Perché all'amore spesso si danno solo aggettivi?

Discussione iniziata da luchino77 il 18-02-2011 - 8 messaggi - 2298 Visite

  1. L'avatar di luchino77

    luchino77 luchino77 è offline PrincipianteMessaggi 73 Membro dal Jan 2011
    Località Bologna
    #1

    Predefinito Perché all'amore spesso si danno solo aggettivi?

    Noto sempre di più che si tende ad esprimere con la propria determinazione che una cosa è così e colà.... senza capirne il senso, senza indagare, senza farsi delle domande. "Solo risposte!"
    Questo tema non credo meriti così tanta superficialità, se è vero che ci sta a cuore la propria vita. Ma anche se si crede che non ci sta a cuore questo argomento, il fatto di soffrire perché non crediamo in quella cosa chiamata amore determina comunque un certo valore: nel bene o nel male risulta essere importante. Una cosa che si respinge (il non credere) assume comunque un valore (negativo), altrimenti lo si potrebbe tranquillamente ignorare, diversamente.
    E se s'ignora il senso dell'amore si soffre inconsapevolmente, finendo per manifestare così i propri squilibri nella vita, piu' o meno gravi. Invito molti a notare questo intorno a noi. Spesso non si riesce a capire perché si fanno certe cose, perché certe scelte e iniziamo a vaneggiare. Troppe conclusioni, spesso avventate, perché troppo poche sono le domande che ci facciamo.
    Allora iniziamo a svegliarci!! A stiracchiarci... spesso ci sveglia una persona e sul momento è facile pensare "naaah lasciami dormire, ancora cinque minuti, dai...". Ormai quest'immagine ce l'abbiamo tutti. Così è il nostro atteggiamento divenuto "narurale", una forte tendenza che ci accomuna anche in altre occasioni, come potrebbe essere questa. (fatta eccezione di quelle persone con un carattere aperto alla scoperta)
    La persona che tenta di svegliare puo' essere anche odiata sul momento, no? Ma è necessario, come ritengo necessario non risvegliarsi bruscamente, ma delicatamente.
    Percio' facciamoci delle domande:
    Perché all'amore spesso si danno solo aggettivi, secondo voi?


     
  2. L'avatar di Irina

    Irina Irina è offline FriendMessaggi 2,616 Membro dal Jan 2008
    Località Italia
    #2

    Predefinito

    Devo essere onesta: non ho capito cosa c'entri la domanda sugli aggettivi con la precedente esposizione. Potresti spiegarmi meglio?
    NON APPROVO CIÒ CHE DICI, MA DIFENDERÒ ALLA MORTE IL TUO DIRITTO DI DIRLO
    Chi dice ciò che vuole deve aspettarsi in risposta ciò che non vuole. (Euripide)

    Molti si vantano di dire sempre quello che pensano. Pochi si vergognano di pensare quello che dicono.

    Quando dico "io" intendo una cosa assolutamente unica, da non essere confusa con nessun'altra
     
  3. L'avatar di luchino77

    luchino77 luchino77 è offline PrincipianteMessaggi 73 Membro dal Jan 2011
    Località Bologna
    #3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Irina Visualizza Messaggio
    Devo essere onesta: non ho capito cosa c'entri la domanda sugli aggettivi con la precedente esposizione. Potresti spiegarmi meglio?
    Scusami ma io spero davvero (non per me) che se non hai afferrato, hai almeno riletto una seconda volta e non una volta "al volo". Lo spero perché la maggior parte di noi è affetta da pigrizia mentale, sono prevenuto solo per questo motivo. Del resto non ci conosciamo quindi non potrei permettermi assolutamente.
    Cos'è un aggettivo? una volta capito questo lo possiamo collegare con "l'esposizione", che racconta determinate cose, non credo siano difficili da comprendere. Nel caso accetto domande piu' specifiche. Possiamo parlare di un aggettivo, puo' essere un'immagine, quello che piu' si addice all'esperienza personale della persona, la domanda è perché le nostre risposte sull'amore si fermano ad aggettivi qualificativi (per esempio) o a immagini astratte che si ricollegano alla propria esperienza trasformando tutto questo nella verità assoluta sull'amore.
    La domanda è rivolta a coloro che sono convinti di avere le soluzioni e non si fanno domande perché hanno già delle certezze. Rivolto anche a chi conosce queste certezze per sentito dire da entità esterne, che possono essere religiose, scientifiche e quant'altro.
     
  4. L'avatar di luchino77

    luchino77 luchino77 è offline PrincipianteMessaggi 73 Membro dal Jan 2011
    Località Bologna
    #4

    Predefinito

    Per dare degli esempi chiari, vi invito a leggere qualcosa sulla discussione "cos'è l'amore per voi?"
    Ultima modifica di luchino77; 18-02-2011 alle 18:04
     
  5. L'avatar di Irina

    Irina Irina è offline FriendMessaggi 2,616 Membro dal Jan 2008
    Località Italia
    #5

    Predefinito

    La discussione che hai citato, devo dirlo, l'ho volutamente ignorata perché la domanda mi fa un po' sorridere per la sua ingenuità: penso ci siano sentimenti (Non qualità, non capisco il discorso sulle qualità) che ne fanno parte, tutti assieme, ma elencarli continuerebbe a non spiegare granché. Se parliamo dell'espressione dell'amore, è talmente soggettiva che mi pare francamente inutile starne a discutere, se non per conoscere meglio l'interlocutore, non certo per invalidare o lecitare il suo modo di comportarsi quando ama, e se invece parliamo di sensazioni, son talmente volatili da non essere afferrabili a parole, senza banalizzarli.

    Quel che hai scritto l'ho letto tre volte, adesso l'ho appena riletto per la quarta, ma il senso mi sfugge ora come prima. Prima parti con un preambolo sull'impossibilità di tracciare con sicumera le caratteristiche dell'amore, sulla superficialità con cui se ne parla, sul valore/disvalore del credere o meno nel sentimento in sé, poi però dici che si soffre perché non lo si conosce (Come se tu solo lo conoscessi, contraddicendo le prime affermazioni), e poi parli di qualità (Bello/Brutto/Dolce/Amaro/multicolor/bianco e nero/Salato/Ricco/Fisso/mobile... cosa? Qualità in che senso?), in maniera svincolata dal resto, a sorpresa. Ecco perché non ho afferrato cosa volessi dire, quale sia la domanda, né il tuo punto di vista.
    NON APPROVO CIÒ CHE DICI, MA DIFENDERÒ ALLA MORTE IL TUO DIRITTO DI DIRLO
    Chi dice ciò che vuole deve aspettarsi in risposta ciò che non vuole. (Euripide)

    Molti si vantano di dire sempre quello che pensano. Pochi si vergognano di pensare quello che dicono.

    Quando dico "io" intendo una cosa assolutamente unica, da non essere confusa con nessun'altra
     
  6. L'avatar di luchino77

    luchino77 luchino77 è offline PrincipianteMessaggi 73 Membro dal Jan 2011
    Località Bologna
    #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Irina Visualizza Messaggio
    La discussione che hai citato, devo dirlo, l'ho volutamente ignorata perché la domanda mi fa un po' sorridere per la sua ingenuità: penso ci siano sentimenti (Non qualità, non capisco il discorso sulle qualità) che ne fanno parte, tutti assieme, ma elencarli continuerebbe a non spiegare granché. Se parliamo dell'espressione dell'amore, è talmente soggettiva che mi pare francamente inutile starne a discutere, se non per conoscere meglio l'interlocutore, non certo per invalidare o lecitare il suo modo di comportarsi quando ama, e se invece parliamo di sensazioni, son talmente volatili da non essere afferrabili a parole, senza banalizzarli.

    Quel che hai scritto l'ho letto tre volte, adesso l'ho appena riletto per la quarta, ma il senso mi sfugge ora come prima. Prima parti con un preambolo sull'impossibilità di tracciare con sicumera le caratteristiche dell'amore, sulla superficialità con cui se ne parla, sul valore/disvalore del credere o meno nel sentimento in sé, poi però dici che si soffre perché non lo si conosce (Come se tu solo lo conoscessi, contraddicendo le prime affermazioni), e poi parli di qualità (Bello/Brutto/Dolce/Amaro/multicolor/bianco e nero/Salato/Ricco/Fisso/mobile... cosa? Qualità in che senso?), in maniera svincolata dal resto, a sorpresa. Ecco perché non ho afferrato cosa volessi dire, quale sia la domanda, né il tuo punto di vista.
    1) Tu sai da dove viene la domanda "cos'è l'amore per voi?" sai che dietro ad una domanda puo' esserci uno obiettivo? in piu' c'è da riflettere che una qualsiasi domanda puo' variare il suo effetto a seconda di chi la fa. Sapevi questo? Di conseguenza non sapendolo e non sapendo il vero motivo della domanda, le conclusioni che hai scritto debbono per forza essere molto personali, e come tali rispettabili, ma molto personali. Perdonami ma è per cercare di fare un po' di ordine, nessuna competizione, come di solito si fraintende.

    2) Questa "sicumera" è la dimostrazione di come molti non hanno voglia, la possibilità ... ecc... di andare oltre alle cose, ma si rimane sempre in superficie, senza sapere cosa c'è dietro.
    Per esempio, mi hai citato i sentimenti, ti è mai venuta la voglia di sapere di piu' sui sentimenti? e una volta messe insieme le esperienze di chi sensibilmente li studia cercare di ascoltare cosa si ha dentro? In questo c'è una ricerca personale, in questo si forma una verità, che diventa personale. Quindi la certezza verte sull'atteggiamento che si ha nel parlare a sproposito, senza la voglia di ricerca, la gioia e l'interessa nel sapere e nel sentire dentro di sé cosa c'è. Invece è molto facile trovare insinuazioni e convinzioni.
    Ogni intervento ne è una dimostrazione. Un esempio tangibile è qui su, nel punto 1).

    3) Mi hai fatto capire che sei piu' impegnata a sapere come la penso che alle domande in se, quando il mio messaggio vorrebbe portarti alle domande. Io potrei pensare in mille modi, potrei essere un grande studioso come un esibizionista frustrato. Tranquilla, non ti preoccupare di me, parliamo serenamente Vedi come se si crea confusione siamo fuoristrada?
    Io ho posto tanti punti di vista, perché non puo' essercene uno quando si vuole comprendere determinate cose importanti come questa dell'amore, che per quanto sia banale, comunque nasconde un vero interesse in ognuno di noi.

    A me scusa ma mi fa sorridere l'ultima cosa degli aggettivi, è stato divertente, ma ti inviterei a riflettere di piu' sul senso che sulla parola aggettivo. Scusami non te la prendere ma per il resto aspetterei altre risposte, non era del senso degli aggettivi che vorrei discutere, anche perché ho già scritto tutto e mi ripeterei.
     
  7. L'avatar di Irina

    Irina Irina è offline FriendMessaggi 2,616 Membro dal Jan 2008
    Località Italia
    #7

    Predefinito

    Leggi attentamente:
    1) Forse sei tu a non avere la più pallida idea di cosa sia un aggettivo. Per le regole della grammatica italiana, ti rimando ad un qualsiasi dizionario;
    2) Apparentemente criticavi la sicumera boriosa di chi pretende di avere la verità in tasca, riguardo a ciò che si può intendere come amore. Al contrario, tu sei proprio il tipico soggetto con sicumera boriosa sull'argomento.
    3) Adesso mi son pentita di averti risposto, e di aver chiesto delucidazioni a chi non aveva nulla da dire, fin dall'inizio, e non sa spiegarsi meglio di così.
    4) Ti lascio allegramente alla tua sicumera boriosa. Ho molto di meglio da fare. Tipo viverlo, l'amore.
    Bye-bye!
    NON APPROVO CIÒ CHE DICI, MA DIFENDERÒ ALLA MORTE IL TUO DIRITTO DI DIRLO
    Chi dice ciò che vuole deve aspettarsi in risposta ciò che non vuole. (Euripide)

    Molti si vantano di dire sempre quello che pensano. Pochi si vergognano di pensare quello che dicono.

    Quando dico "io" intendo una cosa assolutamente unica, da non essere confusa con nessun'altra
     
  8. L'avatar di luchino77

    luchino77 luchino77 è offline PrincipianteMessaggi 73 Membro dal Jan 2011
    Località Bologna
    #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Irina Visualizza Messaggio
    Leggi attentamente:
    1) Forse sei tu a non avere la più pallida idea di cosa sia un aggettivo. Per le regole della grammatica italiana, ti rimando ad un qualsiasi dizionario;
    2) Apparentemente criticavi la sicumera boriosa di chi pretende di avere la verità in tasca, riguardo a ciò che si può intendere come amore. Al contrario, tu sei proprio il tipico soggetto con sicumera boriosa sull'argomento.
    3) Adesso mi son pentita di averti risposto, e di aver chiesto delucidazioni a chi non aveva nulla da dire, fin dall'inizio, e non sa spiegarsi meglio di così.
    4) Ti lascio allegramente alla tua sicumera boriosa. Ho molto di meglio da fare. Tipo viverlo, l'amore.
    Bye-bye!
    Capisco i sentimenti che prendono il sopravvento, succede anche a me in certe situazioni. A volte anche per stress.
    Dai, un abbraccione.