Nostra responsabilità nell'attrarre persone sbagliate... È vero?

Discussione iniziata da Littlefox il 02-10-2021 - 23 messaggi - 1505 Visite

Like Tree9Likes
  1. Littlefox Littlefox è offline PrincipianteMessaggi 23 Membro dal Apr 2018 #1

    Predefinito Nostra responsabilità nell'attrarre persone sbagliate... È vero?

    Ciao a tutti...Ho concluso da poco una relazione con l'ennesimo uomo sbagliato...Purtroppo la triade ricorrente è: non disponibile emotivamente, con problemi psicologici, senza voglia di impegnarsi...L'ultimo, sicuramente molto preso, mi ha detto che doveva pensare cosa dovesse diventare il nostro rapporto. Nel frattempo è venuto a mancare anche mio padre: lui è sparito letteralmente, senza neanche più un mi dispiace.Alcuni dicono che la responsabilità in questa attrazione verso le persone sbagliate possa provenire da noi.Avete libri da consigliare sul tema, esperienze simili che vi hanno poi portato a rompere il circolo vizioso?
    FLST and Azzy like this.


     
  2. La_ara La_ara è offline PrincipianteMessaggi 35 Membro dal Jul 2019 #2

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Littlefox Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti...Ho concluso da poco una relazione con l'ennesimo uomo sbagliato...Purtroppo la triade ricorrente è: non disponibile emotivamente, con problemi psicologici, senza voglia di impegnarsi...L'ultimo, sicuramente molto preso, mi ha detto che doveva pensare cosa dovesse diventare il nostro rapporto. Nel frattempo è venuto a mancare anche mio padre: lui è sparito letteralmente, senza neanche più un mi dispiace.Alcuni dicono che la responsabilità in questa attrazione verso le persone sbagliate possa provenire da noi.Avete libri da consigliare sul tema, esperienze simili che vi hanno poi portato a rompere il circolo vizioso?
    Io ad un certo punto ho concretizzato dentro me stessa la voglia di avere accanto a me una persona che mi trattasse bene. Poi questo ragazzo l'ho lasciato ma nonostante tutto l'ho amato sul serio fino a quando sono cambiata e mi sono accorta che non faceva per me e che era tempo di prendere strade diverse. Appena vedo un comportamento che non mi piace non esito a dire come la penso. Vedrai che prima o poi troverai quello giusto. Abbi fiducia.
    Azzy likes this.
     
  3. L'avatar di Ultima

    Ultima Ultima è offline JuniorMessaggi 1,111 Membro dal Dec 2020
    Località Italia
    #3

    Predefinito

    Ciao Fox... Problemi col crivellare gli uomini? Non sembri certo l'unica ad avere questi problemi, da quanto si legge anche qui sul forum e si legge in giro.

    Fammi sapere se sto partendo per la tangente, ma "non disponibile emotivamente, con problemi psicologici, senza voglia di impegnarsi", intendo "non disponibile emotivamente" e "senza voglia di impegnarsi" come sinonimi di "interessati al solo sesso".

    Tempo fa, lessi un articolo interessante di una love coach femminile, che trattava lo stesso problema: mi ritrovo sempre uomini interessati al sesso e poco più, come crivellare gli uomini pertanto? La risposta data da lei è interessante, ma a mio parere non attuabile.

    Lei consigliava di evitare qualsiasi forma di sesso per 6-9 mesi da inizio conoscenza: il consiglio è sensato, ma difficilmente applicabile. Ammesso e non concesso che una donna interessata ad un uomo sia disposta ad aspettare 6-9 mesi prima di fare sesso con qualcuno, ci sono i problemi legati alle usuali forme di socializzazione: cene, apertivi, incontri al bar ed altrove... Il maschio, ovviamente, tenderà a fare il cavaliere, e quindi avrebbe dei costi vivi da coprire senza alcun serio ammortizzamento di sorta.

    Vero che si può andare verso forme di socializzazione che non richiedano il portafoglio sulle mani, ma questo non risolve tutti i problemi: non è affatto scontato che si abiti vicino, e quindi bisognerebbe ammortizzare anche i costi di locomozione per mesi e mesi, da entrambe le parti, senza nessun premio di sorta. Non esattamente implementabile, come si vede: non di meno, l'idea di fondo è corretta, Fox.

    Insomma, Fox: perchè crivelli in continuazione uomini insoddisfacenti secondo i tuoi standard? Sia per gli uomini che ti capitano, che per le tecniche di crivello che usi: il primo fattore lo si può considerare non dipendente da te, e largamente influenzato dal caso (se procedi platonisticamente, s'intende, come la gran parte delle donne fanno), ma il secondo dipende da te. E c'è largo margine per farsi venire i dubbi: gli uomini penseranno pure solo al sesso, ma viene il dubbio che le donne abbiano delle tecniche di crivello che, in sostanza, favoriscano coloro i quali hanno interesse prioritario nel portarsele a letto.

    Vedi, Fox, il problema fondamentale è che, alla fine, dell'altra persona che si ha davanti non si sa nulla, e ben poco ci si preoccupa di saperne qualcosa: il passato e gli eventi trascorsi, che tanta parte giocano in un individuo, rimangono avvolti nel mistero, ben noto, dei fatti propri. Senza scandagliare questo fattore, Fox, che decisioni si vogliono prendere?

    In secondo luogo, Fox, le donne tendono a fare un errore di programmazione di proporzione colossale, e che naturalmente falla non poco le tecniche di crivello: cioè tendono a pensare che prerequisito e condizione di una relazione siano amore, affetto, considerazione, sentimento ecc. Esistono eccezioni, Fox, specialmente sul frangente emotivo (i colpi di fulmine), ma sono molto rari: tutti sappiamo che, all'inizio di una relazione c'è l'intenzione di almeno una delle parti in causa, e non rade volte di entrambe, di fare sesso, e nulla di più.

    Amore, affetto, considerazione, sentimento ecc, se mai fosse, vengono sempre dopo: e questo è perfettamente normale. Riflettici un attimo, Fox: a parte alcune eccezioni, realmente possiamo pensare che amore, affetto, considerazione, sentimento non richiedano tempo per svilupparsi e radicarsi? E' così difficile constatare che, a parte uno sparuto numero di eccezioni, la verità è che queste cose non sono condizioni o prerequisiti di una relazione, ma risultati prodotti nel tempo, semmai, dalla relazione medesima?

    Peraltro, Fox: sei davvero sicura di saper riconoscere un uomo innamorato da uno che ti sta semplicemente tirandoti le solite frasi di circostanze? Se parliamo di sentimenti ed emozioni, Fox, lo sai come sta uno che è preso da una tempesta emotiva? Ma mettiamo in secondo piano questo punto.

    In sostanza, Fox, la questione è così implementabile: a meno di chiare e manifeste eccezioni, tutte le frasi che un uomo ti dice sono solo frasi di circostanza, e l'unica intenzione è quella di fare sesso con te. A queste condizioni, ha senso prolungare per parecchio tempo il periodo di conoscenza, come ha detto quella love coach che ti ho ricordato qui sopra, anche per un anno, ma non ha senso stremare a livello sessuale l'altra persona: il contentino relativamente rado va dato, per ammortizzare i tempi ed il processo di crivello.

    In questo anno di prova, va approfondita la conoscenza del passato del candidato: va capito chi si ha davanti, e naturalmente scartato chiunque sia reticente in tal senso, senza pensarci due volte. Oltre a ciò, in sostanza questo anno di prova va impostato come una scopamicizia, cioè una relazione aperta in cui entrambe le parti devono poter fare sesso e frequentare altre persone: e qui arriva il secondo fattore, Fox. I numeri: senza i numeri, tu realizzerai l'anno del mai. Più sono i candidati che crivelli, maggiore è la possibilità di trovare ciò che cerchi.

    L'obiettivo finale di questo periodo di relazione aperta (scopamicizia), a livello ideale, è crivellare un uomo che proponga autonomamente di intavolare una relazione esclusiva e di coppia: il senso è chiaro, Fox. Se l'uomo ha liberamente proposto di scartare le altre che frequenta, c'è buona probabilità che il motivo sia dovuto a sentimenti ed intenzioni per te interessanti. Ma naturalmente, questa è l'eccezione, non la norma.

    Terminato questo periodo di prova, se non vedi particolari segnali da parte del candidato (stragrande maggioranza dei casi), sei tu che intervieni, e gli dici, in sostanza, che il tempo è sufficiente per capire in che direzione si deve andare: operazione ripetuta per tutti i candidati che valuti.

    In sostanza, il periodo di scopamicizia può terminare come segue:

    1) Lui ti scarica;

    2) Tu lo scarichi;

    3) Lui ti chiede di diventare una coppia/lui accetta di diventare una coppia.

    Questa l'ossatura generale del discorso: il crivello può essere migliorato, e probabilmente questo può essere considerato solamente il primo passo; p. es., cosa fare se più candidati accettassero di diventare una coppia? Probabilmente accettare una situazione di relazione aperta potrebbe essere la migliore soluzione (anche nell'intento di scegliere uno solo per una relazione esclusiva, in futuro), o nel caso selezionare in base a criteri soggettivi (quali apprezzamento fisico, mezzi e posizione sociale ecc) quello che risulta più adatto.

    Crivella, Fox, crivella: i cercatori d'oro scavano molta terra e trovano poco oro!

    Naturalmente, Fox, quanto ti ho detto ora serve per crivellare uomini non interessati al sesso, o comunque che mettono in secondo piano l'aspetto sessuale: e chiaramente i tempi si allungano, per i motivi che ti ho detto sopra, e c'è anche la probabilità che ti ritrovi alla fine con un pugno di mosche nelle mani. Ovviamente, se l'intento non è crivellare uomini non interessati solamente al sesso, il discorso cambia notevolmente: e discorsi come quello che qui vedi esposto fanno intendere esattamente dove sta il problema.

    Fox, siamo sinceri: siamo davvero sicuri che il problema è crivellare uomini che non siano interessati al solo sesso? Domanda in effetti interessante: siamo davvero sicuri che questi uomini non interessati al solo sesso siano così attrattivi per una donna?
    Pollon- likes this.
    “Ma fu con ali di tenebra che Ultima diede inizio alla rivolta contro gli dei.
    L'inespressività acquisita in seguito alla caduta denota un animo insondabile."
     
  4. Littlefox Littlefox è offline PrincipianteMessaggi 23 Membro dal Apr 2018 #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da La_ara Visualizza Messaggio
    Io ad un certo punto ho concretizzato dentro me stessa la voglia di avere accanto a me una persona che mi trattasse bene. Poi questo ragazzo l'ho lasciato ma nonostante tutto l'ho amato sul serio fino a quando sono cambiata e mi sono accorta che non faceva per me e che era tempo di prendere strade diverse. Appena vedo un comportamento che non mi piace non esito a dire come la penso. Vedrai che prima o poi troverai quello giusto. Abbi fiducia.
    Grazie mille per la risposta...
    Sicuramente questo è un tipo di lavoro che sto facendo da tempo.
    Non accetto più certi comportamenti negativi, li riconosco subito e non li permetto. E in effetti di uomini ne ho incontrati sempre via via di migliori.
    Questo ragazzo ha celato bene fino all'ultimo, ha avuto sempre rispetto per me: poi questa caduta di stile.

    Probabilmente devo interiorizzare sempre di più l'idea di qualcuno che mi ami e mi rispetti accanto.
    Ho avuto un padre instabile, anche violento, incapace di trasmettere sentimenti genuini, una madre persa a 12 anni, ora sono orfana di entrambi da un mese.
    Sicuramente questa carenza influisce sul mio attrarre uomini di un certo tipo.
    Mi piacerebbe sempre più "poterci fare qualcosa". Lavorarci sopra, senza rimanere in balia degli eventi o del caso.
     
  5. Littlefox Littlefox è offline PrincipianteMessaggi 23 Membro dal Apr 2018 #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ultima Visualizza Messaggio
    Ciao Fox... Problemi col crivellare gli uomini? Non sembri certo l'unica ad avere questi problemi, da quanto si legge anche qui sul forum e si legge in giro.

    Fammi sapere se sto partendo per la tangente, ma "non disponibile emotivamente, con problemi psicologici, senza voglia di impegnarsi", intendo "non disponibile emotivamente" e "senza voglia di impegnarsi" come sinonimi di "interessati al solo sesso".

    Tempo fa, lessi un articolo interessante di una love coach femminile, che trattava lo stesso problema: mi ritrovo sempre uomini interessati al sesso e poco più, come crivellare gli uomini pertanto? La risposta data da lei è interessante, ma a mio parere non attuabile.

    Lei consigliava di evitare qualsiasi forma di sesso per 6-9 mesi da inizio conoscenza: il consiglio è sensato, ma difficilmente applicabile. Ammesso e non concesso che una donna interessata ad un uomo sia disposta ad aspettare 6-9 mesi prima di fare sesso con qualcuno, ci sono i problemi legati alle usuali forme di socializzazione: cene, apertivi, incontri al bar ed altrove... Il maschio, ovviamente, tenderà a fare il cavaliere, e quindi avrebbe dei costi vivi da coprire senza alcun serio ammortizzamento di sorta.

    Vero che si può andare verso forme di socializzazione che non richiedano il portafoglio sulle mani, ma questo non risolve tutti i problemi: non è affatto scontato che si abiti vicino, e quindi bisognerebbe ammortizzare anche i costi di locomozione per mesi e mesi, da entrambe le parti, senza nessun premio di sorta. Non esattamente implementabile, come si vede: non di meno, l'idea di fondo è corretta, Fox.

    Insomma, Fox: perchè crivelli in continuazione uomini insoddisfacenti secondo i tuoi standard? Sia per gli uomini che ti capitano, che per le tecniche di crivello che usi: il primo fattore lo si può considerare non dipendente da te, e largamente influenzato dal caso (se procedi platonisticamente, s'intende, come la gran parte delle donne fanno), ma il secondo dipende da te. E c'è largo margine per farsi venire i dubbi: gli uomini penseranno pure solo al sesso, ma viene il dubbio che le donne abbiano delle tecniche di crivello che, in sostanza, favoriscano coloro i quali hanno interesse prioritario nel portarsele a letto.

    Vedi, Fox, il problema fondamentale è che, alla fine, dell'altra persona che si ha davanti non si sa nulla, e ben poco ci si preoccupa di saperne qualcosa: il passato e gli eventi trascorsi, che tanta parte giocano in un individuo, rimangono avvolti nel mistero, ben noto, dei fatti propri. Senza scandagliare questo fattore, Fox, che decisioni si vogliono prendere?

    In secondo luogo, Fox, le donne tendono a fare un errore di programmazione di proporzione colossale, e che naturalmente falla non poco le tecniche di crivello: cioè tendono a pensare che prerequisito e condizione di una relazione siano amore, affetto, considerazione, sentimento ecc. Esistono eccezioni, Fox, specialmente sul frangente emotivo (i colpi di fulmine), ma sono molto rari: tutti sappiamo che, all'inizio di una relazione c'è l'intenzione di almeno una delle parti in causa, e non rade volte di entrambe, di fare sesso, e nulla di più.

    Amore, affetto, considerazione, sentimento ecc, se mai fosse, vengono sempre dopo: e questo è perfettamente normale. Riflettici un attimo, Fox: a parte alcune eccezioni, realmente possiamo pensare che amore, affetto, considerazione, sentimento non richiedano tempo per svilupparsi e radicarsi? E' così difficile constatare che, a parte uno sparuto numero di eccezioni, la verità è che queste cose non sono condizioni o prerequisiti di una relazione, ma risultati prodotti nel tempo, semmai, dalla relazione medesima?

    Peraltro, Fox: sei davvero sicura di saper riconoscere un uomo innamorato da uno che ti sta semplicemente tirandoti le solite frasi di circostanze? Se parliamo di sentimenti ed emozioni, Fox, lo sai come sta uno che è preso da una tempesta emotiva? Ma mettiamo in secondo piano questo punto.

    In sostanza, Fox, la questione è così implementabile: a meno di chiare e manifeste eccezioni, tutte le frasi che un uomo ti dice sono solo frasi di circostanza, e l'unica intenzione è quella di fare sesso con te. A queste condizioni, ha senso prolungare per parecchio tempo il periodo di conoscenza, come ha detto quella love coach che ti ho ricordato qui sopra, anche per un anno, ma non ha senso stremare a livello sessuale l'altra persona: il contentino relativamente rado va dato, per ammortizzare i tempi ed il processo di crivello.

    In questo anno di prova, va approfondita la conoscenza del passato del candidato: va capito chi si ha davanti, e naturalmente scartato chiunque sia reticente in tal senso, senza pensarci due volte. Oltre a ciò, in sostanza questo anno di prova va impostato come una scopamicizia, cioè una relazione aperta in cui entrambe le parti devono poter fare sesso e frequentare altre persone: e qui arriva il secondo fattore, Fox. I numeri: senza i numeri, tu realizzerai l'anno del mai. Più sono i candidati che crivelli, maggiore è la possibilità di trovare ciò che cerchi.

    L'obiettivo finale di questo periodo di relazione aperta (scopamicizia), a livello ideale, è crivellare un uomo che proponga autonomamente di intavolare una relazione esclusiva e di coppia: il senso è chiaro, Fox. Se l'uomo ha liberamente proposto di scartare le altre che frequenta, c'è buona probabilità che il motivo sia dovuto a sentimenti ed intenzioni per te interessanti. Ma naturalmente, questa è l'eccezione, non la norma.

    Terminato questo periodo di prova, se non vedi particolari segnali da parte del candidato (stragrande maggioranza dei casi), sei tu che intervieni, e gli dici, in sostanza, che il tempo è sufficiente per capire in che direzione si deve andare: operazione ripetuta per tutti i candidati che valuti.

    In sostanza, il periodo di scopamicizia può terminare come segue:

    1) Lui ti scarica;

    2) Tu lo scarichi;

    3) Lui ti chiede di diventare una coppia/lui accetta di diventare una coppia.

    Questa l'ossatura generale del discorso: il crivello può essere migliorato, e probabilmente questo può essere considerato solamente il primo passo; p. es., cosa fare se più candidati accettassero di diventare una coppia? Probabilmente accettare una situazione di relazione aperta potrebbe essere la migliore soluzione (anche nell'intento di scegliere uno solo per una relazione esclusiva, in futuro), o nel caso selezionare in base a criteri soggettivi (quali apprezzamento fisico, mezzi e posizione sociale ecc) quello che risulta più adatto.

    Crivella, Fox, crivella: i cercatori d'oro scavano molta terra e trovano poco oro!

    Naturalmente, Fox, quanto ti ho detto ora serve per crivellare uomini non interessati al sesso, o comunque che mettono in secondo piano l'aspetto sessuale: e chiaramente i tempi si allungano, per i motivi che ti ho detto sopra, e c'è anche la probabilità che ti ritrovi alla fine con un pugno di mosche nelle mani. Ovviamente, se l'intento non è crivellare uomini non interessati solamente al sesso, il discorso cambia notevolmente: e discorsi come quello che qui vedi esposto fanno intendere esattamente dove sta il problema.

    Fox, siamo sinceri: siamo davvero sicuri che il problema è crivellare uomini che non siano interessati al solo sesso? Domanda in effetti interessante: siamo davvero sicuri che questi uomini non interessati al solo sesso siano così attrattivi per una donna?
    Che messaggio lunghissimo e pensato, grazie Ultima.
    Allora cerco di risponderti senza perdere neanche un argomento.
    Sul tipo di uomini: uomini sicuramente di qualità, non banali, che hanno sicuramente un ricco mondo interiore, ma anche uomini tanto problematici che poi decidono di non impegnarsi CON ME.

    Trovo che la tattica proposta da quella psicologa sia davvero poco sensata, anche perchè per me il sesso è fondamentale. Testi per sei mesi la resistenza di un uomo salvo poi scoprire che a letto è terribile? Sarebbe assurdo...
    Certo mi vorrai dire che invece farlo stare un po' sulle spine potrebbe funzionare.
    Ma io credo che tutte le tattiche lascino il tempo che trovano: un uomo l'ho fatto aspettare un anno. Non mi interessava, mi chiedeva di uscire ed io sempre no, no, no. Certo questo l'ha fatto rimanere attaccato, ma poi avuto quello che desiderava, si, è durato un po', ma poi anche lui non ha voluto impegnarsi.
    Le tattiche secondo me non funzionano mai.

    Io sono una persona che va molto a fondo nella conoscenza della persona che sta frequentando. Ne indago la natura psicologica e il passato. E' chiaro che per quello che è il tempo che la società contemporanea mette a disposizione si può andare a fondo solo fino ad un certo punto. Ed al di la di questo è fisiologico per ogni relazione che ci si vada scoprendo piano piano: purtroppo certi fattacci dell'altro escono alla luce solo lentamente. Certo ci si può focalizzare sempre di più nel capire chi si ha davanti anzichè sull'impegno di far piacere sè stesse agli altri o alla paura di non piacere.

    Sulla natura da dare alle relazioni è che io avendo vissuto carenze dal punto di vista della famiglia ne riconosco il valore, quindi con tutte le persone che incontro cerco di stabilire un rapporto autentico, come dici basato su affetto e rispetto. Io ne "crivello" uno ogni morte di Papa, non potrei come proponi tu provarne diversi contemporanemente:
    1) perchè non mi piace, e se ne trovo uno che mi piace continuo a cercare di creare qualcosa con lui
    2) perchè prima di trovarne uno che mi piace fatico molto
    3) perchè la vita è già tanto piena di problemi e lo trovo una perdita di tempo
    4) perchè avendo avuto problemi familiari soffro a pensare che qualcuno non mi rispetti, nello specifico andando con altre mentre sta frequentando te... mi fa proprio soffire...
     
  6. manubi manubi è offline Super ApprendistaMessaggi 506 Membro dal Apr 2019 #6

    Predefinito

    il nostro inconscio fa cose che mai ci aspetteremmo. In questo caso ti sei creata fin da piccolissima un modello dal quale fai fatica a staccarti. Ci si abitua a ricevere poco e inconsciamente si va alla ricerca di cio' a cui ci si e' abituati. Se hai la possibilita' ti consiglio di iniziare un percorso di psicoterapia, scoprirai molte cose. Uscirne non e' facile, e' un processo lungo
     
  7. Littlefox Littlefox è offline PrincipianteMessaggi 23 Membro dal Apr 2018 #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da manubi Visualizza Messaggio
    il nostro inconscio fa cose che mai ci aspetteremmo. In questo caso ti sei creata fin da piccolissima un modello dal quale fai fatica a staccarti. Ci si abitua a ricevere poco e inconsciamente si va alla ricerca di cio' a cui ci si e' abituati. Se hai la possibilita' ti consiglio di iniziare un percorso di psicoterapia, scoprirai molte cose. Uscirne non e' facile, e' un processo lungo
    Grazie mille, credo tu abbia centrato il punto...
    Purtroppo questo schema ricorrente si è però riversato anche sulla terapia. Ho fatto 7 anni di terapia:
    - la prima terapia si è chiusa con lei che mi urlava contro
    - la seconda era con un uomo che ci ha provato
    - la terza con un uomo e una donna (per ricreare l'ambiente familiare) ...... lei non si presentava, la chiamavamo e diceva "oh scusate mi sono dimenticata"... ho provato a continuare un po' con lui ma poi si è chiusa perchè diceva che dovevo pensare per forza quello che affermava lui, senza portare avanti contraddittorio e esporre i miei pensieri...

    Per questo ora sto cercando altre vie per affrontare il problema e riuscire a crescere. Per questo cerco qualche libro, perchè ormai anche fidarmi della terapia è praticamente impossibile ;(
     
  8. L'avatar di Ultima

    Ultima Ultima è offline JuniorMessaggi 1,111 Membro dal Dec 2020
    Località Italia
    #8

    Predefinito

    Ciao Fox, nel tuo caso, la fonte di problemi principali per la tua vita sentimentale che possono essere legati al tuo passato familiare, più che all'inconscio bisogno di ritrovare delle figure assimilabili ai tuoi genitori, è legata al caso in cui tu sentissi di dover compensare, o comunque cercare nelle relazioni che instauri quanto non hai trovato nella tua famiglia.

    Insomma, Fox: nel caso in cui tu stai cercando di ricostruire un nucleo familiare (e sottolineo il verbo: ri-costruire, non costruire, o almeno non solo costruire), lì ci sono grossi problemi che ti porti dietro. Perchè? In sostanza, Fox, sei una persona che ha un bisogno affettivo maggiore rispetto alla media, e quindi farai più fatica a trovare chi è in grado di darti quello che cerchi.

    Io stesso appartengo a questa categoria, ed ora che ho raggiunto 31 anni, mi sono reso conto perfettamente di tutto ciò, e di quanto incasinata sia la situazione, e sopratutto il perchè di tanto casino e del sostanziale fallimento delle mie aspirazioni.

    Per quanto riguarda la questione sesso ed amore, Fox, possiamo metterla così: non è corretto affermare che amore e sesso sono inversamente proporzionali, ma possiamo affermare con maggiore credibilità che meno il sesso è centrale in una relazione, meno è il tempo che gli viene dedicato nella relazione, e quindi più in generale minore è il sesso che si fa nella relazione.

    Tutto sommato, Fox, sembri anche tu, come molte donne, affette dal problema del principe azzurro: ed il problema principale non è tanto nelle singole caratteristiche, ma nell'insieme complessivo di queste singole caratteristiche. Questo è un esempio: il bell'uomo, con cui il sesso è fantastico, e che ci vuole bene? Il problema non sono le singole caratteristiche, ma il trovarle tutte insieme nella stessa persona. E' possibile trovare, ad es., qualcuno con cui il sesso è fantastico, ma molto probabilmente non ci vorrà bene, o non ci amerà: d'altronde, la regola di cui sopra, meno centrale è il sesso in una relazione, meno se ne fa, consiglia largamente di specializzare le relazioni, e quindi di orientarsi verso pratiche di poliamore.

    Al di là di quelle che possono essere le mie idee sull'argomento, comunque ben note nel forum, il consiglio che si può dare anche a donne non poliamorose, in fase di crivello, come te Fox, è di scegliere una caratteristica di un uomo che risulta prioritaria rispetto alle altre: ovviamente, Fox, in base alla tua situazione ed a come tu giudichi il tuo interesse, conseguentemente ti comporterai.

    Sono personalmente sostenitore di tecniche di crivello per il semplice motivo che, essendo una procedura definita, è possibile chiaramente identificare e migliorare i problemi e le soluzioni che emergono: tieni a mente anche un altro fatto, Fox.

    Tu non crivelli attraverso procedure ben definite, e sei qui, in sostanza, a dire che la pratica di crivello che usi ti sta portando solo uomini che quasi avresti preferito non aver mai incontrato: forse ti conviene implementare qualcosa di più definito in tal senso.
    “Ma fu con ali di tenebra che Ultima diede inizio alla rivolta contro gli dei.
    L'inespressività acquisita in seguito alla caduta denota un animo insondabile."
     
  9. Littlefox Littlefox è offline PrincipianteMessaggi 23 Membro dal Apr 2018 #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ultima Visualizza Messaggio
    Ciao Fox, nel tuo caso, la fonte di problemi ... è legata al caso in cui tu sentissi di dover compensare, o comunque cercare nelle relazioni che instauri quanto non hai trovato nella tua famiglia.

    Tutto sommato, Fox, sembri anche tu, come molte donne, affette dal problema del principe azzurro: ed il problema principale non è tanto nelle singole caratteristiche, ma nell'insieme complessivo di queste singole caratteristiche. Questo è un esempio: il bell'uomo, con cui il sesso è fantastico, e che ci vuole bene? Il problema non sono le singole caratteristiche, ma il trovarle tutte insieme nella stessa persona. E' possibile trovare, ad es., qualcuno con cui il sesso è fantastico, ma molto probabilmente non ci vorrà bene, o non ci amerà: d'altronde, la regola di cui sopra, meno centrale è il sesso in una relazione, meno se ne fa, consiglia largamente di specializzare le relazioni, e quindi di orientarsi verso pratiche di poliamore.

    Tu non crivelli attraverso procedure ben definite, e sei qui, in sostanza, a dire che la pratica di crivello che usi ti sta portando solo uomini che quasi avresti preferito non aver mai incontrato: forse ti conviene implementare qualcosa di più definito in tal senso.
    Ormai credo di essere abbastanza al sicuro dal voler sostituire quello che mi è mancato, il mio desiderio è quello di costruire. Poi ovviamente come dici tu probabilmente sono più bisognosa della media delle persone e trovare la corrispondenza non è facile.

    Non mi trovi invece affatto d'accordo sulla storia del principe azzurro: mi sembra di capire tu sia un maschietto, e questa storia del principe azzurro sta diventando un po' il modo per evitare che i maschetti si diano da fare. Non si tratta di principi azzurri, si tratta di persone per cui valga la pena. Non costruisco e mi dedico ad un rapporto che sia a metà, o ad un terzo del terzo, con qualcuno per cui magari perdi attrazione poco dopo, a patto che ci sia mai esistita, solo perchè la società dice che devo vivere in coppia. Piuttosto resto da sola, nel senso senza relazioni sentimentali, perchè la mia vità è estremamente ricca di altro.
    La poligamia per me non è amore.
    Io sono tutto, e voglio tutto.

    Non mi pento comunque di nessuno dei ragazzi che ho incontrato sul mio percorso: ognuno di loro mi ha lasciato qualcosa, ciascuno di loro è stato migliore di quello precedente. Ciascuno ha avuto un senso nel momento in cui l'ho incontrato: nulla avviene mai per caso e credo questo percorso di miglioramento e progressione mi porterà semplicemente a trovare l'uomo giusto.

    Però vorrei anche io nel frattempo lavorare su me stessa e superare quei meccanismi inconsci che sicuramente mi fanno continuare ad attrarre persone non perfettamente giuste...
    Ultima modifica di Littlefox; 03-10-2021 alle 12:56
     
  10. Melite Melite è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 12,540 Membro dal Oct 2017 #10

    Predefinito

    Io non penso che tu attragga niente, nel senso che le persone sincere, educate, rispettose, eccetera eccetera sono poche, quindi è ovvio che è più facile incontrare persone negative. Le situazioni con gli psicologici che racconti ne sono un esempio lampante, figure che dovrebbero essere professionali che invece si rivelano essere dei ciarlatani. Anche la storia del ricreare l'ambiente familiare con lo psicologo uomo e la psicologa donna, sinceramente mi stranisce alquanto.

    Secondo me devi lavorare per rafforzare la tua autostima, partendo proprio dal cambiare l'assunto dal quale parti, cioè che la tua persona è sbagliata perché attira persone sbagliate.

    Invece è probabile che un tuo inconscio bisogno di amore e di famiglia ti spinga ad avere dei comportamenti che possono per così dire creare nei tuoi partner una sorta di "ansia da prestazione", nel senso che forse potrebbero sentire le aspettative di cui inconsciamente li carichi e reagire allontanandosi o peggio, comportandosi male.

    Ma se tu avrai la forza di bastare a te stessa, se avrai l'autostima, non avrai più "bisogno" di un uomo, così potrai cercarne soltanto la compagnia. E così la relazione si potrà sviluppare su binari più sereni, con tutto il tempo che necessita la nascita e la crescita di un amore. Le passioni dirompenti, o evolvono in qualcosa di più profondo o muoiono subito, e questo vale anche e soprattutto per te, non solo per l'uomo del momento. Datti il tempo per conoscere una persona, prima di avere delle aspettative su di essa, anche se vorrei dire "prima di dare il tuo cuore", ma questo non è possibile.