Qual è il senso di una storia clandestina? - Pagina 10

Discussione iniziata da Rosascarlatta il 01-06-2017 - 251 messaggi - 23724 Visite

Like Tree250Likes
  1. christel345 christel345 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 204 Membro dal Mar 2020 #91

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da antonio60 Visualizza Messaggio
    Premesso che non ho un'amante nè l'avrò mai, sono felicissimo del mio matrimonio, permettetemi una domanda, senza alcuna vena polemica, ma solo per capire: Molletto e Christel, se le cose stanno così, perchè non lasciate il coniuge e vi mettete con l'amante? Perchè state con una persona che a malapena sopportate e non quella che amate o che comunque con cui state bene?
    La mia risposta non può che essere parziale, riassumere una vita in poche parole è complesso. Posso dirti che non sto con una persona che a malapena sopporto, anzi. Sono profondamente legata a mio marito e gli voglio realmente bene, anche se non considero il nostro un matrimonio riuscito, e anche se, inevitabilmente, penserai che il bene è difficilmente conciliabile con la slealtà. Penso anche che non abbia particolari colpe per ciò che non riesce a darmi, perché non riesce a manifestare interesse per me o volermi davvero come donna, né per il rifiuto di una terapia di coppia o altre cose che forse mi avrebbero aiutato a sentirmi più unita a lui. Ognuno è ciò che è. Ci ho pensato, ne ho parlato con professionisti, ma non riesco a pensare di lasciarlo. Desidero stargli vicino, ma non riesco a rinunciare del tutto a me stessa. L'altra persona lo comprende. Il tempo passerà e ci aiuterà.
    Sei certamente bravo e fortunato, fai bene a esserne fiero.


    5ht2807 likes this.
     
  2. L'avatar di deanx4

    deanx4 deanx4 è offline ApprendistaMessaggi 309 Membro dal Jan 2020 #92

    Predefinito

    la vera domanda secondo me potrebbe essere tenendo conto di 3 possibili scenari:
    1) l'altro vi vuole lasciare nel caso di fidanzamento, o convivenza, o vuole la separazione nel caso di chi è sposato, ma non sa del tradimento, sa 0.
    sareste comunque per il non separarvi?
    2)l'altro vi vuole lasciare nel caso di fidanzamento, o convivenza, o vuole la separazione nel caso di chi è sposato, vuole farlo perché ha dei dubbi, certi comportamenti lo hanno all'armato.
    sareste comunque li a non volervi separare, oppure lo assecondate, ma cercando di fregarlo, cioe provando a fargli credere che si è immaginato tutto.
    3)l'altro vi vuole lasciare nel caso di fidanzamento, o convivenza, o vuole la separazione nel caso di chi è sposato, l'altro sa tutto, sa anche chi è lei/lui, sempre dell'idea di non separarsi?
    oppure di separarsi, ma cercando di fare in modo che l'altro non faccia colpi di testa?
    5ht2807 likes this.
     
  3. christel345 christel345 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 204 Membro dal Mar 2020 #93

    Predefinito

    Non so se ho capito bene la domanda. Se dovessi giungere a ritenere che sia meglio separarci o se percepissi che lui desidera separasi, gli direi dell'altra persona, senza dettagli, perché i dettagli sono sadismo, ma per chiarezza.
     
  4. L'avatar di deanx4

    deanx4 deanx4 è offline ApprendistaMessaggi 309 Membro dal Jan 2020 #94

    Predefinito

    no, io dico che l'altro vuole separarsi.
    nel caso 1 non sa niente.
    nel caso 2 sospetta, ma non ha certezze.
    e nel caso 3,non sospetta, sa già tutto.

    per ognuno dei casi,quale sarebbe la vostra reazione?
    provereste a farla/farlo desistere?
    accettereste?
     
  5. L'avatar di 5ht2807

    5ht2807 5ht2807 è online Super ApprendistaMessaggi 597 Membro dal Mar 2018 #95

    Predefinito

    È una domanda difficile alla quale non saprei rispondere.. probabilmente cercherei di farlo desistere. E affronterei il problema
    "Meglio un minuto ma felice che triste in eterno..."
     
  6. L'avatar di deanx4

    deanx4 deanx4 è offline ApprendistaMessaggi 309 Membro dal Jan 2020 #96

    Predefinito

    parli nel caso in qui non sappia niente?
    oppure di uno dei altri 2 scenari?
     
  7. Molletto Molletto è offline PrincipianteMessaggi 39 Membro dal Mar 2020 #97

    Predefinito

    Ho pensato spesso a cosa succederebbe se ci dovessimo separare.
    Credo che, per come sono fatto, ne soffrirei molto. Faccio molta fatica ad affrontare le separazioni in generale. Soffro molto anche per semplici litigi, più di quanto non faccia una persona normale. Quando litigo con mia moglie, non ci godo nè rimango indifferente. Mi sento molto male, anche fisicamente. Tuttavia so che, superata la prima fase di shock, arriverebbe (relativamente presto) il giorno in cui direi a me stesso: smettila di fare storie, sappiamo entrambi quello che le hai fatto per anni e sappiamo entrambi cosa voglia dire.
    Tra l'altro, io penso di aver idealizzato mia moglie, ma non in quel senso romantico che di solito si intende. Penso di averla idealizzata perchè, essendo io un peccatore per così dire, automaticamente penso che lei sia un angelo, che lei non lo meriti, che io mi debba vergognare. Per interposta esperienza, posso dire che quando uno dei due riesce ad avere per anni una storia parallela, questo significa che anche l'altro ha una storia parallela... o comunque che anche l'altro non è sufficientemente concentrato sulla storia in corso. Se lo fosse, se ne accorgerebbe. Se fosse fatto di una pasta diversa, chiederebbe il divorzio. Ma, ripeto, per esperienza posso dirti che mia moglie non sospetta assolutamente niente e non sospetta assolutamente niente perchè lei per prima non mi dedica abbastanza attenzioni da rendersene conto.
    Avere una relazione extra, specialmente se si tratta di una relazione a tutto tondo come la mia, richiede tempo, energie e nutrimento. Quando dico che, a un certo punto, ho capito di essere ufficialmente sposato a mia moglie ma ufficiosamente fidanzato alla mia amante, mi riferivo anche a questo. L'investimento affettivo, sessuale e temporale, che io dedico alla mia amante sarebbe di "troppo" in qualsiasi matrimonio felice. Se io avessi un matrimonio felice e funzionante, non avrei il tempo nè il modo di coltivare la mia relazione extra. Se io avessi un matrimonio funzionante, non penserei mai a fidarmi più della mia amante che di mia moglie. Se io avessi un matrimonio funzionante, non avrei la voglia di fare sesso con un'altra. Al limite, mi troverei altri sfoghi contingenti, non certo una relazione parallela del tipo che io.
    Questo discorso te lo faccio per dire che, quando senti parlare persone come me, dovresti evitare di concentrarti eccessivamente su quello che raccontiamo e pensare a che tipo di contorno ci deve essere per permetterci di avere una storia extra. Noi fedifraghi (e io non escludo che anche mia moglie lo sia) siamo solo la parte della coppia più "sensibile" e più "sofferente" a quello che non va, siamo solo la parte più "istintiva" nel cercare di sopperire alle mancanze che avvertiamo.
    Rimaniamo impelagati in storie che non funzionano (affettivamente parlando) perchè siamo degli inetti. Ma ci rimaniamo anche perchè possediamo cose per cui altri farebbero carte false. Non è ovvio trovare una persona che dopo tanti anni insieme ha ancora voglia di invecchiare con te. Non è ovvio trovare qualcuno con cui stai bene e con cui hai una vita normale. Metti anche che siamo schiavi di una società che spinge a costruirci una vita di questo tipo, come se sposarsi entro un certo tempo fosse tutto quello che un uomo può fare. Una società che velatamente punisce ancora chi ad un certo punto cambia idea. Un mondo che, a scapito di quello che si dice, giudica male chi non rientra nei canoni standard. Siamo tutti stati educati così, e chi più chi meno abbiamo tutti avuto esempi di questo tipo nella vita.
    Quindi per rispondere alla tua domanda, sì ne soffrirei in caso di divorzio, ma dopo una prima reazione di negazione, troverei un mio equilibrio relativamente presto. Non mi mancherebbe mia moglie da un punto di vista fisico, perchè la nostra vita sessuale fa pena. Non mi mancherebbe da un punto di vista della confidenza, perchè non abbiamo mai avuto una confidenza degna di questo nome. Non mi mancherebbe dal punto di vista di come mi fa sentire, perchè mi sento incompreso da lei.
    Questi problemi che io ti elenco, sono problemi di coppia, non miei. Questi problemi che io ti elenco, valgono anche per mia moglie, ma mia moglie a differenza mia non ne soffre. E ti posso assicurare che non è una mia illusione, è proprio la verità. Per lei non c'è nulla di anomalo nel non fare sesso, nel non aprirsi con me, eccetera. Da questo punto di vista, mia moglie mi ha dato molto meno di quanto mi abbia mai dato la mia amante.
     
  8. Molletto Molletto è offline PrincipianteMessaggi 39 Membro dal Mar 2020 #98

    Predefinito

    Ti faccio anche notare una cosa non di poco conto. Le mogli che ignorano di essere tradite, ignorano una parte molto grossa di noi. Le amanti, che sanno di essere tali, sono a conoscenza di come stiano le cose. Per la natura stessa dei due legami, ne consegue che il secondo rischia di essere un legame autentico, il primo rischia di essere un legame di facciata. Ma questa è una conseguenza, una conseguenza che rinforza già una situazione di coppia che da questo punto di vista non funziona. Mia moglie non si è mai aperta con me neanche prima di venire tradita. Quando ho cominciato a tradirla, questa mancanza di autenticità si è acuita. Non pensare che si vada nel letto di un'altra persona per semplice sesso. Il sesso è un canale comunicativo potentissimo. Chi è sposato per definizione ha la possibilità di fare sesso quando e come vuole, non è di certo il sesso che ti manca. Ti manca quello che un certo sesso ti comunica, nel mio caso sentirmi accettato, amato, capito, compreso. Ti faccio anche notare che in una relazione extra, a meno che non si goda di certi privilegi, la qualità del sesso raramente è oggettivamente superiore a quella del sesso che si fa a casa. Di tempo, ne hai poco. Di spazio, ne hai poco. Hai la paura di essere scoperto. Mentre a casa hai tutto il tempo e lo spazio che vuoi. Tuttavia il sesso extra risulta superiore di gran lunga. Perchè? Per quello che ti comunica, perchè il sesso è un potentissimo veicolo di emozioni e di parole. A me non serve che la mia amante mi dica che mi ama, io lo sento da come fa l'amore con me. Viceversa, a me non serve che mia moglia mi dica che mi ama, perchè sento che non è così.
    5ht2807 and girasole18 like this.
     
  9. white74 white74 è offline JuniorMessaggi 1,118 Membro dal Aug 2019 #99

    Predefinito

    @Molletto queste sono la caga7te che vi serve raccontarvi per sentirvi un po’ meno abbietti.
    Tutti i motivi che tu hai elencato a giustificazione del tuo tradimento sono motivi validissimi e giustissimi, ma per prendere due strade diverse.
    Ognuno di noi ha diritto di non amare più il coniuge, ognuno di noi ha diritto di innamorarsi di nuovo e stare bene. Nessuno ha diritto di prendere per il chiulo il prossimo.
    È molto facile dire ah ma io faccio così perché lei... etc etc etc
    Ma una responsabilità, UNA, prendetevela.
    fantasticonov and antonio60 like this.
     
  10. Molletto Molletto è offline PrincipianteMessaggi 39 Membro dal Mar 2020 #100

    Predefinito

    Tu applichi un principio di razionalità a menti che non sono capaci di realizzarlo. Se per te ad A segue B, per una persona con problemi di incoerenza questo non accade. Abbiamo problemi emotivi, ma l'ho detto fin da subito. Infatti a fronte di tutto quello che non va nel mio matrimonio, comunque soffrirei di un divorzio. Questo direi che ti palesa a sufficienza come funzioniamo. Se tu applicassi il principio di razionalità alla mia situazione, ne dedurresti che farei i salti di gioia in caso di divorzio. Eppure sarebbe una conclusione errata. Abbiamo problemi, e questo l'ho detto fin da subito. Quello che volevo sottolineare è che comunque il contorno è inautentico anche da parte del coniuge. Mia moglie non è in grado di ammettere a se stessa le cose di cui io mi lamento. Probabilmente in questo è più felice di me, io invece vedo le cose con più lucidità. Per esempio, mia moglie non mi tradirebbe mai perchè è una donna con dei valori molto solidi. Non lo farebbe neanche se non mi amasse. La sua fedeltà fisica non ha alcun valore, perchè è una cosa che mantiene solo per sentirsi a posto con la coscienza. Io, che vedo le cose con lucidità, ti posso dire che sarebbe più coerente con se stessa se mi tradisse.
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]