Quando non si ha nulla da fare...

Discussione iniziata da RebeccaInWonderland il 31-08-2018 - 4 messaggi - 437 Visite

Like Tree1Likes
  • 1 Post By Bakko
  1. RebeccaInWonderland RebeccaInWonderland è offline PrincipianteMessaggi 4 Membro dal Aug 2018 #1

    Predefinito Quando non si ha nulla da fare...

    Ciao a tutti! Scrivo sul forum perchè sono arrivata quasi al punto di cedere, vi spiego bene. Da alcuni mesi sto lavorando in un'azienda come impiegata e all'inizio mi sembrava bellissimo, mi hanno offerto il contratto di apprendistato per 3 anni quindi si parla di indeterminato, ufficio nuovo, capo giovane e bravo ma molto autoritario, colleghe disponibili.
    Il problema è iniziato un paio di mesi dopo, quando avevo smaltito tutto il lavoro che avevano lasciato da parte per il mio arrivo: in pratica ora mi ritrovo a non fare nulla per diverse ore. A volte chiedo al mio responsabile altro lavoro ma mi affida dei compiti che in mezz'ora finisco. Vorrei chiedere altro lavoro ma magari il responsabile è uscito o è al telefono. Poi le colleghe si sono brave ma non parlano nemmeno tra di loro. Questa cosa mi mette angoscia, poi il pensiero di essere lì a fare nulla mi deprime e mi fa pensare che sto "rubando" il tempo e il denaro. Vorrei andarmene, sto infatti cercando altro ma ho paura di perdere il cosiddetto posto fisso, poi l'azienda ha investito su di me. Mi hanno fatto la visita medica, il corso sulla sicurezza e predisposto il mio account e tutto, e non è una grande azienda e so il loro sacrificio.
    Cosa dovrei fare? Consigli?


     
  2. L'avatar di Bakko

    Bakko Bakko è offline Super ModeratorMessaggi 6,166 Membro dal Aug 2015 #2

    Predefinito

    Consiglio: quando non c'è il lavoro te lo devi inventare.
    Che significa?
    Devi riordinare le idee, è il momento opportuno, quando non avrai tempo, non ce la farai più.
    Quindi riordinare documentazione, le cartelle del pc.
    Scrivere quello che fai, documentare, tenere traccia.
    Ad esempio ora è di moda la fatturazione elettronica e l'Italia non è pronta.
    Vai in internet e documentati, scarica, sviluppa, approfondisci.
    Elenca su di un foglio, anche di carta, meglio a PC, punti che la tua azienda ha toccato, toccherà, può toccare.
    Questi punti poi diventeranno delle scatolette, dei contenitori di documenti e approfondimenti che potrai fare.
    Eppoi visto che sono disorganizzati, fai proposte, cerca di capire la tua azienda cosa fa e cosa potrebbe fare.
    Sono le idee che portano avanti l'Italia e non i fancazzisti che la tirano giù e mungono la vacca all'infinito.
    Qualora non fossi stato chiaro, parliamone.
    flair likes this.
     
  3. RebeccaInWonderland RebeccaInWonderland è offline PrincipianteMessaggi 4 Membro dal Aug 2018 #3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bakko Visualizza Messaggio
    Consiglio: quando non c'è il lavoro te lo devi inventare.
    Che significa?
    Devi riordinare le idee, è il momento opportuno, quando non avrai tempo, non ce la farai più.
    Quindi riordinare documentazione, le cartelle del pc.
    Scrivere quello che fai, documentare, tenere traccia.
    Ad esempio ora è di moda la fatturazione elettronica e l'Italia non è pronta.
    Vai in internet e documentati, scarica, sviluppa, approfondisci.
    Elenca su di un foglio, anche di carta, meglio a PC, punti che la tua azienda ha toccato, toccherà, può toccare.
    Questi punti poi diventeranno delle scatolette, dei contenitori di documenti e approfondimenti che potrai fare.
    Eppoi visto che sono disorganizzati, fai proposte, cerca di capire la tua azienda cosa fa e cosa potrebbe fare.
    Sono le idee che portano avanti l'Italia e non i fancazzisti che la tirano giù e mungono la vacca all'infinito.
    Qualora non fossi stato chiaro, parliamone.
    Ho capito cosa intendi, ma cosa dovrei inventarmi?
    Di recente ho iniziato un lavoro di controllo che dovevo fare ogni 4 mesi, ora ho deciso di farlo ogni mese, con molta calma per riuscire a coprire almeno un paio di giorni. Ho creato anche file nuovi descrittivi di alcune attività per facilitare un lavoro.
    Tutti i giorni sistemo la scrivania e il PC: butto fogli inutili che sparsi ovunque e pulisco il computer da file vecchi. Da riordinare non c'è nulla, tutto ha il suo posto.
    Ho già fatto un'analisi dell'azienda: è una piccola azienda che non sembra avere intenzione di espandersi, anche perchè, secondo me, non riuscirebbe a supportare una mole di lavoro ulteriore. Diciamo che l'azienda sa che deve arrivare a 100 e arriva a 100, non fa 99 o 101.
    Con la mia assunzione, hanno semplicemente liberato una delle dipendenti da un'attività lavorativa. Infatti vedo spesso questa lavoratrice al cellulare o che si guarda intorno alla ricerca di qualcosa da fare.
    La mia preoccupazione è di stare qui e perdere qualche altra occasione. So che non si può trovare subito il lavoro "perfetto", però sarei più felice di tornare a casa la sera e pensare di aver fatto qualcosa, anche se non mi piace, e non aver passato la giornata a guardare fuori dalla finestra (che poi non c'è nulla da guardare).
     
  4. L'avatar di ler7624

    ler7624 ler7624 è offline PrincipianteMessaggi 24 Membro dal Aug 2018 #4

    Predefinito

    Buonasera RebeccaInWonderland,
    sei proprio sicura di aver inteso cosa ha scritto Bakko? A me sembra incredibile che una persona assunta come tirocinante sia già riuscita a fare un'analisi dell'azienda dove lavora in così poco tempo...nel senso di individuare i processi aziendali, analizzarne le criticità note, cercarne di nuove.
    Se sei così veloce ha svolgere i compiti che il tuo responsabile ti affida, mi viene in mente che:
    1) hai un'intelligenza superiore ed una manualità da esperta e non da tirocinante;
    2) sei stata assunta grazie agli incentivi, ma non hanno ancora ben chiaro come utilizzare la nuova risorsa;
    3) entrambe le precedenti;
    4) nessuna delle precedenti.


    Caso 1: vai direttamente ai saluti, perché il buon ler7624 non è un intelligentone.


    Caso 2: il tuo riposo è ad orologeria: quando il capo riconosca la tua inutilità, allora ti riempirà di compiti o comincerà a rumuginare quanto risparmierebbe l'Azienda senza di te!


    Caso 3: ti conviene approfondire la conoscenza della tua azienda, delle tecniche e discipline che vi si impiegano con le quali potresti in futuro imbatterti, delle possibili criticità; sei hai la fortuna di trovarne una che puoi risolvere direttamente o comunque realizzare lo strumento per farlo, sottoponila al tuo capo. Meglio se la risolvi e presenti direttamente il risultato positivo, piuttosto di chiedere l'autorizzazione a fare qualcosa per conseguirlo. Davanti al risultato un capo bravo capisce e, quantunque potrebbe non darti apertamente la soddisfazione di averci pensato al posto suo, ti darebbe sempre più spazio, sempre più responsabilità e...tra un poco aprirai un altro thread in cui ti lamenti che fai un sacco di cose in più a parità di stipendio.


    Caso 4: ci deve essere un libro sulla rotazione dei pollici...


    Saluti.
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]