qual'è il ruolo dell'uomo di oggi? - Pagina 8

Discussione iniziata da ivm80 il 20-10-2020 - 549 messaggi - 25194 Visite

Like Tree503Likes
  1. L'avatar di _Cristallina_

    _Cristallina_ _Cristallina_ è offline FriendMessaggi 4,373 Membro dal May 2013
    Località Italia
    #71

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Firecatcher Visualizza Messaggio
    Come se avessi scritto che la donna deve essere sempre sexy e non deve mai rompere i collioni.
    Sessismo puro.

    Non è un'accusa Isolda, è una constatazione. La conferma della mia tesi: il paternalismo lo fate voi. Ci volete dolci e sottomessi con voi, ma forti e aggressivi con gli altri maschi. Non siamo mastini da aizzare l'uno contro l'altro per il tuo piacere personale, questa mentalità indica soprattutto una grande insicurezza e paura (oserei dire senso di inferiorità) verso gli uomini.

    Però ripeto: non è un'accusa, apprezzo molto che finalmente qualcuna dica le cose come sono davvero in mezzo ad un mare di ipocrisia.


    (@Hafsa: change my mind )
    Credo che siano semplici aspettative che non sempre vengono deluse.
    L'uomo per me può anche diventare donna se ci si sente, l'importante è il rispetto, tra uomini e uomini, donne e donne, uomini e donne e qualsivoglia nuova specie vagante...


     
  2. L'avatar di jonesthecat

    jonesthecat jonesthecat è offline FriendMessaggi 4,488 Membro dal Apr 2016 #72

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Minsc Visualizza Messaggio
    Credo fosse bisessuale
    come gran parte dei "grandi" dell'antichita'..ci sono collezioni di poesie dedicate ai fanciulli palatini, al coppiere con la pelle di pesca, al ragazzo con gli occhi da cerva..la poesia persiana, per esempio, ha interi "divan" ispirati alla poesia cortigiana..le mogli c'erano ma, perdonate la franchezza, erano poco piu' che fattrici, adatte solo a perpetuare la specie generando figli, ma la poesia amorosa era, moltissime volte, di impronta omosessuale che ora chiameremmo pedofila..
    The Wood is lovely, dark and deep,
    But I have promises to keep
    And miles to go before I sleep,
    And miles to go before I sleep.

    (Stopping by Woods on a Snowy Evening - R. Frost)
     
  3. IsoldaCoeurDAnge IsoldaCoeurDAnge è offline BannedMessaggi 12,259 Membro dal Aug 2017
    Località Francia
    #73

    Predefinito

    Rispondo cinicamente: quale è il ruolo dell'uomo attuale?

    Se è maritoagare
    Se è amante:divertire
    Se è fidanzato: divertire e sopportare😁.

    Poi scherzando scherzando ,si dice anche la verità😉.
     
  4. L'avatar di Firecatcher

    Firecatcher Firecatcher è offline FriendMessaggi 3,061 Membro dal Sep 2015 #74

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hafsa Visualizza Messaggio
    Perché io? Che c'entro?!
    Perchè trovo sempre interessante il tuo punto di vista e volevo sapere che ne pensavi. Saluti
    Hafsa likes this.
    Ultima modifica di Firecatcher; 30-03-2021 alle 17:13
     
  5. Hafsa Hafsa è offline FriendMessaggi 3,967 Membro dal Oct 2015 #75

    Predefinito

    Ma grazie!

    Beh in realtà non voglio contraddirti così tanto perché almeno un po', in parte, sono d'accordo con te.
    Nel senso, non penso sia vero che le donne vogliano un uomo sottomesso con loro (c'è chi è più o meno dispotico nella coppia, ma quello sia al maschile che al femminile), né penso la maggioranza apprezzi la lotta tra galli nel pollaio, credo però sia vero che anche noi donne alimentiamo stereotipi di genere.

    Sai cosa?
    Il mutamento della società lo patisce sicuramente di più il genere maschile, per molti di voi è un casino, me ne rendo conto, però secondo me neanche per il genere femminile la cosa è così immediata.
    Nel senso, noi ci abbiamo sicuramente guadagnato, ma è pur sempre un cambiamento e, come tutti i cambiamenti, va metabolizzato. E nel metabolizzarlo può essere che tu vada in contro ad alcune contraddizioni perché non è facile trovare la quadra tra quello che razionalmente si ritiene sia giusto e quello che istintivamente (un po' per natura e un po' per cultura?) si desidera e si trova attraente.
    Cioè, come si riesce a conciliare l'idea che siamo pari, che non c'è un superiore e un inferiore, con il senso di protezione che molte donne cercano nell'uomo (io per prima, credo sarebbe una delle cose che più mi colpirebbero)?
    Come si fa convivere l’apprezzamento della galanteria maschile con il fatto che il ruolo della donna non è e non deve essere quello di accudire/servire l’uomo?
    Come si fa a condannare la mascolinità tossica se poi si dice che l’uomo deve essere virile, non deve piangere o essere debole e deve sostanzialmente fare l’uomo?
    Superficialmente parrebbe elementare ma io credo non sia per niente scontato trovare la giusta sintesi di tutti questi concetti: alla fine un po’ tutti stiamo cercando di arrivare al giusto equilibrio (o almeno più giusto di quello che c’era 60 anni fa).. senza contare che poi ognuno è diverso perciò ognuno avrà la sua personale idea di quale sia il punto di equilibrio giusto per lui.

    Per quanto mi riguarda sono per la mezza via, penso che alcuni requisiti che tradizionalmente si considerano appannaggio del genere maschile siano da superare; ad esempio il fatto di non dover mostrare mai le proprie emozioni anche negative o di debolezza, o di non doverle proprio avere, la questione dell’offrire, l'essere galante per principio, solo perché ci si relaziona ad una donna e non perché è proprio quella specifica donna a valere le carinerie, o la differenziazione dei lavori da uomini e lavori da donne.
    D’altra parte non possiamo fare a meno di tener conto che pur se “elevati” animali rimaniamo comunque e, volenti o nolenti, almeno un po’ ai nostri istinti dobbiamo rispondere.
    In questo senso non è sessismo il fatto che un uomo ponga tantissimo l'attenzione sull’aspetto fisico della donna, è natura, e non è sessismo che la donna venga più facilmente attratta da un uomo che dimostra solidità interiore essendo questo un segno di virilità.
    Può essere che sia un modo per alimentare stereotipi da ambo le parti, ed è un peccato forse, perché così sia nel primo che nel secondo caso tante persone che varrebbero molto rimangono in panchina.. ma d’altronde, come si fa ad andare contro i propri istinti?
    Magari arriveremmo più facilmente all'equilibrio se cercassimo di essere complementari come individui singoli (per cui alla fine ognuno può trovare il proprio personale incastro nella coppia) e non uguali come generi.. chi lo sa..

     
  6. Melite Melite è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 11,447 Membro dal Oct 2017 #76

    Predefinito

    Ma non penso che le donne vogliano la parità in senso fisico o biologico, semplicemente vogliono avere gli stessi diritti legislativi e le stesse opportunità in senso lavorativo o comunque nella società. Non c'entra nulla il sesso, la sessualità, il ruolo nel rapporto uomo donna a livello biologico.
    Minsc likes this.
     
  7. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 19,939 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #77

    Predefinito

    Melite,
    i diritti legislativi sono pari e in alcuni ambiti come il matrimonio la donna è in una posizione forte a tutela dei figli minori ... per il discorso lavoro è sempre pari ... non mi sembra che per fare l'impiegata o l'imprenditrice avete problemi ...
    ... poi per i vecchi lavori duri la cosa si sta risolvendo con l'utilizzo dei clandestini o dei lavoratori e lavoratrici della Romania ... Ucraina ... Bulgaria ...
    ... non capisco che manca ancora alle donne italiane ...
    Garro and passerosolitario84 like this.
    ... another perspective ...
     
  8. Garro Garro è offline BannedMessaggi 41 Membro dal Mar 2021 #78

    Predefinito

    Ma infatti hanno gia gli stessi diritti solo non si prendono nemmeno il disturbo di leggersi le leggi.
     
  9. Melite Melite è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 11,447 Membro dal Oct 2017 #79

    Predefinito

    Fausto, facciamo sempre gli stessi discorsi, sulla donna che si cresce i figli e che deve necessariamente lavorare meno, all'uomo che non può prendere i permessi per la paternità, al padre che deve mantenere i figli qualora divorzi perché nel mentre che la madre cresceva sti figli non è riuscita a lavorare 10 ore al giorno, eccetera, eccetera.
     
  10. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 19,939 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #80

    Predefinito

    ... che te devo dì? Io sono sposato ed ho cresciuto i figli insieme a mia moglie e una grossa mano ce l'hanno data i miei genitori ... mia moglie insegna e mi giunge spesso qualche sua considerazione sulla presenza dei nonni nella vita degli alunni ...
    ... sicuramente ciò che vivo io è parziale e non è la realtà di tutta l'Italia ma sto dramma che pesa sulle spalle delle donne non lo vedo così diffuso ... ci sono tanti figli unici e famiglie con massimo due figli ... credo che i tempi siano cambiati ...
    ... cosa diversa se consideriamo le famiglie musulmane o di migranti africani o slavi ... lì di figli ce ne sono tanti e le madri hanno tutto il carico ...
    ... non voglio sminuire la mole di lavoro famigliare della donna ... ma dire che non è più quello di un tempo lo devo dire ...
    ... another perspective ...