Quando l'infatuazione diventa ossessione e fobia.

Discussione iniziata da resio il 06-03-2017 - 32 messaggi - 2618 Visite

Like Tree27Likes
  1. resio resio è offline PrincipianteMessaggi 92 Membro dal Dec 2014 #1

    Predefinito Quando l'infatuazione diventa ossessione e fobia.

    L'ossessione intesa come il bisogno incontrollabile di un contatto di qualunque tipo con l'altra persona: Cosa che ai tempi di internet è aggravata dai numerosi canali di comunicazione attraverso i quali questo contatto può essere ricercato. Perché ci si accontenta di qualsiasi cosa: Un messaggio su whatsapp, una chat su facebook, fino al più insignificante like, qualsiasi cosa ci faccia sentire quella persona un pò più vicina. E se come me si riesce perlomeno a trattenersi, nulla ci trattiene da controllare lo smartphone migliaia di volte al giorno e di sussultare a ogni beep. E di andare in crisi se ilcontatto non arriva, fino alle lacrime e a non dormire.
    Fobia invece intesa come terrore del rifiuto, ma non solo. Anche di ogni minimo segnale negativo o interpretato come tale. Cosa questa che inibisce dall'aprirsi e uscire dalla "zona di comfort" per paura appunto anche solo di notare delle resistenze.
    E se poi il segnale che arriva è positivo, esplodere in un'euforia immotivata che immancabilmente apre le porte a una nuova crisi di astinenza da contatto.
    Quando poi il rifiuto arriva per davvero (e potete scommettere che arriverà), allora il panico.
    E' così che ho vissuto l'ultima infatuazione, e non sono neanche giovanissimo. Mi porto dietro traumi dall'adolescenza, che nel corso degli anni si sono amplificati. Mi rendo conto di avere un problema e ho già chiesto aiuto, scrivo per conoscere le esperienze di altre persone e confrontarmi con loro.


     
  2. L'avatar di Sasha38

    Sasha38 Sasha38 è offline Super ApprendistaMessaggi 563 Membro dal Nov 2016 #2

    Predefinito

    Forse più che ossessione e più una profonda insicurezza ..da qui il bisogno di avere contatti con una persona anche se virtuale forse anche come cenno di approvazione per stare meglio..questo in certo qual modo riempie quella solitudine che ti sei creato...il mondo virtuale attenua a volte ma rimane cmq il posto più affollato dove spesso l attenzione si sposta alla nuova curiosità. .forse ti manca più vivere la vita reale e cercare di vedere il virtuale come quel mondo dove distrarsi senza aspettative..forse un po' di terapia può aiutarti ma senza la tua convinzione è fatica sprecata...e potrebbe liberarti anche da quei limiti che putroppo il tuo passato ti ha dato!
    passerosolitario84 likes this.
     
  3. Jack_Daniels Jack_Daniels è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 94 Membro dal Mar 2017 #3

    Predefinito

    I "traumi" dall'adolescenza bisognerebbe prenderli con più leggerezza....la maturità e il rispetto a quell'età sono cose praticamente inesistenti
    E poi quello è un periodo pieno di delusioni per tante persone

    Adesso i social per certi periodi andrebbero dimenticati, cancellarsi e usare gli smartphone per lo stretto necessario
    Invece la gente si fa troppo distrarre da queste *********
    Spinaz likes this.
     
  4. resio resio è offline PrincipianteMessaggi 92 Membro dal Dec 2014 #4

    Predefinito

    Grazie a tutti e due, forse serve puntualizzare che si parla di persone reali, che si incontrano anche fisicamente. E' l'ossessione per il contatto in sé che si esprime ANCHE attraverso certi canali, per il fatto stesso che esistono.
     
  5. L'avatar di mystyrya

    mystyrya mystyrya è offline FriendMessaggi 2,849 Membro dal Mar 2016
    Località Italia
    #5

    Predefinito

    Non dici quanti anni tu abbia. Per quanto elettrizzante e adrenalinica sia quella emozione che provi quando hai un riscontro positivo, il prezzo che si paga per vivere sul filo delle emozioni e' troppo alto. Ti distrugge, come qualsiasi altra dipendenza, trascinandoti sulle montagne russe e facendoti perdere il contatto con la realta'. L'esercizio da fare puo' sembrarti un paradosso; consiste nell'aumentare il distacco per abbattere un muro. Il muro sei tu a metterlo, nel momento in cui non riesci a guardare con obbiettivita' alle tue reazioni, cosi' come ogni volta che metti "lei" su un piedistallo e pensi che il tuo benessere sia nelle sue mani come se lei fosse un burattinaio e tu il suo pupazzo. Aumentare il distacco vuol dire provare a guardare lei e te stesso come dall'esterno, come se i tuoi comportamenti non fossero i tuoi ma quelli di un'altra persona. Osservati. Tanto affannarsi dietro l'attesa di un messaggio o di un riscontro, quando, tutto intorno a te, ci sono milioni di amori che ogni giorno nascono o finiscono, e milioni di uomini e donne che, in fondo, hanno tutti bisogno della stessa cosa. Di amore. Come te.
    Respira, pensa che di rifiuti ne abbiamo avuti tutti, ma si vive lo stesso, si e' unici lo stesso, si e' belli e desiderabili come prima di subire il rifiuto. Non cambia nulla, essere rifiutati. Non e' un marchio.
    Chi non ci ama, chi non ci sa apprezzare, non puo' essere la persona con cui condividere momenti felici.-
    resio, FBGL, Unalaska and 2 others like this.
     
  6. L'avatar di Black_Knight

    Black_Knight Black_Knight è offline Super FriendMessaggi 5,391 Membro dal May 2015
    Località Regno delle nebbie
    #6

    Predefinito

    Quando permetti che la tua felicità (o infelicità) dipenda da un'altra persona, che sia nel virtuale o nel reale, sei fottuto...la responsabilità della propria felicità non si può delegare a nessuno, grava tutta sulle nostre spalle.
    Azzy, Sasha38 and 75rock like this.
     
  7. L'avatar di Azzy

    Azzy Azzy è offline Super FriendMessaggi 7,423 Membro dal Dec 2015 #7

    Predefinito

    Nel virtuale, permettimi, mi sa un po' di malsano, comunque...
    Welcome Home
     
  8. L'avatar di Black_Knight

    Black_Knight Black_Knight è offline Super FriendMessaggi 5,391 Membro dal May 2015
    Località Regno delle nebbie
    #8

    Predefinito

    Azzy c'è gente che vive solo nel virtuale mendicando attenzioni, perché nella real life sono allo sbando totale...ma piuttosto che compiano gesti insani per disperazione, meglio che si consolino nutrendosi di illusioni.
    cime likes this.
     
  9. L'avatar di Sasha38

    Sasha38 Sasha38 è offline Super ApprendistaMessaggi 563 Membro dal Nov 2016 #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da resio Visualizza Messaggio
    Grazie a tutti e due, forse serve puntualizzare che si parla di persone reali, che si incontrano anche fisicamente. E' l'ossessione per il contatto in sé che si esprime ANCHE attraverso certi canali, per il fatto stesso che esistono.
    La differenza tra virtuale e reale che il primo da più possibilità di nascondersi e fuggire a volte ma cmq dietro c è sempre un persona reale ..quindi con tanto di possibilità di contatto...sembrano mondi tanto diversi ma in realtà è il solito solo vissuto con una libertà differente ..riguardo la tua "ossessione " da contatto ..come dice blacknight il tuo benessere dipende da te solo da te !
     
  10. Gu.Ya Gu.Ya è offline ApprendistaMessaggi 276 Membro dal Mar 2017 #10

    Predefinito

    Ciao. Sono nuova del forum. Mi sto facendo un giro tra vari posts, sia recenti che meno recenti, e il tuo mi ha colpito molto. Soprattutto perchè scritto da un uomo e non più adolescente. Io donna, non solo non più adolescente, ma perfino tendente alla maturità, oserei dire. Mi ritrovo molto nelle tue parole. So di avere un problema di dipendenza affettiva. Lo so. Ma quello che non so è cosa passi per la testa a lui. E ho come la sensazione che non mi darò pace fino a che non lo avrò capito. La situazione è abbastanza complessa e certi giorno non so come fare a sopportare questo malessere.
    resio likes this.