Padre involontario

Discussione iniziata da Supercalifragilisti il 02-02-2022 - 37 messaggi - 5312 Visite

Like Tree22Likes
  1. Supercalifragilisti Supercalifragilisti è offline PrincipianteMessaggi 11 Membro dal Feb 2022 #1

    Predefinito Padre involontario

    Ciao a tutti,

    Ho 34 anni e dopo 8 mesi di frequentazione con una ragazza poco più grande di me ci siamo ritrovati ad aspettare un bambino. La notizia è stata una bomba per entrambi, ma lei è stata subito dell'avviso di voler proseguire con la gravidanza. Vi risparmio le modalità di concepimento, frutto di una gestione leggera (per non dire idiota) del rischio da parte di entrambi e assolutamente non frutto di inganno.

    Ormai è passato un mese e mezzo dal test di gravidanza e abbiamo già fatto un paio di visite dal ginecologo. E' stato un periodo molto difficile perché io non sono innamorato di lei né programmavo una vita assieme (tantomeno un bambino) e naturalmente ho dovuto metterla al corrente dei miei sentimenti, causandole - inevitabilmente - molto dolore. Abbiamo pianto parecchio assieme, abbiamo anche discusso in maniera accesa e lei mi ha più volte detto che non dovevo sentirmi obbligato a starle accanto, né a fare il padre.

    Fatto sta che non ce l'ho fatta a dirle semplicemente "ciao" e da poco viviamo assieme a casa dei miei con il progetto di cercare un appartamentino in affitto. Io le voglio bene, la considero una brava persona e - nonostante lei mi dica che, nel caso, proseguirebbe da sola - non me la sento affatto di lasciarla sola in un momento come questo. E poi c'è questo figlio/figlia che - voluto o non voluto - nascerà.. sento anche (e forse, direi, soprattutto) un obbligo etico verso di lui/lei.

    Non so perché sto scrivendo questo messaggio, forse voglio solo sfogarmi e spero che ci sia qualcuno o qualcuna che ha passato qualcosa di simile e che possa darmi supporto e consiglio in questo momento, dato che mi sento molto spaventato.

    E poi mi piacerebbe sentire il parere di una donna: cosa scatta nella testa quando si è incinte, tanto da far desiderare di portare avanti una gravidanza anche sapendo che il padre è contrario, non si sente legato alla madre da un sentimento forte e potrebbe - potenzialmente - scomparire?

    Mia sorella - anni fa - scoprendosi in attesa a seguito di un non funzionamento della pillola, dopo aver messo al corrente il suo ragazzo dell'epoca e averne percepito la contrarietà, decise di interrompere. Ora è felicemente sposata (con un altro uomo) e ha una bambina.

    Ok, non tutti la pensano allo stesso modo, ma cosa spinge una donna a preferire il rischio di una vita in solitudine e - soprattutto - di avere un figlio senza padre, alla IVG?

    Cerco un confronto costruttivo con persone mature, quindi - per favore - niente moralismi

    Grazie dell'ascolto.


     
  2. L'avatar di SilentScream

    SilentScream SilentScream è offline Super FriendMessaggi 6,074 Membro dal Dec 2017 #2

    Predefinito

    Beh che siete stati due defi te lo sei già detto da solo...detto questo non so se quanto sto per scrivere possa esserti di qualche utilità, ma ci proviamo.

    Come tu stesso dici, non te la sei sentita di abbandonarla...un altro uomo l'avrebbe potuto fare, allo stesso modo tua sorella se l'è sentita di abortire, la tua "compagna" no...non c'è una regola, per cui non cercare di spiegarti tutto razionalmente.

    Parlo un po' in generale, ma non è necessario un uomo per avere un figlio, nel senso ormai è incinta, che tu ci sia o meno...il bambino resta.
    Se lei ha un lavoro e lo può mantenere... sarà più difficile da sola, ma non impossibile ed evidentemente l'amore per questa creaturina è molto più forte della paura di non avere un compagno accanto.
    So che è diverso per un uomo e non so quanto potrai capirlo, ma è un qualcosa di viscerale...non tutte hanno lo stesso istinto materno, c'è chi si fa prendere dalla paura ecc ...ma se vuoi una cosa, sei convinta e "ami" anche se è difficile non molli.

    Io la vedo così...poi c'è chi non riesce neanche a concepire l'idea di aborto, mentre preferisce l'adozione, ma l'ho visto con un'amica rimasta incinta per una azzata...lui dileguato, lei non se la sentiva di fare la madre, non si sentiva adatta ed era terrorizzata, accompagnata io a buona parte delle visite, convinta di dare una vita migliore al piccolo...beh appena è nato, non ce l'ha fatta...ora ha 4 anni e sono felici, loro due da soli...con l'affetto di nonni, amici ...il padre manda quando si ricorda un assegno.
    Per cui capisci che la logica ad un certo punto va anche a putt

    Quello che vorrei dirti è che puoi fare il padre, senza per forza stare con lei...puoi aiutarla e starle vicino, ma non vorrei che tu poi ti sentissi obbligato e alla fine scoppiassi mollando tutto di punto in bianco.
    Ora immagino che anche un po' per non deludere nessuno, ma fingersi famiglia felice quando non lo si è...beh pensaci bene.
    Lei si è dimostrata forte, anche perché dev'esserlo, ti ha lasciato una scelta...ora non prendere in giro nessuno, cercate di capire come volete costruire questa famiglia, perché se è vero che non la ami, ma la stimi siete legati per via del figlio...ma non vi conoscete, non per spaventarti ulteriormente, ma meglio creare un clima sereno distanti e non stare per forza insieme essendo infelici e urlandosi contro...

    Spero che man mano che la gravidanza proceda, tu possa sentire l'amore verso tuo/a figlio/a ...e non solo il peso della responsabilità.
     
  3. Fraxo Fraxo è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 4,038 Membro dal Nov 2021 #3

    Predefinito

    Un mio amico della mia stessa età è nato così, solo che a quei tempi, i due si sono sposati per colpa di questo dato che, la mentalità stava ancora un po' addietro 40 anni e passa fa. Dopo 25 anni, i due genitori sposati che non si amavano vivevano vite separate e un giorno la madre di lui tentò il suicidio perché non voleva stare sposata con uno che non amava e andava anche a letto con altre. Una cosa è sicura quindi, che il bambino nasca, è sicuramente un fatto felice quello (almeno per me), ma la vostra coppia va abortita, un figlio avvicina di più anche chi si ama e non, ma sarebbe una cosa temporanea. Quando questo mio amico crebbe avendo saputo tutto ciò, si mise insieme alla prima che gli è capitata, fuggì di casa e cadde in depressione sentendosi colpevole di aver rovinato la vita ai propri genitori, ma soprattutto alla madre che tentò il suicidio.
    Ultima modifica di Fraxo; 03-02-2022 alle 11:13
     
  4. L'avatar di rabe

    rabe rabe è offline MasterMessaggi 31,598 Membro dal Aug 2010 #4

    Predefinito

    Quando rimani incinta capisci che non é un organo che si sta ingrossando, ma una vita, una persona distinta da te che sta prendendo forma. Ci vuole coraggio ad abortire, non é una scelta per tutte.
    In più durante la gravidanza siamo piene di ormoni fin sopra le orecchie e ci sentiamo forti e invincibili, cosa che ci permette di portare avanti la gravidanza anche in situazioni avverse.
    Per conto mio, data la situazione hai fatto la scelta giusta. Potete vivere assieme come genitori, così anche tu ti puoi godere i primi anni di tuo figlio che sono semplicemente meravigliosi, e vi potete aiutare.
    Dal mio punto di vista se riuscite a tenere distinto il progetto famiglia da quello di coppia, nulla vi impedisce di fare una vita serena.
    Certo può essere non facile se lei invece per te prova amore, però a mio avviso hai dimostrato onestà e lealtà, due pregi encomiabili, e a lungo termine questo paga.
    LadyKore, Fraxo, Pitonessa and 3 others like this.
    Campionessa
    Megatorneo Panamandiano
    Covid - 19

    Muta il destino lentamente,

    ad un'ora precipita.




    (U.Saba)
     
  5. L'avatar di Avatar64

    Avatar64 Avatar64 è offline Super FriendMessaggi 5,109 Membro dal Jun 2021
    Località Italia
    #5

    Predefinito

    Avete fatto la frittata ed ora ve ne dovete assumere la responsabilità.
    Certo un conto sono i tuoi doveri di padre, altri quelli di dover necessariamente formare una famiglia con una donna, che non ami e che magari inizialmente hai visto solo come un piacevole passatempo.

    Nondimeno puoi essere padre, anche senza essere per forza pure marito.
    L’importante è che il/la nascituro/a senta sempre il tuo amore e che percepisca di essere stato/a desiderato/a e voluto/a.
    Gli uomini a differenza delle donne sentono la paternità in ritardo e generalmente la percepiscono veramente solo quando vedono e prendono in braccio il loro figlio.
    Però, ti assicuro che da allora in poi i tuoi unici pensieri saranno per lui, per proteggerlo e dargli tutto quello che gli potrai dare e fare, persino la vita se fosse necessario.

    Perciò, non ti abbattere, stai vicino alla tua compagna, dopo deciderai se sarà anche la tua compagna di vita oltreché ad essere la madre di tuo figlio, fai di tutto per accogliere la nuova vita al meglio, poiché anche se sconvolgerà la tua, ti renderai conto che non potrai farne più a meno di lui/lei.
    In bocca al lupo 🍀.
    Niente dura per sempre. “Per sempre” è una bugia. Tutto quello che abbiamo è in mezzo a un ciao e un arrivederci.
     
  6. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 14,073 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #6

    Predefinito

    Che tu voglia o meno non conta ormai, rimani il padre e cosi la tua responsabilità verso tuo figlio. Alla legge interessa che il bimbo abbia tutto quello che gli serve e che venga tutelato questo va al di là della tua scelta di lasciarla o meno. O meglio puoi anche lasciarla e avere altre relazioni ma il bambino rimane e cosi l'obbligo di garantirgli il sostenimento necessario da parte tua . Non sei obbligato a rimanerci insieme ma solo a sostenere il bambino , anche lei avrà la responsabilità. Quindi puoi proseguire con la tua vita ma devi tener conto che adesso c'è tuo figlio. Non invidio per niente la tua situazione e sapevate entrambi che poteva succedere, insomma scherzando col fuoco prima o poi ti bruci ma ormai è fatta. Magari lo vuole tenere perché è contraria all'aborto o perché voleva un figlio ed era un forte desiderio complice l'età . È una scelta di lei e noi non abbiamo alcuna voce in capitolo in questi casi
    You could lose your wealth but if you keep the knowledge to rebuild it, in reality is never lost
     
  7. L'avatar di Pitonessa

    Pitonessa Pitonessa è offline MasterMessaggi 33,557 Membro dal Aug 2013 #7

    Predefinito

    cosa prova una donna te lo hanno già spiegato, mi fa strano, che seppur molto semplicisticamente, avresti potuto, a 34 anni capirlo da solo...
    Credo che tu debba prendere decisioni coerenti, lei sicuramente farà fatica, ma la decisione a quanto pare l'ha già presa.. auguro a voi di essere felici, anche se non starete insieme, per il bene del piccolo nascituro
    rabe likes this.
    .........Si vive una volta sola, ma se lo fai bene, una volta sola è abbastanza

    Mae West



    Link nuovo forum

    https://sfrattati.freeforumzone.com/mobile/f/200443/Sfrattati-da-Amando/forum.aspx
     
  8. L'avatar di la-psicolabile

    la-psicolabile la-psicolabile è offline JuniorMessaggi 2,388 Membro dal Dec 2017 #8

    Predefinito

    Ad una certa età bisognerebbe avere la maturità di fare i figli in maniera consapevole , voi non siete stati attenti e adesso tu devi accettare la decisione della tua compagna . Se lei non vuole abortire non puoi costringerla , oltretutto come ha detto già qualcun’altra l’aborto non è una passeggiata ne’ a livello fisico ne’ a livello psicologico . Tu non sei obbligato a occuparti di questo figlio che a quanto pare non vuoi , questo però ti renderebbe a tutti gli effetti un ingrato irresponsabile . Ti posso dire quello che farei io al tuo posto : lascerei questa ragazza che non ami e inizierei a fare la mia vita separatamente da lei ma nel frattempo sarei un padre per questo figlio che poveraccio non ha chiesto lui di nascere . ci sono tanti figli di genitori separati e piuttosto che farlo crescere in una famiglia forzata e finta meglio che vi dividiate la gestione una volta che sarà nato
    Quando sono andato a scuola, mi hanno chiesto cosa volessi diventare da grande. Ho risposto “felice”. Mi dissero che non avevo capito l’esercizio e io risposi che loro non avevano capito la vita.
    (John Lennon)
     
  9. L'avatar di Gigetta89

    Gigetta89 Gigetta89 è offline Super SeniorMessaggi 15,793 Membro dal Nov 2012
    Località Toscana
    #9

    Predefinito

    Se lei ha qualche anno più di te, si trova in un'età critica.
    Ti chiedi cosa possa esserle scattato in testa? Secondo me è molto semplice: un altro uomo lo si trova con relativa facilità, un'altra gravidanza oltre i 35 anni non è così scontato.
    Una donna che desidera un figlio ci pensa mille volte prima di rinunciarci solo in virtù della scarsa convinzione della figura maschile che ha accanto, che a quel punto, spiace dirlo, diventa abbastanza opzionale.

    Anche in virtù di questo, io al tuo posto ci penserei bene prima di metterti a giocare alla bella famigliola felice con lei: non puoi esimerti dal fare il padre, ma la coppia è assolutamente non necessaria e forse per il bambino sarebbe meglio iniziare la propria vita con due genitori già separati che si stimano e rispettano, piuttosto che con due genitori che non si amano costretti in un gioco delle parti senza senso.
    Fraxo likes this.
     
  10. L'avatar di Baal

    Baal Baal è offline JuniorMessaggi 1,624 Membro dal Aug 2019 #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Supercalifragilisti Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,

    Ho 34 anni e dopo 8 mesi di frequentazione con una ragazza poco più grande di me ci siamo ritrovati ad aspettare un bambino. La notizia è stata una bomba per entrambi, ma lei è stata subito dell'avviso di voler proseguire con la gravidanza.
    Ne parli come se tu non avessi voce in capitolo. Hai fatto presente da subito la tua contrarietà o hai aspettato fino a gravidanza inoltrata?
    Un figlio si concepisce e, idealmente, si cresce in due, quindi la decisione se averlo o no è anche del padre. Se lei vuole assolutamente tenerlo, contro la tua volontà, allora è giusto che lo cresca da sola.
    Restando ti sei reso vittima delle circostanze. Secondo me lo rimpiangerai amaramente, ma ti auguro buona fortuna.
    Il mito del gender wage gap: https://forum.amando.it/mito-gender-wage-gap-147666/