Quando non ce la fai più...

Discussione iniziata da Insomnia il 17-05-2013 - 11 messaggi - 3597 Visite

Like Tree3Likes
  1. L'avatar di Insomnia

    Insomnia Insomnia è offline PrincipianteMessaggi 11 Membro dal Oct 2012 #1

    Predefinito Quando non ce la fai più...

    Salve a tutti,probabilmente vi stancherete anche di leggermi,o forse no,non lo so fatto sta che voglio sfogare i miei pensieri con chi,attraverso un monitor,magari sa come mi sento o forse lo faccio solo per sentirmi meglio.Non lo so.
    Ad ogni modo vado al sodo:sono depressa da circa un anno.
    Non ce la faccio più,ci ho provato davvero,ci provo tuttora a tirarmi su,a dirmi si ma c'è chi sta peggio,c'è chi ti vuole bene,sei così egoista?sei così debole?
    Si probabilmente lo sono perchè sono stanca francamente di tutto ciò che mi circonda,dal risveglio traumatico del mattino alla sera che mi addormento piangendo.

    Ho un malessere interiore così grande che preferirei di gran lungo un vero malore fisico.

    Sicuramente ora vi chiederete:beh cos'hai allora che non va si può sapere?
    Non mi accetto semplice.Vi prego di non prenderlo come motivo banale e facilmente risolvibile perchè così non è.Sin da quando ero piccola mi sono sentita puntare gli occhi addosso e giudicata costantemente.Credo tutto sia iniziato dalle medie,ma allora forse ero troppo piccola per dare peso agli insulti verso la mia persona,pensavo ad altro.
    La cosa si è fermata fino al secondo liceo,ho avuto amici,mi sono sbloccata e diventata socievole.Finchè l'incubo non è ricominciato.Sono stata presa di mira da due ragazzi,ogni santa volta mettevo piede in classe a quando ne uscivo mi sono sentita dire di tutto,inutile ripetere cosa.Mi sono sempre sentita INADEGUATA davvero non mi sento normale,credo di essere diversa.
    Esteriormente e non.
    Il mio cruccio piu grande,anzi l'unico dire è il mio viso,è semplicemente orribile.
    I miei dicono che sono pazza,che sono una bella ragazza,ma non vedono loro no.
    Non soffro di dismorfia come la gente che mi sta accanto vuole farmi credere.
    Mi è capitato più volte che ragazzi che manco mi conoscevano dicessero la parolina magica: cesso.
    Non ce la faccio piu,non voglio accettarmi,non voglio continuare ad avere questo volto,non mi appartiene,ci sarò anche nata ma è come se vedessi un altra allo specchio.Voglio cambiare.
    il bello è che ho capito il difetto del mio viso dove sia:è sproporzionato.
    Se vi fotografassi il mio viso a pezzi,tipo solo occhi,bocca,naso sarebbe un viso normalissimo,anzi magari pensereste anche che sono bella.Nell'insieme però il mio viso stona.
    Ho una seconda classe scheletrica,in pratica è come se dalla bocca in giu la faccia sia rientrata verso l'interno.Presa di faccia sono anche carina,ma di profilo è come se cambiasse totalmente il viso,è un qualcosa di indecifrabile vi giuro e io ci sto da cani.
    L'ho detto ai miei,nulla non vogliono farmi operare al maxillo facciale,dicono che sono pazza e invece sono sicura non al 100 ma al 110% di avere ragione.
    Sono arrivata alla seguente conclusione: o cambio o mi ammazzo.
    Non esco piu,non sto piu bene con me stessa e gli altri,non riesco piu a relazionarmi.
    E' un continuo attacco di panico,è un continuo stress in testa,è un continuo incubo.

    Sono già morta dentro,non auguro tutto questo nemmeno al mio peggior nemico.


     
  2. L'avatar di exence

    exence exence è offline JuniorMessaggi 1,350 Membro dal Nov 2012 #2

    Predefinito

    quanti anni hai?
    hai il denaro per pagarti l intervento?
     
  3. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,582 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #3

    Predefinito

    ciao, comincia la psicoterapia.
    è .....
    amore. nient'altro (h. hesse);
    gioia più grande, non attesa (sòfocle);
    nascosta dappertutto...(anonimo);
    qualunque viaggio intraprendiamo (q. o. flocco);
    esercitare liberamente il proprio ingegno (aristotele);
    l'uomo saggio non lo cerca, cerca l'assenza del dolore(aristotele);
    fatto di un niente che al momento in cui lo viviamo ci sembra tutto...
    poi non te lo togli più: lo scopri dopo, quando è troppo tardi" (a. baricco)


    indovinello pazzo!
     
  4. Jack900 Jack900 è offline ApprendistaMessaggi 485 Membro dal Nov 2011 #4

    Predefinito

    Emerge in modo esasperato il tuo soffermarti troppo sulla esteriorità della tua persona... in questo modo... perseverando con questa idea ossessiva potresti correre il rischio di giungere ad elaborare dei costrutti di pensiero assurdi e progressivamente deliranti.
    Dici di essere depressa da oltre un anno. Cosa stai facendo per curarti?... Al punto a cui sei arrivata ... la mia impressione è che tu non faccia nulla.
    Questa tua preoccupazione esorbita marcatamente dalla sua effettiva portata,oltre ad essere sintomo e diretta conseguenza di uno stato interiore logoro, che continua a consumarsi
    senza risparmiarsi... e senza freno alcuno.
    Se vuoi evitare di esaurire completamente le tue energie devi accantonare temporaneamente il tuo "cruccio" estetico e spostare seriamente la tua attenzione sul tuo malessere interiore...considerando che risolvendo quello ... cambierà di conseguenza anche il tuo giudizio critico nei tuoi confronti... e tutto il resto.
    Tuttavia, dal mio punto di vista riterrei che non sei in grado di uscire da questa situazione da sola....anche con tutta la tua buona volontà non puoi "tirarti su" da sola ... Al punto in cui sei dovresti necessariamente farti aiutare (almeno in questa fase ... almeno inizialmente)... pertanto, se non l'hai già fatto, dovresti consultare il tuo medico il quale, se lo riterrà necessario, ti rimanderà eventualmente da uno specialista.
    Il mio disinteressato consiglio è ... prima vai dal medico ...meglio è....(perché se continui di questo passo ci andrai comunque ... e in condizioni più precarie e complesse da risolvere).
    Saluti.
     
  5. Zoro Zoro è offline PrincipianteMessaggi 8 Membro dal Mar 2013 #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da exence Visualizza Messaggio
    quanti anni hai?
    hai il denaro per pagarti l intervento?
    L'intervento è convenzionato con la ASL (per il momento. Sistema sanitario del ca**o).

    Citazione Originariamente Scritto da stellafalc Visualizza Messaggio
    ciao, comincia la psicoterapia.
    Citazione Originariamente Scritto da Jack900 Visualizza Messaggio
    cut
    La psicoterapia c'entra poco se è una seconda classe scheletrica.

    Non può guarire con la psicologia se c'è un problema fisico all'origine.
    E' vero che 100 anni fa a chi capitava questo problema o se ne faceva una ragione oppure finiva male, ma 100 anni fa perfino uno come Messi anzichè giocare nel Barcellona o finiva in manicomio o in un circo, fortunatamente diverse cose sono cambiate.
    Insomnia likes this.
     
  6. Zoro Zoro è offline PrincipianteMessaggi 8 Membro dal Mar 2013 #6

    Predefinito

    @Insomnia
    Allora, ti parlo da ex terza classe scheletrica, già operato qualche anno fa, e ti dico quello che c'è da sapere, tanto prima o poi lo verresti a sapere.
    Innanzitutto ti chiedo se sei già stata da un dentista o un ortodenzista, perchè dal tuo post ho l'impressione che ti sei fatta un autodiagnosi, io comunque ti parlo prendendo per buono quello che dici.
    Ti capisco perfettamente quando soffri per i tuoi che ti dicono che sei pazza, è purtroppo un elemento abbastanza comune tra i casi di persone affette da malocclusione. Chi più, chi meno, alcuni familiari non accettano questo, all'inizio lo rifiutano, lo capiscono solo dopo che i dottori hanno diagnosticato con assoluta certezza la seconda/terza classe scheletrica, in altri casi lo capiscano solo a distanza di tempo, a volte perfino solo dopo l'intervento chirurgico.
    Non lo fanno per cattiveria, ma perchè è una verità durissima da accettare per un genitore. Loro ti hanno concepito, un tuo problema fisico dal loro punto di vista è colpa loro. Cerca di non darci troppo peso quando ti buttano addosso certe accuse (sei pazza, è un tuo cruccio, è una fissazione...) e portarli con te dal dentista/ortodonzista in modo che possano avere i chiarimenti necessari dai dottori.

    Riguardo la seconda classe: da un certo punto di vista ti è andata bene, la terza classe (quella che avevo io) è molto peggio. C'è comunque chi ha la seconda classe e ci vive bene (sia a livello psicologico che anatomico che estetico), ci sono donne di seconda classe di bell'aspetto, ogni caso è praticamente storia a sè.
    I disagi che comunque i problemi di malocclusione possono causare sono molti e colpiscono tutto il corpo, potenzialmente sono causa di estetica peggiorata (può essere minima, perfino risibile, oppure molto forte), postura errata (al 99% ce l'hai, sarebbe anomalo il contrario se si ha una malocclusione, e anche in questo caso la gravità può variare), masticazione problematica, mal di testa, respirazione anormale, carie, debolezza ai denti, problemi intestinali, emorroidi (e che c'entra dirà qualcuno? Purtroppo c'entra, perchè la postura errata affligge tutte le ossa e gli organi interni), sensibilità al freddo, debolezza, stanchezza cronica e altro. Ai problemi fisici si sommano poi quelli psicologici.
    Lo so perchè io avevo tutti questi problemi causati dalla malocclusione, ho passato un calvario.

    Nel caso volessi operarti, ti avviso che non è una passeggiata, nè la preparazione ortodontica (che dura almeno 5/6 mesi, nel migliore dei casi, e nel peggiore 2 anni) nè l'intervento nè la fase post intervento.

    Se ti va puoi parlarne anche con me in privato (ti passo l'email e il mio contatto Skype se vuoi).
    Se sei in Lombardia o Toscana ti posso suggerire anche i chirurghi a cui rivolgerti.

    Ciao
    Insomnia likes this.
    Ultima modifica di chi-cca; 04-06-2013 alle 23:39 Motivo: Quote non necessario e modifica al messaggio per pubblicità non consentita
     
  7. L'avatar di Insomnia

    Insomnia Insomnia è offline PrincipianteMessaggi 11 Membro dal Oct 2012 #7

    Predefinito

    Vi basti sapere che sono maggiorenne.
    Indubbiamente sarò dal vostro punto di vista eccessiva importanza all'esteriorità,ma se il problema di "base" c'è,non capisco che male ci sia ad intervenire.

    Sono andata da due psicologi differenti e con entrambi ho solo peggiorato la situazione anzi mi sono autoconvinta ancora di più dei miei pensieri.
    Mi hanno detto che sono in uno stato depressivo avanzato e dovrei passare alla psichiatria con allegati farmaci per farmi sentire "allegra".

    Continuo invece a essere convinta,fermamente convinta,che ho un problema scheletrico,che non ho una faccia normale,che ho le mie ragioni per sentirmi così.

    Zoro hai centrato appieno quello che penso.
    So bene quanto sia lungo e per niente facile il cammino del maxillo facciale.
    Credo di aver esaurito ogni qualsiasi forum e sito al riguardo(in lingua straniera compreso).Francamente potrei anche soffrire ed avere una faccia mostruosa per anni,ma se poi il problema si risolve lo farei di corsa.

    La cosa orribile è che so,sono convinta davvero che potrei risolvere tutto,non è ne una fissazione nè un allucinazione dismorfica.E' la realtà dei fatti.
    Sono stata sotto cure ortodentiche da quando avevo 13-14 anni circa...il dottore mi disse che se non avrebbero funzionato gli apparecchi avrei intrapreso l'operazione.
    Passati molti anni la chiusura è avanzata,ma il difetto di fondo non è sparito,continuo ad essere una seconda classe.
    Ma al momento della mia affermazione al riguardo il medico fa marcia indietro dice che sto bene così,per lui l'intervento maxillo è esagerato,dopo potrei non piacermi ed è complesso,troppo.Al massimo una mentoplastica ma anche lui continua a dirmi che sono stupenda così.Tra l'altro è un amico di famiglia quindi alle sue parole i miei si sono convinti ancora di piu che sono io la pazza mentre tutti quelli intorno che mi danno del cesso sono solo cattivi.
    Come contentino per così dire mi ha dato un altro apparecchio che dovrebbe farmi avanzare ancora di piu la mascella ma francamente non fa un emerito *censured*

    Sono disperata non so più che fare così finisce male e nessuno vuole capirlo.
     
  8. Zoro Zoro è offline PrincipianteMessaggi 8 Membro dal Mar 2013 #8

    Predefinito

    Può darsi che il dottore, essendo amico di famiglia, abbia ricevuto pressioni da parte dei tuoi genitori per farti dire che non ci sia bisogno dell'intervento.
    Ci sono anche dottori che non dicono niente o il contrario di quel che affermavano perchè han fatto dei danni con delle cure sbagliate, e una volta iniziato il percorso preparatorio all'intervento chirurgico la verità verrebbe a galla con tanto di possibilità di fare causa al dentista, però questo è un discorso generale, nel tuo caso nessuno qui in questo forum ha gli elementi per poter dire una cosa del genere.

    Visto che comunque il tuo dentista è poco propenso a farti operare, l'unica cosa che puoi fare è andare da un altro (assicurandoti possibilmente sulla sua affidabilità) che non ti conosce e che può dare un giudizio imparziale.
    L'ideale sarebbe recarsi da un chirurgo che fa tutto, quindi l'operazione, l'ortodonzia e le cure dentistiche, se ciò non è possibile allora è necessario che il lavoro vengo diviso in due, tra il chirurgo e l'ortodenzista, che farà anche le cure mediche comuni. Possibilmente è meglio non avere più di due dottori a prendersi cura della propria persona. Se si passasse a tre dottori (chirurgo, ortodonzista, dentista) sarebbe un problema, perchè la comunicazione tra i dottori è fondamentale per un'adeguata e corretta preparazione all'intervento. Finchè sono in due è un conto, in tre sarebbe caotico.

    Se possibile, ti consiglio, per tirarti su in modo naturale, di prendere vitamina C pura e magnesio (si trovano in farmacia). Se presi ogni giorno e senza interruzioni, soprattutto il magnesio, possono fare miracoli, basta fare una ricerca su internet per accertarsene. Ti serviranno soprattutto quando inizierà la preparazione ortodontica per avere energie fisiche e mentali.
    Devi comunque assicurarti di finire in buone mani. Ci sono dei chirurghi inaffidabili e dentisti ciarlatani, così come dei professionisti che fanno bene il loro lavoro (e alcuni purtroppo sanno anche farsi pagare). Prima di andare da chiunque, assicurati della sua professionalità e bravura.


    Un abbraccio.
    Ultima modifica di Zoro; 07-06-2013 alle 21:24
     
  9. L'avatar di orione

    orione orione è offline MasterMessaggi 28,412 Membro dal Jan 2008
    Località Saluzzo
    #9

    Predefinito

    In ogni caso, non è un problema risolvibile da soli.
    Contatta Zoro, che sembra avere esperienza in queste cose: ti guiderà e suggerirà il meglio.
    Ma combatti, altrimenti se continui a lagnarti il problema o presunto tale, rimane sempre uguale.
    Dai provaci.
    Auguri.
    "E’ il percorso non il traguardo a riempire la persona del proprio valore e della propria dignità.".
     
  10. Frateindovino Frateindovino è offline PrincipianteMessaggi 1 Membro dal Aug 2021 #10

    Predefinito Ciao, hai poi risolto?

    Citazione Originariamente Scritto da Insomnia Visualizza Messaggio
    Salve a tutti,probabilmente vi stancherete anche di leggermi,o forse no,non lo so fatto sta che voglio sfogare i miei pensieri con chi,attraverso un monitor,magari sa come mi sento o forse lo faccio solo per sentirmi meglio.Non lo so.
    Ad ogni modo vado al sodo:sono depressa da circa un anno.
    Non ce la faccio più,ci ho provato davvero,ci provo tuttora a tirarmi su,a dirmi si ma c'è chi sta peggio,c'è chi ti vuole bene,sei così egoista?sei così debole?
    Si probabilmente lo sono perchè sono stanca francamente di tutto ciò che mi circonda,dal risveglio traumatico del mattino alla sera che mi addormento piangendo.

    Ho un malessere interiore così grande che preferirei di gran lungo un vero malore fisico.

    Sicuramente ora vi chiederete:beh cos'hai allora che non va si può sapere?
    Non mi accetto semplice.Vi prego di non prenderlo come motivo banale e facilmente risolvibile perchè così non è.Sin da quando ero piccola mi sono sentita puntare gli occhi addosso e giudicata costantemente.Credo tutto sia iniziato dalle medie,ma allora forse ero troppo piccola per dare peso agli insulti verso la mia persona,pensavo ad altro.
    La cosa si è fermata fino al secondo liceo,ho avuto amici,mi sono sbloccata e diventata socievole.Finchè l'incubo non è ricominciato.Sono stata presa di mira da due ragazzi,ogni santa volta mettevo piede in classe a quando ne uscivo mi sono sentita dire di tutto,inutile ripetere cosa.Mi sono sempre sentita INADEGUATA davvero non mi sento normale,credo di essere diversa.
    Esteriormente e non.
    Il mio cruccio piu grande,anzi l'unico dire è il mio viso,è semplicemente orribile.
    I miei dicono che sono pazza,che sono una bella ragazza,ma non vedono loro no.
    Non soffro di dismorfia come la gente che mi sta accanto vuole farmi credere.
    Mi è capitato più volte che ragazzi che manco mi conoscevano dicessero la parolina magica: cesso.
    Non ce la faccio piu,non voglio accettarmi,non voglio continuare ad avere questo volto,non mi appartiene,ci sarò anche nata ma è come se vedessi un altra allo specchio.Voglio cambiare.
    il bello è che ho capito il difetto del mio viso dove sia:è sproporzionato.
    Se vi fotografassi il mio viso a pezzi,tipo solo occhi,bocca,naso sarebbe un viso normalissimo,anzi magari pensereste anche che sono bella.Nell'insieme però il mio viso stona.
    Ho una seconda classe scheletrica,in pratica è come se dalla bocca in giu la faccia sia rientrata verso l'interno.Presa di faccia sono anche carina,ma di profilo è come se cambiasse totalmente il viso,è un qualcosa di indecifrabile vi giuro e io ci sto da cani.
    L'ho detto ai miei,nulla non vogliono farmi operare al maxillo facciale,dicono che sono pazza e invece sono sicura non al 100 ma al 110% di avere ragione.
    Sono arrivata alla seguente conclusione: o cambio o mi ammazzo.
    Non esco piu,non sto piu bene con me stessa e gli altri,non riesco piu a relazionarmi.
    E' un continuo attacco di panico,è un continuo stress in testa,è un continuo incubo.

    Sono già morta dentro,non auguro tutto questo nemmeno al mio peggior nemico.
    Ciao, spero che non ti sei poi ammazzata e tu abbia risolto, anche solo trovando il coraggio di andare avanti. Comunque volevo tu sapessi che se hai ancora bisogno io ci sono. Sono stato appena operato per lo stesso problema. Fammi sapere! Un abbraccio