La mia triste storia

Discussione iniziata da Stefano93 il 03-07-2020 - 3 messaggi - 279 Visite

Like Tree2Likes
  • 2 Post By Azzy
  1. Stefano93 Stefano93 è offline PrincipianteMessaggi 2 Membro dal Jul 2020
    Località Bergamo
    #1

    Predefinito La mia triste storia

    Ciao a tutti
    Vi farò un “piccolo” riassunto della mia vita per spiegarvi meglio il problema che mi affligge d poco più di un mese, ma che probabilmente mi sono trascinato da molto più tempo.
    Fino all’adolescenza ho avuto una vita tutto sommato normale, amicizie... sport... divertimento ecc
    Con la mia famiglia ho sempre avuto un bel rapporto, tranne con mio padre, con lui c’è sempre stata una sorta di indifferenza reciproca data dal fatto che da quando sono nato ha sempre avuto come unica e sola occupazione la sua terra e i suoi animali, non per necessità, ma per hobby, trascurando completamente i suoi doveri da genitore.
    Non è mai stato presente in nessuna parte della mia vita, dalla scuola, alle amicizie, allo sport oppure al lavoro, non ha mai dimostrato altri interessi al di fuori della campagna.
    Non ha mai passata neanche 1 giorno dei miei quasi 27 anni al mare con la sua famiglia per colpa della sua terra.
    Non vuole sentir parlare di problemi di nessun genere perché potrebbero distrarlo dal suo hobby.
    Mia madre è sempre stata succube di lui, un po’ per il bruttissimo carattere di mio padre e un po’ per il carattere mite di mia madre che ha sempre preferito lasciar correre.
    Neanche le mie 3 sorelle più grandi sono riuscite a “domare” mio padre, nonostante il loro carattere forte
    Non ho mai avuto molta autostima di me, probabilmente un po’ per colpa del mio carattere e un po’ per colpa di mio padre.
    Forse inconsciamente mi sono sempre fatto questa domanda...
    Se neanche mio padre ha mostrato interesse nei miei confronti, perché dovrebbero averlo gli altri?...
    La scuola non è mai stata un problema, non ho mai sofferto di bullismo e ho sempre avuto un bel rapporto con i compagni...
    Finite la scuola, il rapporto con i compagni di classe si è deteriorato molto, un po’ per il fatto che ognuno
    ha preso strade diverse, un po’ per il fatto che non siamo mai stati un gruppo davvero unito.
    Il discorso vale dalle elementari fino alle superiori.
    Sono riuscito a mantenere il rapporto solo con 2 di loro.
    Finite le superiori ho trovato subito lavoro, ero molto contento, mi piaceva e mi faceva sentire realizzato, avevo un bel rapporto con i datori di lavoro e con i colleghi
    Sono sempre stato solare e scherzoso e questo mi ha aiutato ad avere un bel rapporto con i colleghi.
    Grazie ad un mio compagno di classe ho conosciuto una ragazza, Francesca, è scattato subito qualcosa e dopo poco ci siamo messi insieme, stavo bene con lei, passavamo principalmente il tempo in centro o a casa sua quando i genitori erano assenti per via del fatto che per colpa della sua religione, noi non saremmo mai potuti stare insieme e neanche frequentarci, la nostra storia è durata quasi 2 anni, poi
    per colpa dell’impossibilità di vederci per via dei suoi genitori, abbiamo deciso di lasciarci.
    Poco dopo credo di aver sviluppato una sorta di dipendenza da Videogiochi, che mi occupava gran parte del mio tempo libero e che ripensandoci adesso ha bruciato gran parte della mia vita sociale.
    Uscivo praticamente solo con i colleghi e con gli altri pochi amici che avevo
    Sono uscito dalla dipendenza da videogiochi grazie al bodybuilding e questo mi ha aiutato molto per l’autostima, vedermi migliorare esteriormente mi ha aiutato.
    Due anni dopo circa al lavoro si è presentato un ragazzo un po’ strano, molto solo, dipendente da videogioco, senza amici
    Decisi di aiutarlo, diventammo amici, lo portavo in palestra, al cinema, gli ho fatto conoscere i miei pochi amici
    Insomma cercai di aiutarlo, ma inconsciamente forse cercavo di aiutare anche me stesso, forse perché le persone sole sanno il dolore che si prova e non vogliono che gli altri si sentano così...
    Circa 4 anni fa sempre al lavoro si presentò una ragazza, ha dimostrato subito un interesse nei miei confronti, era fidanzata e questo mi ha un po’ bloccato nel provarci
    Nel luogo di lavoro tutti sapevano del suo interesse nei miei confronti, siamo anche usciti insieme anche se era fidanzata... so che non era corretto nei confronti del suo ragazzo, ci è scappato anche qualche bacio
    Gli anni passarono, ma il suo interesse nei miei confronti no, anche io iniziai a provare qualcosa, ma misi da parte i sentimenti forse per il fatto che lei fosse fidanzata, continuammo a uscire insieme come amici.
    Un’ estate al lavoro si presentò la sorella del ragazzo di cui vi ho parlato in precedenza, una ragazza molto bella, ma anche lei abbastanza sola e in una relazione molto turbolenta da quanto lei raccontava
    Anche lei dimostrò interesse verso di me, anche usando suo fratello per dirmelo, per paura che il suo ragazzo lo venisse a sapere.
    Senza entrare troppo nei particolari, la cosa duro dei mesi e alla fine lei e suo fratello in qualche maniera che non ho ben compreso mi hanno messo nei casini con il suo tipo, ripensandoci ora forse è sempre stato un piano della sorella per far ingelosire il ragazzo e fargli tornare l’interesse nei suoi confronti.
    Quando la mia collega del discorso precedente lo venne a sapere si mise a piangere e mi confessò di essere sempre stata innamorata di me, poi durante il periodo di quarantena ricominciai a scrivermi con lei e in pratica le confessai che anche io ero innamorato di lei e lei era contenta di questo, nonostante lei fosse ancora fidanzata e in più aveva anche comprato casa da poco con il suo tipo...
    Insomma i messaggi che ci siamo scambiati erano i classici messaggi che si mandano due fidanzati.
    Ci baciammo anche alcune volte fuori dal lavoro
    Io non volevo più fare le cose di nascosto e gli dissi di prendere una decisione...
    Le sue parole furono... Ormai ho comprato casa e mi sono fatta una vita con lui.
    Tutto crollato...
    La mia autostima, la voglia di fare, di ridere, di uscire, di allenarmi, tutto crollato
    Con lei in questi anni abbiamo creato un bellissimo
    rapporto e ora mi sono reso conto che forse per lei non sono stato altro che una scappatella, nonostante lei dica che non ha fatto questo apposta per farmi soffrire
    Ci sono rimasto davvero male...
    Tutta la fiducia nei suoi confronti e crollata...
    Ci sarebbero anche svariate altre cose da dire, ma temo che il riassunto sia già abbastanza lungo.
    Ora ho il terrore di aver buttato 4 anni a rincorrere una ragazza inutilmente...
    Ho il terrore che la poca vita sociale che ho mi faccia restare solo
    Ho il terrore di non sposarmi, di non sentirmi realizzato, di non poter avere una vita normale
    Molte volte ho l’ansia prima di andare al lavoro, perché so che la vedrò, infatti sto seriamente pensando di cambiare lavoro...
    Questo è tutto o quasi...
    probabilmente ho saltato qualche passaggio, ma a grandi linee questa è la mia storia


     
  2. L'avatar di Azzy

    Azzy Azzy è offline Super FriendMessaggi 7,193 Membro dal Dec 2015 #2

    Predefinito

    Più che storia triste la tua è triste quella delle persone che hai incontrato: una ragazza che non può vivere lansua vita a causa di genitori e religione, un ragazzino dipendente dai videogiochi (e che si presta pure a quelli della sorella), un'altra che compra casa con uno che non ama e si appresta a passare la vita con lui (e anche se si separassero, con una casa in mezzo, saranno casini giganti), un padre che si perde l'affetto di moglie e figli per la campagna. Loro dovrebbero prendere il muro a testate, non tu. Ah, ci mettiamo anche i due cornuti.

    Insomma, tu sei libero, hai un lavoro, hai superato un problema, ti sei pire palestrato........sei in una botte di ferro!! Coraggio!!!! Hai tutte le possibilità di fare quello che vuoi e avere una vita bellissima!!
    flair and Gershwin like this.
    Welcome Home
     
  3. L'avatar di flair

    flair flair è offline FriendMessaggi 3,068 Membro dal Jul 2015
    Località Ruttalia - Flairburg
    #3

    Predefinito

    Sono d'accordo con Azzy,
    nonostante tutte le persone problematiche che ti circondano, nella tua vita hai costruito molte cose e, da come scrivi, sei anche un ragazzo molto buono.
    Il mio consiglio è di essere un po' più selettivo con le persone e guardare avanti con fiducia perchè troverai sicuramente una ragazza libera che saprà amarti come meriti.