Pago io o paghi tu? Osservazioni. - Pagina 23

Discussione iniziata da EUFROSINE86 il 02-09-2012 - 595 messaggi - 23867 Visite

Like Tree579Likes
  1. rob221 rob221 è offline JuniorMessaggi 1,784 Membro dal Jun 2020 #221

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Baal Visualizza Messaggio
    Voi state dando per scontato che uno che non vuole offrire lo faccia necessariamente per risparmiare soldi, quindi lo definite tirchio ed egoista. A me, però, sembra che chi si oppone a tale consuetudine non lo faccia in nome del risparmio di denaro, ma per una questione di principio. Quindi, in questo caso, la vostra equazione "non offre la cena = tirchio che sarà egoista per tutte le altre cose della vita" non è corretta.
    Io non lo penso, non penso che sia necessariamente tirchio. Rimarrei sorpresa se un uomo mi invitasse a cena e mi facesse pagare, certamente, ma so che le ragioni possono essere svariate.
    Una potrebbe essere quella che dici tu, ma un uomo che ci tiene di più ad affermare sé stesso e le proprie incrollabili convinzioni che a fare qualcosa che mi fa piacere o aderire a norme socialmente accettate, mi sembra un uomo un po' "difficile". Me lo immagino che poi si rifiuta di accompagnarmi a trovare i miei genitori, perché il tempo è suo e ne fa ciò che vuole lui e basta e così via per ogni cosa.
    Si può avere una relazione anche con chi ha un ego un po' forte e ne può valere la pena, certamente, ma certamente è in salita.


     
  2. Hafsa Hafsa è offline FriendMessaggi 3,967 Membro dal Oct 2015 #222

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da rob221 Visualizza Messaggio
    Da un gesto di gentilezza si ricava sempre un guadagno, che è il piacere di averlo di fatto.
    Hai ragione, essere gentile fa stare bene in primis chi lo è, non puoi non ammettere, però, che sono completamente diverse le implicazioni e le ragioni che spingono me a lascare il posto all'anziano traballante, rispetto a quelle di Tizio che al primo appuntamento paga la cena a Tizia.. per quale motivo questo tipo di "gentilezza" è circoscritta agli appuntamenti a due, perché non dovrebbe venire automatico e spontaneo, allora, offrire il pranzo alla collega 60enne in pausa al lavoro?!
    Se io sono abituata a lasciare il posto alla cassa a chi dietro di me ha due cose mentre io ho il carrello pieno, lo faccio con chiunque, mica solo con i bei ragazzi o con quelli che mi stanno simpatici, se uno considera una gentilezza dovuta l'offrire ad una donna, dovrebbe farlo con tutte, amiche, parenti, conoscenti, non solo con quella che gli piace, altrimenti il movente non è la gentilezza per sé, ma appunto la necessità di "farsi bello" agli occhi di una persona.

    Citazione Originariamente Scritto da rob221 Visualizza Messaggio
    Rispettare le norme di buona educazione viene normalmente considerato un modo di dare agli altri il meglio di sé, offrendo cura e attenzione.
    Il punto è che io trovo sbagliatissimo considerare una "norma di buona educazione" il fatto che spetti all'uomo l'onere di offrire, perché per me la cura e l'attenzione non si dimostrano in questa maniera, non a persone sconosciute.
    Così come non capisco perché sia compito dell'uomo rendere piacevole l'esperienza alla donna in questo modo e non valga il viceversa.
    Non penso, poi, il termine che ho usato sia fuori luogo, penso anzi che in un appuntamento se l'uomo offre è esattamente perché spera di entrare nelle grazie di quella con cui sta (e infatti è stato detto che se nel mentre si accorge che la sua accompagnatrice non gli piace, e quindi non gli interessa più che quella sia a sua volta attratta, può anche evitare di pagare.. con buona pace dell'educazione e del galateo).
    Hurrem, sandorprimo and Gigetta89 like this.

     
  3. michelino123 michelino123 è offline JuniorMessaggi 1,781 Membro dal May 2019 #223

    Predefinito

    Me lo immagino che poi si rifiuta di accompagnarmi a trovare i miei genitori, perché il tempo è suo e ne fa ciò che vuole lui e basta e così via per ogni cosa.
    Prima è stato detto che chi non offre, non sta accanto alla compagna che sta in ospedale.
    Ora è stato detto che chi non offre non accompagna il partner dai genitori.
    Avete una statistica anche sui tradimenti?
    Magari avete scoperto che chi non paga, tradisce di piú.

    Posso fare lo stesso ragionamento su chi non la dà la prima sera?
    Allora io sostengo che la donna che non la dà la prima sera è egoista perchè non vuole fare un atto di generosità che non le costa nulla. Quindi sarà egoista in tutto nella vita di coppia.
    Magari quando avrò un problema serio, lei srinuncerà ad aiutarmi e io lo prevedo dal fatto che non la dà con facilità.

    Vi sta bene come ragionamento?
    Hurrem likes this.
     
  4. rob221 rob221 è offline JuniorMessaggi 1,784 Membro dal Jun 2020 #224

    Predefinito

    @Hafsa, a mia discolpa posso dire che mai, ma proprio mai un collega o un amico uomo mi ha invitato a pranzo o a bere un caffè senza offrire e nessuno mi ha mai chiesto nulla di sentimentale/sessuale o ha mostrato mire del genere.
    Ovviamente nei pranzi con più colleghi, in cui non c'è un "invito", si fa alla romana.
    A questo punto, è una questione generazionale. Frequentando uomini di circa 50 anni, sono abituati all'antica.
    Hafsa likes this.
     
  5. Hafsa Hafsa è offline FriendMessaggi 3,967 Membro dal Oct 2015 #225

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Marcioindanimarca Visualizza Messaggio
    Per chi vuole ridicolizzare il mio ragionamento, è ovvio che non è solo la ceretta e il parrucchiere(magari), ma sono una moltitudine di situazioni, di cui alcune pure gravi, che l'uomo non affronta e non affronterebbe mai durante la vita solo perché è nato uomo.
    Non volevo ridicolizzarlo, è che secondo me è sbagliato il discorso che fai, il mettere cioè in relazione gli svantaggi dell'essere donna e il vantaggio di vedersi offrire le cose: sono argomenti diversi che non c'entrano niente l'uno con l'altro.
    Se degli svantaggi ci sono bisognerebbe impegnarsi per risolvere quelli, non accettarli usando alcuni privilegi come contropartita.. anche perché non bastano tutte le cene del mondo a risarcire il fatto di non poter sentirsi sicure a girare la sera.
    Due cose sbagliate non ne fanno una giusta, per me.

    Citazione Originariamente Scritto da Marcioindanimarca Visualizza Messaggio
    non si fa problemi a rendere felice la persona con cui sta accanto anche se nessuna legge scritta lo obbliga a fare i pensierini al compleanno, portarle qualcosa quando è giù di morale, accompagnarla sotto casa e tutte le altre gentilezze che a lungo andare fanno la differenza. Vedi, pure queste cose possono essere inquadrate con "azioni che si fanno solo per piacere a una donna". Io con uno che scandisce i ritmi di una relazione col "non sono tenuto a farlo" non ci starei
    Questo è una discorso diverso: è ovvio che quando due si frequentano queste attenzioni ci devono essere, perché tra i due c'è un qualche tipo di legame, ma non c'entra nulla con il primo approccio, quando l'uno è nessuno per l'altro.
    Un conto è la relazione, un altro l'inizio di una conoscenza: ci sono implicazioni sentimentali diversissime, come fate a metterle sullo stesso piano?!

    Citazione Originariamente Scritto da natopervincere Visualizza Messaggio
    Se le donne hanno bisogno di protezione da parte degli uomini allora andrebbe rivisto il concetto di parità.
    Questo però non è vero e non penso c'entri.
    Pure io vorrei percepire un senso di protezione dall'uomo con cui sto, è una cosa a cui terrei molto, solo che lo cercherei nelle dinamiche di una relazione e non in quelle di una conoscenza e non penso si esplichi in azioni tipo l'offrire ma in altro.

    Citazione Originariamente Scritto da Minsc Visualizza Messaggio
    di certo non aspetto anni per fare un regalo se ad una persona mi sono affezionato e stessa cosa per una cena
    Ti affezioni dopo 2 ore?
    Io no e non prendo molto sul serio chi lo fa.
    Hurrem and Gigetta89 like this.

     
  6. Hafsa Hafsa è offline FriendMessaggi 3,967 Membro dal Oct 2015 #226

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mieleditiglio Visualizza Messaggio
    Se quello che conta è l'intenzione di aumentare le probabilità di successo, non ti fa piacere? Cioè, per te il fatto che un uomo manifesti il desiderio di vederti ancora non è un complimento nei tuoi confronti?
    Non mi farebbe piacere che uno si comportasse in una maniera diversa da quello che spontaneamente sarebbe se non pensasse di rischiare di giocarsi la seconda uscita.
    Il desiderio di vedermi ancora un uomo me lo può manifestare chiedendomi di vederci ancora, non è necessario che mi offra niente, non è questo il tipo di dimostrazioni che mi interessa.
    Se qualcuno mi offrisse qualcosa, vorrei sapere che questo fosse un gesto spontaneo, fine a se stesso, non fatto perché la società dice che è bene farlo e per fare bella figura, ma non sentito davvero.
    Ripeto, quasi tutti offrono (tranne i pochi che sono in grado di non piegare i propri principi alla necessità di avere relazioni), ma molti, pur offrendo, lo ritengono ingiusto: non vorrei mai accanto a me un uomo che paga perché è forzato a farlo, mi infastidirebbe essere considerata un tipo di donna che non sono, per questo, nel dubbio, preferirei che all'inizio non offrisse proprio e che iniziasse a farlo solo quando il motore è la volontà di far felice una persona a cui tiene, non la speranza di conquistarmi (perché tanto quello l'ha già fatto).
    Forse non riesco a spiegarmi molto bene, sono un po' contorta, ma come dicevo per me il punto non è mai tanto l'azione di per sé, quanto piuttosto cosa c'è dietro a quella determinata azione, cosa la muove, qual è la vera intenzione.
    Faccio second guess di secondo nome.

    In un post facevi un parallelismo tra chi non offre alla prima uscita e chi poi si dimostra poco supportivo e poco attento nella relazione, ecco, pur essendo per me un salto logico completamente illogico, senza volerlo hai c'entrato il punto della questione.
    Il punto è che proprio in virtù del fatto che per quest'uomo sono un'estranea, non trovo ragioni per questo tipo di dimostrazioni, dimostrazioni che, invece, diventano essenziali nel momento in cui smetto di essere una conoscenza random.
    Cioè non vorrei un uomo che, da sconosciuta, mi trattasse per prassi e usanza come fossi speciale e importante, ma vorrei uno che mi dimostrasse quanto lo sono per lui solo nel momento in cui davvero dovessi diventarlo.
    Hurrem and Gigetta89 like this.

     
  7. mieleditiglio mieleditiglio è online ApprendistaMessaggi 384 Membro dal Apr 2020 #227

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Baal Visualizza Messaggio
    Seguendo questo principio, allora potrebbe benissimo offrire la donna. Altrimenti io potrei pensare di non valere la pena.
    hai ragione, ma io non ho mai invitato a cena un uomo.
    Melite likes this.
     
  8. mieleditiglio mieleditiglio è online ApprendistaMessaggi 384 Membro dal Apr 2020 #228

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hafsa Visualizza Messaggio
    Cioè non vorrei un uomo che, da sconosciuta, mi trattasse per prassi e usanza come fossi speciale e importante, ma vorrei uno che mi dimostrasse quanto lo sono per lui solo nel momento in cui davvero dovessi diventarlo.
    penso di aver afferrato. ecco, io parto dal presupposto (magari è una mia fantasia) che un uomo non chieda a chiunque di uscire.
    secondo quello che dici tu è come se due persone partecipassero ad uno speed date del tutto casuale, dove ti bevi qualcosa con chi capita.
    io invece spero che, anche se non si può parlare di affetto/stima/sentimenti, se un uomo chiede a me di uscire è perchè ha voglia di conoscere meglio ME per un qualche motivo.
    ad esempio l'anno scorso, mi ero lasciata da poco e mi ero iscritta ad un corso dove ho conosciuto una decina di persone nuove. uno di questi ragazzi dopo due o tre lezioni in cui avevamo parlato, riso e scherzato in gruppo mi ha accompagnata alla macchina e mi ha detto delle parole molto belle, mi ha detto qualcosa del tipo "sai, sono solo da tanto ed era da un po' che non sentivo la voglia di conoscere delle donne ma tu mi hai colpito davvero tanto, mi farebbe piacere invitarti a cena e passare del tempo solo noi due". il gesto di offrirmi la pizza per me è stato semplicemente molto coerente con le sue parole.
    oggi siamo ottimi amici e, covid permettendo, quando ci vediamo a volte paga lui e a volte pago io. hai ragione a dire che è una prassi, ma è una prassi che si verifica quando comunque c'è un interesse, e l'interesse può esistere anche se non ci si conosce bene.
    poi oh, il mondo è bello perchè è vario.
    Marcioindanimarca likes this.
     
  9. natopervincere natopervincere è offline BannedMessaggi 9,411 Membro dal Sep 2011 #229

    Predefinito

    Io se invito offro e lo faccio con tutti,dai parenti alle amiche o uomini,non esiste che lo faccia con uno perché ho interesse e voglio che sia reciproco,specialmente se si parla di affari di cuore.
    Ma tu sei perfetta Isolda,
    sei una donna dalle mille virtù.
    Mi piace sempre molto quando dici: “IO...IO...IO”.

    Non hai nessun difetto, sempre e solo pregi.
     
  10. natopervincere natopervincere è offline BannedMessaggi 9,411 Membro dal Sep 2011 #230

    Predefinito

    Ammetto...quando sento una donna dire che un uomo DEVE essere generoso e DEVE offrire, mi assale una specie di avarizia che non mi permette di aprire il portafogli.

    Deve essere una forma allergica.