Morire di fame per non morire di covid - Pagina 29

Discussione iniziata da Baal il 25-10-2020 - 332 messaggi - 17443 Visite

Like Tree367Likes
  1. Hafsa Hafsa è offline FriendMessaggi 3,839 Membro dal Oct 2015 #281

    Predefinito

    @Francesco, il problema non sono e non sono mai stati i morti (quello lo dicono solo per fare più impressione sulla popolazione), sono gli ospedali.
    Quando la gente inizia a vedere che gli ospedali sono strapieni e riceve le cure solo una parte di chi ne ha bisogno (perché senza chiusure a questo si arriva, pure in breve tempo), pensi davvero poi continui a fare cene e feste, matrimoni e 18esimi, come se niente fosse??
    Alla fine il giro di affari si sarebbe bloccato comunque, solo più lentamente e con qualche migliaio di morti in più.
    Certo, stanno facendo quello che fanno tutti gli altri Stati d’Europa (prendere esempio dalla Corea era troppo complicato, oltre che probabilmente impossibile perché come cittadini siamo delle teste di c@zzo e teniamo alla nostra privacy.. quando si tratta di combattere una pandemia, per scrivere vita, morte e miracoli sui social invece non c’è problema), c’è un particolare piccolo, piccolo che forse un po’ di differenza la fa, e cioè il sostegno ai danneggiati.
    Perché se mi dai il 75% del fatturato dello scorso anno come in Germania, puoi tenermi chiuso anche 3 anni che, con le spese ridotte al minimo possibile, ci guadagno pure.. ma anche senza guardare all’eccellenza, sono sicura (pur non essendo informata) che in buona parte degli altri Paesi ci sia un aiuto ben più consistente.
    Ok, noi abbiamo dei conti pubblici pessimi e non lo possiamo fare, ma allora, proprio avendo consapevolezza di ciò, se avessi un minimo di testa dovresti limitare il più possibile i danni e, sempre se avessi un minimo di testa, dopo un anno di pandemia, avendo sperimentato tutti i livelli e i tipi di restrizioni, dovresti averlo capito che le mezze misure (se prolungate per diversi mesi) sono la cosa peggiore, perché danneggiano quasi come quelle più estreme senza i risultati di quelle più estreme.

    In tutto ciò assistere da 10 giorni a discorsi unicamente incentrati sulla crisi di governo e leggere che probabilmente entro la fine della settimana il governo cadrà (e poi si sarà tutti impegnati a capire cosa fare dopo, per cui se già prima non erano in grado di dare risposte celeri ai problemi del Paese, figuriamoci poi), personalmente mi fa vomitare, perché vuol dire che non solo non te ne frega niente, ma non te ne frega neanche di fingere che te ne freghi qualcosa.

    Citazione Originariamente Scritto da liz23 Visualizza Messaggio
    Purtroppo l'alternativa alle zone e alle chiusure/aperture a intermittenza è la chiusura totale e credo che questo non convenga a nessuno.
    Non conviene a tutti quelli che da ottobre in poi sono stati toccati in maniera più o meno marginale, a quelli pesantemente danneggiati, invece, converrebbe eccome.
    D'altra parte più di un addetto ai lavori dice che servirebbe il lockdown totale, se non lo si fa è per una scelta politica, appunto.

    @Maurice
    Grazie, i tuoi like sono sempre i più apprezzati, specie quelli volti a sottolineare la mia ignoranza.
    Gigetta89, PINASO and Azzy like this.



     
  2. liz23 liz23 è offline JuniorMessaggi 1,742 Membro dal Jan 2013 #282

    Predefinito

    Il mio ragionamento si basa sul fatto che con delle chiusure parziali il sistema economico nel suo complesso può reggere e questo va a favore di tutti. Certo, alcune attività verranno "sacrificate" ma anche a loro conviene che il resto del sistema regga.
    Se si fa una chiusura totale in stile marzo/aprile 2020 senza dubbio i contagi crollerebbero, come già successo, ma solo temporaneamente. Alla riapertura si avrebbe una nuova ondata come successo da settembre in poi... e non possiamo permetterci di chiudere tutto per 6 mesi, potremmo reggere un mese o due.
    Ai tempi infatti tutti chiedevano per il futuro chiusure parziali e mai più lockdown totali per evitare di penalizzare anche chi tutto sommato poteva andare avanti senza eccessivi rischi per la salute.
    PINASO likes this.
     
  3. L'avatar di francesco983

    francesco983 francesco983 è offline FriendMessaggi 2,820 Membro dal Oct 2019
    Località Italia
    #283

    Predefinito

    Guarda Hafsa la pensiamo piu' o meno allo stesso modo.
    So bene che il problema sono il sovraffollamento degli ospedali, ho avuto il covid e per riuscire a fare i tamponi e conoscere i risultati sono dovuto ricorrere a raccomandazioni e conseguente regalino.
    Secondo me il pensiero di tutti quelli che svolgono un lavoro completamente coinvolto o comunque fortemente limitato nelle chiusure covid e che ormai il danno economico e lavorativo creato è talmente grande che anche mettere sull'altro piatto la frase "sono morti tot persone" non fa più tanto presa.
    Nel mio giro di amicizie attuali si trovano tutti coinvolti in questa situazione ed ormai chi aveva paura del Covid ad aprile, sta iniziando ad avere ben più paura di come fare a campare nei prossimi mesi.
    Per capire quanti e quanto e vengono penalizzati con il lockdown totale e quanti e quanto con un lockdown parziale, bisognerebbe avere dei numeri in mano che non penso che qui nessuno abbia.
    Tuttavia non so dalle vostre parti, ma qui le saracinesche iniziano a non alzarsi più la mattina, l'altra volta ho contato 4 attività chiuse una di fianco l'altra... al centro della via principale della città, una cosa mai vista, ci sono decine di negozi ormai sfitti. Nella galleria dove ho lo studio io (sempre in pieno centro), conto almeno 6 cartelli "affittasi".
    passerosolitario84 and PINASO like this.
     
  4. L'avatar di Baal

    Baal Baal è offline JuniorMessaggi 1,331 Membro dal Aug 2019 #284

    Predefinito

    Io penso che una situazione critica come questa dovrebbe prevedere la sospensione di alcuni diritti costituzionali. In parte lo si è già fatto con misure come coprifuoco e chiusure forzate, quindi perché non andare fino in fondo?

    Quarantena forzata e totale per tutti gli over 60. Non escono nemmeno per fare spesa, andare in farmacia o portare in giro il cane (ti compri la lettiera *****). Personale apposito consegna tutto a domicilio senza contatto.
    Eventuali conviventi più giovani vengono sistemati in alberghi, pagati dallo stato coi soldi che si risparmiano non facendo chiudere le attività. In questo modo si da anche lavoro agli alberghi e si controbilancia un minimo il crollo del turismo.
    Il resto rimane normale, con mascherine, distanziamento, smart working e quello che volete. Ma normale.
    francesco983 likes this.
    Ultima modifica di Baal; 12-01-2021 alle 14:07
     
  5. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 8,138 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #285

    Predefinito

    C'e' da domandarsi se questi provvedimenti possano essere veramente un rimedio alla pandemia o siano, invece, dei palliativi.
    Io penso sempre piu' che abbiano un'efficacia appunto palliativa..forse ce l' hanno.
    Colli Euganei. Paesaggio presso Montemerlo. Terminato di dipingere alle ore 17:29 del 27-02-2021 (un'ora e un quarto fa). Non mi sono graditi i likes di chi usa una 'resia' come nickname. Ho appena cenato, vedere il suo nick mi ha quasi fatto il voltastomaco. E' stato bannato, vedo....
     
  6. Hafsa Hafsa è offline FriendMessaggi 3,839 Membro dal Oct 2015 #286

    Predefinito

    @liz
    Non sono d'accordo perché non penso che siano necessari 6 mesi di stop e che 1 mese di lockdown totale sia comunque sostenibile dal sistema: se una palestra può andare avanti rimanendo inattiva per 3/4 mesi, se un ditta di fornitura alimentare all'ingrosso (quelle che lavorano esclusivamente ristoranti e non al dettaglio intendo) può resistere fatturando un terzo del normale (se va bene), perché non lo può fare il centro commerciale, l'estetista o l'azienda che produce x?
    Sicuramente ci sarebbe stato un esborso maggiore per le casse dello stato (in termini di cig e compagnia), ma sarebbe stato limitato nel tempo, anziché protratto per quasi metà dell'anno, seppur per un numero minore di lavoratori..
    Senza dubbio con la riapertura aumenterebbero i contagi ma, al terzo giro, magari si capirà finalmente come gestire la cosa con criterio, intervenendo quando il numero è ancora molto basso (per cui basta poco per sovvertire il trend) e non quando ormai ci sono gli ospedali intasati.
    Si potrebbero fare più tamponi da subito (se non sbaglio a settembre se ne facevano sì e no 50 mila, oggi il triplo).
    E poi ci sarebbe una buona parte della popolazione più a rischio vaccinata.. sarebbe possibile evitare un replay dello scorso anno, basterebbe volerlo.

    Comunque sì, anch'io ero della scuola di pensiero per cui le chiusure parziali avrebbero dovuto essere il gold standard, ma per chiusure parziali io intendevo che si sarebbe dovuto chiudere a macchia di leopardo in senso geografico, alternando con le aperture, non che sarebbero state bloccate completamente poche attività per mesi (perché ovviamente le misure sono insufficienti e la situazione non migliora come dovrebbe), con un sostegno ridicolo, lasciando che il resto continui a lavorare in maniera sostanzialmente invariata.
    La primavera scorsa, con il virus che circolava da almeno 4 mesi senza che nessuno sapesse nulla e con capacità e conoscenze di sanità pubblica ridicole rispetto a quelle attuali, sono "bastati" "solo" due mesi e mezzo di fermo per risolvere parzialmente la situazione e tornare ad un buon compromesso con la normalità.
    Adesso sono 2 mesi e mezzo di restrizioni e, a quanto dicono, il peggio deve ancora venire, il tutto avendo una marea di conoscenze in più e facendo cinque volte il numero di tamponi di marzo.. mettiamoci la variabile del clima che incide un bel po', ok, ma davvero non si vede la differenza?

    La verità è che si è deciso di sacrificare una parte della popolazione produttiva e, per carità, ci sta (se si pensa di non riuscire a tutelare tutti almeno si tenta di farlo con alcuni), ma ci sta pure che a quelli che si ritrovano tra i sacrificati girino un po' le palle, soprattutto se davanti a dimostrazioni di solidarietà fasulle (da parte della politica intendo) o davanti a chi, con il c ulo al caldo, si lamenta perché deve portare la mascherina o non può fare l'aperitivo con il contatto di tinder.

    Citazione Originariamente Scritto da francesco983 Visualizza Messaggio
    Nel mio giro di amicizie attuali si trovano tutti coinvolti in questa situazione ed ormai chi aveva paura del Covid ad aprile, sta iniziando ad avere ben più paura di come fare a campare nei prossimi mesi.
    Ah, quello sicuramente, però sulla popolazione generale, quella che dalle restrizioni è colpita sono nella misura in cui non può andarsi a fare la sciata in montagna, il citare il numero dei morti fa ancora un certo effetto, per questo lo si cita più di quanto si citino i letti occupati, perché fa più impressione e l'emotività è più forte della razionalità.
    Azzy likes this.

     
  7. liz23 liz23 è offline JuniorMessaggi 1,742 Membro dal Jan 2013 #287

    Predefinito

    @hafsa, magari adesso basterebbe un mese, più probabilmente due per arrivare a una situazione di tranquillità con buona parte della popolazione più a rischio vaccinata. Ma la seconda ondata è iniziata a ottobre, non inizia oggi. Si sapeva di dover tirare almeno fino ai primi mesi del 2021 per avere i vaccini.
    Ancora adesso non si sa bene quante dosi avremo e in che tempi.
    Bisogna essere pronti a dover tirare ancora un po', non potevamo giocarci il tutto per tutto con un altro lockdown a ottobre.
    Io sono tra quelli col **** al caldo ma penso che la situazione sia difficile per tutti.
    Tutti vogliamo uscirne il prima possibile, ma no, non sono disposta a rischiare la vita dei miei genitori per salvare l'attività di qualcun altro, per quanto sia solidale con chi è in difficoltà.

    Penso comunque che in una situazione come questa fare previsioni o ipotesi di come sarebbe potuta andare se, lasci il tempo che trova perché tanto non lo sa nessuno.

    E poi sicuramente le opinioni di ognuno sono un pochino inquinate dalla situazione personale.
    PINASO likes this.
     
  8. L'avatar di Tristaldo

    Tristaldo Tristaldo è offline JuniorMessaggi 1,623 Membro dal Apr 2017 #288

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Baal Visualizza Messaggio
    Quarantena forzata e totale per tutti gli over 60
    Finirebbero in quarantena tutto il Comitato Tecnico Scientifico, tutta la classe politica (esclusi i grillini) e tutta la classe dirigente italiana.


    Sarebbe un'incredibile opportunità per i giovani laureati con reddito di cittadinanza, che però dovrebbero dire addio al mondo dei videogiochi.
    Azzy likes this.
    Date parole al vostro amore se non volete che il vostro cuore si spezzi! (William Shakespeare)
     
  9. L'avatar di Baal

    Baal Baal è offline JuniorMessaggi 1,331 Membro dal Aug 2019 #289

    Predefinito

    Stavo giusto pensando di fregarmene, vendermi tutto e chiedere il reddito di cittadinanza.
    francesco983 and norge like this.
    Il mito del gender wage gap: https://forum.amando.it/mito-gender-wage-gap-147666/
     
  10. L'avatar di francesco983

    francesco983 francesco983 è offline FriendMessaggi 2,820 Membro dal Oct 2019
    Località Italia
    #290

    Predefinito

    Si anche io.
    E poi lavorare in nero per arrotondare.
    Un po’ quello che fanno in tanti.
    Devo vedere che vincoli ci sono.