Mi sembra di vedere tutto nero

Discussione iniziata da Alemagno il 27-12-2021 - 8 messaggi - 632 Visite

Like Tree3Likes
  • 1 Post By Alemagno
  • 1 Post By Asleep
  • 1 Post By Fraxo
  1. Alemagno Alemagno è offline PrincipianteMessaggi 15 Membro dal Oct 2021 #1

    Predefinito Mi sembra di vedere tutto nero

    Provo rabbia e frustrazione e mi sembra di vedere solo il lato negativo delle cose. Mi passa la voglia di vivere e di credere nei miei sogni. In realtà ci credo ancora ma non con la spensieratezza e la carica positiva di una volta. Ho paura di avere solo delusioni (quest'anno ne ho avute tante, ma anche negli ultimi anni le cose non sono andate benissimo) e che a ogni cosa che faccio o che penso ho la sensazione che dietro ci sia un "ma" negativo pronto a rovinarmi tutto.
    Sono consapevole di essere io il responsabile di queste visioni negative. Proprio per questo vado da uno psicologo e frequento un corso di yoga per superare tutto ma non è facile in una situazione come questa e con la pandemia.
    Finirà tutto questo? Io non ne posso più.


     
  2. L'avatar di jovix

    jovix jovix è offline ApprendistaMessaggi 280 Membro dal Nov 2017 #2

    Predefinito

    Da chi o da cosa hai avuto delusioni? Spiega meglio...
     
  3. Alemagno Alemagno è offline PrincipianteMessaggi 15 Membro dal Oct 2021 #3

    Predefinito

    Di delusioni ne ho avute tante e potrei fare una cronistoria lunghissima, ma se devo spiegare meglio in sintesi devo dire che tutto ciò che fino ad ora rappresentava per me una certezza è crollata. Di esempi faccio solo gli ultimi recenti: niente amici per quasi tutto l'anno se non su WhatsApp e tutto l'anno solo in famiglia. Potrei stare bene in famiglia (vado d'amore e d'accordo), ma mi rendo conto che il ruolo di figlio/nipote adesso mi sta come un maglione troppo stretto e mi pesa assai. Poi nei luoghi dove vado da anni, come la casa al mare ad esempio, mi trovo male e mi passa la voglia di andarci. Mi costa tanto doverlo ammettere. Se guardo la tv, vado su Facebook (ci vado poco) o sento /vedo delle persone corro il rischio di avere frustrazioni per risultati che non ho ottenuto. Poi ci sono i ricordi dei brutti momenti passati di recente. Sembra che ogni piccolo dettaglio me ne riporti il ricordo. Quando sono fuori a fare yoga, teatro (che comincerà a gennaio) e sedute analitiche tutto si affievolisce, ma poi quando sto a casa tutto ritorna come prima e mi sembra di non uscirne più.
    Tante altre cose che mi hanno reso felice non funzionano più perché mi rendo conto che la situazione di adesso è fin troppo diversa. Oppure vedo solo gli effetti negativi che potrebbero venire fuori e se viene fuori un effetto positivo per me è una vittoria di Pirro cioè sa più di sconfitta che di vittoria perché dentro di me sento come se ci fosse una voce che mi dice "però ti poteva andare male" e quello che mi poteva nuocere è come se ci fosse ancora.
    E non mi piace questa eccessiva polarizzazione che percepisco sentendo i commenti degli altri: o è solo bene da elogiare o è solo male da odiare. Poi potrei dire tante altre cose, ma questo è in sintesi tutto ciò che provo in questo momento.
    passerosolitario84 likes this.
    Ultima modifica di stellafalc; 31-12-2021 alle 15:51 Motivo: eliminazione quote non necessario messaggio precedente
     
  4. Asleep Asleep è offline PrincipianteMessaggi 70 Membro dal Jan 2021 #4

    Predefinito

    Aver capito che sei tu stesso a generare visioni negative è già un ottimo risultato.
    La consapevolezza non è un traguardo cosi' scontato.
    Il segreto sta nel mantenere più possibile la mente occupata tenendola lontana dalla tentazione di elaborare pensieri negativi.
    Facile a dirsi, starai pensando..
    Alemagno likes this.
     
  5. oltrepo oltrepo è offline FriendMessaggi 3,541 Membro dal Jul 2013
    Località pavia
    #5

    Predefinito

    io sono 47 anni che vedo tutto nero
     
  6. L'avatar di Fraxo

    Fraxo Fraxo è offline JuniorMessaggi 1,253 Membro dal Nov 2021 #6

    Predefinito

    Sai chi è che vede tutto nero e si fa mille paure? Quello che ha da perdere qualcosa. Te hai casa al mare, teatro, yoga, tv, sedute analitiche, famiglia, nonni, zii, amici su whatsapp, ecc ecc... Io avrò si e no 2 delle cose che hai detto e guardo avanti; te invece stai a occhi chiusi per paura di vedere. La tua è depressione, derivata dalla paura di perderti nelle cose che non puoi controllare, di riflesso perdi anche il controllo di te stesso e cadi in quel baratro dove ti sei ritrovato.

    Fai una cosa, fa mente locale, sei sul fondo nero e cupo, prendi consapevolezza che puoi solamente risalire, non metterti a scavare non c'è nulla li sotto, trova la luce, punta verso l'alto e fottitene di quello che potrebbe andare male, perché sai, per trovare il bene devi prima conoscere a fondo il male in cui navighi e prendere consapevolezza di quale sia il suo opposto, il quale esiste, ma non puoi ne vederlo ne trovarlo se ti rifiuti di accettarlo. Hai una torcia in mano, è la tua coscienza, accendila e fatti strada, da lontano qualcuno vedrà la tua luce, da lontano te vedrai la sua luce e vi attirerete fino ad incontrarvi, ma devi accenderla però e quello dipende solamente da te, perché te sei l'unica persona su cui puoi avere il controllo.
    Alemagno likes this.
    Ultima modifica di Fraxo; 10-01-2022 alle 00:38
     
  7. Alemagno Alemagno è offline PrincipianteMessaggi 15 Membro dal Oct 2021 #7

    Predefinito

    Proprio quello che mi sono detto quest'estate: "Sei caduto in basso non puoi fare altro che risalire". Solo che questa risalita fa fatica a venire. Ad esempio, ieri ho iniziato il teatro e il gruppo non mi ha entusiasmato (lo spettacolo che porteremo in scena si) e anche l'atmosfera che si respira con la pandemia non è molto buona. Oppure, alla casa al mare ci sono affezionato ma non mi diverto e mi sento a disagio quando sento critiche dai miei familiari. Potrei benissimo fregarmene, ma le assorbo e mi rimangono impresse nella mia mente. Tutto questo mi causa le paranoie e la paura di perdere quello che mi è caro.
    So che la luce, o la torcia, c'è ma ancora non la vedo, non so dove andare a cercarla.
    So accettare persone, cose, luoghi o situazioni anche con i loro difetti perché se mi piacciono e credo che possano funzionare vedo i pregi e i difetti si affievoliscono.
    Vorrei guardare avanti, gettarmi tutto alle spalle, accendere la torcia e vedere il lato positivo delle cose.
    Come posso guardare avanti anche se la situazione non migliora? E come posso trovare l'opposto del male in cui navigo?
     
  8. L'avatar di Fraxo

    Fraxo Fraxo è offline JuniorMessaggi 1,253 Membro dal Nov 2021 #8

    Predefinito

    Prendendone consapevolezza. Puoi guardare mille cose differenti, ma se le guardi in una certa prospettiva puoi vederle tutte negativamente ma non come effettivamente sono. Cambia prospettiva, vedila così, davanti a te c'è un viale di cacca e non puoi evitarlo, sei costretto ad attraversarlo scalzo, dall'altra parte in lontananza vedi che c'è qualcosa di molto bello, il trucco per riuscire nella traversata è guardare sempre avanti mentre si cammina, se abbassi lo sguardo anche per un solo istante, ti perderai nella cacca. Devi cominciare a dare priorità alla meta che ti prefissi, non alla strada da percorrere per raggiungerla, poi magari una volta arrivato, ripensando al viaggio che hai fatto sarai anche fiero di quanto fatto e orgoglioso di essere riuscito nel trovare il risultato.

    Smetti di guardare la cacca, non darle più importanza di quella che merita, la serenità non arriva da sola, va conquistata, quindi un passo dopo l'altro inizia il tuo cammino a testa alta.
    L'amore è un sogno e chi lo possiede non potrà mai riceverlo, perché è solamente suo, quindi lo può solamente donare, tutto il resto sono solamente chiacchiere. (B y mE!)