Mia madre mi ha impedito di essere indipendente e adesso? - Pagina 13

Discussione iniziata da oltrepo il 20-02-2018 - 1179 messaggi - 203681 Visite

Like Tree1071Likes
  1. L'avatar di Hurrem

    Hurrem Hurrem è offline Super FriendMessaggi 6,030 Membro dal Aug 2017 #121

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da oltrepo Visualizza Messaggio
    meglio arrivare a casa e entrare in una casa nuova te e la compagna, che arrivare a casa alla sera e trovare come dicevi te mia madre che per tutto il giorno consuma riscaldanmento e luce ed io pago!! invece se dovessi vivere per mio conto in casa di giorno non ce nessuno solo alla sera meta spese
    Ma i post degli altri li usi solo come spunto per lamentarti ?! Ormai stai sottolineando che è tutto un pretesto per lagnarti, non per cercare delle dritte su come migliorare la situazione o per imparare dalle esperienze altrui.

    Hai appena avuto un esempio di qualcuno che si è costruito una famiglia nonostante una madre possessiva, onnipresente e scassamaroni e l'unica cosa che puoi fare è lagnarti per l'ennesima volta?! CVD. C'è chi fa, e c'è chi si piange addosso e cerca compassione. Se non trovi una donna sarà perché sei un inetto, non perché c'è tua madre che si accolla e rompe.


    Optimist: Someone who figures that taking a step backward after taking a step forward is not a disaster, it's more like a cha-cha.​
     
  2. ragazzobds ragazzobds è offline FriendMessaggi 4,056 Membro dal Jul 2017 #122

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hurrem Visualizza Messaggio
    Se non trovi una donna sarà perché sei un inetto, non perché c'è tua madre che si accolla e rompe.
    Non credo sia per questo, saranno tanti motivi. La madre c'entra sicuramente, ma la colpa non le si può ascrivere del tutto ovviamente, perchè ci sono persone che hanno la stessa madre di oltrepo che comunque sono riuscite ad avere una famiglia. E' soprattutto questione di fortuna. La fortuna aiuta gli audaci, ma spesso gli audaci sono tali sempre per fortuna.

    Detto ciò, io ancora non capisco che consigli vorrebbe oltrepo...mah. Ve l'ho detto, vuole solo sfogarsi.
    Probabilmente è solo frustrato dalla madre e dal fatto di non aver trovato una donna. Se ne avesse trovata una prima le cose sarebbero andate diversamente. Anche con la madre.

    Se ci sono persone che hanno avuto una donna nonostante la madre oppressiva è per fortuna e altre serie di fattori, tra cui carattere, conoscenze, capacità di adattarsi agli altri. A volte anche solo la fortuna.
     
  3. L'avatar di flair

    flair flair è offline FriendMessaggi 3,313 Membro dal Jul 2015
    Località Ruttalia - Flairburg
    #123

    Predefinito

    Gli audaci non sono tali per fortuna ... lo sono perchè hanno la maturità di affrontare la vita e i problemi a prescindere dal risultato perchè, purtroppo, non va sempre bene ed è proprio grazie agli sbagli che si cresce, ci si fortifica e si forma la propria personalità.
    Anche i no sono importanti nella vita ed è importante riceverli così come dirli, nel giusto modo e soprattutto per le cose giuste; dire sempre di si non fa apparire buoni, fa apparire stupidi e manipolabili.

    L'ultima frase non la condivido per nulla ... la fortuna ce la si crea, così come il carattere (vedi sopra).
    Le conoscenze sono la conseguenza di una vita sociale decente che ci si crea grazie a quello scritto sopra e capacità di adattarsi agli altri ... mmmm ... dipende da cosa intendi, perchè se si intende zerbinarsi oppure essere compiacenti per timore di non essere in linea con gli altri ... anche no, grazie.
    Di solito si dice "chi si assomiglia, si piglia" ecco ... questo vale anche per le amicizie.
     
  4. ragazzobds ragazzobds è offline FriendMessaggi 4,056 Membro dal Jul 2017 #124

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da flair Visualizza Messaggio
    Gli audaci non sono tali per fortuna ... lo sono perchè hanno la maturità di affrontare la vita e i problemi a prescindere dal risultato perchè, purtroppo, non va sempre bene ed è proprio grazie agli sbagli che si cresce, ci si fortifica e si forma la propria personalità.
    Non è così del tutto. Devi avere anche la fortuna di nascere nel posto giusto, con i mezzi giusti e con la possibilità giusta. Nonchè con il carattere giusto. Se gli audaci sono tali è perchè sanno di essere riusciti laddove hanno provato. Chi non ci è mai riuscito e non sempre per colpa sua parte già sfiduciato.

    L'ultima frase non la condivido per nulla ... la fortuna ce la si crea, così come il carattere (vedi sopra).
    Il carattere non lo si può creare, al massimo ritagliare. Io sono da sempre silenzioso e riflessivo. Mia sorella è fin da neonata diversa da me, più espansiva, ribelle. Questo non è carattere?
    Al massimo potrei provare a cambiare e divenire più espansivo, ma non saprei da dove iniziare se nessuno mi aiutasse e mi offrisse un modello cui ispirarmi.
    La fortuna cui mi riferivo però era quella di chi magari a parità di tanti fattori trova una ragazza o un ragazzo senza nemmeno sapere come. E altri invece che magari hanno addirittura meno problemi ma condividono tutto il resto che però non sono così fortunati da trovare.

    Le conoscenze sono la conseguenza di una vita sociale decente che ci si crea grazie a quello scritto sopra e capacità di adattarsi agli altri ... mmmm ... dipende da cosa intendi, perchè se si intende zerbinarsi oppure essere compiacenti per timore di non essere in linea con gli altri ... anche no, grazie.
    Di solito si dice "chi si assomiglia, si piglia" ecco ... questo vale anche per le amicizie.
    Non sempre le conoscenze sono conseguenza di una vita sociale decente. Se nasco in un posto dove tutti mi prendono in giro, ad esempio, sarò così sfiduciato che la vita sociale non l'avrò proprio. E qui è sempre fortuna o sfortuna, il caso, a farla padrone, perchè non decido mica io chi conoscere a scuola o a lavoro. Nel privato sì, ovvio, ma fuori?
    Capacità di adattarsi significa come affrontare gli altri. Se gli altri ti insultano, come reagisci? Se gli altri ti stimano, come comportarti? Esistono vari modi. C'è chi di fronte a un insulto soffre come un cane (anche qui è carattere ed esperienze di vita, che non possiamo controllar ema sono fattori casuali), e chi invece se ne sbatte altamente perchè tanto ha un'autostima eccessiva.

    Concordo per il detto. Ma appunto, se uno che è timido, giù di morale, sfortunato con le donne ha amici come lui, come può uscirne? Anche perchè chi è diverso da lui lo evita...
     
  5. oltrepo oltrepo è online FriendMessaggi 3,331 Membro dal Jul 2013
    Località pavia
    #125

    Predefinito

    il mio sogno più grande sarebbe stato come hanno fatto quasi tutti gli amici che conosco.......
    trovare una ragazza, prendere casa come piace a loro, farsi una famiglia ovviamente lontano dalla casa della madre ad esempio tempo fa incontraun amico che non vedevo da molto, lui e stato fortunato, lontano dalla madre 150 km, una ragazza due bei lavori una bella viletta, 2 bimbi, le sue parole sto da dio!!!
    passerosolitario84 and PINASO like this.
     
  6. L'avatar di rabe

    rabe rabe è offline MasterMessaggi 30,143 Membro dal Aug 2010 #126

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ragazzobds Visualizza Messaggio
    @rabe

    Si tratta del confronto tra due fatiche: accumuli meno frustrazione e stanchezza per me a occuparti di altri anche mentalmente piuttosto che a sentirti le critiche di tua madre. Tutto qui, intendevo questo.

    Chi invece moglie, fidanzata o figli non ne ha, ha come unica preoccupazione la madre a carico magari (penso ad oltrepo) perchè è l'unica persona che davvero dipende da noi. Non so se riesco a spiegarmi...
    No, non ti spieghi Ragazzobds, perché chi ha come unica preoccupazione la madre non dovrebbe lamentarsi ed eventualmente invidiare chi ne ha altre, bensí essere grato di averne solo una e occupare il proprio tempo libero con attivitá gradevoli e rigeneranti come giustamente gli spetta.
    Capisco peró che se la ragione di vita é lamentarsi della propria situazione vedrai sempre piú verde il giardino altrui anche si trovasse nel deserto del Gobi.
    Quello che vorrei sottolineare é che ognuno ha il proprio fardello a propria misura, ció che viene facile a me a te forse risulta difficile, altre cose che a te paiono leggere per me magari sono pesantissime. In comune abbiamo, come con il resto del mondo, il fatto di avere un fardello e la possibilitá di mettere giú questo fardello per rigenerarci, per fare cose gradevoli, per pensare pensieri belli. Ma capita anche che le persone non vogliano appoggiare il proprio fardello nemmeno un minuto, perché senza credono di non avere ragione di esistere, di non meritare gioia e serenitá, di non riuscire lí dove il loro fardello ha fallito.
    Proprio qui é il nocciolo della questione, il problema da risolvere il nodo di cui liberarsi.
    Ci si puó prendere cura del mondo intero, delle persone piú egoiste, crudeli e antipatiche, ma siamo sempre solo e unicamente noi a dare loro il potere nella nostra vita.

    Per cui a mio avviso non ti sei spiegato per niente.
    Campionessa
    Megatorneo Panamandiano
    Covid - 19

    Muta il destino lentamente,

    ad un'ora precipita.




    (U.Saba)
     
  7. L'avatar di rabe

    rabe rabe è offline MasterMessaggi 30,143 Membro dal Aug 2010 #127

    Predefinito

    Quello che mi pare sfugga é un piccolo dettaglio: impegno e volontá.
    Non conosco nessuno, ma dico nessuno che nella vita non abbia avuto una o piú disgrazie, tracolli finanziari, storie di violenza/bullismo, problemi di salute, parenti piú o meno orrendi e tutti, dico tutti a un certo della vita si sono sentitio disperati, pensando di non farcela.
    Ma porca paletta il sole sorge tutti i giorni che il buon Dio ha mandato in terra e bisogna imparare a rialzarsi, tiarsi su le maniche a fare qualcosa per caqpire se é giusto o sbaglio, per imparare a vivere.
    Ma non funziona aspettare che qualcuno ci aiuti, che qualcuno risolva per noi, che la fortuna, il destino, le favorevoli circostanze ambientali o chissá che ci diano una mano. Nella nostra immensa arroganza noi crediamo che se una persona é abbiente, ha lavoro e famiglia e gode di buona salute viva nel bengodi. Non é cosí, perché ogni signolo individuo ha i suoi problemi e le sue difficoltá che sono quelle che gli permettono di crescere di diventare adulto.

    Quindi consiglio caldamente di guardare in faccia alla realtá che quello che noi risolviamo noi, non si risolverá da se, toccherá occuparsene o ci perseguiterá per il resto dei nostri giorni.
    Campionessa
    Megatorneo Panamandiano
    Covid - 19

    Muta il destino lentamente,

    ad un'ora precipita.




    (U.Saba)
     
  8. ragazzobds ragazzobds è offline FriendMessaggi 4,056 Membro dal Jul 2017 #128

    Predefinito

    @rabe

    Non mi sono spiegato, è evidente...

    Tu ami tuo marito? Quando la sera stanca di corichi con lui ti rigeneri? Quando vedi i tuoi figli, per quanto ti stanchino, ti rigeneri?
    Saresti più felice se non avessi mai conosciuto tuo marito e non avuto figli, ma avessi avuto solo tua madre cui pensare e più tempo libero?
    Premesso che tua madre sarebe stata sempre la stessa, sempre a lamentarsi comunque. Secondo te quel tempo libero ti avrebbe rigenerato meglio rispetto allo stare con i tuoi figli e con tuo marito?

    Concordo che dobbiamo risolverci i problemi da soli. Solo che a volte siamo incastrati e non possiamo pensare a noi stessi. E dobbiamo frustrarci cercando di vivere nel miglior modo possibile seppure non è quello che desideriamo.
    passerosolitario84 likes this.
     
  9. L'avatar di rabe

    rabe rabe è offline MasterMessaggi 30,143 Membro dal Aug 2010 #129

    Predefinito

    Di mio marito preferisco non parlare.
    Ma parliamo dei figli che sono piezz'e core. Un loro abbraccio mi ripaga di molto, ma ció non toglie che comunque devo fare la casa per 6 persone (due genitori, due figli, un coniuge... e poi ci sarei anch'io), che significa cucinare, lavare, stirare, organizzare giornate inoltre é necessario avere le risorse economiche per far fronte a tutte le spese legate alla gestione della casa, ma anche alle spese extra (dentista, corsi e sport per i figli, specialisti per i vecchietti di casa, spese di ordinaria e straordinaria manutenzione, e poi non vogliamo mica negarci una settimana di ferie all'anno), inoltre devi gestirti il tempo in maniera molto precisa fra scuola, impegni dei figli, visite mediche dell'ammalato di turno piú quelle legate ai genitori senza tralasciare che mi viene bene pure il lavoro per cui sono particolarmente richiesta e non posso per permettermi di mancare piú di tanto. Va da sé che arrivata alla mia etá non c'é piú madre natura che ti aiuta ad avere un aspetto decente e magari sarebbe necessario cercare di fare un po' di sport per non finire come la propria madre ( o per lo meno fare la stessa fine il piú tardi possibile), quindi cerchi di integrare anche questo spazio per te in qualche angolo della giornata. A me la televisione non interessa peró mi piace da morire leggere, scrivere, passeggiare, sciare, stare sdraiata al sole in riva al lago o al mare, ma non so come mai non ci riesca.
    Questa si chiama una vita piena con tante soddisfazioni e diverse rinunce.
    Peró implica che mi alzo tutti i santi giorni, weekend compresi alle 5 del mattino, che trovo il tempo per ascoltare mio figlio che sta per diventare adolescente, che mantengo la calma con mia figlia che adolescente é giá, e che non sclero quando mia mamma per la 327 volta mi chiede per quale motivo é neccessario che io vada a lavorare (il dettaglio delle bollette le sfugge ormai da qualche mese), che non mi stresso troppo per trovare un menu che faccia piacere a tutti e sei, che alla sera quando vedo il letto giá mi si chiudono gli occhi.
    Quello che ti ho descritto non é una vita eccezionale, é una vita nella media dove magari sostituisci un genitore ammalato con un figlio problematico, dove invece dell'alzheimer devi affrontare un divorzio o quello che é.

    Se fossi single, come lo sono stata per anni, mi curerei dei miei vecchi, non avrei gli abbracci dei miei figli ma vedrei le mie amiche, farei delle grandi camminate, leggerei un libro ogni tre giorni, passerei il fine settimana sulla neve, lavorerei in modo diverso e invece di essere molto richiesta, farei carriera e guadagnerei di piú, invece di fare una settimana di ferie mi farei qualche viaggetto, riprenderei a studiare, mi dedicherei con piú impegno alla lotta alle rughe e alla definitiva eliminazione dei capelli bianchi e sarei sicuramente molto, ma molto piú rilassata e riposata.

    Dopo che ti sei letto questo papiro puoi giungere alla ovvia conclusione che sia in un modo che nell'altro si puó vivere bene, che ci sono i pro e i contro per ogni situazione, ma che dipende dal peso che noi diamo, dalle scelte che noi facciamo, dai nostri atti di volontá.
    Essere felici e sereni non é un dono, ma é un atto di volontá, é una scelta quotidiana.
    Campionessa
    Megatorneo Panamandiano
    Covid - 19

    Muta il destino lentamente,

    ad un'ora precipita.




    (U.Saba)
     
  10. L'avatar di Pitonessa

    Pitonessa Pitonessa è offline MasterMessaggi 31,079 Membro dal Aug 2013
    Località Torino
    #130

    Predefinito

    Rabe, minaccia di scioperare cosi li terrorizzi tutti.........
    ragazzobds and rabe like this.
    .........Si vive una volta sola, ma se lo fai bene, una volta sola è abbastanza

    Mae West