Morire di fame per non morire di covid - Pagina 2

Discussione iniziata da Baal il 25-10-2020 - 353 messaggi - 20635 Visite

Like Tree375Likes
  1. apive apive è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 3,682 Membro dal Dec 2016 #11

    Predefinito

    @rob221: sono in larga parte d'accordo con te, però vorrei fare un paio di considerazioni.

    Dici che non è stato adottato nessun piano o nessuna strategia, che è vero, ma fino ad un certo punto: quale piano e quale strategia potevano essere adottati per fermare un virus che si trasmette per semplice prossimità? La logica dice che l'unica via è distanziare le persone e inserire barriere tra le persone, ma è possibile adottare questa linea quando vedi gente che va in piazza perché sente minata la sua libertà se si deve mettere una mascherina? E non solo in Italia: è così in tutta Europa, America e quasi tutti gli altri posti.

    Bisognerebbe fare interventi strutturali sulla sanità e sull'istruzione. Vero. Verissimo. Sacrosanto. Però consideriamo anche che pre-pandemia sia la sanità che l'istruzione erano in una situazione di quasi collasso, vivevano su un equilibrio molto precario: frutto di decenni di tagli indiscriminati volti al risparmio e asserviti alla logica della privatizzazione dei servizi, tanto amata da tanta gente ("privato è meglio", no?). Già solo per rimetterle in sesto a cose normali sarebbero serviti un piano e una progettazione sul medio-lungo periodo, nonché tanti, tanti soldi: è immaginabile che in sei mesi saremmo riusciti non solo a recuperare quel che avremmo dovuto già recuperare a priori, nonché andare oltre per adattarci a questa nuova situazione? Con quali soldi? Con quali persone? Medici, infermieri, insegnanti non si reclutano semplicemente dicendo "ti assumo": non mi risulta che ci siano medici e/o infermieri disoccupati. Eppure medicina continua ad avere il numero chiuso....

    Eppure lo sapevamo che saremmo ritornati a questo punto. E non certo per la scuola, che è iniziata da un mese circa: i modelli di diffusione dicono che un mese è troppo poco per passare da quasi niente a come siamo di nuovo ora. Questo è il risultato di un'estate vissuta come se niente fosse stato, un'estate in cui si è dato via libera al turismo perché è uno dei settori trainanti della nostra economia, e se non lavora il turismo, non lavora e non mangia l'Italia. E gli italiani non si sono accontentati di riprendersi degli spazi ma con attenzione: la maggior parte ha fatto come se nulla fosse: il risultato è inevitabile.

    La situazione era ben nota e prevista, a maggio. C'erano alcune alternative.

    La prima era continuare a tenere chiuso tutto: la sanità si sarebbe salvata, il paese sarebbe collassato.

    La seconda era dare il tana libera tutti: facciamo finta che sia un'influenza! L'economia sarebbe ripartita alla grande, adesso non avremmo più la sanità: si morirebbe anche di appendicite, perché non ci sarebbe più capacità di accogliere nessun malato.

    Si è cercato di fare una via di mezzo: dare il via libera, raccomandando alla gente (ahahahahahaah) di fare attenzione ed essere responsabili, obbligando a rispettare un certo numero di misure minime ed essenziali volte a contenere i contagi. Obbligando sulla carta, perché nella realtà di fatto ognuno si è comportato come più gli piaceva e pareva. Nel contempo, si è fatto qualcosa sull'istruzione e la sanità (potenziate le terapie intensive, anche se meno di quanto preventivato, gestito il rientro a scuola, anche se un po'... così...): non molto, ma qualcosa è stato fatto. Del resto, come ho già detto: in pochi mesi e con poche risorse, si poteva immaginare di risolvere problemi annosi e, per di più, andare oltre?

    La situazione è brutta, e ne convengo: ci risbatte in faccia la precarietà della nostra vita e il fatto che non sia possibile programmare il nostro futuro. Ci siamo troppo abituati a pensare alla vita come a qualcosa di deterministico e programmabile. Però io non critico. Non critico non perché penso che vada tutto bene: non critico perché io non ho suggerimenti alternativi. Io non saprei cos'altro fare se fossi al posto dei nostri governanti. O di quelli della Francia, o della Spagna, Inghilterra e via discorrendo, ché siamo tutti nelle stesse condizioni.

    Se invece qualcuno ha in tasca la soluzione giusta che risolve questa situazione, soluzione così banale e scontata eppure così nascosta agli occhi dei nostri governanti, è pregato VIVISSIMAMENTE di tirarla fuori e portarla all'attenzione del Primo Ministro, così da levarci il prima possibile da questa che, ne convengo, è proprio una situazione di mierda.
    Bakko, Berlin__, Gigetta89 and 4 others like this.


     
  2. rob221 rob221 è offline JuniorMessaggi 1,782 Membro dal Jun 2020 #12

    Predefinito

    Apive, naturalmente non pretendo che le istituzioni trovino in tre mesi soluzioni all'assenza di un piano pandemico o a carenze strutturali ben più risalenti. Non voglio apparire qualunquista e dare l'idea di ritenere che ci siano soluzioni facili a problemi così complessi.*Sta di fatto che, per me, sulla base di ciò che c'era e ciò che mancava, in questa fase si poteva fare meglio. Anche semplicemente potenziare i trasporti o le strutture mediche*locali, scaglionare meglio gli ingressi a scuola, isolare i contagiati, isolare i soggetti fragili.*Non sono, a dire il vero, neppure così d'accordo con la narrazione che vede il virus diffondersi per la sconsideratezza dei cittadini, perché a mio parere*mai come in questo caso c'è stata un'adesione mediamente elevata alle regole.*Siamo arrivati a un punto in cui si deve convivere con il virus e accettare la presenza di percentuali di rischio. Non è semplice, ma non credo che una serie di successivi lockdown sia la strada giusta.*
    ventodestate88 and flair like this.
     
  3. L'avatar di sele57

    sele57 sele57 è offline Super SeniorMessaggi 18,305 Membro dal Apr 2008
    Località nel paese dei sogni
    #13

    Predefinito

    morire di fame per non morire di covid? vedi un po te..io ti dico solo che di fame non è morto mai nessuno un pezzo di pane trovi sempre qualcuno che te lo da..ma di COVID muori se non hai un po di ossigeno ..adesso scegli te se vuoi diventare ricco o morire su un marciapiede perche non ci saranno neppure autombulanze che ti verranno a soccorre e cerchi disperatamente di raggiungere l'ospedale con le tua gambe ma non ce la fai perche ti manca l'aria ....vedi un po te cosa fare io ti consiglio di chiudere se c'è da chiudere e poi se ne usciamo vivi tutto ripartirà
    IsoldaCoeurDAnge likes this.
    Al ul bighe no cjavei

    e ognun al bale con so agne

    "A vê il morôs 'e jè una crôs, a no vêlu a' son dôs"

    Une biele femine 'e jè il paradîs dai vôi, l'infiâr da l'anime e il purgatori dal tacuìn"
     
  4. L'avatar di Spettrale

    Spettrale Spettrale è offline MasterMessaggi 27,090 Membro dal Oct 2007
    Località dove capita
    #14

    Predefinito

    Il famigerato lockdown...dovrebbe essere ... personalizzato.
    Ognuno deve ...farlo per se...per non contagiare gli...altri.
    Ma questo si poteva fare. .in un paese più civile ..collaborativo e intelligente....cosa che non siamo ..in grato di fare noi...che siamo campioni solo di ..lamentele .. demagogia.. qualunquismo...tutte mirate sempre a fatti ..personali
    Quindi...non aspettiamoci ricette miracolose dal governo ..
    un mese di restrizioni...(molto blande e non di prima necessità tralatro)
    non è la fine del mondo..😕.purtroppo siamo stati ...viziati e pure male...e la gente sarà sempre insoddisfatta ...qualsiasi cosa si..decide.

    Wow
    Accidenti a te.👄Wowsiamo tutti bugiardini..Amore Sally toccami la mano... scopiamo pure su questo divano😋👄
     
  5. L'avatar di Berlin__

    Berlin__ Berlin__ è offline Super FriendMessaggi 5,642 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #15

    Predefinito

    ... infatti non mi pare che qualcuno abbia dimostrato di avere la bacchetta magica, e ci sono paesi (Svezia) in cui il distanziamento sociale è quasi implicito, cosi come lo è nei paesi di montagna anche in Italia.
    Qualcuno ha parlato di helicopter money, una moneta unica non significa una politica monetaria unica, quando ci sono paeselli di ***** come l'Olanda che sono paradisi fiscali in casa e nonostante siano uno sputo pongono veti su decisioni fiscali che riguardano tutta l'unione, rubando miliardi di euro di tasse a tutti legalmente e facendo pure gli splendidi. Idem per problemi noti e rimasti dimenticati da anni: in questo periodo i big di internet si arricchiscono a dismisura tra vendite on line e servizi digitali, e poi le tasse non le pagano o le pagano a Dublino. Ma perchè se vedo una pubblicità su youtube pagano a Dublino e se la vedo su rai/mediaset loro pagano in Italia ? miliardi di risorse che ora tornerebbero utilissime, mentre a Bruxelles vivono in ostaggio di 4 ******* che a malapena sanno fare i tulipani.

    Gli aiuti pare che stavolta arriveranno, ma non ci credo finchè non li vedo. C'è gente che aspetta la cassa integrazione da mesi e non l'ha mai vista, le proteste si vedono a Napoli ma anche altrove, la gente è esasperata e non ce la fa più.

    Ultimo spunto: se avessimo veramente "i ********", USA ed Europa farebbero accordi per far pagare un po' di soldi anche ai musi gialli, che hanno gestito la cosa alla grande nei loro mercati di animali morti, cercando di insabbiare tutto, non credendo al primo medico che poi è morto e denunciava la gravità del virus. Dazi su dazi, aveva visto giusto Trump evidentemente. La Germania esportatore forte in Cina ovviamente non vorrà mai nulla di tutto ciò, per cui come al solito chi sbaglia NON paga, e non si piglia nemmeno i cocci. L'importante è essere 'big enough' da essere poco attaccabili.
     
  6. L'avatar di Berlin__

    Berlin__ Berlin__ è offline Super FriendMessaggi 5,642 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #16

    Predefinito

    una cosa che non ho capito perchè non sia mai stata proposta, è un lock down su base età: nessuno sopra i 60 frequenta più bar, ristoranti, teatri, cinema eccetera. In fin dei conti sono loro i soggetti deboli che devono essere protetti, invece che far pagare indistintamente tutti e ammazzare altri in maniera indiretta.

    Mi sembrano un po' le elucubrazioni economiche sulla sovranità monetaria panacea di tutti i mali: si usa il Giappone come termine di paragone che hanno il debito al 270% del pil, non si va a prendere l'Argentina o i paesi Africani. Una moneta vale qualcosa se qualcuno la vuole e la considera una merce di scambio, ergo se un paese è avanzato, non c'è corruzione, fa ricerca, esporta tecnologia e prodotti che gli altri vogliono. Chissà perchè nessuno vuole la moneta del Burkina Faso come vuole oro o bitcoin. Generare moneta ad cazzum in questo caso sarebbe una soluzione, sicuramente non andrebbe a generare inflazione visto che verrebbe usata solo per sostenere i consumi al minimo indispensabile. In generale però, anche Keynes che proponeva intervento dello stato ed espansionismo in periodi di crisi, non lo faceva dicendo di regalare soldi, ma investendo in infrastrutture, modernizzazione del paese, valore reale sul medio e lungo termine. L'inflazione se va fuori controllo è comunque un problema, anche se la gente non lo sa. L'importante è che non mi abbassino lo stipendio.

    Potrebbero anche tassare una tantum le aziende che hanno perso poco o nulla in questo periodo, per esempio nelle tcl o nel settore dell'energia.
     
  7. L'avatar di sele57

    sele57 sele57 è offline Super SeniorMessaggi 18,305 Membro dal Apr 2008
    Località nel paese dei sogni
    #17

    Predefinito

    al popolo manca l'intelligenza...gli scienziati non ci stanno chiedendo di scalare il monte bianco a piedi nudi...ci stanno chiedendo di indossare una semplice mascherina e di non stare appiccicati come piattole l uno all'altro ..per far che poi? non riesco proprio a capirlo...ma ci vuole tanto a capirlo da soli che se vedi un bus che è gia pieno non ci devi per forza salire...se non è quel bus sarà quello successivo ma ci arrivi prima o poi ..se invece di appiccichi vicino all'altro non sai se ci arrivi e come ci arrivi...se vedi che un bar è pieno che michia ci vai dentro a fare? cercati uno vuoto se proprio stai per morire di sete e beviti sto caz zo di aperitivo....e cosi per tante altre cose...cosa passeggi sulla strada con la mascherina sotto il gomito..? a che ti serve sotto il gomito ? a che ti serve la mascherina sotto il mento se non sai neppure che respiri con il naso e parli con la bocca...se non sai queste elementari cose...........
    Al ul bighe no cjavei

    e ognun al bale con so agne

    "A vê il morôs 'e jè una crôs, a no vêlu a' son dôs"

    Une biele femine 'e jè il paradîs dai vôi, l'infiâr da l'anime e il purgatori dal tacuìn"
     
  8. rob221 rob221 è offline JuniorMessaggi 1,782 Membro dal Jun 2020 #18

    Predefinito

    Sembra che il problema sia non andare al ristorante. Non è questo, io posso non andare al ristorante. E' il ristoratore che fallisce.
    A me può anche non importare nulla se gli altri falliscono, ma non mi sembra molto generoso e solidale non preoccuparmene.
    francesco983 likes this.
     
  9. apive apive è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 3,682 Membro dal Dec 2016 #19

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da rob221 Visualizza Messaggio
    Sembra che il problema sia non andare al ristorante. Non è questo, io posso non andare al ristorante. E' il ristoratore che fallisce.
    A me può anche non importare nulla se gli altri falliscono, ma non mi sembra molto generoso e solidale non preoccuparmene.
    Su questo hai perfettamente ragione. Io, da quando ci hanno dato il via libera a giugno, sono andato al ristorante una quantità di volte che, in percentuale, non ho mai fatto in vita mia.

    Il problema è che, nonostante gli italiani si siano comportati generalmente meglio di quanto ci si potesse aspettare dai luoghi comuni, globalmente non è che si siano comportati bene: distanziamento e mascherine, durante l'estate, ne ho visto pochino pochino pochino, eh?
     
  10. L'avatar di Berlin__

    Berlin__ Berlin__ è offline Super FriendMessaggi 5,642 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #20

    Predefinito

    dubito che il problema sia stata l'estate in sè. Tutto è ripartito con le scuole (e credo sia stato cosi anche in Spagna, Francia, Germania) oltre che con la fine dello smart working, che dovrebbe essere non consigliato (come da dpcm) ma obbligatorio ovunque sia possibile.
    Gigetta89 likes this.