Pago io o paghi tu? Osservazioni. - Pagina 5

Discussione iniziata da EUFROSINE86 il 02-09-2012 - 595 messaggi - 24348 Visite

Like Tree579Likes
  1. L'avatar di strawberry92

    strawberry92 strawberry92 è offline FriendMessaggi 2,911 Membro dal Oct 2007
    Località un posto non degno di nota :D
    #41

    Predefinito

    beh questo è possibile ai primi appuntamenti ma non molto in una relazione stabile..o almeno, io parlo per me ma capire chi tra me e il mio ragazzo invita è un po difficile..capita spesso che semplicemente siamo in giro e ci va di andare a bere o a mangiare qualcosa..e anche quando si stabilisce cosa fare prima di uscire non si parla di un vero e proprio invito si decide insieme cosa fare..


    She's a natural disaster..
     
  2. L'avatar di Gypsy

    Gypsy Gypsy è offline Super FriendMessaggi 7,044 Membro dal Aug 2011 #42

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Slavetolove Visualizza Messaggio
    Ma in che senso?

    Tu paghi solo se ti fanno pagare gli altri?
    parlo di primissima uscita. Al momento del conto lui paga, io prendo il portafogli e gli chiedo di dividere lui mi dice che sono pazza, io insisto, lui nuovamente mi dice di star ferma e a questo punto ringrazio. Che dovrei fare? Mettergli i soldi in tasca come fa la nonna?

    Senza contare poi che se io da studentessa fuori sede squattrinata esco con un uomo che lavora, non mi sembra così assurdo che paga lui che ha più possibilità. Non so, dite che sarebbe più giusto che mi impongo per dividere o pagare io? Chiedo eh! Perché il pagamento è sempre per me motivo di imbarazzo, non so come comportarmi.

    L'ideale sarebbe quel comportamento ormai antico, quello in cui uno dei due dice "posso avere l'onore di invitarti a cena?" anziché "andiamo a cena?", così è chiaro chi deve pagare.
    Amore è tutto ciò che si può ancora tradire.
    (A.Pazienza)
     
  3. menta73 menta73 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 3,906 Membro dal Jun 2012
    Località la mia casa e' dove abita il mio cuore
    #43

    Predefinito

    Al 1 appuntamento paga lui. Sé no via lontano vuol dire che é spilorcio a 360 gradi.
    Più avanti, sé vuole pagare lui non insisto per non offendere e alla prima occasione pago io.
    Se il mio lui paga più volte e non mi lascia usare i miei soldi, gli faccio di tanto in tanto sorprese e regali o vado da lui non a mani vuote. Sono per la parità graduata alle proprie possibilità.
     
  4. L'avatar di IsoldaCoeurDAnge

    IsoldaCoeurDAnge IsoldaCoeurDAnge è offline SeniorMessaggi 12,246 Membro dal Aug 2017
    Località Francia
    #44

    Predefinito

    Ho ripescato un thread che farà piacere e dibatitto😉
    Minsc and Melite like this.
    Chi sei tu,stella ardente,che hai illuminato le mie notti?
     
  5. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 9,254 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #45

    Predefinito

    Questo argomento crea guerre mondiali altro che dibattiti, per giunta topic della nostra cara Eufi! non posso non rispondere, mi aspetto anche che Gigetta/Hurrem siano in disaccordo con quello che dirò . Ok parto e faccio un'analisi dal punto di vista maschile,

    1) Offrire una cena ad una donna è questione di galanteria, gentilezza e lo si fa perché ci si sente di farlo non perché si è obbligati, è la stessa cosa di quando fai un regalo, lo fai perché ti senti dal cuore di fare un pensierino in maniera spontanea . Molti spesso dicono che noi ci sentiamo obbligati ma non è vero, se uno si sentisse obbligato può benissimo non offrire e pagare al 50/50 e comunque uno che si sente obbligato se offre probabilmente ti guarda col broncio per l'intera serata, insomma non proprio il massimo un maschio simile. Trovo poi pietoso e sbagliato chi pretende che la donna paghi oltre che anti-galanteria, roba da scrocconi. Da uomo posso accettare di pagare al 50/50 ma non che mi offra la donna, almeno al primo appuntamento, poi successivamente ci può stare se ho sempre offerto io ad esempio. Detto questo, che si paghi di tasca propria o al 50/50 l'importante è passare una bella serata.


    2) Secondo me è irrilevante dire che non hai soldi cioè se uno non lavora non ti può certo dire di essere ricco( a meno che non lo sia) o avere tanti soldi, è scontato che non ne ha(la persona con cui interagisce dovrebbe capirlo da se) o se li ha li prende in altri modi. Se uno non ha soldi per uscire non esce o comunque si esce senza spendere magari, può anche dire la verità, soprattutto se uomo e da uomo si sente "in colpa" per questione di orgoglio maschile o perché magari non vuole "scroccare" ed è legittimo sentirsi in quella posizione. In alternativa se comunque qualche soldo si ha, si può sempre dividere al 50/50 e non ci sarebbe nulla di male. Tra l'altro, non è che per forza si deve andare nel locale di lusso o spendere una fortuna, non è certo il locale a determinare la qualità dell'uscita ma ben altro come la socialità, carisma, comportamento a meno che la tipa con cui si esce non sia una pretenziosa e che quindi esce solo se si va al ristorante famoso della città a cinque stelle Michelin (ma in quel caso staresti uscendo con una che ti vede come un bancomat umano probabilmente o comunque darebbe i segnali di essere cosi). Certo dire che non hai soldi non è molto "attraente" e diciamo non ti mette certo in una buona luce specialmente al primo appuntamento, sappiamo tutti quanto significato ha la situazione economica personale e che peso ha . La soluzione in questi casi e dividere al 50/50 e se non si può, non si esce e ci si da una mossa e si cerca di sistemarsi e mica solo per fare uscite ma per se stessi
    Siamo, infatti, nati per la cooperazione, come i piedi, le mani, le palpebre, i denti in fila sopra e sotto. L’agire gli uni contro gli altri è dunque contro natura, ed è agire siffatto lo scontrarsi e il detestarsi.
     
  6. L'avatar di SunsetLimited

    SunsetLimited SunsetLimited è offline Super ApprendistaMessaggi 802 Membro dal Jan 2017
    Località La più grande delle isole italiane
    #46

    Predefinito

    Opzioni:
    1- uscita tra amici , si divide. Ma se sai che l'altra persona (uomo o donna che sia) non si può permettere quel posto, ma tu hai piacere a condividere una serata con lui o lei, paghi tu senza problemi.
    2- fidanzata/o si divide a turno, dipende dalla situazione economica , mai e poi mai pagherà sempre l'uomo, non è giusto e non sarebbe giusto nemmeno nei confronti di una donna con una sua vita e un suo lavoro. Certo se lui o lei sono alla fame, e allora o McDonald oppure si paga per entrambi.
    3- conoscenti: nemmeno a dirlo, si divide a metà, non dico ognuno la sua parte perché fare i commercialisti dopo mangiato è noioso.
    Pagare per qualcuno, non è galanteria salvo alcuni casi specifici e rari, per il resto crea solo imbarazzo e aspettative mal risposte.
    "𝑳'𝒂𝒎𝒐𝒓𝒆 𝒏𝒐𝒏 𝒆𝒔𝒊𝒔𝒕𝒆 𝒆̀ 𝒍'𝒆𝒇𝒇𝒆𝒕𝒕𝒐 𝒑𝒓𝒐𝒓𝒐𝒎𝒑𝒆𝒏𝒕𝒆
    𝑫𝒊 𝒅𝒐𝒕𝒕𝒓𝒊𝒏𝒆 𝒎𝒐𝒓𝒂𝒍𝒊𝒔𝒕𝒆 𝒔𝒖𝒍𝒍𝒆 𝒗𝒐𝒈𝒍𝒊𝒆 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒈𝒆𝒏𝒕𝒆
    𝒆̀ 𝒊𝒍 𝒑𝒊𝒖̀ 𝒄𝒐𝒎𝒐𝒅𝒐 𝒓𝒊𝒎𝒆𝒅𝒊𝒐 𝒂𝒍𝒍𝒂 𝒑𝒂𝒖𝒓𝒂
    𝑫𝒊 𝒏𝒐𝒏 𝒆𝒔𝒔𝒆𝒓𝒆 𝒄𝒂𝒑𝒂𝒄𝒊 𝒂 𝒓𝒊𝒎𝒂𝒏𝒆𝒓𝒆 𝒔𝒐𝒍𝒊"
     
  7. L'avatar di Baal

    Baal Baal è offline JuniorMessaggi 1,412 Membro dal Aug 2019 #47

    Predefinito

    Il conto si divide sempre, perché il mio tempo vale quanto il tuo. Non esiste nulla che possa convincermi del contrario.
    Il mito del gender wage gap: https://forum.amando.it/mito-gender-wage-gap-147666/
     
  8. natopervincere natopervincere è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 9,411 Membro dal Sep 2011 #48

    Predefinito

    Un uomo che non bada a queste cose c'è?
    Sono stanca di omuncoli.
    Ci sono donne che entrano in profondità delle cose, vogliono capire il perché.
    Ci sono donne invece che rimangono in superficie, non sono interessate a capire.

    Tu che tipo di donna sei?

    La galanteria, il pagare per una donna, l’offrire, nasce dal passato (come tu ben sai), in una società maschilista.
    Si offriva un drink ad una donna, le si offriva un posto sulla scialuppa di salvataggio in caso di naufragio, per un motivo ben preciso; la stessa cosa avveniva per i bambini.
    Cosa avevano in comune donne e bambini?

    Venivano ritenuti esseri inferiori all’uomo, meno intelligenti, più deboli, incapaci di compiere delle scelte autonome, di ricoprire ruoli istituzionali e politici.

    Ecco da dove nasce la galanteria, una donna (essendo mentalmente al pari di un bambino) non poteva pagare una consumazione.

    Quindi, inconsciamente, quelle donne che amano la galanteria, in fondo non fanno altro che accettare l’uomo come superiore.
    È un complesso di inferiorità.
    Ultima modifica di natopervincere; 02-02-2021 alle 19:36
     
  9. michelino123 michelino123 è offline JuniorMessaggi 1,840 Membro dal May 2019 #49

    Predefinito

    Argomento ciclico, ho letto i vecchi messaggi, mi fa ridere quella che ha scritto che per "i suoi gusti" preferisce l'uomo che paga. Che novità.
    Sarebbe come dire "per i miei gusti preferirei guadagnare il doppio".
    Comunque dopo l'ultimo mio fidanzamento, ho scoperto che anche la donna che alza la voce in cassa, che non vuole assolutamente che paghi per lei perchè altrimenti si mette a litigare davanti a tutto il ristorante, in realtà sta facendo solo una sceneggiata e vuole che paghi tu. Anche se in quel momento tu sei con la carta di credito in mano. Ti dice urlando di no ma invece vuole che paghi tu. Lo so perchè mi è stato rinfacciato alla fine della storia.
    Quindi anche la ragazza piú moderna, progressista, libera dai pregiudizi, in realtà vuole che paghi tu e se non lo fai perdi punti
    Sputnik likes this.
     
  10. erik555 erik555 è offline BannedMessaggi 6,086 Membro dal Oct 2012
    Località una grande città in mezzo alla pianura
    #50

    Predefinito

    Come mai non sono ancora piombati qui alcuni iscritti e moderatori ad accusarvi di fare negroposting? Ah scusate dimenticavo che nel forum alcune bande di iscritti sono più uguali di altri