Non si parla più di calcio .. - Pagina 143

Discussione iniziata da Spettrale il 21-12-2016 - 1942 messaggi - 222391 Visite

Like Tree438Likes
  1. L'avatar di crimar

    crimar crimar è offline Super FriendMessaggi 7,444 Membro dal Apr 2010
    Località Milano
    #1421

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Spettrale Visualizza Messaggio
    Forse in quel periodo portavo ancora il pannolone ah ah ah
    e di Sivori so ben poco...
    Ma trovo sempre sbagliato fare paragoni con il passato..
    E perché mai? L'etica sportiva non varia da un periodo storico all'altro, e a mio modo di vedere impone a chiunque di dare sempre il 100% delle proprie possibilità indipendentemente dall'avversario che si trova di fronte. Se a ciò aggiungiamo un motto, immagino a te molto caro (e da me pienamente condiviso), secondo il quale "vincere è l'unica cosa che conta", ecco spiegato perché i giocatori piemontesi hanno fatto né più né meno del loro dovere.

    Citazione Originariamente Scritto da Spettrale Visualizza Messaggio
    Nel calcio professionistico come tu mi insegni ... prendere 2.500
    al mese vuol dire guadagnare poco ...non facciamo della facile

    demagogia. .se poi nemmeno vengono corrisposti ..trovo normale che ci siano delle rivendicazioni..
    E' chiaro che, se rapportato alle cifre (gonfiatissime) circolanti nel mondo del calcio, uno stipendio del genere appare alla stregua di un'elemosina, ma il punto è un altro. Qui stiamo discutendo se sia sufficiente per tirare avanti un anno senza avere altre entrate, in attesa di trovare una sistemazione al termine del campionato. Se, come è evidente, la risposta è sì, mettere in mora la società e rifiutarsi di scendere in campo rappresenta prima di tutto un atto di estremo egoismo da parte di uomini senza dignità, che non hanno la minima idea di cosa significhi attaccamento alla maglia.

    Citazione Originariamente Scritto da Spettrale Visualizza Messaggio
    A parte il fatto che i dirigenti incapaci non devono esistere ...in un ambiente sportivo...dove la visibilità è sotto gli occhi di tutti..e se sbagli poi paghi immediatamente ....
    Chi giocano con i sentimenti dei tifosi sono proprio loro..
    Nessun tifoso è contento di vedere la sua squadra sconfitta. Men che meno a tavolino.
    Va da sé che chiunque, in piena coscienza, determini tale situazione sia indegno di indossare una divisa da calcio, foss'anche dell'ultima squadra amatoriale. I dirigenti potranno avere sbagliato (in buona o cattiva fede al momento non ha importanza), ma sono stati i giocatori a disertare le partite per rivendicare i loro stramaledetti fottuti stipendi, ragion per cui i primi colpevoli sono loro!

    Citazione Originariamente Scritto da Spettrale Visualizza Messaggio
    I giocatori sono soltanto dei tesserati economici
    che devono essere messi nelle migliori condizioni per fare del loro meglio.
    SBAGLIATO!!!
    I calciatori sono i rappresentanti sul campo del loro popolo che li guarda dagli spalti, e in virtù di questo hanno il preciso dovere di sputare fino all'ultima goccia di sangue per onorare la maglia che indossano!
    passerosolitario84 likes this.


    CIAMBELLINA NON TI DIMENTICHERO' MAI!
    MEGLIO SOFFRIRE PER POI GIOIRE, CHE ILLUDERSI E POI MORIRE.
    Fiero di aver fischiato "La Marsigliese"!
    Il mondo è dei furbi, tutt'al più dei ricchi. Certo non degli onesti.
     
  2. L'avatar di alther57

    alther57 alther57 è offline JuniorMessaggi 1,400 Membro dal Dec 2015 #1422

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da passerosolitario84 Visualizza Messaggio
    Invece cosa pensate del caso Pro Piacenza?
    Vergogna per il mister del Cuneo,avrebbe dovuto rispettare chi si' e'fatto 400 km per giocare una partita persa.
    Rircordo un Bologna-Roma 0-3,Mazzone ad un certo punto fece a Totti un gesto eloquente.La Roma da quel momento smise di giocare.
     
  3. L'avatar di Berlin__

    Berlin__ Berlin__ è offline Super FriendMessaggi 5,062 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #1423

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da crimar Visualizza Messaggio
    E' chiaro che, se rapportato alle cifre (gonfiatissime) circolanti nel mondo del calcio, uno stipendio del genere appare alla stregua di un'elemosina, ma il punto è un altro. Qui stiamo discutendo se sia sufficiente per tirare avanti un anno senza avere altre entrate, in attesa di trovare una sistemazione al termine del campionato. Se, come è evidente, la risposta è sì, mettere in mora la società e rifiutarsi di scendere in campo rappresenta prima di tutto un atto di estremo egoismo da parte di uomini senza dignità, che non hanno la minima idea di cosa significhi attaccamento alla maglia.
    ...
    I calciatori sono i rappresentanti sul campo del loro popolo che li guarda dagli spalti, e in virtù di questo hanno il preciso dovere di sputare fino all'ultima goccia di sangue per onorare la maglia che indossano!
    ... ma in che mondo vivi, l'attaccamento alla maglia è soggettivo e non è certo qualcosa che imponi con un contratto. Posso anche capire un discorso del genere per i milionari della serie A, ma per gente da 2-3k al mese non esiste proprio di giocare gratis. I tifosi se la prendano con gli unici responsabili, se proprio vogliono pigliarsela con qualcuno, ossia le dirigenze. Ed a quei livelli il giochino è sempre in perdita, i presidenti ci rimettono soldi, perchè quando le cose vanno male la ggggente se la prende coi politici e non con gli italiani sfaticati che non vanno a lavorare gratis ?
    se domani mattina la tua azienda fallisce continui ad andare a lavorare per la patria ? ma per favore. I giocatori delle squadrette di serie C non rappresentano proprio nessuno, se non loro stessi.

    Smettiamola di caricare il calcio di significati e connotati ridicoli.
    Gli ultras hanno una vita vuota, talmente vuota che la loro unica ragione di vita diventa una squadra di calcio.
     
  4. L'avatar di Berlin__

    Berlin__ Berlin__ è offline Super FriendMessaggi 5,062 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #1424

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da crimar Visualizza Messaggio
    Non so in quale zona d'Italia tu viva, ma le trasmissioni sportive della più nota emittente lombarda (TeleLombardia) vedono tra gli ospiti fissi (con gettone di presenza immagino ben superiore a 1.000 euro al mese) questi due personaggi
    ...
    che rispondono rispettivamente ai nomi di Mimmo Pesce e Cesare Pompilio. Entrambi commentano dallo studio le partite di campionato e Coppa, pur avendo messi assieme un quoziente intellettivo al cui confronto Cassano è un Premio Nobel, e nonostante nessuno dei due sia mai stato calciatore (né famoso né sconosciuto).
    sono dei simpatici attori, scenografici e che fanno ridere, il motivo per cui sono li è quello, e se non ci sono dei calciatori un motivo ci sarà. In ogni caso fatti due conti su quanti giocatori di serie C ci sono, quanti emittenti private, Telelombardia è già una tv locale un minimo rilevante. Semplicemente NON c'è spazio per tutti, anche se tutti ci provano sicuramente. D'altronde non è che ti reinventi una professione, se nella tua vita hai solo giocato a calcio.

    Intervista del 2017 sul corriere dello sport a Damiano Tommasi:

    IL 10 PER CENTO
    - «Il problema nasce quando la carriera finisce e, improvvisamente, devi cominciare un’altra vita, magari dopo avere reciso i legami umani e professionali con il territorio in cui sei cresciuto perché hai errabondato da una città all’altra. Così, scopri che tutto diventa maledettamente più difficile e, se ci aggiungi gli investimenti sbagliati, le spese eccessive, la scarsa oculatezza nella gestione del patrimono, il cerchio si chiude. Ma noi siamo qui apposta per aiutare chi è in difficoltà. Concretamente». L’analisi di Damiano Tommasi è lucida, spassionata, incisiva. D’altra parte, la personalità del leader del sindacato calciatori riflette ciò che egli è stato nell’arco della sua brillante carriera di centrocampista, illuminata dall’esaltante scudetto romanista e dalle 25 presenze in Nazionale. «Statisticamente, soltanto il 10 per cento di chi smette, riesce a riciclarsi con un altro ruolo nel mondo in cui ha vissuto: allenatori, viceallenatori, dirigenti, opinionisti tv. Il 90 per cento cambia strada. E c’è chi, per diversi motivi, si smarrisce. A quel punto, esporsi per chiedere un aiuto diventa difficile, nonostante la garanzia dell’anonimato». Il fenomeno non è nuovo, eppure, negli ultimi mesi è diventato decisamente preoccupante.
    Ultima modifica di Berlin__; 21-02-2019 alle 17:40
     
  5. L'avatar di crimar

    crimar crimar è offline Super FriendMessaggi 7,444 Membro dal Apr 2010
    Località Milano
    #1425

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Berlin__ Visualizza Messaggio
    Ed a quei livelli il giochino è sempre in perdita, i presidenti ci rimettono soldi
    Il discorso vale anche per loro. Una squadra di calcio la gestisci se vuoi entrare nella storia, se vuoi leggere il tuo nome sul giornale, se vuoi sentire i tifosi che ti invocano, se vuoi essere lanciato in aria dai tuoi ragazzi in segno di trionfo, se vuoi entrare in campo in giacca e cravatta e uscire fradicio di spumante dopo una vittoria... Non per fare soldi!

    Citazione Originariamente Scritto da Berlin__ Visualizza Messaggio
    perchè quando le cose vanno male la ggggente se la prende coi politici e non con gli italiani sfaticati che non vanno a lavorare gratis ?
    se domani mattina la tua azienda fallisce continui ad andare a lavorare per la patria ?
    Io non ho migliaia di persone che pagano il biglietto e viaggiano in giro per l'Italia per venirmi a guardare mentre batto a macchina le relazioni in ufficio, mi fermano per strada per scattarsi una foto e farsi scarabocchiare un foglietto di carta, e scendono in piazza a festeggiare i miei successi.

    Citazione Originariamente Scritto da Berlin__ Visualizza Messaggio
    Smettiamola di caricare il calcio di significati e connotati ridicoli.
    Gli ultras hanno una vita vuota, talmente vuota che la loro unica ragione di vita diventa una squadra di calcio.
    Mi spiace tanto per te ma non hai la minima idea di cosa stai parlando. Te lo dice uno che, seppure mai appartenuto formalmente a nessun gruppo, ha trascorso 25 anni allo stadio, dei quali 18 da abbonato e 16 in Curva.
    passerosolitario84 likes this.
    Ultima modifica di crimar; 21-02-2019 alle 18:28
     
  6. L'avatar di crimar

    crimar crimar è offline Super FriendMessaggi 7,444 Membro dal Apr 2010
    Località Milano
    #1426

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Berlin__ Visualizza Messaggio
    D'altronde non è che ti reinventi una professione, se nella tua vita hai solo giocato a calcio.
    Capisco che non sia facile, ma d'altronde al giorno d'oggi c'è tanta gente che si trova nelle stesse condizioni, e senza nemmeno il vantaggio di un passato da "vip" e le conoscenze che esso comporta.

    Citazione Originariamente Scritto da Berlin__ Visualizza Messaggio
    Intervista del 2017 sul corriere dello sport a Damiano Tommasi:

    IL 10 PER CENTO
    - «Il problema nasce quando la carriera finisce e, improvvisamente, devi cominciare un’altra vita, magari dopo avere reciso i legami umani e professionali con il territorio in cui sei cresciuto perché hai errabondato da una città all’altra. Così, scopri che tutto diventa maledettamente più difficile e, se ci aggiungi gli investimenti sbagliati, le spese eccessive, la scarsa oculatezza nella gestione del patrimono, il cerchio si chiude.
    ...
    «Statisticamente, soltanto il 10 per cento di chi smette, riesce a riciclarsi con un altro ruolo nel mondo in cui ha vissuto: allenatori, viceallenatori, dirigenti, opinionisti tv. Il 90 per cento cambia strada.
    Tommasi con queste dichiarazioni dimostra in prima persona come sia possibile "cominciare un'altra vita". Nella fattispecie in veste di sindacalista, che come tale tira l'acqua al suo mulino in maniera tanto smaccata quanto vergognosa. Adesso stai a vedere che se uno spende e spande, investe su progetti fallimentari, e vive per anni al di sopra delle sue (peraltro enormi) possibilità, deve anche essere compatito e aiutato a sbarcare il lunario
    Ma calci nel c*lo da Rovaniemi a Lampedusa e ritorno, altro che balle!!!
    Ultima modifica di crimar; 21-02-2019 alle 18:42
     
  7. L'avatar di Berlin__

    Berlin__ Berlin__ è offline Super FriendMessaggi 5,062 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #1427

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da crimar Visualizza Messaggio
    Il discorso vale anche per loro. Una squadra di calcio la gestisci se vuoi entrare nella storia, se vuoi leggere il tuo nome sul giornale, se vuoi sentire i tifosi che ti invocano, se vuoi essere lanciato in aria dai tuoi ragazzi in segno di trionfo, se vuoi entrare in campo in giacca e cravatta e uscire fradicio di spumante dopo una vittoria... Non per fare soldi!
    se sei molto ricco e ti manca la visibilità, una buona scelta è diventare presidente di una famosa squadra di calcio. Ma non tutti hanno tutti quei soldi, a volte hai la tua aziendina, hai la passione, e decidi di spendere un po' di soldi nel tuo hobby, e fai il presidente di una squadra di serie B, C, Interregionale. Documentati su quanti soldi servono per una squadra di serie C, quanto va in perdita chi tira fuori i soldi. Nessuno lo obbliga, ma proprio per questo dubito si meriti gli insulti di chicchessia. Il calcio non è solo quello d'elite della serie A.



    Citazione Originariamente Scritto da crimar Visualizza Messaggio
    Io non ho migliaia di persone che pagano il biglietto e viaggiano in giro per l'Italia per venirmi a guardare mentre batto a macchina le relazioni in ufficio, mi fermano per strada per scattarsi una foto e farsi scarabocchiare un foglietto di carta, e scendono in piazza a festeggiare i miei successi.
    il discorso è nato sulla squadra di serie C e tu continui a parlare dei giocatori di serie A, che vivono in un altro mondo.

    Citazione Originariamente Scritto da crimar Visualizza Messaggio
    Mi spiace tanto per te ma non hai la minima idea di cosa stai parlando. Te lo dice uno che, seppure mai appartenuto formalmente a nessun gruppo, ha trascorso 25 anni allo stadio, dei quali 18 da abbonato e 16 in Curva.
    no, fortunatamente sono guarito e non dò più un euro a quel mondo, se ti fa piacere tu puoi continuare a dare il tuo contributo agli stipendi milionari dei giocatori di serie A, basta che non ti lamenti dei biglietti che costano troppo, ma gli abbonamenti sono ancora convenienti mi risulta.
    Il processo di identificazione dei tifosi nelle squadre di calcio è folle quanto lo è il fanatismo religioso, e qualunque fanatismo in generale. Ma in un paese libero, è giusto che ognuno faccia ciò che vuole, e spenda i soldi come vuole. Ma l'attaccamento alla maglia si vede nei romani, che già in media amano la loro città e si spostano a fatica, se poi giocano anche nella Roma solitamente ci restano a vita (Totti, De Rossi, e probabilmente Florenzi e Zaniolo). Gli altri fanno tutti finta, sono professionisti, si impegnano e danno tutto (Balotelli è l'unico che sarebbe stato da prendere a scarpate ed invece è ancora li), ma sono attaccati solo ai soldi.
    Ad ogni modo, fare questi ragionamenti sulle squadre di serie C o Interregionale è davvero fuoriluogo ... le tifoserie organizzate a volte ci sono anche li, soprattutto per squadre cadute in disgrazia dopo un fallimento.
     
  8. L'avatar di Berlin__

    Berlin__ Berlin__ è offline Super FriendMessaggi 5,062 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #1428

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da crimar Visualizza Messaggio
    Capisco che non sia facile, ma d'altronde al giorno d'oggi c'è tanta gente che si trova nelle stesse condizioni, e senza nemmeno il vantaggio di un passato da "vip" e le conoscenze che esso comporta.
    di nuovo pensi ai giocatori di serie A, quando stavamo parlando di chi spesso fa una carriera tra C e Interregionale, se va benissimo in serie B. Questi non sono vip, non li ferma per strada nessuno, non li riconosce nessuno, e non hanno tutte queste conoscenze da potersi giocare. Non sto dicendo che vanno aiutati più di altri italiani che stanno pure peggio, descrivo la situazione.

    Citazione Originariamente Scritto da crimar Visualizza Messaggio
    Tommasi con queste dichiarazioni dimostra in prima persona come sia possibile "cominciare un'altra vita". Nella fattispecie in veste di sindacalista, che come tale tira l'acqua al suo mulino in maniera tanto smaccata quanto vergognosa. Adesso stai a vedere che se uno spende e spande, investe su progetti fallimentari, e vive per anni al di sopra delle sue (peraltro enormi) possibilità, deve anche essere compatito e aiutato a sbarcare il lunario
    Ma calci nel c*lo da Rovaniemi a Lampedusa e ritorno, altro che balle!!!
    di nuovo, ancora una volta ... Tommasi ha fatto una brillante carriera in serie A, può vivere di rendita. E' rimasto un anno alla Roma al minimo sindacale, giocando e segnando pure un gol in finale di coppa Italia se non ricordo male. E' uno che è sempre stato attivo nel sociale, calciatore e persona impeccabile, generosa come pochi. Non mi stupirebbe che ricoprisse questo ruolo pro bono, gratis. Informati magari scopriresti che è cosi, e che la frase vergognosa è questa:
    "tira l'acqua al suo mulino in maniera tanto smaccata quanto vergognosa"

    Ad ogni modo se la tesi è che tutti i calciatori si riciclano nel mondo del calcio facilmente, puoi andare avanti come si fa spesso nei forum a buttare li frasi a caso, altrimenti devi portare fonti, prove, statistiche. Io le tv locali le guardo e fatalità gli ex calciatori non ci sono. Una squadra è fatta di un allenatore e 20 giocatori, evidentemente per allenare c'è poco spazio, e se lo fai in promozione non vivi di quello. Non credo quei numeri siano inventati, si possono anche cercare fonti alternative, in ogni caso non capisco che acqua dovrebbe portare al suo mulino. Impietosire qualcuno per avere fondi ? non ho voglia nè tempo ma dubito che un sindacato dei calciatori riceva fondi pubblici, forse contributi dai calciatori di serie A, che poi magari vengono usati per aiutare giocatori con problemi, tipo quelli che restano senza squadra e continuano ad allenarsi in attesa di trovarne una. Dubito ci lucri sopra.
    Ultima modifica di Berlin__; 21-02-2019 alle 20:00
     
  9. L'avatar di Berlin__

    Berlin__ Berlin__ è offline Super FriendMessaggi 5,062 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #1429

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da crimar Visualizza Messaggio
    Io non ho migliaia di persone che pagano il biglietto e viaggiano in giro per l'Italia per venirmi a guardare mentre batto a macchina le relazioni in ufficio, mi fermano per strada per scattarsi una foto e farsi scarabocchiare un foglietto di carta, e scendono in piazza a festeggiare i miei successi.
    fatto il distinguo tra giocatori di serie A e gli altri, cosi come nessuno obbliga i presidenti a fare i presidenti, nessuno obbliga nemmeno i tifosi a fare i tifosi, a seguire la squadra in ogni trasferta. E' una libera scelta, che non ti dà diritto di chiedere nulla in cambio, se non l'impegno di chi gioca ma fa comunque un LAVORO. Ed in serie C se uno non riceve lo stipendio, fa bene a smettere di giocare.
     
  10. L'avatar di crimar

    crimar crimar è offline Super FriendMessaggi 7,444 Membro dal Apr 2010
    Località Milano
    #1430

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Berlin__ Visualizza Messaggio
    a volte hai la tua aziendina, hai la passione, e decidi di spendere un po' di soldi nel tuo hobby, e fai il presidente di una squadra di serie B, C, Interregionale. Documentati su quanti soldi servono per una squadra di serie C, quanto va in perdita chi tira fuori i soldi. Nessuno lo obbliga, ma proprio per questo dubito si meriti gli insulti di chicchessia. Il calcio non è solo quello d'elite della serie A.
    Appunto, hai detto bene: "nessuno li obbliga, lo fanno per passione". E se è così devi avere ben presente che la ricompensa per il tuo lavoro saranno trofei, stima da parte dei tifosi, notorietà (con annessa eventuale pubblicità, che in qualunque settore non fa mai male). NON un ritorno economico! Chi non se la sente è liberissimo di intraprendere altri investimenti.

    Citazione Originariamente Scritto da Berlin__ Visualizza Messaggio
    il discorso è nato sulla squadra di serie C e tu continui a parlare dei giocatori di serie A, che vivono in un altro mondo.
    Cambiano i numeri ma non la sostanza: se in Serie A gli spettatori sono 80.000, in Serie C sono 5.000. Quali altri lavoratori "normali" possono vantare una simile partecipazione alla loro professione?

    Citazione Originariamente Scritto da Berlin__ Visualizza Messaggio
    no, fortunatamente sono guarito
    Il fatto stesso che ti definisca "guarito" mi porterebbe a pensare che tu abbia provato sulla tua pelle le emozioni (positive nel successo, negative nella disfatta, comunque intensissime) derivanti dal tifo calcistico. Per questa ragione mi fa specie leggere certe affermazioni da parte di uno che questo mondo lo ha vissuto.

    Citazione Originariamente Scritto da Berlin__ Visualizza Messaggio
    e non dò più un euro a quel mondo, se ti fa piacere tu puoi continuare a dare il tuo contributo agli stipendi milionari dei giocatori di serie A, basta che non ti lamenti dei biglietti che costano troppo, ma gli abbonamenti sono ancora convenienti mi risulta.
    Sotto questo aspetto, invece, condivido ogni singola sillaba. Io stesso, dopo la lunga carriera di tifoso alla quale accennavo nel messaggio precedente, mi sono progressivamente allontanato dal calcio nel momento in cui (estate 2009: SuperCoppa Italiana a Pechino e ritiro estivo negli Stati Uniti) ho aperto gli occhi e ho realizzato che la mia squadra, alla quale avevo dedicato anima e corpo per buona parte della vita, mi stava ripudiando in cambio di una manciata di Yuan e altrettanti dollari.
    L'ultima partita dell'Inter che ho visto a pagamento è stata la finale di Coppa Italia contro il Palermo; poi siccome amo lo stadio "Meazza" per qualche anno ho sfruttato qualche conoscenza che mi offriva biglietti, abbonamenti e pass gratuiti. Ho seguito con passione la Nazionale Italiana fino all' "apocalisse" contro la Svezia, poi basta, ho chiuso definitivamente. Mi si è spezzato il cuore scendendo per l'ultima quelle rampe fedeli compagne di tante domeniche, sabati, mercoledì, ma obiettivamente non potevo più farmi il sangue amaro per un ambiente ormai irrimediabilmente marcio, e quel che è peggio senza alcuna volontà di risanarsi

    Citazione Originariamente Scritto da Berlin__ Visualizza Messaggio
    Ma l'attaccamento alla maglia si vede nei romani, che già in media amano la loro città e si spostano a fatica, se poi giocano anche nella Roma solitamente ci restano a vita (Totti, De Rossi, e probabilmente Florenzi e Zaniolo). Gli altri fanno tutti finta, sono professionisti, si impegnano e danno tutto (Balotelli è l'unico che sarebbe stato da prendere a scarpate ed invece è ancora li), ma sono attaccati solo ai soldi.
    Io sono fieramente milanese, orgoglioso delle mie origini e della mia città. Se chi dovrebbe rappresentarla rinnovandone la gloria mi considera un semplice "cliente" posso benissimo fare a meno di lui, come lui fa a meno di me.
    CIAMBELLINA NON TI DIMENTICHERO' MAI!
    MEGLIO SOFFRIRE PER POI GIOIRE, CHE ILLUDERSI E POI MORIRE.
    Fiero di aver fischiato "La Marsigliese"!
    Il mondo è dei furbi, tutt'al più dei ricchi. Certo non degli onesti.