il nostro sarebbe un paese civile, ma l'Italia non è un paese civile.
    Io come donna libera professionista, appartenente ad una cassa pensionistica diversa dall'INPS, sono tornata a lavorare per entrambi i figli, subito, per il primo 22 giorni dopo il parto e mio marito che allora era dipendente, non ha potuto usufruire della maternità al posto mio e questo non è giusto. Mi risulta che sia ancora oggi così.
    Berlin__, Gigetta89 and Alberich like this.
     
  4. Berlin__ Berlin__ è offline JuniorMessaggi 1,192 Membro dal Jul 2018 #104

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da trale Visualizza Messaggio
    Io sono talmente femminista che sostengo che la maternità deve poter essere presa anche dagli uomini, se è una necessità della coppia. Sostengo inoltre che l'affido dei figli, in caso di seaprazione debba sempre essere condiviso, una settimana con uno ed una con l'altro genitore, senza assegno di mantenimento.
    Mi pare di aver letto in giro che vi sia un disegno di legge perchè questo avvenga sempre.
    Se le cose fossero così il nostro sarebbe un paese civile, ma l'Italia non è un paese civile.
    Io come donna libera professionista, appartenente ad una cassa pensionistica diversa dall'INPS, sono tornata a lavorare per entrambi i figli, subito, per il primo 22 giorni dopo il parto e mio marito che allora era dipendente, non ha potuto usufruire della maternità al posto mio e questo non è giusto. Mi risulta che sia ancora oggi così.
    non credo fosse una accusa a te ... al di là delle intenzioni, tecnicamente è complicato. Che fai sposti il guardaroba tutte le settimane ? è comunque un macello. E' proprio difficile trovare una soluzione praticabile. Il week end col papà pone meno problemi, sono due giorni non hai mica bisogno di portarti via il guardaroba.

    Inoltre, come viene gestito il problema della casa ? entrambi vendono la casa in comune e ne comprano una per 3 persone, da riempire una settimana si e una no (in cui rimane solo un genitore) ? E se un genitore non ce la fa affidi i figli al genitore che guadagna di più ?

    Comunque che le leggi attuali siano indegne è fuor di dubbio, che sia "facile" cambiarle ... no, non è affatto facile. Anche se qualcosa dovrebbero davvero fare.
     
  5. L'avatar di trale

    trale trale è offline SeniorMessaggi 10,995 Membro dal Feb 2015 #105

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Berlin__ Visualizza Messaggio
    Che fai sposti il guardaroba tutte le settimane ? è comunque un macello.
    Sì le persone che lo fanno fanno muovere ogni settimana i figli col borsone. Complicato, brutto, faticoso, ma è meglio secondo me da tanti punti di vista. Credo che un uomo debba imparare a fare i conti con la necessità di dire sul lavoro che deve tornare a casa per preparare la cena ai figli, che non possa più andare a giocare a calcetto la settimana che li ha perché non ha nnessuno a cui lasciarli. Credo che debba imparare ad avere paura di essere criticato dai capi perché si assenta dal lavoro per curare l'influenza dei figli. Non deve essere sempre la madre a sacrificarsi sul lavoro, a arinunciare ai convegni fuori città, e a viaggiare per lavoro. E credo che debba imparare ad essere padre oltre che "ulteriore figlio" della moglie.
    Comunque c'è già chi pratica questa soluzione, è solo questione di volontà e organizzazione.

    Inoltre, come viene gestito il problema della casa ?
    Nel modo migliore a seconda della situazione, non è detto che la casa sia in comune, non è detto che sia di proprietà e nel tempo può essere venduta.
    E se un genitore non ce la fa affidi i figli al genitore che guadagna di più ?
    Se un genitore non ce la fa, in genere non ci si separa. Ad ogni modo il giudice non sbatte fuori di casa chi è indigente che, ha diritto a rimanere nella casa dove c'è l'ex coniuge (con spazi riservati a lui/lei concordati) se non ha le possibilità economiche per andarsene. Che poi uno/una non abbia voglia o gli risulti pesante psicologicamente restare con l'ex coniuge da separato in casa e preferisca andare dai genitori, comprendo, ma è una scelta sua.
    Per nessuno è divertente separarsi, ma non sposarsi per paura di doversi separare mi sembra una stupidaggine.
    Gigetta89 and Alberich like this.
     
  6. Berlin__ Berlin__ è offline JuniorMessaggi 1,192 Membro dal Jul 2018 #106

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da trale Visualizza Messaggio
    Per nessuno è divertente separarsi, ma non sposarsi per paura di doversi separare mi sembra una stupidaggine.
    allo stato attuale delle cose, non mi sembra si possa fare una affermazione del genere. Il numero di coppie che finisce per divorziare è talmente alto, che una persona dotata di ragione e cervello, ci deve pensare. E se le forze in campo sono troppo diverse (uno dei coniugi è economicamente messo molto peggio dell'altro), è DOVEROSO starci attenti.
    E' il mio ragionamento a sembrarmi banale e non una stupidaggine. La tua frase invece non ha alcun senso perchè semplicemente, sono i fatti a smentirla e dire che bisognerebbe pensarci meglio, anche per l'asimmetria enorme sulle tutele.

    C'è gente che si sposa dopo un anno che si conosce, senza aver mai provato a convivere, decisioni prese con una leggerezza che poi si farà sentire.
     
  7. L'avatar di Gigetta89

    Gigetta89 Gigetta89 è offline SeniorMessaggi 12,778 Membro dal Nov 2012
    Località Toscana
    #107

    Predefinito

    Sì,ma tanto è il fare figli il vero discrimine,non tanto il matrimonio...
    Alberich and trale like this.
     
  8. L'avatar di trale

    trale trale è offline SeniorMessaggi 10,995 Membro dal Feb 2015 #108

    Predefinito

    Analogamente Berlin, non guidi l'auto visto il numero crescente di incidenti stradali?
     
  9. Berlin__ Berlin__ è offline JuniorMessaggi 1,192 Membro dal Jul 2018 #109

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da trale Visualizza Messaggio
    Analogamente Berlin, non guidi l'auto visto il numero crescente di incidenti stradali?
    uguale uguale come esempio...cerco di andare in aereo se posso. Come se ogni volta che piglio la macchina avessi 0,4 di probabilità di rimanerci secco.
    Ultima modifica di Berlin__; 12-09-2018 alle 22:18
     
  10. L'avatar di stellaguerriera

    stellaguerriera stellaguerriera è offline SeniorMessaggi 10,338 Membro dal Sep 2011
    Località in un angolo di cielo colorato
    #110

    Predefinito

    Non sarà uguale ma ha un fondo di verità per dire che se vivi nella paura non muovi un passo. Se vuoi fare figli è purtroppo innegabile che sia meglio sposarsi. Di coplie che si sono spostate perché se no il padre non poteva andare a prendere i figli a scuola ne conosco diverse...
    Non posso venire da te, perché già ti sono accanto.

    Vedo gli amici ancora sulla strada, loro non hanno fretta
    Rubano ancora al sonno l'allegria, all'alba un po' di notte
    E poi la luce, luce che trasforma il mondo in un giocattolo...

     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]