Per molti sembrerà poco, ma per me lei è il mio sogno, la sento la mia anima gemella,

Discussione iniziata da Andre1000 il 26-10-2020 - 19 messaggi - 849 Visite

Like Tree8Likes
  1. L'avatar di Andre1000

    Andre1000 Andre1000 è offline PrincipianteMessaggi 24 Membro dal Oct 2020
    Località Italia
    #1

    Predefinito Per molti sembrerà poco, ma per me lei è il mio sogno, la sento la mia anima gemella,


    Estate 2019: A giugno partii per lavorare in una colonia estiva per bambini. Dalla prima sera entrai in confidenza con E. Io 21 e lei 34 anni. Scattò subito feeling e io iniziai a farle del bene senza nulla in cambio. Lei col tempo se ne accorse e tra noi l’affinità aumentò tantissimo. Decise di mettersi in gioco con me. Lo fece per divertirsi. Ma poi frequentandomi si sorprese e capì di trovare in me tantissimo. Non sentiva la differenza d’età. Io vivevo quei giorni come un sogno, mi sentivo di far qualcosa per cui sono nato (del bene a una persona) e per la prima volta sentivo che una persona apprezzasse la mia sensibilità. Non ci amavamo, ma era una fortissima infatuazione e lei intravide un legame affettivo prosperoso. Mi disse “Mi hai fatto sentire importante come non capitava da tempo. Nessuno mi ha mai accettata per come sono, con sta testa confusa e capricciosa, spesso le persone volevano cambiarmi, tu no”.

    Ad agosto andai a vivere all’estero. Ci sentivamo quasi ogni giorno. Non stavo benissimo in quei mesi. Ci volevamo tanto bene e a dicembre sarei dovuto scendere da lei in Puglia. Lei per me è la mia prima ragazza.

    Di me diceva che fossi una persona unica, di quelle rare da trovare, con un’anima pura, limpida, buona. A inizio settembre mi spedì una lettera scrivendo che per come io fossi e “per come mi tratti, sei la persona che io MERITO al mio fianco, e non lo dico per presunzione, ma perché mi conosco (a 34 anni!). Dopo quello che ho passato MERITO anch’io una persona come te. Mi piacerebbe amarti, ma spero non accada e che tu non ti innamori di me per: tanta differenza d’età; vite diverse; sono emotivamente fredda; hai 21 e devi “spassartela”; altri motivi (es. viviamo lontani, differenze culturali delle nostre famiglie).

    Attorno al 20 ottobre ci organizzammo per vederci, ma non stavo benissimo in quei giorni. Ebbi altri attacchi di panico e ricadute (ma non le lo dissi per non farla star male, già sapeva ne avessi avuto uno un mese prima). In realtà non me la sentivo di essere ospitato dai suoi genitori per il timore di vivere attacchi in loro presenza e metterla in imbarazzo, e sarei stato più tranquillo se fossi stato ospite a casa sua. Per 3 giorni mi vide confuso, e si fece l’idea di me di lunatico e paranoico, più concentrato su una mia idea che sul rivederla.
    Nei giorni dopo capì che era andata un po’ male e mi iniziai a impegnarmi per ridare vitalità al rapporto a quale ci tenevo. Ma proprio in quei giorni, quando i miei sentimenti crebbero, i suoi svanirono e disse che aveva trovato un altro, 2 settimane dopo avermi invitato da lei. Ci rimasi male e dispiaciuto.

    Ci accordammo di vederci comunque, anche perché io a lei le voglio tanto bene come persona. Lei però percepì che io fossi ancora preso sentimentalmente e non volle più vedermi, volendosi staccare da me, dicendomi che NON FOSSI io il problema. Così ci accordammo per il rimborso biglietto in modo civile, lei non mi salutò nemmeno, si sentiva turbata.

    A febbraio si scusò per avermi gridato al telefono due mesi prima. Dopo un po’ le dissi che lei poteva cercarmi quando voleva per qualsiasi cosa. Lei mi rispose che non voleva assumersi responsabilità di risentirmi, che gestimmo entrambi male il legame a distanza, che non voleva allontanarmi ma era l’unica cosa che si sentiva, che non aveva rancore ma la mia vicinanza la opprimeva e che servivano riflessioni da entrambi. Rimasi un po’ spiazzato. Lei capii che provavo ancora i sentimenti.
    Non rimasi sotto, ma nell’anno non persi mai i sentimenti per lei, e mi sentii in colpa e inadeguato per non essere più riuscito a dimostrarmi chi lei meritava. Da maggio cercai le riflessioni. Ma mi incolpai di errori non commessi, non capendo che in realtà mi allontanò perché capì che ero preso e le scrivevo come se non fosse cambiato nulla, dopo che lei mi disse che non sentivo più lo stesso.

    A luglio 2020 mi richiamò il lavoro per le colonie estive. Sapevo che l’avrei rivista. Due sere prima di partire ebbi pure (E NON SCHERZO) una folgorazione vera e propria: sentii ancora che eri E. la persona a cui volevo dedicarmi visto i numerosi sentimenti che provavo. Sentivo come una grande forma di dono e affetto per E.

    Però quando la rividi dopo due giorni ero perdutamente incantato e innamorato di lei. E io non sono mai stato né incantato né innamorato in vita mia. Fu una sorpresa per me inaspettata.
    Al secondo giorno stavo perlustrando la colonia e mi ritrovai di fronte alla sua stanza. Mi fermai incantato con la voglia di bussarle e chiederle di uscire. Ma lei era fuori e mi vide. Io andai in imbarazzo e le scrissi per ansia un messaggio sciocco “ero lì casualmente”.

    Ci parlammo il giorno dopo e lei era molto arrabbiata: “Dopo 9 mesi che non ci vediamo ti fai trovare davanti alla mia stanza dopo aver saputo il mio numero, e mi dici ero lì casualmente. Non hai capito nulla! Devi rispettare i miei tempi e spazi! Sei inaffidabile! Hai capito perché ti ho allontanato!? Niente uscite tra noi quest’anno! Trovati altre ragazze! La situazione tra noi torna se lo decido io! Devo qualcosa a me stessa! Non lo voglio il tuo bene! Sento i tuoi occhi su di me e sei dove sono io!”. Io ero scosso e non dissi nulla. Ero innamorato tantissimo e lei nei giorni a venire mi evitava con occhi, parole e corpo. Pensava che fossi solo “cotto”, ma credo capì che ero innamorato. Io mi incolpai pure di errori non commessi. Ammetto che andai un po’ in ansia… Stavo in camera con il suo miglior amico che mi disse “E. mi disse che ti allontanò perché eri diventato morboso.”

    Io volevo dirle che l'amassi, aspettai un po’ di giorni per farle passare la rabbia. Una sera uscì con una ragazza della colonia (che poi capì era sua amica). Uscì il tema storie in colonia e le si aprì con me, e io pure. Dissi preso dalle emozioni “Io e E. abbiamo avuto una storia, ho fatto degli errori ma sento di amarla tantissimo, ma ora lei non mi parla."
    Mi sentii più leggero. Non lo dissi per vantarmi. Decisi rientrato in colonia che presto l’avrei chiamata, chiesto di vederci, dato spiegazioni e confessato. Mi sembrò che poi lei quantomeno smise di evitarmi come i primi giorni.

    Il giorno dopo però lei mi chiamò irritata dicendomi che voleva parlarmi. Io la amavo tanto mentre lei era furiosa. Disse “Sono qui per lavorare, i fatti miei li decido io se dirli. Non sei un mio ex. Ti ho voluto bene e la situazione di prima non tornerà più. Di te non ho sofferto. Ti conosco e ti vedo molto agitato, se sei in ansia per sta situazione veditela con uno psicologo. Non pensavo che dopo un anno le cose sarebbero andate così!” Io mi sentii male e non riuscì a dirle che l’amassi tanto.

    Nei giorni dopo lei non mi parlò e si tenne il rancore. Stavo malissimo. La amavo e lei non mi parlava e prese le distanze al punto che non voleva più vedermi. Lei e il suo amico dissero che fu tutta colpa mia, che lei era esasperata. Le chiesi di parlare e del perché “Devo qualcosa a me stessa”, in quanto mi sentivo colpevole nei suoi confronti. Poi sarebbe stata finalmente l’occasione per rivelare il mio amore per lei.
    Poi non si presentò all’appuntamento così le lo scrissi su messaggio e su un bigliettino. Ma non cambiò nulla. Mi disse che voleva le lettere indietro e non voleva parlarmi.

    Un giorno la vidi che piangeva fuori dalla mensa toccando il braccialetto che le regalai l’anno prima. Credo che pianse perché io comunque andai in fissa per i tanti pensieri su di lei (tipo ossessione) e la guardavo. Lei non ne poteva più. Non so cosa abbia pensato, ma so che piangeva e che c’ero io di mezzo.

    Dopo che tornammo a casa le scrissi “Avevo già lavorato sulla nostra situazione prima di partire”. Lei non ci crebbe e rispose “Non mi interessa, sono fatti tuoi, se mi scrivi ti blocco, sono stata troppo paziente”.

    E niente ora non la vedo da quasi 3 mesi ma ancora la penso ogni giorno. Ho sofferto tantissimo e sembra non ci sia nemmeno la possibilità di parlarsi. Mi chiedo se abbia capito se l’amassi, ma da come si è rivolta con me non penso. E lei non è una donna stupida, anzi. Ho sempre voluto capirla e voluto bene per come è, e penso non perderò mai i sentimenti per lei, che sono tantissimi, alcuni rari. Per me lei è unica.
    Sento che tra noi sono solo nate incomprensioni che quando ci siamo rivisti si sono amplificate, ma se si risolvesse tra noi possiamo stare benissimo e ci si parla con calma si capirebbe che siamo fatti uno per l’altro, che abbiamo tanto in comune (ed io lo so, ma lei ormai ha la brutta idea di me), che siamo buone persone entrambe. Se non fosse così lei non mi avrebbe detto TI MERITO a 34 anni e io di lei non mi sarei innamorato. Cosa posso fare? Vive pure lontana. Non posso neanche dire avrò la mia seconda chance, Io vorrei scriverle una lettera.

    Ma voi che pensate di tutto questo?


     
  2. L'avatar di Maggiolo

    Maggiolo Maggiolo è offline FriendMessaggi 3,431 Membro dal Feb 2013
    Località Milano
    #2

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Andre1000 Visualizza Messaggio

    Mi disse “Mi hai fatto sentire importante come non capitava da tempo. Nessuno mi ha mai accettata per come sono, con sta testa confusa e capricciosa, spesso le persone volevano cambiarmi, tu no”.

    .............

    Di me diceva che fossi una persona unica, di quelle rare da trovare, con un’anima pura, limpida, buona. A inizio settembre mi spedì una lettera scrivendo che per come io fossi e “per come mi tratti, sei la persona che io MERITO al mio fianco, e non lo dico per presunzione, ma perché mi conosco (a 34 anni!). Dopo quello che ho passato MERITO anch’io una persona come te. Mi piacerebbe amarti, ma spero non accada e che tu non ti innamori di me per: tanta differenza d’età; vite diverse; sono emotivamente fredda; hai 21 e devi “spassartela”; altri motivi (es. viviamo lontani, differenze culturali delle nostre famiglie).

    .................

    Ma voi che pensate di tutto questo?
    Ciao André..

    Quoto solo i punti che reputo essenziali.

    So che stai soffrendo, e tanto, e avrei una gran voglia di dirti che lei ci ripenserà, che comprenderà e che deciderà di tornare sui suoi passi ma..

    ... per esperienza personale, quando una donna decide di farla finita, quando ti chiude la porta in faccia, è molto difficile che poi la riapra.

    Inoltre lei, con un po' di realismo, aveva già prefigurato da subito i motivi per cui la storia, un giorno o l'altro, avrebbe comunque dovuto terminare.

    Mi dispiace.
     
  3. irrisolto irrisolto è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 528 Membro dal Mar 2018
    Località Treviso, Veneto, Italia
    #3

    Predefinito

    Ti riassumo: sei innamorato cotto, hai scelto proprio lei, che lo dovrebbe comprendere, accettare e caderti tra le braccia, sennò per te son dolori.

    Cresci.
    Ecco cosa ti manca.

    Dovresti portare gioia nella vita delle altre persone, invece di sganciare loro la responsabilità della tua tristezza.
    La classica visione autoreferenziale (siccome tu lo sai!) per cui una deve ricambiare affinché possiate vivere felici e contenti.

    Drin, drin.. sveglia, sveglia!
    Gigetta89 likes this.
     
  4. Baal Baal è offline JuniorMessaggi 1,023 Membro dal Aug 2019 #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Andre1000 Visualizza Messaggio
    Di me diceva che fossi una persona unica, di quelle rare da trovare, con un’anima pura, limpida, buona. A inizio settembre mi spedì una lettera scrivendo che per come io fossi e “per come mi tratti, sei la persona che io MERITO al mio fianco, e non lo dico per presunzione, ma perché mi conosco (a 34 anni!). Dopo quello che ho passato MERITO anch’io una persona come te. Mi piacerebbe amarti, ma spero non accada e che tu non ti innamori di me per: tanta differenza d’età; vite diverse; sono emotivamente fredda; hai 21 e devi “spassartela”; altri motivi (es. viviamo lontani, differenze culturali delle nostre famiglie).
    E tu hai creduto a questo melenso minestrone di frasi fatte da romanzo rosa?
     
  5. L'avatar di Soldatojoker

    Soldatojoker Soldatojoker è offline JuniorMessaggi 2,099 Membro dal Nov 2019 #5

    Predefinito

    Complimenti per chi ha letto tutto il papiro. Io non ce l'ho fatta, lo ammetto 😥
    Maggiolo likes this.
    "Noi addestriamo dei giovani a scaricare Napalm sulla gente, ma i loro comandanti non gli permettono di scrivere "ca zzo" sui loro aerei perché è osceno" Walter E. Kurtz
     
  6. L'avatar di bigcrazy

    bigcrazy bigcrazy è offline ApprendistaMessaggi 440 Membro dal Aug 2014 #6

    Predefinito

    Andre1000 comprendo che per lei hai provato sentimenti mai provati prima e che per te lei sia unica, insostituibile ecc. Ma devi voltare pagina. Devi fartene una ragione. Coraggio!

    Per la differenza di età e soprattutto per come si è evoluta "la storia" credimi che non c'è alcun spiraglio, lei purtroppo non ti vuole.

    Lasciala stare.
    Andre1000 likes this.
     
  7. L'avatar di Andre1000

    Andre1000 Andre1000 è offline PrincipianteMessaggi 24 Membro dal Oct 2020
    Località Italia
    #7

    Predefinito

    Grazie per la risposta Maggiolo. Più che altro mi dispiace che in 2 settimane passò da invitarmi a casa a trovarsi un altro dopo tutte le meravigliose cose che mi ha detto... insomma primi dici ti merito, solo tu mi accetti per come sono... e poi in due settimane ciao
     
  8. L'avatar di Andre1000

    Andre1000 Andre1000 è offline PrincipianteMessaggi 24 Membro dal Oct 2020
    Località Italia
    #8

    Predefinito

    Lo so, ho scritto tanto, ho avuto molti dubbi su sta storia e neanche ne abbiamo mai parlato, per questo cercavo risposte da altri. puoi sempre rispondermi quando ti va
     
  9. L'avatar di Andre1000

    Andre1000 Andre1000 è offline PrincipianteMessaggi 24 Membro dal Oct 2020
    Località Italia
    #9

    Predefinito

    Ciao Baal. Bhe, cmq una donna a 34 anni si conosce, non mi sembrava nemmeno una ragazzina illusa, anzi era molto consapevole
     
  10. L'avatar di Andre1000

    Andre1000 Andre1000 è offline PrincipianteMessaggi 24 Membro dal Oct 2020
    Località Italia
    #10

    Predefinito

    Ciao irrisolto. Più che altro speravo se ne potesse discutere con tranquillità. Ecco diciamo che avrei preferito un "non ti Amo" che essere evitato... farò tesoro dei tuoi consigli, buona giornata! Grazie per la risposta