La povertà delle relazioni di oggi - Pagina 3

Discussione iniziata da stella.luna il 13-01-2021 - 47 messaggi - 1804 Visite

Like Tree50Likes
  1. L'avatar di Hurrem

    Hurrem Hurrem è offline Super FriendMessaggi 5,475 Membro dal Aug 2017 #21

    Predefinito

    Come vedi, tante risposte e ognuna diversa per indicare proprio il fatto che ognuno viva le relazioni a modo suo. Io nell’ultimo anno ho avuto bisogno di sentire le persone di più perché a differenza di prima dove stavo con persone ogni giorno per lavoro, nell’ultimo anno sono stata sola (vivo con coinquilini ma non ci filiamo). E questo isolamento ha portato al mio bisogno di avere più interazioni virtuali.
    E questo l’ho riscontrato anche in altre persone.

    Invece c’è chi è stato più sulle sue e ha avuto il bisogno di chiudersi in se ogni tanto, infatti un paio di amici li ho sentiti di meno rispetto a prima. E ho rispettato la loro scelta senza problemi.

    Però vedi, indipendente dalla frequenza degli incontri (reali o virtuali che siano), per me la differenza la fa la voglia di sentirsi. Ho un paio di amici che sento 3-4 volte all’anno ma non è che mi faccio sentire sempre io e loro si adeguano. Ci facciamo sentire un po’ per uno, a seconda di come capita.
    Per me è indicativo il fatto che faccia sempre tu il primo passo, ed io prenderei come rifiuto un atteggiamento del genere e non mi farei più viva. Della serie se qualcuno non mi vuole nella sua vita allora tolgo il disturbo.
    Berlin__ and Minsc like this.


    Optimist: Someone who figures that taking a step backward after taking a step forward is not a disaster, it's more like a cha-cha.​
     
  2. L'avatar di Melograna

    Melograna Melograna è offline FriendMessaggi 3,144 Membro dal Aug 2019 #22

    Predefinito

    Credo sia come dice Melite. Anch'io ho amicizie con cui mi trovo bene, esco, ecc. Ma non ho sempre voglia di sentire queste persone. Questo non vuol dire che io non sia sinceramente affezionata.
    Credo che dovresti dare meno peso alla tua esigenza di confronto. Fa parte del tuo modo di essere, ed è rispettabile. Come è rispettabile il loro modo di vivere l'amicizia.
    Attaccamento, continuità, confronto, non sono componenti necessarie nelle amicizie. Lo sono nelle relazioni sentimentali. Che appunto sono altra cosa.
    Il genere di amicizia di cui parli tu, lo avevo al liceo. Ma non lo avrei mai oggi che ho superato i 40.
     
  3. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 9,767 Membro dal Oct 2017 #23

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da stella.luna Visualizza Messaggio
    Ci troviamo molto bene insieme quando usciamo ma poi nella vita di tutti i giorni non ci si confronta racconta , il feeling c è , però ripeto trovo la società di oggi in generale molto povera nelle relazioni con gli altri , ma magari è un pensiero mio
    Ecco io quando parlo di feeling non intendo soltanto il fatto di star bene insieme, ma proprio anche di avere un'intesa, nel senso di capirsi. Io per esempio capisco la mia amica che si eclissa perché ha la testa altrove, e la capisco perché io stessa sono così. Ma se io non fossi così come lei, non la capirei, magari me la prenderei di queste sue sparizioni, e allora questo per me non è avere un'intesa.

    Ti ripeto, per me queste persone di cui tu parli non sono amicizie nel senso più nobile del termine, sono persone con le quali puoi passare dei bei momenti ma poi non c'è collante.

    Citazione Originariamente Scritto da Melograna Visualizza Messaggio
    Credo sia come dice Melite. Anch'io ho amicizie con cui mi trovo bene, esco, ecc. Ma non ho sempre voglia di sentire queste persone. Questo non vuol dire che io non sia sinceramente affezionata.
    Questo è esattamente quello che intendevo, non è che perché non si ha voglia di interagire allora è perché si ha qualcosa contro le persone. Si tratta del proprio bisogno di stare con sé stessi, che non dipende dagli altri.

    A differenza di Melo però io non vorrei dirti di mettere da parte le tue esigenze, soltanto vorrei dirti di non essere così giudicante nei confronti degli altri, perché non puoi mai sapere cosa stanno vivendo nel loro piccolo e non hai il diritto di etichettarli come "poveri". Cerca piuttosto ti trovare persone più simili a te, con la tua stessa voglia di "confrontarsi e raccontarsi". E comunque, per queste cose c'è sempre il forum
    Minsc and Melograna like this.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  4. L'avatar di stella.luna

    stella.luna stella.luna è offline Super ApprendistaMessaggi 805 Membro dal Nov 2020 #24

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hurrem Visualizza Messaggio
    Come vedi, tante risposte e ognuna diversa per indicare proprio il fatto che ognuno viva le relazioni a modo suo. Io nell’ultimo anno ho avuto bisogno di sentire le persone di più perché a differenza di prima dove stavo con persone ogni giorno per lavoro, nell’ultimo anno sono stata sola (vivo con coinquilini ma non ci filiamo). E questo isolamento ha portato al mio bisogno di avere più interazioni virtuali.
    E questo l’ho riscontrato anche in altre persone.

    Invece c’è chi è stato più sulle sue e ha avuto il bisogno di chiudersi in se ogni tanto, infatti un paio di amici li ho sentiti di meno rispetto a prima. E ho rispettato la loro scelta senza problemi.

    Però vedi, indipendente dalla frequenza degli incontri (reali o virtuali che siano), per me la differenza la fa la voglia di sentirsi. Ho un paio di amici che sento 3-4 volte all’anno ma non è che mi faccio sentire sempre io e loro si adeguano. Ci facciamo sentire un po’ per uno, a seconda di come capita.
    Per me è indicativo il fatto che faccia sempre tu il primo passo, ed io prenderei come rifiuto un atteggiamento del genere e non mi farei più viva. Della serie se qualcuno non mi vuole nella sua vita allora tolgo il disturbo.
    Ecco no io non ho questo spirito nel giudicare male il loro non farsi sentire ,e a me manca non sentirle o non sapere come stanno , mi interesso a loro ai loro bimbi
     
  5. L'avatar di SunsetLimited

    SunsetLimited SunsetLimited è offline Super ApprendistaMessaggi 802 Membro dal Jan 2017
    Località La più grande delle isole italiane
    #25

    Predefinito

    Questo comportamento distaccato l'ho sempre notato nella vita, non è solo una cosa legata al periodo. Poi dipende da che tipo di rapporto abbiamo, magari instauriamo nella nostra testa un rapporto migliore di quello che è, e quindi caricando delle aspettative restiamo delusi dalla "freddezza".
    E a volte, l'altra persona, col telefono in mano è seduta sul cess* , e vuole solo uscire dal bagno.
    stella.luna, Azzy and Minsc like this.
    "𝑳'𝒂𝒎𝒐𝒓𝒆 𝒏𝒐𝒏 𝒆𝒔𝒊𝒔𝒕𝒆 𝒆̀ 𝒍'𝒆𝒇𝒇𝒆𝒕𝒕𝒐 𝒑𝒓𝒐𝒓𝒐𝒎𝒑𝒆𝒏𝒕𝒆
    𝑫𝒊 𝒅𝒐𝒕𝒕𝒓𝒊𝒏𝒆 𝒎𝒐𝒓𝒂𝒍𝒊𝒔𝒕𝒆 𝒔𝒖𝒍𝒍𝒆 𝒗𝒐𝒈𝒍𝒊𝒆 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒈𝒆𝒏𝒕𝒆
    𝒆̀ 𝒊𝒍 𝒑𝒊𝒖̀ 𝒄𝒐𝒎𝒐𝒅𝒐 𝒓𝒊𝒎𝒆𝒅𝒊𝒐 𝒂𝒍𝒍𝒂 𝒑𝒂𝒖𝒓𝒂
    𝑫𝒊 𝒏𝒐𝒏 𝒆𝒔𝒔𝒆𝒓𝒆 𝒄𝒂𝒑𝒂𝒄𝒊 𝒂 𝒓𝒊𝒎𝒂𝒏𝒆𝒓𝒆 𝒔𝒐𝒍𝒊"
     
  6. L'avatar di Azzy

    Azzy Azzy è offline Super FriendMessaggi 7,422 Membro dal Dec 2015 #26

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da stella.luna Visualizza Messaggio
    Ci troviamo molto bene insieme quando usciamo ma poi nella vita di tutti i giorni non ci si confronta racconta , il feeling c è , però ripeto trovo la società di oggi in generale molto povera nelle relazioni con gli altri , ma magari è un pensiero mio
    La forza di queste relazioni sta nello stare bene insieme. Nel momento in cui vi vedete siete relazione, e va alla grande. Cercate di vedervi una volta in più allora, senza appestare questa amicizia con la vita di tutti i giorni.
    Welcome Home
     
  7. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 17,665 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #27

    Predefinito

    ... l'uomo è un animale sociale per necessità ... una volta soddisfatte le necessità vive benissimo dassolo perché dassolo è nato e dassolo muore. La crescita è più facile in un gruppo sociale ... nel gruppo sociale acquisisce più facilmente le competenze che lo rendono consapevole della propria autonomia ed indipendeza di persona, di individuo. La persona contribuisce all'eredità genetica e da questo impara a comprendere che la nuova vita rinasce dalla morte.

    Stella.luna, tu hai le conoscenze ma ancora non le hai convertite in competenze, non ti sentire ansiosa ed insicura, servono le giuste esperienze nel giusto tempo.
    ... another perspective ...
     
  8. L'avatar di stella.luna

    stella.luna stella.luna è offline Super ApprendistaMessaggi 805 Membro dal Nov 2020 #28

    Predefinito

    Urca Fausto che discorsone ..una domanda il 62 sta per l’età ? Perché magari le avrò raggiunte Anch io a quell età 🤣
     
  9. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 17,665 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #29

    Predefinito

    ... non sta per l'età, sta per il numero di donne che ho avuto prima di mettere la testa apposto ... ma l'età è lì vicina.

    ... sono arrivato all'autosufficienza ed indipendenza ormai da 7 anni ... c'è voluto il giusto tempo ... sai il detto "non si nasce imparati" suggerisce molto soprattutto quando per i primi 32 anni non ci si raccapezza molto viste le dannose difficoltà che si possono incontrare ... tipo il bullismo ... un padre che diseduca ... essere un DSA ma che tutti considerano un somaro perché incompreso ... iperattività ...
    ... another perspective ...
     
  10. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline Super FriendMessaggi 7,195 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #30

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hurrem Visualizza Messaggio
    Come vedi, tante risposte e ognuna diversa per indicare proprio il fatto che ognuno viva le relazioni a modo suo. Io nell’ultimo anno ho avuto bisogno di sentire le persone di più perché a differenza di prima dove stavo con persone ogni giorno per lavoro, nell’ultimo anno sono stata sola (vivo con coinquilini ma non ci filiamo). E questo isolamento ha portato al mio bisogno di avere più interazioni virtuali.
    E questo l’ho riscontrato anche in altre persone.

    Invece c’è chi è stato più sulle sue e ha avuto il bisogno di chiudersi in se ogni tanto, infatti un paio di amici li ho sentiti di meno rispetto a prima. E ho rispettato la loro scelta senza problemi.

    Però vedi, indipendente dalla frequenza degli incontri (reali o virtuali che siano), per me la differenza la fa la voglia di sentirsi. Ho un paio di amici che sento 3-4 volte all’anno ma non è che mi faccio sentire sempre io e loro si adeguano. Ci facciamo sentire un po’ per uno, a seconda di come capita.
    Per me è indicativo il fatto che faccia sempre tu il primo passo, ed io prenderei come rifiuto un atteggiamento del genere e non mi farei più viva. Della serie se qualcuno non mi vuole nella sua vita allora tolgo il disturbo.
    Sono d'accordo su tutto. Anche il fatto di farsi sentire è importante, se non ti fai mai sentire per me sei fuori perché non te ne frega nulla e ognuno per la sua strada
    animasolitaria11 likes this.
    "Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa"

    "Dove l'amore impera, non c'è desiderio di potere, e dove il potere predomina, manca l'amore. L'uno è l'ombra dell'altro"

    "Il progresso tecnologico è come dare un'ascia ad un pazzo criminale"

    "Il cambiamento non viene mai senza dolore"

    "Anche nei momenti bui, non possiamo rinunciare alle cose che ci rendono umani"