Problemi di ansia e madre che rimprovera sempre

Discussione iniziata da Ragazza93 il 30-07-2020 - 9 messaggi - 473 Visite

  1. Ragazza93 Ragazza93 è offline JuniorMessaggi 1,506 Membro dal Aug 2015 #1

    Predefinito Problemi di ansia e madre che rimprovera sempre

    Ho 27 anni e potrei andarmene di casa ma al momento ho tante spese e poco guadagno ma spero di riuscire presto a fare questo passo Comunque racconto la mia situazione.Ho iniziato una cura sotto prescrizione medica per i miei disturbi di ansia...ho difficoltà di concentrazione e memoria da tanti anni,accuso spesso stanchezza,dormo male eccetera. Faccio fatica a capire cosa sta succedendo in casa e se mia madre abbia ragione oppure no...capisco che sia pesante,se io fossi produttiva e serena sarebbe tutto più facile ma non mi sono mai sentita creduta fino in fondo perché sono sempre stata trattata come una svogliata e basta...e non come una persona con dei problemi per cui ora mi sono messa in cura.È vero che sono spesso svogliata e ho avuto negli ultimi mesi crisi di nervi...mi sento sempre stanca ma non lo faccio apposta. Sono iscritta all'università da anni ma non riesco a studiare e sto lavorando con i miei genitori. Ci sono giorni in cui mi sveglio e non ho veramente la forza e l'umore per andare da nessuna parte e è successo che non andassi al lavoro e so che è sbagliato. Ho momenti down in cui mi sento quasi depressa,momenti in cui mi sento solo ansiosa ecc Però sono andata dal medico apposta.Capisco che lei non sia una delle persone più serene perché ha 2 figli e mio padre c'è ma è una persona assente,che non la aiuta eccetera e lei ha sempre pensato a me e a mio fratello... Però io mi sono resa conto che come a scuola mi mettevano ansia certi professori con modi severi E pressanti(perché mi creavano ansia e nessun rendimento) allo stesso modo il modo di fare di mia madre sempre lamentoso sempre a rimproverarmi per questo mio non fare niente ecc l'ho sempre patito e lo sto patendo molto...sto zitta e cerco di sopportare sentendo il nervoso nello stomaco...ma poi nel momento in cui le rispondo fa la vittima e sembra che la causa di tutti i mali sia sempre io... questa cosa mi crea ancora più ansia perché cerco di curarmi ma tutti i suoi rimproveri continui mi metto no ancora più ansia e quindi non ha senso che io mi curi....ha ragione lei o io?Io capisco sia pesante starmi dietro...però non mi sono mai sentita creduta perché che senso ha rimproverarmi perché dormo troppo o perche non studio se è la stessa cosa che mi fa stare male e per cui mi sono messa in cura?


     
  2. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline Super FriendMessaggi 7,264 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #2

    Predefinito

    Ti consiglio di prendere la tua strada appena potrai. Mia madre ha fatto lo stesso, praticamente fino a che e' morta, lo scorso maggio. Riconosco che molto ha fatto per me, ha pero' sempre rifiutato ogni dialogo e ogni ragionamento. Fino all' ultimo ha usato, con cio', il gioco psicologico di farmi sentire in colpa.
    Me ne sono accorto troppo tardi.

    Poiche' sei giovane e capisco come si puo' mettere, scappa - appena puoi.
    OK la gratitudine ai genitori, la nostra vita pero' appartiene a noi; non ci hanno comprato, gia' finche' siamo giovani si comportano su di noi quasi avessero un diritto ipotecario.
    Ma non ce l'hanno.
    6-08-2020 Ore 21.00 in punto. Sono in treno, in procinto di partire da Venezia. Terminato di lavorare, mi sono fatto un' escursione e..vi mando un saluto.Fondamenta de Canaregio, dipinto fino a che la luce quasi ancora me lo permetteva.
     
  3. Ragazza93 Ragazza93 è offline JuniorMessaggi 1,506 Membro dal Aug 2015 #3

    Predefinito

    Gioco del far sentire in colpa? Non ho mai pensato a questo...cosa significa?C'è qualcosa nel suo modo di fare che non mi è chiaro e al quale torno a pensare ogni volta che ho un problema...ogni volta mi viene in nervoso perché sento di non riuscire mai a esporre le mie idee e pensieri perché quando le dico non riesco mai a far sentire in colpa loro ma alla fine attacca me...
    Ultima modifica di Ragazza93; 01-08-2020 alle 10:56
     
  4. Ragazza93 Ragazza93 è offline JuniorMessaggi 1,506 Membro dal Aug 2015 #4

    Predefinito

    Da un lato riconosco quello che lamenta lei e cioè che tutte le responsabilità sono su di lei...perché lei che stia bene o che stia male deve sempre fare comunque le cose in casa e occuparsi di tutto...e è vero...e quindi se io mi lamento di qualcosa il discorso finisce sempre in questo modo...e io dico ha ragione...ma dall'altro lato non sento ascoltato realmente i miei problemi...
     
  5. SOSSOS SOSSOS è offline PrincipianteMessaggi 97 Membro dal Jul 2020 #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ragazza93 Visualizza Messaggio
    Ho 27 anni e potrei andarmene di casa ma al momento ho tante spese e poco guadagno ma spero di riuscire presto a fare questo passo Comunque racconto la mia situazione.Ho iniziato una cura sotto prescrizione medica per i miei disturbi di ansia...
    Sei seguita da uno specialista o solo dal tuo medico di famiglia? Se non hai del denaro da spendere, puoi rivolgerti alla struttura pubblica locale?

    Citazione Originariamente Scritto da Ragazza93 Visualizza Messaggio
    ho difficoltà di concentrazione e memoria da tanti anni,accuso spesso stanchezza,dormo male eccetera.
    Il dormir male è sintomo evidente del tuo malessere; se non dormi come potrai mai fare quello che devi? E se non risolvi il disagio che ti causa il dormir male, da questa spirale da sola non ne esci...

    Citazione Originariamente Scritto da Ragazza93 Visualizza Messaggio
    Capisco che lei non sia una delle persone più serene perché ha 2 figli e mio padre c'è ma è una persona assente,che non la aiuta eccetera e lei ha sempre pensato a me e a mio fratello...
    Tua madre cerca di esserti vicina come può, probabile sia lei stessa travolta dagli impegni del quotidiano; hai mai provato a recuperare il rapporto umano con Lei? Tipo: da quanto non vi scambiate un abbraccio di affetto? Mancasse tutto ciò, rischiate di trasformarvi in due estranee in casa.


    Citazione Originariamente Scritto da Ragazza93 Visualizza Messaggio
    che senso ha rimproverarmi perché dormo troppo o perche non studio se è la stessa cosa che mi fa stare male e per cui mi sono messa in cura?
    Non credo ti rimproveri per il gusto di farlo, vuole solo spronarti, non vuole lasciarti rimanere passivamente nel Limbo in cui ti trovi; magari non è in grado di aiutarti come vorrebbe; credo che tu debba andare per gradi:
    - Università: se non stai studiando, inutile tenerti i libri sulla scrivania, inutile arroventare il tuo cervello con tal assillo; sospendi momentaneamente tutto, nel senso che proprio non ci devi pensare; però devi decidere cosa fare: o studi o ti metti a lavorare in famiglia; vuoi studiare? Bene, datti una scadenza quotidiana, non per fare un esame, ma per dimostrare a te stessa che sai padroneggiare il tuo ego; autoesaminati e vedi se ti vien voglia ancora di star sui libri (te lo dice uno che ha faticato non poco sui tomi di diritto), memorizza 10 pagine al giorno e vedrai che da 10 passi a 20...
    - Svegliarsi: devi dormire 8 ore; questa la necessità del tuo corpo; poi metti sotto frusta il tuo cervello, alzati dal letto, riordina la tua cameretta, sbriga alcune faccende di casa (così aiuti mamma) ed un po' alla volta fai capire agli altri che ce la stai mettendo tutta.

    Dai, forza!
     
  6. Ragazza93 Ragazza93 è offline JuniorMessaggi 1,506 Membro dal Aug 2015 #6

    Predefinito

    Come ho detto ho iniziato una cura sperando che i problemi di ansia e di stanchezza migliorino...
    Un abbraccio? Non ricordo l'ultimo...forse quando ero piccola
    Per quanto riguarda gli studi sto valutando un cambio di percorso...
     
  7. Ragazza93 Ragazza93 è offline JuniorMessaggi 1,506 Membro dal Aug 2015 #7

    Predefinito

    Cosa vuol dire poi che quando le dico che mi sento male all'idea che lei resti un giorno da sola con mio padre...o comunque se parlo del futuro...lei spesso mi risponde che non ci arriva a invecchiare...che ne è convinta...perché lo dice?
     
  8. L'avatar di Romance

    Romance Romance è offline Super ApprendistaMessaggi 683 Membro dal Oct 2013 #8

    Predefinito

    Ciao cara
    Da quel che scrivi, sembra che tua madre tenda a scaricare il suo nervosismo (e l'assenza di tuo padre) su voi figli, ma lei molto probabilmente non se ne rende conto. Se tu sei una persona estremamente sensibile accusi maggiormente il colpo. Oltre alla terapia che stai facendo credo che dovresti parlarle, farle capire che questo suo atteggiamento ti fa male e ti demotiva. Dovresti anche vedere il lavoro e/o lo studio come un mezzo per raggiungere la tua indipendenza, e non come un obbligo da adempiere. Per qualsiasi altra cosa, scrivi pure
    Ultima modifica di Romance; 01-08-2020 alle 20:16
     
  9. L'avatar di antonio60

    antonio60 antonio60 è online JuniorMessaggi 1,403 Membro dal Mar 2020 #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ragazza93 Visualizza Messaggio
    ...Per quanto riguarda gli studi sto valutando un cambio di percorso...
    Cioè?