Pago io o paghi tu? Osservazioni. - Pagina 18

Discussione iniziata da EUFROSINE86 il 02-09-2012 - 595 messaggi - 24370 Visite

Like Tree579Likes
  1. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 9,301 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #171

    Predefinito

    Hafsa, se io conosco e frequento una donna da qualche mese certo che posso farle un regalo, a quel punto non saremmo più sconosciuti, certo non la conosco al 100% ma neanche dopo anni di matrimonio conosci una persona o tutti i suoi lati. Ma per la cena aspettare mesi lo trovo un pochino esagerato, tra l'altro non è che devi spendere chissà quale cifra e quindi non ha senso dire sfruttatrice. Poi se capita il caso umano che pretende il ristorante dell'hotel cinque stelle, sinceramente sto alla larga da tipe simili e probabilmente neanche si uscirebbe e smetteremmo di frequentarci, un uomo dovrebbe essere molto ingenuo per assecondarla e non accorgersi che in quel caso qualcosa non va.


    Siamo, infatti, nati per la cooperazione, come i piedi, le mani, le palpebre, i denti in fila sopra e sotto. L’agire gli uni contro gli altri è dunque contro natura, ed è agire siffatto lo scontrarsi e il detestarsi.
     
  2. Hafsa Hafsa è offline FriendMessaggi 3,967 Membro dal Oct 2015 #172

    Predefinito

    Oddio ti sei fissato con questa storia dei mesi.
    Ho sparato a caso, era per dire dopo un po' di tempo che ci si relaziona e non si è più estranei, non farne un termine tassativo di 3 mesi e 10 giorni.
    Per me non è una questione di soldi, che siano 10 o 100 euro mi infastidisce proprio il concetto, che venga considerato un dovere maschile... anzi, a quel punto, se uno vuole fare lo sbo rone e sceglie come location del primo appuntamento il megaristorante, gli sta pure bene di essere spennato.
    Melite, Hurrem and Gigetta89 like this.

     
  3. natopervincere natopervincere è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 9,411 Membro dal Sep 2011 #173

    Predefinito

    Sinceramente penso che questo modo di vedere le cose avvalli tutti i discorsi che fanno gli uomini su come le donne vorrebbero pari diritti continuando però a mantenere antichi privilegi, e facciano quindi perdere di credibilità alla causa dell'equità: se c'è un disequilibrio nell'ambito lavorativo o nella cura della casa, che ci si impegni per intervenire su quello piuttosto che considerare una compensazione il primo appuntamento offerto.
    Questo è il succo del discorso, non credo che siano i 50 o 100 euro di una cena.

    Il discorso verte sulla parità.
    Un tempo non esisteva questa parità e quindi l'uomo comandava e decideva. Essendo in quella società l'uomo considerato superiore alla donna, doveva anche occuparsi di mantenerla, da qui nascono alcune consuetudini del galateo tra cui l'offrire la cena.

    In Germania, Danimarca, Svezia e in generale in tutti quei paesi in cui la donna è maggiormente emancipata, non esiste "l'offrire una cena, un aperitivo".
    Ognuno paga per sé, è considerato normale e un uomo viene visto in modo negativo se offre.

    Quelle donne che vogliono che l'uomo offra, sostanzialmente sono egoiste, il loro modo di ragionare è questo: "un uomo DEVE fare qualcosa per me".
    Ultima modifica di natopervincere; 17-02-2021 alle 18:53
     
  4. rob221 rob221 è offline JuniorMessaggi 1,890 Membro dal Jun 2020 #174

    Predefinito

    Da un gesto di gentilezza si ricava sempre un guadagno, che è il piacere di averlo di fatto.
    Rispettare le norme di buona educazione viene normalmente considerato un modo di dare agli altri il meglio di sé, offrendo cura e attenzione. Parlare di "ingraziarsi" gli altri è proprio fuori luogo e travisa del tutto il senso di ciò che ho scritto. Cercare di rendersi piacevoli non è un sotterfugio per ottenere qualcosa, ma, appunto, un modo di rendere anche il tempo e l'esperienza degli altri piacevole.
     
  5. natopervincere natopervincere è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 9,411 Membro dal Sep 2011 #175

    Predefinito

    Da un gesto di gentilezza si ricava sempre un guadagno, che è il piacere di averlo di fatto.
    No, non si paga ad una donna una cena per gentilezza.
    Gigetta89 likes this.
     
  6. L'avatar di francesco983

    francesco983 francesco983 è offline FriendMessaggi 3,093 Membro dal Oct 2019
    Località Italia
    #176

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mieleditiglio Visualizza Messaggio
    @fra perchè dici che sminuisco? non capisco... ti sto dando ragione! mica difendo chi si fa mantenere dal fidanzato. se in giro ci sono donne che lo pensano prendo le distanze. dico solo che per me un "lascia stare, ci penso io" suona molto come un "queste due ore con te sono state piacevoli e faccio quello che posso fare perchè ricapiti".
    tra l'altro se un uomo mi porta a mangiare una pizza, sapendo che potrebbe offrirsi di pagare per me, prendo sempre margherita e acqua. garantisco che nelle poche relazioni che ho avuto non ci ho mai guadagnato, anzi...
    Ho risposto nel post 158 andando in moderazione.

    Comunque si ovvio che ogni cosa é buona o meno buona, bisogna capire nel dettaglio di cosa si sta parlando.
    C’è chi vede gentilezza dietro il gesto, e chi pretende che gli venga offerto di tutto ed a costi elevati.
    Nel primo caso ci può stare, nel secondo scappo via.
    Poi c’è anche l’uomo che per qualche ragione preferisce o almeno dice di preferire di pagare tutto lui.
    Bisogna vedere quali sono le sue motivazioni, non é detto siano così candide.
    Che poi la prendete troppo sul personale io non posso sapere cosa hai fatto o faresti tu o Melite, dico che in genere é un comportamento diffuso. Non di rado a livelli secondo me davvero fastidiosi.
     
  7. L'avatar di Marcioindanimarca

    Marcioindanimarca Marcioindanimarca è offline JuniorMessaggi 2,088 Membro dal Mar 2017 #177

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cecinestpasunepipe Visualizza Messaggio
    Mi sembra di capire che lo scambio implicito sia: lei spende soldi per farsi bella per piacergli, lui spende soldi per offrirle la cena e piacerle.
    Eppure non credo che lei si faccia bella per piacergli, lei si fa bella per sentirsi a posto con se stessa e più sicura. Altrimenti uscendo anche con amiche e amici non dovrebbe aggiustarsi e farsi bella. Insomma, insicurezze sue.
    Lui invece paga la cena proprio per lei, ma forse anche lui paga per altri motivi che hanno a che fare con le sue insicurezze: la paura di dare un'immagine da tirchio nel ristorante. Tutti sanno che è anacronistico, ma l'immagine da tirchio resta.
    Insomma, le insicurezze si pagano.
    A parte questo, non capiro` mai la recitina del corteggiamento. Si mostra una versione migliore, falsata e temporanea di sé, per convincere l'altro ad acquistare il prodotto.
    Io non ho scritto questo... Ho scritto che in queste situazioni la parità non c'entra nulla, e se pure volessimo metterla da un punto di vista di parità, così come per le donne ci si aspettano certe cose, per l'uomo ci si aspetta di pagare. Sono ingiuste entrambe, ma dato che noi ne siamo sottoposte, a questo punto non capisco perché un sesso debba esserne esente "per parità", mentre l'altro no. Per la ceretta e il parrucchiere: anche se una lo fa per se stessa, chi lo ha scritto che per stare bene con se stessa ci siano tutte queste procedure che si danno per scontate si facciano? È un obbligo sociale che sottintende che dalla donna ci si aspetta che sia truccata, depilata, con i capelli tinti se ha i capelli bianchi e altre cose che all'uomo non si applicano se non è lui a volerlo fare. Per chi vuole ridicolizzare il mio ragionamento, è ovvio che non è solo la ceretta e il parrucchiere (magari), ma sono una moltitudine di situazioni, di cui alcune pure gravi, che l'uomo non affronta e non affronterebbe mai durante la vita solo perché è nato uomo. Non ho mai sentito di uomini che debbano spendere per il taxi dopo un'uscita di notte per non essere molestati per strada, le donne devono farlo sempre. Così come l'uomo non ha alcun problema a lavoro qualora volesse avere figli, mentre per le donne spesso non è così.
    Quindi parità di cosa? Mi pare che venga cacciata solo quando faccia comodo.
    Poi, ripeto, io in passato la pensavo diversamente, dicevo "che sarà mai se un uomo non offre" e queste cose che dite pure voi. Però poi ho visto SEMPRE confermato quello che generalmente per convenzione si pensa, cioè se uno non paga è tirchio o non ha i soldi per farlo, o ancora non gli interessi.
    Poi a quanto pare molte donne non la pensano come me, quindi quelli che non vogliono pagare non avranno paura di rimanere soli: basta scegliersi. Evidentemente non litigheremo mai per lo stesso uomo
    rob221 likes this.
    "We walk through ourselves, meeting robbers, ghosts, giants, old men, young men, wives, widows, brothers-in-love. But always meeting ourselves." J.J.
     
  8. mieleditiglio mieleditiglio è offline ApprendistaMessaggi 394 Membro dal Apr 2020 #178

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hafsa Visualizza Messaggio
    Non ho detto che mi offendo, ho detto che mi infastidirebbe, è diverso.
    Poiché a me, più che le azioni, interessano le intenzioni con cui si agisce, l'elemento di fastidio non è tanto il gesto in sé ma quello che c'è dietro, quello che lo muove.
    In questo caso tu chiami gentilezza quello che per me gentilezza non è. Imo la gentilezza per essere tale deve essere disinteressata e/o nata da affetto per colui al quale la si rivolge: non ci vedo niente di gentile nell'offrire perché "si fa così", per fare bella figura, perché altrimenti si ridurrebbero all'1% le possibilità di avere un secondo appuntamento e quindi per aumentare le chance di arrivare all'obiettivo.. non è un'azione che nasce spontanea, è un'automatismo a cui non si dà peso nel migliore dei casi, e un calcolo/un compromesso a cui si scende per un "bene" più grande nel peggiore, ragion per cui è un gesto che per me non ha nessun valore.
    Scusami, non ho capito un passaggio. Se quello che conta è l'intenzione di aumentare le probabilità di successo, non ti fa piacere? Cioè, per te il fatto che un uomo manifesti il desiderio di vederti ancora non è un complimento nei tuoi confronti?
    Minsc likes this.
     
  9. mieleditiglio mieleditiglio è offline ApprendistaMessaggi 394 Membro dal Apr 2020 #179

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da natopervincere Visualizza Messaggio
    La protezione si da a chi è inferiore.
    No, la protezione si dà a chi si ama ed è prezioso per noi...
     
  10. mieleditiglio mieleditiglio è offline ApprendistaMessaggi 394 Membro dal Apr 2020 #180

    Predefinito

    Io comunque sono dell'idea che i rapporti umani, anche di amicizia o parentela, abbiano senso di esistere solo se ci sono reciproche manifestazioni di interesse, che possono essere di varia natura. Per qualcuno offrire una cena può essere un peso, può essere qualcosa che si sente di dover fare solo per obbligo sociale. Mi chiedo, sul lungo periodo, se persone del genere siano in grado di sostenere i sacrifici ben superiori necessari per portare avanti una relazione. Uno che si fa problemi ad offrirmi una pizza se un domani dovesse succedermi qualcosa sarebbe disposto a farsi le notti in ospedale per stare con me? Ovvio, non si può capire dal primo appuntamento, ma chi ben inizia...
    Tante abitudini nascono da convenzioni sociali. Se io vado a casa di amici non ci vado a mani vuote. Non è un obbligo di legge, ma a me portare una bottiglia di vino non mi getta in povertà e sono certa che faccia piacere. Se nevica e mi spalo il mio vialetto spalo anche quello della vicina anziana. Non è che siccome c'è la parità dei diritti non posso fare una gentilezza a chi mi sta attorno, né mi aspetto che alla prossima nevicata lei ricambi, visto che è anziana. Fare i regali a natale è una convenzione. Ho un collega che ha sempre detto di non fare regali, nemmeno alla moglie ed al figlio "perché non mi piace dover comprare qualcosa solo perché è natale, se a marzo mi capita di vedere qualcosa in vetrina che so che piace/serve allora faccio la sorpresa". Tutto logico, ma francamente penso che le due cose non siano in contrapposizione, si possono fare entrambe. Fare un pensierino a natale alla moglie, che sia anche solo il suo mascara preferito, è un gesto che male non fa.
    Sul fatto di offrire sempre, bisogna vedere in che contesto siamo. Se due fidanzati si vedono SOLO il sabato per aperitivo, cena di pesce e cinema e se ne fanno per 100 euro a testa e paga sempre lui lei è una scroccona. Se due fidanzati escono il sabato per una pizza (15/20€ a testa?!) che paga sempre lui, ma gli altri 6 giorni della settimana lui va a cena a casa di lei, che se fosse da sola mangerebbe due foglie di insalata o uno yogurt e invece per lui fa la spesa e cucina carne/pesce e contorno, allora è ben diverso.
    Minsc, rob221 and IsoldaCoeurDAnge like this.