Persone "rompi" oppure semplicemente che subiscono troppo?

Discussione iniziata da Colibri89 il 29-07-2021 - 39 messaggi - 1722 Visite

Like Tree26Likes
  1. L'avatar di Colibri89

    Colibri89 Colibri89 è offline ApprendistaMessaggi 495 Membro dal Sep 2020 #1

    Predefinito Persone "rompi" oppure semplicemente che subiscono troppo?

    Salve a tutti, non so se è molto chiaro dal titolo, ma vorrei dei consigli esterni su un dubbio che ho sempre avuto. Io sono una persona che nei rapporti sociali si fa in quattro. Sono quella persona che se le dici che ti senti poco bene, dopo qualche ora è lì che ti chiede come ti senti, se ti è passato, ecc. Insomma, mi preoccupo per gli altri. Purtroppo, nella mia vita, non ho quasi mai trovato chi si preoccupasse per me. Ed io sono una che si tiene tutto dentro, fino a quando non ne posso più e scoppio. E puntualmente mi viene detto che sono "pesante", giudicando solo il mio sfogo e non tutto quello che l'ha generato. E mi chiedo (e vi chiedo), ma davvero sbaglio io ad aspettarmi dalle persone a me vicine (e quindi non estranee) lo stesso affetto che io riservo a loro? Nella vita bisogna sempre dare, senza la pretesa di essere ricambiati?


     
  2. michelino123 michelino123 è offline JuniorMessaggi 1,960 Membro dal May 2019 #2

    Predefinito

    Se non vieni ricambiata fai meno. Preoccupati delle persone che se lo meritano.
     
  3. L'avatar di Baal

    Baal Baal è offline JuniorMessaggi 1,495 Membro dal Aug 2019 #3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Colibri89 Visualizza Messaggio
    E mi chiedo (e vi chiedo), ma davvero sbaglio io ad aspettarmi dalle persone a me vicine (e quindi non estranee) lo stesso affetto che io riservo a loro?
    Sì, perché ciò implica che le altre persone siano come te. Invece esistono persone più e meno empatiche, più e meno altruiste. Se proietti la tua visione dei rapporti sociali indiscriminatamente sul resto del mondo, non meravigliarti se poi i risultati reali sono diversi da quelli che immaginavi.

    Citazione Originariamente Scritto da Colibri89 Visualizza Messaggio
    Nella vita bisogna sempre dare, senza la pretesa di essere ricambiati?
    Non "bisogna" fare nulla. Il libero arbitrio ti lascia la scelta di sbatterti per gli altri o di fregartene. Questo vale anche per loro.
    Ultima modifica di Baal; 29-07-2021 alle 17:41
     
  4. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 11,152 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #4

    Predefinito

    Dipende dalle persone e dal carattere. Ci sono persone più menefreghiste e altre più empatiche e altruista. Non siamo tutti uguali. Colibrì l'unica cosa che ti consiglio è di dare quanto ricevi più o meno, fanno gli egoisti con te? fai l'egoista con loro. Ti danno affetto e fanno tanto per te? ricambia! In questo modo eviti di dare troppo a chi non merita e di illuderti.
    Nairobi likes this.
    Gli Dei immortali, di solito, quando vogliono castigare qualcuno per le sue colpe, gli concedono, ogni tanto, maggior fortuna e un certo periodo di impunità, perché abbia a dolersi ancor di più, quando la sorte cambia.
     
  5. Melite Melite è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 11,447 Membro dal Oct 2017 #5

    Predefinito

    Mah, a me per esempio danno fastidio quelle persone "troppo" presenti, che ti chiedono "troppo" come ti senti, eccetera. Tante volte io la vedo più come un'invadenza che un reale interesse per la mia salute fisica e psicologica, a volte mi sono ritrovata a dover chiedere se per favore potessero smettere di chiedermi come mi sentivo.

    Come in tutte le cose ci vorrebbe una giusta misura, quindi c'è solo da chiedersi se le persone che ci sono intorno rispettano questa misura oppure no. E' chiaro che se tu senti delle mancanze in tal senso, potrebbe sia essere per una tua esigenza di una maggiore presenza, che un'effettiva carenza di interesse da parte delle persone che ti sono vicine.
     
  6. Atena80 Atena80 è offline ApprendistaMessaggi 313 Membro dal Jun 2021 #6

    Predefinito

    Io credo che tu ti lamenti perché sei circondato da persone che non hanno la tua stessa capacità di darsi agli altri, sono fondamentalmente egoisti e stron. Zi .
    Quindi quello che sanno dire è solamente che sei pesante. Senza fare una autovalutazione.
    Comincia a pensare a te stesso e fregatene degli altri.
    Il tempo e le energie usali per te.
    Coltiva il sano egoismo.
    Cosa il tempo e le attenzioni non per chi ti dice che sei pesante, ma per chi ti sa dare la giusta gratificazione ed apprezzamento.
     
  7. Atena80 Atena80 è offline ApprendistaMessaggi 313 Membro dal Jun 2021 #7

    Predefinito

    * dosa
     
  8. Atena80 Atena80 è offline ApprendistaMessaggi 313 Membro dal Jun 2021 #8

    Predefinito

    Certo che bisogna essere ricambiati. Altrimenti potrebbe darsi che qualcuno si approfitta.
     
  9. rob221 rob221 è offline JuniorMessaggi 2,151 Membro dal Jun 2020 #9

    Predefinito

    Ma perché ti fai in quattro? Fai il tuo, dai quello che vuoi e che pensi che gli altri meritino.
    Vedrai che in questo modo non avrai più questa sensazione di sbilanciamento e diventerai più leggera.
    Se poi gli altri sono poco affettuosi, peggio per loro, attingi l'affetto altrove.
     
  10. L'avatar di norge

    norge norge è offline MasterMessaggi 34,889 Membro dal Jan 2019 #10

    Predefinito

    Secondo me dipende da come dosi questa tua presenza.
    Se sei una persona altruista ma sai ponderare bene l'aiuto che dai in effetti non è bello non essere ricambiati o vedere che non è stato apprezzato.

    D'altra parte concordo con la saggia Melite perché se il tuo aiuto é troppo " ingombrante e soffocante"( passami il termine☺), se sei sempre " presente" allora il tuo " voler aiutare gli altri"( per quanto apprezzabile) potrebbe essere in realtà una tua esigenza di affetto e attenzioni. Una esigenza più tua che loro.


    Tutto deve essere nella giusta dose.
    Melite and Hurrem like this.
    " Non parlare mai di Amore e Pace: un Uomo ci ha provato e lo hanno crocefisso !" ( Jim Morrison)


    " Gli animali non si preoccupano del Paradiso o dell'Inferno. Nemmeno io, forse è per questo che andiamo d'accordo. " ( Charles Bukowski)