Pago io o paghi tu? Osservazioni. - Pagina 40

Discussione iniziata da EUFROSINE86 il 02-09-2012 - 595 messaggi - 24330 Visite

Like Tree579Likes
  1. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 9,254 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #391

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mieleditiglio Visualizza Messaggio
    ma certo minsc, un conto è conoscerli, un conto è vederli 3/4/5 volte a settimana per anni. parlo proprio di frequentarli. lo si fa, se no si creano problemi tra il partner e la famiglia d'origine, ma io preferisco frequentare i miei amici.. era solo un esempio, visto che è stato detto che offrire è frutto di una convenzione, addirittura che se non si offre la tipa non te la dà... era solo per dire che tanti gesti si compiono non perchè non vediamo l'ora, solo per far piacere all'altro. per godere di un piacere riflesso, in un certo senso.
    Non è vero. Se si taglia il conto in due non significa che si viene scartati. Se fai pagare solo la donna scusa ma è normale che l'uomo viene liquidato


    Siamo, infatti, nati per la cooperazione, come i piedi, le mani, le palpebre, i denti in fila sopra e sotto. L’agire gli uni contro gli altri è dunque contro natura, ed è agire siffatto lo scontrarsi e il detestarsi.
     
  2. mieleditiglio mieleditiglio è offline ApprendistaMessaggi 394 Membro dal Apr 2020 #392

    Predefinito

    mah, io come melite non ricordo chissà quante cene di lusso offerte, certo, non ho avuto nemmeno questa gran quantità di primi appuntamenti... francesco e michelino parlano chiaramente di situazioni che esistono ma che secondo me sono un po' limite, la tipa che pretende di essere spesata a vita, e sinceramente la metto sullo stesso piano degli uomini che ti impongono la madre ogni giorno. non tutti lo fanno, ma esistono. è vero che la normalità dovrebbe essere che una volta si va al mare e una in montagna, una volta dai suoceri e una dai genitori, però poi non sempre è così, c'è sempre nella coppia quello più forte che prevarica l'altro. ad esempio io il mare l'ho visto pochissimo perchè al mio ex non andava e faceva sempre storie, io non facevo tutte ste storie per andare dove voleva lui. io non ho i genitori e per un periodo abbiamo addirittura vissuto insieme ai suoi. abbiamo passato ogni ricorrenza insieme a loro, quando magari io avrei preferito farmi una settimana in kenia a natale. alla fine anche offrire all'inizio della relazione può essere un compromesso: se ad esempio ad un uomo piace da morire una donna si gioca tutte le carte che può per corteggiarla. in cambio si ricava l'opportunità di creare un legame con la donna che ti interessa. in un mondo ideale, o in un film romantico, lei ricambierebbe lo stesso interesse, ma nella vita reale non è quasi mai così. magari lui è un uomo mediocre e lei è molto bella. a lei piace un altro ma non è ricambiata e magari accetta di conoscere il ragazzo in questione. le relazioni sono quasi sempre frutto di compromessi, c'è sempre uno più innamorato dell'altro, che ha corteggiato, e l'altro si è fatto corteggiare. per dire, io già so che tanto l'uomo che piace davvero a me non lo posso avere. allora mi "accontento" di uscire e provare a conoscere altre persone. se in quell'occasione non vengo nemmeno trattata come desidero non trovo più alcuna motivazione per portare avanti la conoscenza.
    Minsc likes this.
     
  3. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 9,254 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #393

    Predefinito

    Non puoi saperlo, se uno ti piace provarci non hai nulla da perdere, almeno ci hai provato e magari lui ricambia e vede in te ciò che cerca
    Siamo, infatti, nati per la cooperazione, come i piedi, le mani, le palpebre, i denti in fila sopra e sotto. L’agire gli uni contro gli altri è dunque contro natura, ed è agire siffatto lo scontrarsi e il detestarsi.
     
  4. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 10,432 Membro dal Oct 2017 #394

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mieleditiglio Visualizza Messaggio
    è vero che la normalità dovrebbe essere che una volta si va al mare e una in montagna, una volta dai suoceri e una dai genitori, però poi non sempre è così, c'è sempre nella coppia quello più forte che prevarica l'altro.
    Però queste situazioni squilibrate, seppur saranno frequenti, non possono essere prese ad esempio se parliamo proprio di come dovrebbe essere un rapporto nella normalità.
    La norma è che, laddove cede uno, da un'altra parte cede quell'altro, e così si mantiene un equilibrio.

    Citazione Originariamente Scritto da mieleditiglio Visualizza Messaggio
    alla fine anche offrire all'inizio della relazione può essere un compromesso: se ad esempio ad un uomo piace da morire una donna si gioca tutte le carte che può per corteggiarla. in cambio si ricava l'opportunità di creare un legame con la donna che ti interessa.
    Secondo me non c'è niente di più sbagliato che pensare di poter creare un legame con una donna semplicemente perché le si è pagato un cocktail, o una cena, o quel che l'è. E' ovvio che qui il problema è proprio alla base del ragionamento, di fare qualcosa per ottenerne un'altra. Siccome i legami si creano con il tempo, con la costanza e la dedizione, l'offrire qualcosa può essere soltanto un mezzo per dimostrare questa dedizione, ma non può essere di per sé stessa la dimostrazione. Per questo dico che per me l'offrire è un gesto puramente simbolico, mi dimostra la premura, non la convenzione. Il corteggiamento è ben altro.

    Citazione Originariamente Scritto da mieleditiglio Visualizza Messaggio
    a lei piace un altro ma non è ricambiata e magari accetta di conoscere il ragazzo in questione. le relazioni sono quasi sempre frutto di compromessi, c'è sempre uno più innamorato dell'altro, che ha corteggiato, e l'altro si è fatto corteggiare. per dire, io già so che tanto l'uomo che piace davvero a me non lo posso avere. allora mi "accontento" di uscire e provare a conoscere altre persone. se in quell'occasione non vengo nemmeno trattata come desidero non trovo più alcuna motivazione per portare avanti la conoscenza.
    Ecco, queste situazioni mi lasciano particolarmente l'amaro in bocca. Quella che tu descrivi non è una situazione di compromesso, ma di ripiego. E grazie al ca22o che allora c'è sempre uno più innamorato dell'altro, se la donna in questo caso è uscita con l'uomo solo perché non poteva avere quello che piaceva a lei In quel caso, anche se la donna venisse trattata benissimo, resterebbe con l'uomo solo per soddisfare il suo bisogno di essere trattata benissimo, ma lei in cambio non darebbe nulla in termini affettivi. Dunque probabilmente è meglio che la conoscenza non prosegua, anche se significa far fare all'uomo la parte dello st.

    Io penso che, prima di uscire con qualcuno, una donna (ma anche un uomo) dovrebbe essere ben sicura di avere un interesse, che poi ovviamente potrà trovare o meno conferma, ma almeno si pongono delle basi concrete. Per tornare al discorso dei soldi, è chiaro che, se una donna accetta di uscire tanto per far qualcosa, ed accetta una consumazione offerta, è un po' parachiula.
    Minsc and francesco983 like this.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  5. mieleditiglio mieleditiglio è offline ApprendistaMessaggi 394 Membro dal Apr 2020 #395

    Predefinito

    hai ragione melite, il punto non è come dovrebbe essere il mondo ma come è concretamente. la maggior parte della gente che conosco è in coppia, per me il 99% sono situazioni di ripiego. non significa essere necessariamente infelici. non ci si innamora seriamente ogni tre per due. ci si può innamorare una, due, esageriamo, tre volte nella vita. statisticamente è poco probabile essere ricambiati o che aldilà dei sentimenti la relazione prosegua. conosco persone che hanno avute decine di relazioni, di sicuro non erano innamorate o ugualmente coinvolte con tutti. solo che ad un certo punto tanti hanno voglia di famiglia e si prendono una persona compatibile, e con compatibile intendo che soddisfa le aspettative che si hanno in un partner. se mi devo scegliere un uomo con cui mettere su famiglia pretendo almeno che sia gentile, accomodante, affidabile e generoso. mi deve far star bene e anche un po' coccolarmi. credo sia un ragionamento diffuso, perchè se si uscisse o si avessero relazioni solo con chi ci fa battere il cuore credo che la quasi totalità delle persone sarebbero single.
    Minsc likes this.
     
  6. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 10,432 Membro dal Oct 2017 #396

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mieleditiglio Visualizza Messaggio
    il punto non è come dovrebbe essere il mondo ma come è concretamente. la maggior parte della gente che conosco è in coppia, per me il 99% sono situazioni di ripiego. non significa essere necessariamente infelici.
    Io sono del parere che chi è causa del suo mal deve piangere sé stesso. Ovvero, se ad una persona sta bene essere un ripiego, poi però non può lamentarsi che il partner fa questo o fa quello. Tradotto, in topic con la discussione: se un uomo si accorge di avere di fronte una donna poco interessata e comunque è disposto a portarla in contesti lussuosi pagando per lei cifre importanti (come quelle citate da Francesco, che scrive "parliamo di centinaia di euro al mese", che secondo me è una trollata ma va beh, se lo dice lui), per poi lamentarsi dicendo che "ah quella sanguisuga mi ha fatto spendere e spandere e poi neanche me l'ha data", per me è uno stupido.

    Poi sarà anche vero che molte coppie sono coppie di ripiego, ma francamente non è quello a cui aspiro. Tutto sta alla persona e a quello che desidera.

    Citazione Originariamente Scritto da mieleditiglio Visualizza Messaggio
    non ci si innamora seriamente ogni tre per due. ci si può innamorare una, due, esageriamo, tre volte nella vita. statisticamente è poco probabile essere ricambiati o che aldilà dei sentimenti la relazione prosegua.
    Lo so, infatti la differenza sostanziale è proprio nell'accettare o meno di entrare in una relazione sapendo di farlo con poca spinta. Poi che ad un certo punto della vita ci siano delle motivazioni più forti per cui prevale la razionalità sono d'accordo, ma non significa che lo trovi giusto, nei confronti della persona prescelta.
    Minsc likes this.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  7. mieleditiglio mieleditiglio è offline ApprendistaMessaggi 394 Membro dal Apr 2020 #397

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Melite Visualizza Messaggio
    Lo so, infatti la differenza sostanziale è proprio nell'accettare o meno di entrare in una relazione sapendo di farlo con poca spinta. Poi che ad un certo punto della vita ci siano delle motivazioni più forti per cui prevale la razionalità sono d'accordo, ma non significa che lo trovi giusto, nei confronti della persona prescelta.
    non è giusto nemmeno nei confronti di sè stessi, soprattutto se si ha vissuto un grande amore e si conosce il sapore che ha. solo che per qualcuno, per tanti, la vita è così, le opportunità sono quelle che sono e si cerca di fare con quello che si ha. ad un certo punto "ci si accontenta" di avere accanto una brava persona, che rende migliori le nostre giornate. so che magari non mi innamorerò più, da un lato lo spero anche, con il male che fa... però vorrei lo stesso una vita tranquilla ed una famiglia. mi basterebbe un uomo piacevole, con cui condividere le poche cose belle della vita. una gita la domenica, una serie tv, il giardinaggio, un viaggio, magari un giorno anche un figlio. basta che sia accettabile fisicamente, di buon carattere, benestante, e già così è dura trovarne. in fondo è il minimo indispensabile per stare bene con una persona ed avere una vita gradevole. lo scambio reciproco di cortesie, di pensierini, di coccole, ci rende più piacevoli agli occhi del partner. poi ci sono anche le malate che vogliono che l'uomo le tratti male, ma a me piace essere trattata bene
    Minsc likes this.
     
  8. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 9,254 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #398

    Predefinito

    Ma io non credo onestamente che le coppie nascano dai ripieghi. Si magari sei infatuata di Tizio e subisci un due di picche ma vai avanti e col tempo l'infatuazione ti passa e se conosci un altro e vi frequentate, poi vi fidanzate e vi trovate bene allora a quel punto nasce l'amore, sentimento che nasce dopo. L'infatuazione non è amore in senso profondo
    mieleditiglio likes this.
    Siamo, infatti, nati per la cooperazione, come i piedi, le mani, le palpebre, i denti in fila sopra e sotto. L’agire gli uni contro gli altri è dunque contro natura, ed è agire siffatto lo scontrarsi e il detestarsi.
     
  9. L'avatar di Gnunez

    Gnunez Gnunez è offline FriendMessaggi 2,705 Membro dal Mar 2017 #399

    Predefinito

    A me sembra auna comportamento poi femminile quello di essere disposte ad uscire con chi non piace o non interessa, per sentirsi comunque apprezzate e cercate. Queste carenze solitamente mancano di più alle donne e quindi danno corda anche a corteggiatori che non interessano per poter comunque avere qualcuno che le faccia sentire desiderate. A volte in alcune donne è maggiore la voglia di queste sensazioni che non la voglia vera di uscire con qualcuno.
    Nel comportamento maschile sono molto meno frequenti, slavo alcuni individui magari particolarmente apprezzati che sono abituati ad avere una schiera di femminile al loro seguito. Sono comunque una piccola parte.
    -" Non credevo sarebbe finita cosí...- Finita? No, il viaggio non finisce qui... La morte è soltanto un'altra via. Dovremo prenderla tutti. La grande cortina di pioggia di questo mondo si apre, e tutto si trasforma in vetro argentato."
     
  10. L'avatar di Hurrem

    Hurrem Hurrem è offline Super FriendMessaggi 5,770 Membro dal Aug 2017 #400

    Predefinito

    Tutte queste donne che escono per perdere il tempo e senza essere interessate le conoscete solo voi. Uscire con qualcuno che non piace è una rottura di palle, chi te lo fa fare sinceramente? La realtà dei fatti è che se una esce con qualcuno e poi non ci esce più è perché durante l’uscita ha cambiato idea, non perché non era interessata e si annoiava.
    Chiaramente per un uomo è più facile raccontarsi la prima versione, e non accettare che magari non è stato così brillante, simpatico, affascinante come pensava e lei ha deciso dopo l’uscita che non vuole più uscirci.

    Cmq io non credo molto nella storia dei ripieghi. Se una persona sta con qualcuno che le piace, la rende felice, non vede l’ora di vedere la persona ogni giorno e sogna di avere un futuro insieme che poi si realizza, non vedo dove sia il ripiego.
    La storia dell’amore che ti travolge per me sarà sempre roba da film o al massimo da adolescente alle prime armi. Trovo che i rapporti maturi siano tutt’altro, pur essendoci amore e sentimento. Perché chiaramente non ha senso formare una famiglia o fare progetti a lungo termine con qualcuno che non ami.
    Gigetta89 likes this.
    Optimist: Someone who figures that taking a step backward after taking a step forward is not a disaster, it's more like a cha-cha.​