Portare i figli a scuola, sì o no - Pagina 2

Discussione iniziata da stellaguerriera il 27-10-2017 - 14 messaggi - 1096 Visite

Like Tree9Likes
  1. vale8888 vale8888 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 239 Membro dal Aug 2017 #11

    Predefinito

    I ricordi che ho della scuola dell'obbligo sono caratterizzati da un senso di autonomia già abbastanza marcato.
    Alle elementari eravamo accompagnati tutti/tutte forse i primi due anni, per il resto si andava e tornava con le compagne di classe (5 minuti di camminata circa). Alle medie praticamente mai accompagnata (forse solo il primo giorno della prima media), erano 15 minuti di camminata e si andava e tornava a piedi con i compagni di classe, anche di sera quando si faceva il tempo pomeridiano. Mi ricordo che in fin dei conti erano bei momenti, in cui si scherzava in gruppo mentre si tornava a casa. Al liceo idem, 20 minuti di camminata a piedi da sola o con qualche compagna di classe nell'ultimo tratto, mai accompagnata da un genitore (a limite é capitato un paio di volte che all'uscita venisse in auto mio padre, ma solo perché facendo lo sperimentale si usciva tutti i giorni alle 14 e se c'era qualche impegno di sera ero a casa più velocemente). Tutto ciò ha contribuito a determinare la persona che sono oggi (autonoma, non ho il minimo problema a fare tutto il necessario e/o a spostarmi da sola, a piedi o in auto che sia).

    Penso che un genitore debba coltivare l'autonomia dei figli già dalla minore età. Questo non significa abbandonarli a se stessi, al contrario, se ne dovrebbe incoraggiare in modo progressivo l'autonomia tenendo sempre in primo piano il loro benessere, e facendo in modo di stimolare la loro consapevolezza in modo costruttivo su certe tematiche (rapporti con gli estranei, pericoli vari). Penso che questo contribuisca inoltre a creare e rafforzare un rapporto di fiducia tra genitore e figlio. Del resto un figlio non é un oggetto né una proprietà: é un parte di sé, a cui un genitore dovrebbe parallelamente fornire i mezzi per trovare e percorrere autonomamente la propria strada. Crescere figli in modo soffocante o iperprotettivo non ha comunque senso, anzi credo sia la loro rovina, anche perché é lo stampo sul quale si formerà la loro personalità di adulti, che non sarà certo delle migliori partendo da basi simili.

    Penso inoltre che lo Stato, invece di frignare sulla necessità di andare a ritirare i figli a scuola come fossero pacchi per presunte esigenze di sicurezza, dovrebbe tirarsi su le maniche ed impegnarsi a garantire un clima di sicurezza, nel cui contesto poter crescere i figli come adulti autonomi (come dovrebbe essere). Questo é il suo compito del resto, e non lo sta portando a termine. I problemi andrebbero risolti alla radice, invece di cercare di tamponare in modo peraltro maldestro le conseguenze.


    trale, cavalletto and PINASO like this.
     
  2. cavalletto cavalletto è offline JuniorMessaggi 1,306 Membro dal Dec 2016
    Località sei di Cinisello se...
    #12

    Predefinito

    Dunque, non so voi, ma io ho fatto le elementari negli anni 70.
    I miei genitori mica avevano tutto sto tempo per portarmi e venirmi a prendere, anzi, io credo di essere cresciuto da solo, anche se loro c'erano.
    Mia mamma mi ha portato a scuola il primo giorno della prima elementare e poi mai più.
    Con i miei figli, fosse stato per me avrei fatto altrettanto, ma come si sa certe cose le decide la mamma.
    Dalla terza elementare hanno iniziato ad andare e tornare da soli in bici, con il loro gruppo di amichetti.
    Io la frase "tutto quello che si sente in giro" la odio.
    Si deve vedere il contesto in cui accadono certe cose, non è che perchè a Brembate Sopra venne rapita e uccisa Iara, allora tutti i ragazzi di 12 anni della provincia di bergamo corrono pericoli innominabili quando vanno a fare attività sportive.
    Così non si vive più, non si esce più di casa perchè si ha paura.
    A sto punto non posso nemmeno uscire io tutte le mattine, metti che incontro il lupo cattivo e mi rapisce.
    Dopo due giorni mi riporta dove mi ha trovato, visto quanto mangio....e quanto costo....
    the_witch and PINASO like this.
    Ultima modifica di cavalletto; 04-01-2018 alle 12:21
     
  3. PINASO PINASO è offline Super FriendMessaggi 5,260 Membro dal Feb 2015
    Località Tra fiume Po e fiume Arno, ad est del meridiano di Alessandria e ad ovest del meridiano di Bologna
    #13

    Predefinito

    Visto che i miei genitori erano separati mi hanno portato a scuola fino in terza media e anche il 1 ° giorno delle superiori.
    Benvenuti, vedrete che vi troverete bene su questo forum, tranne se siete : doppi nick, fake, troll, utenti già bannati in passato e a chi vota nei sondaggi senza aver mai scritto messaggi. Diffidate dalle imitazioni, da chi vuole mettere zizzania tra gli utenti spu***doli in pubblico invece di cercare di chiarire in privato e fidatevi di chi mette il cuore nelle attività online ...Chi ha piacere a comunicare con me ascolti me, chi non ha piacere a comunicare con me mi ignori
     
  4. L'avatar di MonacoFrigido

    MonacoFrigido MonacoFrigido è offline Super FriendMessaggi 6,655 Membro dal Jun 2016
    Località Brixia, Longobardia Maior
    #14

    Predefinito

    Io sono sempre stato portato a scuola da mio padre, perfino in 5a superiore. Il motivo era molto semplice, alle medie frequentavo la stessa scuola dove insegnava lui, mentre alle superiori la mia scuola era di passaggio per andare alle medie dove insegnava lui.
    Ultima modifica di MonacoFrigido; 12-08-2018 alle 19:21
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]