Mia madre mi obbliga a...?

Discussione iniziata da Benny.99 il 31-10-2020 - 13 messaggi - 744 Visite

Like Tree27Likes
  1. Benny.99 Benny.99 è offline PrincipianteMessaggi 60 Membro dal Jun 2017 #1

    Predefinito Mia madre mi obbliga a...?

    A truccarmi. Ma io non voglio sempre. Non ho una pelle perfetta, ho un bel po di bolle. Ma lei mi costringe a truccarmi per uscire sotto minaccia. Non ne posso più di vivere così e sono arrivata a chiedere aiuto qui, è tutto ieri che ne parliamo e non sono riuscita a farla ragionare. Mia madre è una persona fantastica, ma non su alcune cose. Mi piace truccarmi, seppur in maniera leggera e mi piace vestirmi casual con jeans e scarpe da ginnastica, detesto gonne e tacchi, uso i tacchi solo in occasioni. Una volta ho fatto l’errore di rendermi particolarmente bella ad una cena e c’era pure mia madre, ha ricevuto tantissimi complimenti, e da quel giorno mi ossessiona affinché io mi vesta sempre così. L’altro ieri sono uscita con lei ma ero struccata: abbiamo incontrato una sua collega che ha notato la mia pelle rovinata e mi ha chiesto cosa avessi. Mia madre ha detto di essersi vergognata e da quel giorno fa sì tutto per allontanarmi da posti dove c’è gente che conosce. Si inventa cose assurde, che sto diventando trans, che sto facendo l’uomo perché ho un’amica lesbica e sto con lei, ieri ho comprato degli orecchini maschili e mi ha urlato in faccia dicendo che preferiva la figlia della collega di prima che ha 15 anni ed è molto vanitosa è sempre stra truccata. Mia madre pone in primo piano lo studio, ma essendo che io vado bene, si attacca al trucco. Fa di tutto per propormi abitìni gonne e borse firmate, di cui a me non frega assolutamente nulla, perché non mi accetta con un semplice jeans a meno che non è abbinato ad un tacco. Sono così da sempre, lei sa che io al liceo indossavo gonne ed ero più ””””bella””””” solo perché ero obbligata da una mia amica. Sì ero stupida. Ma non mi sono mai piaciute. Ieri sera abbiamo litigato fino allo sfinimento e sono scappata di casa perché mi stava urlando in faccia che non voleva più vedermi finché non mi fossi truccata perché a lei faccio schifo con le bolle in faccia. Mi fa bullismo psicologico, mi dice che ora mi vesto come la mia amica lesbica e che stiamo insieme perché sto sempre a casa sua (in realtà amo come si veste e le chiedo consigli). Io non ho mai amato i cargo, lei me li ha fatto provare e ora li metto spesso e a mia madre fanno schifo è dice che mi piacciono solo perché li ha “la mia ragazza”. A volte va bene, a volte va male. Mi sento stressata e senza forze. Mi piace truccarmi ma voglio essere libera di farlo quando voglio. Le do tante soddisfazioni, studio tanto e vado bene,lei ne è felicissima, ma ora si è fissata su questa cosa. Non ditemi di ignorarla perché non mi parla e mi insulta per giorni. È arrivata pure a dirmi che”non importa che io mi senta a disagio truccata tanto,importa che lei faccia bella figura perché io sono la migliore e devo dimostrarlo a tutte le sue colleghe”


     
  2. L'avatar di la-psicolabile

    la-psicolabile la-psicolabile è offline JuniorMessaggi 1,555 Membro dal Dec 2017 #2

    Predefinito

    Brutta razza le persone come tua madre che fanno tutto in funzione del giudizio altrui . Mi viene da pensare che non voglia la tua felicità se ti obbliga a fare cose che tu non vuoi . Quanti anni hai ? Sei maggiorenne? Se si , ignorala . Tu devi essere te stessa , avere la tua personalità e ricordati che i genitori non sono dei santi , sbagliano anche loro . Tua madre sta sbagliando e sopratutto ti sta impedendo di vivere la tua vita . Scappa prima che puoi perchè la libertà di essere se stessi è la cosa più importante
    Quando sono andato a scuola, mi hanno chiesto cosa volessi diventare da grande. Ho risposto “felice”. Mi dissero che non avevo capito l’esercizio e io risposi che loro non avevano capito la vita.
    (John Lennon)
     
  3. L'avatar di Gigetta89

    Gigetta89 Gigetta89 è offline Super SeniorMessaggi 15,268 Membro dal Nov 2012
    Località Toscana
    #3

    Predefinito

    Oddio,se quello che racconti è vero tua madre è veramente una persona distruttiva.
    Cerca per quanto possibile di non farti influenzare, non può certo obbligarti ad essere quello che non sei.
    E certo che la cosa giusta è ignorarla,prima impari a farlo e prima ti libererai di una presenza per te deleteria. Se non ti parla per qualche giorno forse è meglio, considerato lo stress che ti mette addosso.
     
  4. Benny.99 Benny.99 è offline PrincipianteMessaggi 60 Membro dal Jun 2017 #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da la-psicolabile Visualizza Messaggio
    Brutta razza le persone come tua madre che fanno tutto in funzione del giudizio altrui . Mi viene da pensare che non voglia la tua felicità se ti obbliga a fare cose che tu non vuoi . Quanti anni hai ? Sei maggiorenne? Se si , ignorala . Tu devi essere te stessa , avere la tua personalità e ricordati che i genitori non sono dei santi , sbagliano anche loro . Tua madre sta sbagliando e sopratutto ti sta impedendo di vivere la tua vita . Scappa prima che puoi perchè la libertà di essere se stessi è la cosa più importante
    Io ho 21 anni
     
  5. L'avatar di SilentScream

    SilentScream SilentScream è offline FriendMessaggi 4,494 Membro dal Dec 2017 #5

    Predefinito

    Benny la prima cosa è capire che tua mamma ha un problema e ad un certo punto sono azzi suoi.
    Come ti hanno detto le altre, cerca di farti scivolare il più possibile e non metterti neanche a discutere con lei.
    Se puoi cerca un compromesso del tipo viene gente a casa? Ok allora fai lo sforzo di truccarti ed evitare rotture...
    Se devi uscire, non uscire con lei a meno che non sia strettamente necessario e se ti chiede qualcosa, armati di sorriso ed ironia, "ma come mamma, vuoi uscire con me? Ma non ti vergogni?" "No mamma sono troppo impegnata a fare il trans"
    Tienile testa se proprio dovete litigare e falle capire che non hai 15 anni, non sei la sua bambola... Ma se puoi prendi ed esci così si incavola e urla da sola
    Cerca di finire il prima possibile per poter andare via da casa.
    Coraggio
     
  6. L'avatar di norge

    norge norge è offline MasterMessaggi 29,150 Membro dal Jan 2019 #6

    Predefinito

    Concordo con gli interventi già fatti. Comunque una persona così la ripagherei con la stessa medaglia..
    PINASO likes this.
    " Non parlare mai di Amore e Pace: un Uomo ci ha provato e lo hanno crocefisso !" ( Jim Morrison)


    " Gli animali non si preoccupano del Paradiso o dell'Inferno. Nemmeno io, forse è per questo che andiamo d'accordo. " ( Charles Bukowski)
     
  7. Benny.99 Benny.99 è offline PrincipianteMessaggi 60 Membro dal Jun 2017 #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gigetta89 Visualizza Messaggio
    Oddio,se quello che racconti è vero tua madre è veramente una persona distruttiva.
    Cerca per quanto possibile di non farti influenzare, non può certo obbligarti ad essere quello che non sei.
    E certo che la cosa giusta è ignorarla,prima impari a farlo e prima ti libererai di una presenza per te deleteria. Se non ti parla per qualche giorno forse è meglio, considerato lo stress che ti mette addosso.
    Perché dovrei mentire?
    Mi risulta difficile ignorarla comunque perché abbiamo un bel rapporto spesso scherziamo, ed è dura sentirsi urlare addosso
    Forse potrei trovare un compromesso
     
  8. L'avatar di Gigetta89

    Gigetta89 Gigetta89 è offline Super SeniorMessaggi 15,268 Membro dal Nov 2012
    Località Toscana
    #8

    Predefinito

    Io penso che su certe cose non sia giusto scendere a compromessi.
    Non tanto perchè sia una gran fatica truccarsi, può non esserlo, ma per il fatto che quello che sta facendo lei è oggettivamente sbagliato e va contro tutto quello che una madre dovrebbe fare.
    Evidentemente non riesce a capire che il suo ruolo sarebbe quello di farti sentire che vai più che bene come sei, se non lo capisce lei è un tuo dovere verso te stessa prima arrivarci da sola e poi fare in modo che tua madre si adatti alle tue volontà.
    Vent'anni non sono pochi, non sei una bambina da agghindare come una bambola, sei una donna e se non affermi adesso la tua personalità il rischio è di rimanere succube a oltranza.
     
  9. L'avatar di la-psicolabile

    la-psicolabile la-psicolabile è offline JuniorMessaggi 1,555 Membro dal Dec 2017 #9

    Predefinito

    Benny hai 21 anni e sei adulta , io concordo con Gigetta89 . Il rischio di assecondare tua madre è quello di non riuscire a crearti la tua personalita' e affermare ciò che sei realmente. Veramente non ascoltarla , è tua madre ma nn ha il diritto di manipolarti .La tua immagine esteriore è affare tuo . lei non ti sta dando dei consigli ti sta obblugando che è ben diverso
    Quando sono andato a scuola, mi hanno chiesto cosa volessi diventare da grande. Ho risposto “felice”. Mi dissero che non avevo capito l’esercizio e io risposi che loro non avevano capito la vita.
    (John Lennon)
     
  10. L'avatar di Antasia

    Antasia Antasia è offline JuniorMessaggi 1,233 Membro dal Sep 2020 #10

    Predefinito

    Come giustamente ti hanno fatto osservare anche altre persone, sei grande, adulta, e quindi puoi con i dovuti modi riuscire a contenere la situazione, e a far valere le tue idee, senza arrivare con tua madre alla gara a chi urla di più.
    Non hai ancora gli strumenti per essere autosufficiente dal punto di vista economico, ma fossi in te, cercherei di gestire la situazione con un pò di furbizia e anche ad evitare le uscite in sua compagnia.
    Non scadere in provocazioni, non darle modo di entrare troppo nella tua vita intima e nelle tue scelte affettive. Ritagliati una oasi tranquilla, nell'attesa del giorno in cui potrai uscire da quella casa e gestirti in via autonoma su tutti i fronti
    passerosolitario84 and PINASO like this.
    "Chi disse preferisco avere fortuna che talento, percepì l'essenza della vita. La gente ha paura di ammettere quanto conti la fortuna nella vita. Terrorizza pensare che sia così fuori controllo."

    "Non posso farci nulla: l'idea dell'infinito mi tormenta."

    "Nell'impossibilità di poterci vedere chiaro, almeno vediamo chiaramente le oscurità."