Nonna e zia paterna

Discussione iniziata da chicchetta36 il 18-09-2018 - 5 messaggi - 476 Visite

Like Tree9Likes
  • 3 Post By Marcioindanimarca
  • 4 Post By MonacoFrigido
  • 2 Post By Hurrem
  1. chicchetta36 chicchetta36 è offline PrincipianteMessaggi 166 Membro dal Jun 2013 #1

    Predefinito Nonna e zia paterna

    Salve volevo sapere come devo comportarmi nei confronti dei parenti stretti del mio compagno.
    Abbiamo due bimbi piccoli (3 1/2 e 11 mesi).
    La mamma del mio compagno, la sorella (che ora purtroppo è malata) ed i nipoti di 30 e 28 anni, non vengono mai dico mai a trovare i bimbi .
    Li vedono solo ai compleanni feste comandate o cerimonie.
    Per il resto non fanno mai una telefonata ne quando i bimbi stanno bene e neanche quando stanno male.
    E' da luglio che non li vedono più.
    Io lamento questa cosa con il mio compagno (che purtroppo anche lui malato) e lui mi dice che loro li amano e che chiedono a lui.
    Preciso che per via della malattia io ed il mio compagno non viviamo insieme.
    Ci vediamo quando lui non fa la chemio e sta bene.
    Purtroppo però l'interesse da parte dei suoi nei confronti dei miei figli non c'è mai stato. Neanche prima di tutte queste disgrazie li cercavano mai.
    Mio figlio di tre anni ad oggi ha visto i parenti del padre solo durante il natale il compleanno della nonna paterna e qualche volta l'estate. Il piccolo non li cerca mai e non li nomina mai.
    Quando parliamo lui parla di mio fratello mia cognata i miei nipoti mia madre e mia nonna.
    Li hanno visti sempre perchè li ho portati io, loro non vengono mai. cascasse il mondo e neanche mi chiamano mai per sapere come stanno.
    Ho provato più volte a far si che facessero parte della vita dei bambini, ma loro hanno prestese assurde.
    Sono io e solo io che devo cercarli ,chiamarli.
    Gli ultimi approcci li ho provati a luglio inviando delle foto di compleanno del mio compagno (lo abbiamo festeggiato tutti insieme) e dei video dell'ultimo giorno di nido con tanto di recita canzoncini e balletto di mio figlio, alla zia paterna, e da quel giorno silenzio.
    Non si è più sentita.
    La cosa più brutta è che ad oggi il mio compagno ancora persiste nel dire che sono io quella che deve rendersi conto che loro li amano e che devo comportarmi meglio.
    La sorella del mio compagno non è venuta al complenno di 3 anni di mio figlio perchè c'ero io.
    Sempre lei vuole andare a prendere mio figlio a scuola ma io non devo esserci.
    Praticamente vorrebbero strare con i miei figli senza la mia presenza.
    Io credo che siano pretese assurde, anche perchè i bimbi vivono con me, sono la mamma, sono io che nonostante le difficoltà che stò vivendo, (la malattia del mio compagno, i problemi nel mio attuale lavoro dove mi hanno tagliato lo stipendio al rientro della maternità, etc) sto cercando di crescere i miei figli più serenamente possibile.
    Volevo precisare che il mio compagno ha due figlie dal precedente matrimonio, di 26 e 21 anni e nessuna delle due ragazze ha rapporti con i parenti del padre (ne nonna ne zia ne cugini) e neanche con il padre.
    Cosa mi consigliate di fare a questo punto?
    Io non ho più ne la voglia ne la pazienza di stare dietro a queste persone, anche perchè giò ho tanti problemi miei e non ho bisogno di altre cose che contribuiscano s minare la mia serenità gia fragile.
    Grazie


     
  2. L'avatar di Marcioindanimarca

    Marcioindanimarca Marcioindanimarca è offline JuniorMessaggi 1,525 Membro dal Mar 2017 #2

    Predefinito

    Io penso tu stia vivendo una situazione già abbastanza pesante per doverti crucciare anche per le bizze dei parenti, se non hanno interesse nei confronti dei tuoi nipoti non puoi certo imporglielo; prendine atto e vai avanti, evidentemente I tuoi figli non hanno bisogno di queste persone nella loro vita, men che meno devono pretendere tu non ci sia quando vogliono stare con loro, ma scherziamo? Sono solo scuse.
    Poi per quale ragione non vogliono vederti, te lo hanno detto?
    Hurrem, Pitonessa and flair like this.
    "We walk through ourselves, meeting robbers, ghosts, giants, old men, young men, wives, widows, brothers-in-love. But always meeting ourselves." J.J.
     
  3. L'avatar di MonacoFrigido

    MonacoFrigido MonacoFrigido è offline Super FriendMessaggi 6,848 Membro dal Jun 2016
    Località Brixia, Longobardia Maior
    #3

    Predefinito

    I bambini hanno bisogno dei genitori, ma di certo non hanno bisogno né dei nonni né degli zii. O meglio, già hanno i nonni e gli zii materni, non è necessario averne altri. Se ci sono bene, se no bene lo stesso, non è così necessario.
    Se la famiglia del tuo compagno è così cazz*na sono c*zzi loro. Si incul*no.
    L'antibellezza
     
  4. L'avatar di Hurrem

    Hurrem Hurrem è offline FriendMessaggi 2,731 Membro dal Aug 2017 #4

    Predefinito

    Conosci il detto degli stivali che più sono stretti e più fanno male? I tuoi figli per stare bene ed essere felici hanno bisogno dei genitori e di socializzare con persone della loro età. Gli altri parenti sono del tutto inutili, se non deleteri. Quindi involontariamente ti fanno un favore trovando tutte queste scuse e avendo pretese assurde. Cerca di star serena e di non preoccuparti per cose da niente, hai già tante difficoltà da affrontare, sii forte.
    Marcioindanimarca and ler7624 like this.
    Optimist : someone who figures out that taking a step backward after taking a step forward is not a disaster, it's more like the cha-cha-chá
     
  5. L'avatar di ler7624

    ler7624 ler7624 è offline PrincipianteMessaggi 41 Membro dal Aug 2018 #5

    Predefinito

    Buonasera chicchetta36,
    come scrive Hurrem sei stata baciata dalla fortuna e non te ne accorgi: puoi evitare i tuoi parenti acquisiti senza doverti inventare nulla: approfittane!
    Il fatto che sia subentrata un'altra persona negli affetti del genitore può spingere facilmente alla gelosia le persone immature, alla tracotanza quelle bramose di danaro; sono forme d'odio e chi ne è affetto va evitato. Nel caso in specie non sei costretta ad evitarle perché lo fanno da se: approfittane!
    I bambini hanno bisogno di tanto affetto e poche cose materiali, meno che mai hanno bisogno di persone capaci di odiare l'innocenza: godi della lontananza di chi odia e tieni gli occhi ben aperti!
    Un augurio allo sfortunato genitore, con il corpo colpito dalla malattia e l'anima stretta tra sentimenti tra loro incompatibili.
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]