Perchè le anoressiche rifiutano l'aiuto e l'amore che gli si "offre" - Pagina 5

Discussione iniziata da ek6791 il 24-03-2011 - 43 messaggi - 19652 Visite

Like Tree3Likes
  1. marco000 marco000 è offline PrincipianteMessaggi 4 Membro dal Apr 2016 #41

    Predefinito

    ormai è passato quasi un mese da quando mi ha detto di non cercarla più e non è cambiato nulla.. In cuor mio c'è sempre e difficilmente se ne andrà, anche se pian piano, molto lentamente, sto meglio..ma è dura.. Comunque grazie davvero per le risposte


     
  2. Solarz Solarz è offline JuniorMessaggi 1,751 Membro dal Mar 2013
    Località Milano
    #42

    Predefinito

    Lascia che lentamente il tempo cancelli questo brutto capitolo, ora che tu ti sei offerto. Ancora bravo per il buon cuore che hai dimostrato, e ti auguro che le cose vadano per il meglio.
    Qualora volessi parlare, la mia casella messaggi è aperta anche a te altrimenti ancora auguroni, ciao amico!
     
  3. UnluckyStarr UnluckyStarr è offline PrincipianteMessaggi 3 Membro dal Oct 2017 #43

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da evitante Visualizza Messaggio
    Ai motivi che ha ben spiegato Youlia aggiungo: controllo.

    Il bisogno assoluto e pressante di assoggettare tutto ciò che sta loro intorno al loro costante e minuzioso controllo. A cominciare dagli stimoli basilari, la fame e il bisogno di essere amati, i più difficili da piegare. Non possono permettersi di perdere anche per un solo attimo il controllo sul proprio corpo e sulle proprie emozioni. Di conseguenza l'amore, pur disperatamente desiderato come il cibo, deve essere negato. Assaggiare anche un solo boccone d'amore sarebbe il primo passo verso il cedimento, l'abbandono e porterebbe alla perdita del controllo su se stessi.

    Talvolta questo si manifesta con il tentativo di controllare non solo il proprio personale regime alimentare ma anche quello dei conviventi. Non di rado le anoressiche sono ottime cuoche ed "impongono" ai familiari, con vari ricatti affettivi, di consumare quanto da loro cucinato. Il rifiuto a farlo può provocare anche reazioni aggressive.

    Poi la volontà di controllo è solo uno dei fattori che concorrono alla malattia e la percentuale in cui si manifesta varia notevolemente da individuo ad individuo. Tratti di metodicità, precisione, perfezionismo, ipercontrollo, sono comunque spesso presenti in chi soffre di anoressia.
    Evitante, hai descritto con estrema chiarezza quel mostruoso meccanismo che regola la mia vita ormai da anni.
    Non ho mai letto da alcuna parte una descrizione del problema che fosse tanto vicina alla mia realtà.
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]