Poesie di diversi autori - Pagina 7

Discussione iniziata da Favolak il 14-02-2008 - 295 messaggi - 29797 Visite

Like Tree124Likes
  1. L'avatar di Favolak

    Favolak Favolak è offline Super ApprendistaMessaggi 850 Membro dal Oct 2007 #61

    Predefinito

    Laila e il califfo

    Il califfo chiese a Laila: “Sei tu dunque colei
    per cui Majnun ha perso ragione e senno?
    Eppure non sei più bella di tante altre fanciulle.”
    Le rispose, “Taci. Dici questo perché tu non sei Majnun!”

    " Se ti fosse donata la vista di Majnun
    Ammireresti i due mondi con un solo sguardo.
    Tu sei cosciente, mentre Majnun ha trasceso se stesso.
    In Amore esser desti è il peggiore dei tradimenti.
    Più l'uomo è desto, più all'Amore è cieco;
    esser desti, in Amore, è peggio che assopirsi.

    E' lo stato di veglia a incatenare i nostri spiriti,
    quando le anime nostre sono in preda a inutili brame,
    a possesso e perdita, al timore dell'abbandono.
    Allora non vi è più purezza, né dignità, né onore,
    né desiderio di ascendere al cielo.
    E' davvero assopito colui che insegue ogni desìo
    e che su ogni quisquilia intavola discussioni.! "

    (Moulânâ Rumi)


     
  2. L'avatar di Favolak

    Favolak Favolak è offline Super ApprendistaMessaggi 850 Membro dal Oct 2007 #62

    Predefinito

    Che mi ami tu lo dici

    Che mi ami tu lo dici, ma con una voce
    Più casta di quella d'una suora
    Che per sè sola i dolci vespri canta,
    Quando la campana risuona –
    Su, amami davvero!

    Che mi ami tu lo dici, ma con un sorriso
    Freddo come un'alba di penitenza,
    Suora crudele di San Cupido
    Devota ai giorni d'astinenza –
    Su, amami davvero!

    Che mi ami tu lo dici, ma le tue labbra
    Tinte di corallo insegnano meno gioia
    Dei coralli del mare,
    Mai che s'imbroncino di baci –
    Su, amami davvero!

    Che mi ami tu lo dici, ma la tua mano
    Non stringe chi teneramente la stringe;
    È morta come quella d'una statua
    Mentre la mia brucia di passione –
    Su, amami davvero!

    Su, incendiamoci di parole
    E bruciandomi sorridimi, stringimi
    Come devono gli amanti, su, baciami,
    E l'urna, poi, delle mie ceneri seppelliscila nel tuo cuore –
    Su, amami davvero!

    John Keats
     
  3. L'avatar di Favolak

    Favolak Favolak è offline Super ApprendistaMessaggi 850 Membro dal Oct 2007 #63

    Predefinito

    Respirando insieme

    Puoi
    raggiungermi
    dovunque
    in profondità come puoi;

    nel piacere,
    nel dolore
    slitto via
    da te;

    nella lingua,
    nelle parole,
    qui
    stai respirando
    dentro me, mi inali
    interamente.

    (Barbara Korun)
     
  4. L'avatar di Favolak

    Favolak Favolak è offline Super ApprendistaMessaggi 850 Membro dal Oct 2007 #64

    Predefinito

    Abbiamo nel cuore

    Abbiamo nel cuore un solitario
    amore, nostra vita infinita,
    e negli occhi il cielo per nostro vario
    cammino.

    Le spiagge i cieli, la riva
    su cui sassi e rovi e il solitario
    equisèto, e colli erbosi grassi
    rioni, città dispiegate come
    belle bandiere, e nude prigioni.

    Questa è la nostra vita.

    Questi nostri
    volti vagabondi come musi
    di cani ci somigliano.

    Il vento
    il sole le corolle rosse e blu,
    i sogni mai sognati i nostri sogni.

    Questa è la nostra vita e nulla più.

    (Beppe Salvia)
     
  5. L'avatar di Favolak

    Favolak Favolak è offline Super ApprendistaMessaggi 850 Membro dal Oct 2007 #65

    Predefinito Ancora oggi, se rivedo Lei - Bilhana

    Ancora oggi, se rivedo Lei...

    Ancora oggi, se rivedo Lei
    dal volto simile alla Luna,
    nel principio della giovinezza,
    coi seni ricolmi e la pelle bianca,
    con le membra estenuate dal fuoco
    delle saette d'Amore, il mio corpo
    è percorso da un fremito, bevo la
    sua bocca stringendola fra le braccia,
    come fa un'ape col fiore di loto.

    (Bilhana)
     
  6. L'avatar di Favolak

    Favolak Favolak è offline Super ApprendistaMessaggi 850 Membro dal Oct 2007 #66

    Predefinito

    Nusch

    Sentimenti visibili
    Vicinanza leggera
    Chioma delle carezze.
    Senza ombre né dubbi
    Dài gli occhi a quel che vedono
    Visti da quel che guardano.
    Fiducia di cristallo
    Tra due specchi
    Ti si perdono gli occhi nella notte
    Per unir desiderio e risveglio.

    (Paul Eluard)
     
  7. L'avatar di Favolak

    Favolak Favolak è offline Super ApprendistaMessaggi 850 Membro dal Oct 2007 #67

    Predefinito

    Pomeriggio sulla collina

    Bere dai rami che cadono sul viso,
    l’azzurro di rimbalzo solcando:
    “Allora è l’eco?” e alla fine
    smarrirsi nei baci.

    (B.Pasternak)
    norge likes this.
     
  8. L'avatar di Favolak

    Favolak Favolak è offline Super ApprendistaMessaggi 850 Membro dal Oct 2007 #68

    Predefinito

    Quando si svegliano

    Cerca di conservarle, poeta,
    sebbene siano poche quelle che si fermano.
    Le visioni del tuo eros.
    Mettile seminascoste nei tuoi versi.
    Cerca di trattenerle, poeta,
    quando si svegliano nella tua mente
    la notte o alla luce abbagliante di mezzodì.

    Costantino Kavafis
     
  9. L'avatar di Favolak

    Favolak Favolak è offline Super ApprendistaMessaggi 850 Membro dal Oct 2007 #69

    Predefinito

    Il signore della luna

    Non voleva stancarlo voleva riposarlo come una luna.
    Come una luna azzurrognola?
    Sì, che brilla sui sentieri delle colline e delle montagne.
    E le città?
    Va bene anche un po' sulle città.
    E quel signore voleva che lo si riposasse'
    Sì, qualche volta quel signore voleva le azzurre braccia della
    luna tutt'intorno a sè.

    (Vivian Lamarque)
     
  10. L'avatar di Favolak

    Favolak Favolak è offline Super ApprendistaMessaggi 850 Membro dal Oct 2007 #70

    Predefinito

    Non è il tuo amore che domando

    Non è il tuo amore che domando.
    Si trova adesso in un luogo conveniente.
    Stanne pur certo, lettere gelose
    non scriverò alla tua fidanzata.
    Però accetta dei saggi consigli:
    dalle da leggere i mie versi,
    dalle da custodire i miei ritratti,
    sono così cortesi i fidanzati!
    E conta più per queste scioccherelle
    assaporare a fondo una vittoria
    che luminose parole di amicizia,
    e il ricordo dei primi, dolci giorni...
    Ma allorché con la diletta amica
    avrai vissuto spiccioli di gioia
    e all'anima già sazia d'improvviso
    tutto parrà un peso,
    non accostarti alla mia notte trionfale.
    Non ti conosco.
    E in cosa potrei esserti d'aiuto?
    Dalla felicità io non guarisco.

    Anna Achmatova