Questione socioeconomica

Discussione iniziata da Humidity il 29-10-2021 - 80 messaggi - 5540 Visite

Like Tree129Likes
  1. L'avatar di Humidity

    Humidity Humidity è offline ApprendistaMessaggi 391 Membro dal Sep 2020 #1

    Predefinito Questione socioeconomica

    Il mio vicino di casa è un ragazzo di 23 anni, campione di judo di poco sotto l'1.80, è pieno di amici e sempre fuori con qualcuno, è solare ed estroverso, ha il macchinone e tanti interessi (col lockdown si era dato alla cucina e regalava piatti preparati da lui ai condomini); dopo aver preso il diploma a un istituto tecnico-informatico si è immatricolato a Scienze del turismo e prende un 30 dopo l'altro; d'estate viaggia in continuazione, anche se raramente fuori dall'Italia. Nell'estate ha fatto qualche lavoretto in ambito informatico: credo abbia riparato i computer ma sa anche programmare e con amici aveva sviluppato delle app per smartphone (è bravo in matematica e doveva fare Informatica, ma alla fine ha scelto Scienze del turismo per interesse personale).

    A me ha sempre dato l'impressione di essere perfetto, un ottimo partito...
    Da qualche anno stava insieme a una liceale, sportiva e studiosa come lui. Erano sempre incollati a sbaciucchiarsi e si promettevano amore eterno, scherzava dicendo che avrebbe fatto diventare i loro figli dei cuochi, teneva in casa una foto gigante di loro abbracciati... Quando è diventata maggiorenne la madre le ha chiesto di lasciarlo, e lei l'ha mollato di punto in bianco. Ha voluto che lo lasciasse perché doveva pensare al suo futuro, e lui non era abbastanza. La sua famiglia è di ceto medio-basso (i genitori sono impiegati) e la mamma voleva per lei un ragazzo "adatto", cioè di famiglia benestante e con un percorso di studi "concreto"... Si aspetta che sua figlia conosca qualche ragazzo di buona famiglia all'università.

    Mia mamma ha incontrato la sua per le scale e quando me l'ha raccontato sono rimasto turbato.
    Come detto consideravo il mio vicino perfetto, secondo le aspettative materiali delle donne. Ma per la mamma di questa ragazza non era abbastanza, non l'aveva accettato e c'erano sempre state delle tensioni; ora la figlia era diventata adulta e doveva eliminare quella storia senza futuro per dedicarsi alla carriera... Questa ragazza non è nemmeno figlia di chissà chi, i genitori se non sbaglio hanno un negozio di alimentari: l'unica differenza tra loro è che lei si è diplomata al liceo e lui a un tecnico e che lei vuole studiare Ingegneria. Anche sul piano estetico sono più o meno allo stesso livello, lui forse un po' meglio perché è più alto e muscoloso.

    Ora questo ragazzo da giorni sta chiuso in camera a piangere e salta i pasti, è distrutto e non fa più nulla. Era stata anche la sua unica ragazza... Non mi aspettavo che persino uno come lui potesse venire considerato una zavorra.

    Quanto è importante il livello socioeconomico? Mi parevano cose da Ottocento, ma più tempo passa più l'amore sembra roba da film...


     
  2. certo certo è offline Super FriendMessaggi 5,629 Membro dal Dec 2012 #2

    Predefinito

    Dato per scontato che questa cosa sia vera e tutto sia andato esattamente come dici tu, cosa che dubito fortemente

    Ma va be facciamo finta di si prendiamo tutto per buono

    Al giorno di oggi episodi come questo sono molto rari e figli al massimo di qualche genitore vecchio stampo e pazzoide

    In linea generale siamo sempre al solito argomento, un po' di status socio economico ci vuole lo guardano tutte, perché quello che non arriva a fine mese non fa gola a nessuna, o quasi, mettitelo bene in testa e se vuoi poi lamentati quanto ti pare ma le cose non cambieranno per le tue lagne
     
  3. L'avatar di francesco983

    francesco983 francesco983 è offline FriendMessaggi 3,197 Membro dal Oct 2019
    Località Italia
    #3

    Predefinito

    Mah io ho presente qualche situazione simile.
    Ragazza di buona famiglia fidanzata con un bel ragazzo ma di livello socioeconomico più basso che ad un certo punto lo molla per uno con possibilità economiche più alte.
    Però come fai a dire che è finita perchè lo ha imposto la madre?
    Cioè la ragazza lo molla dicendogli che lo fa perchè lo impone la madre per questo motivo? e lui lo riporta tale e quale alla madre che lo riporta a tua madre, che lo racconta a te?
    Hai presente il telefono senza fili?
    Ecco la probabilità che lei lo abbia mollato perchè si è scoperta omosessuale è praticamente la stessa del motivo che indichi tu dopo tutti questi passaggi di mano.
     
  4. trale trale è offline SeniorMessaggi 14,575 Membro dal Feb 2015 #4

    Predefinito

    Io credo di una mamma sulle scale, siano solo appunto chiacchiere. Una ragazza che ha appena finito il liceo, è normale che non pensi a sistemarsi definitivamente con il suo primo amore. Non credo che sia giusto parlare di condizioni socioeconomiche e neppure di influenze da parte dei genitori nella vita sentimentale dei figli. Figurati, io ho due figli di 15 e 16 anni e la comunicazione è assai difficile dubito di poter avere la benché minima influenza.
    La storia del tuo amico è terminata perché era un amore giovanile tra due ragazzini immaturi.
    Poi il fatto che tu consideri perfetto il tuo amico, non significa che questo corrisponda alla realtà e nemmeno alla percezione delle altre persone. I punti di vista possono essere diversi: lui ha fatto un istituto tecnico invece di un liceo per fare meno fatica. Sì è iscritto ad una università che niente c'entra con le sue attitudini. Non c'è molta perfezione in un ragazzo che non sa se fare il matematico, il tecnico informatico, il cuoco o l'agente di viaggio ... A lui direi ciò che dico ai miei figli: a saper fare tante cose male o comunque mezzo bene, non si va da nessuna parte. Idem non si va da nessuna parte evitando le situazioni difficili: se uno è bravo in matematica perché non fare il liceo? Per studiare meno. E vabbè, fa un istituto tecnico ma poi perché evita il percorso che sarebbe il percorso più logico per lui e fa una università che non c'entra un tubo? E passa il tempo a cucinare e a riparare computer?
    Insomma, la perfezione è un'altra cosa. Prima di tutto dovrebbe capire cosa vuole fare da grande.
    La ragazza ha evidentemente capito cosa vue fare nella sua vita e nel contempo è terminato un amore giovanile.
     
  5. passerosolitario84 passerosolitario84 è offline FriendMessaggi 4,710 Membro dal Mar 2016 #5

    Predefinito

    Il livello socioeconomico conta, è già stato detto più volte.
     
  6. L'avatar di Humidity

    Humidity Humidity è offline ApprendistaMessaggi 391 Membro dal Sep 2020 #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da certo Visualizza Messaggio
    In linea generale siamo sempre al solito argomento, un po' di status socio economico ci vuole lo guardano tutte, perché quello che non arriva a fine mese non fa gola a nessuna, o quasi, mettitelo bene in testa e se vuoi poi lamentati quanto ti pare ma le cose non cambieranno per le tue lagne
    Non hai capito, mi sembra: il punto è che questo ragazzo HA status. Alto, sportivo, carino, campione di judo, pieno di amici, solare, quasi laureato senza perdere neppure un anno e con media alta; l'estate viaggia e lavora, ha il macchinone, da minorenne ha creato app per l'iPhone come hobby... La ex si era laureata col massimo allo scientifico e vuole fare Ingegneria, ma anche lui prendeva 9 e 10 all'ITI o quel che è (la madre se ne vantava, diceva che era sempre chiuso in casa a studiare), quindi mi sembra esagerato che una madre preoccupata per il futuro della figlia disapprovi la relazione sino a imporle di lasciarlo.

    Non è un tossico, è un normale ragazzo di ceto popolare che tutto sommato se la cava bene a scuola, nello sport, ha tanti amici ecc. quindi mi sembra esagerato. Non ha un futuro da disoccupato, già lavora.

    Non è che mi lamento: mi viene scritto di darmi da fare e migliorare in ogni campo, ma faccio notare che questo ragazzo è il mio opposto e viene comunque scartato per un nonnulla.
    Questa corsa al successo dove porta? Una ragazza troverà sempre qualcuno messo meglio non solo di lei, ma anche del suo ex di turno. Perciò ogni partner è di passaggio finché qualcuna non trova di meglio; questa ragazza ha accettato l'universitario fighetto finché andava al liceo, poi alla facoltà di Ingegneria avrà modo di conoscere coetanei benestanti e dalla carriera promettente, quindi se n'è liberata. E magari dopo l'università scaricherà anche l'ingegnere per sposare un imprenditore ricco... Sempre che quest'ultimo accetti di condividere il suo patrimonio.

    Mi sembra che le relazioni siano viste dalle donne come uno strumento di avanzamento sociale...

    Citazione Originariamente Scritto da francesco983 Visualizza Messaggio
    Però come fai a dire che è finita perchè lo ha imposto la madre?
    Anche la madre del vicino ha avuto un crollo nervoso per questa cosa e si è sfogata coi condomini.
    La loro relazione all'apparenza era perfetta, ma la madre di lei non lo aveva accettato e da tempo faceva pressioni sulla figlia affinché chiudesse la relazione, sostenendo che meritasse di meglio. Pare che questa donna fosse molto scortese quando il mio vicino andava a casa di lei, l'ha sempre fatto sentire inadeguato. Dopo il diploma la figlia ha ceduto dando ascolto alla mamma: l'ha lasciato dicendo che non è adatto perché lei è più studiosa... Cioè, ha ripetuto a pappagallo quello che sosteneva la mamma.

    La cosa drammatica è che tutti e due hanno dei genitori che stanno molto addosso ai figli per lo studio pretendendo il massimo e il mio vicino è comunque il primo della classe; ma è stato additato lo stesso come un perdigiorno.
    La mamma del mio vicino si dev'essere sentita insultata pesantemente come genitore: l'ha sempre tenuto col fiato sul collo pretendendo l'eccellenza sia nello studio che nello sport, ci è riuscita e ha subìto lo smacco di veder scartare il figlio perché "non è abbastanza".

    Citazione Originariamente Scritto da trale Visualizza Messaggio
    Io credo di una mamma sulle scale, siano solo appunto chiacchiere. Una ragazza che ha appena finito il liceo, è normale che non pensi a sistemarsi definitivamente con il suo primo amore. Non credo che sia giusto parlare di condizioni socioeconomiche e neppure di influenze da parte dei genitori nella vita sentimentale dei figli. Figurati, io ho due figli di 15 e 16 anni e la comunicazione è assai difficile dubito di poter avere la benché minima influenza.
    La storia del tuo amico è terminata perché era un amore giovanile tra due ragazzini immaturi.
    Poi il fatto che tu consideri perfetto il tuo amico, non significa che questo corrisponda alla realtà e nemmeno alla percezione delle altre persone. I punti di vista possono essere diversi: lui ha fatto un istituto tecnico invece di un liceo per fare meno fatica. Sì è iscritto ad una università che niente c'entra con le sue attitudini. Non c'è molta perfezione in un ragazzo che non sa se fare il matematico, il tecnico informatico, il cuoco o l'agente di viaggio ... A lui direi ciò che dico ai miei figli: a saper fare tante cose male o comunque mezzo bene, non si va da nessuna parte. Idem non si va da nessuna parte evitando le situazioni difficili: se uno è bravo in matematica perché non fare il liceo? Per studiare meno. E vabbè, fa un istituto tecnico ma poi perché evita il percorso che sarebbe il percorso più logico per lui e fa una università che non c'entra un tubo? E passa il tempo a cucinare e a riparare computer?
    Insomma, la perfezione è un'altra cosa. Prima di tutto dovrebbe capire cosa vuole fare da grande.
    La ragazza ha evidentemente capito cosa vue fare nella sua vita e nel contempo è terminato un amore giovanile.
    Il discorso "ragazzini" non vale anche per lo studio? Stiamo parlando di un ragazzo che andava bene a scuola, bravo coi computer, che a 19 anni ha voluto esplorare tutt'altro settore per seguire le proprie passioni. Magari non aveva voglia di studiare Informatica e avere a che fare a vita con app e computer; non è uno di quei nerd fissati con la sua nicchia STEM, ha tanti hobby e interessi, come ho scritto è anche campione di judo. L'eccezione mi sembra quello che a 15 anni siccome è riuscito a programmare un'app si pianifica in modo rigido e minuzioso il futuro evitando ogni attività che lontana dalla carriera sperata.
    Nel caso della ragazza penso che molto c'entri la mamma, anche perché da quello che raccontano questa donna era piuttosto invadente nel pretendere il meglio per sua figlia. Forse avrebbe voluto studiare lei e cerca un riscatto sociale nella carriera della figlia.

    In ogni caso, pare che il loro rapporto non avesse alcun problema se non il desiderio della madre che avesse di meglio, che dopo è diventato anche della figlia. Io trovo morboso che un genitore metta il becco in questo modo nella vita sentimentale della figlia.
    Tutti e due comunque sono molto attaccati alla famiglia e il mio vicino pur avendo 23 anni è piuttosto mammone, non ha mai manifestato il minimo disagio di vivere coi genitori (anzi, dice che a casa loro sta da Dio), va a fare jogging col padre e non si perdono un incontro di judo... Non so quanto sia normale, di questi tempi: quando andavo alle medie (20 anni fa) morivo dalla vergogna al pensiero di essere visto da qualche compagno di scuola in giro coi genitori; nessun maschio arrivava o andava via da scuola accompagnato.
    Ultima modifica di Humidity; 30-10-2021 alle 12:14
     
  7. L'avatar di Stormrider

    Stormrider Stormrider è offline JuniorMessaggi 1,759 Membro dal Aug 2021 #7

    Predefinito

    Questo post è palesemente una trollata per un semplice banale motivo: chiunque abbia fatto una facoltà tipo ingegneria, sa benissimo che non è possibile laurearsi col massimo dei voti e contemporaneamente eccellere in uno sport. Per laurearsi col massimo dei voti bisogna studiare almeno 4 ore al giorno, tutti i giorni, sabati e domeniche comprese. Per essere campione in uno sport devi allenarti 4 ore al giorno MINIMO, non è che vai in palestra a fare la corsetta con gli amici. In tutto questo aggiungi che spesso devi passare la giornata all'uni, tra lezioni la mattina e laboratori nel pomeriggio, molti dei quali obbligatori, che ti porteranno per forza di cose a saltare gli allenamenti. Senza contare il periodo della tesi, che dura minimo 6 mesi e che essendo ingegneria, probabilmente sarà qualcosa di sperimentale e il tipo in questione passerà 12 ore al giorno all'università. Tutto questo nel migliore dei casi.

    Senza contare che per eccellere all'università e nello sport contemporaneamente, la vita sociale te la scordi. Già è un miracolo se riesci ad uscire una sera al mese, a dire tanto, quando devi solo pensare all'uni. Quindi non vedo come possa essere questa esplosione di socialità.

    In tutto questo c'è da aggiungere lo stress e la stanchezza fisica e mentale. L'autore del topic probabilmente non ha mai fatto 1 esame in vita sua e all'uni ci va solo per scaldare il banco. E probabilmente non ha nemmeno fatto sport oltre alzare la forchetta.

    Lo ripeto sempre, per invetare le storie, bisogna quantomeno renderle credibili.

    Detto questo, una donna troverà sempre qualcuno migliore di te, perché esisterà sempre qualcuno migliore di te, è la vita e la vita fa schifo, tanto vale non pensarci troppo.
    A man carried a monkey about for a show, and because he was a little wiser than the monkey, grew vain, and conceived himself as much wiser than seven men.
     
  8. L'avatar di Humidity

    Humidity Humidity è offline ApprendistaMessaggi 391 Membro dal Sep 2020 #8

    Predefinito

    Stormrider, prima di perdere le staffe leggi bene: il vicino fa Scienze del turismo. E ha preso cintura nera di judo + DIPLOMA a pieni voti.

    È stato scaricato dalla ex che vuole studiare Ingegneria...
     
  9. L'avatar di Lovecroft789

    Lovecroft789 Lovecroft789 è offline ApprendistaMessaggi 376 Membro dal Oct 2021 #9

    Predefinito

    À quell'età le coppie si lasciano per tanti motivi e anche se fosse per colpa di questa madre invasiva,è solo un caso appartato che non dimostra la tua teoria.

    Se uno vuole migliorare, deve guardare in alto ai casi positivi e trovare una fonte sua di motivazione.

    Hai preso come esempio una storia liceale finita per motivi che non conosci pienamente (una madre non è mai affidabile nel suo giudizio,per la sua soggettività) per giustificare la tua vita e i tuoi sbagli,non tenendo in conto l'unicità delle persone e delle situazioni,ognuno ha il suo percorso,capacità di affrontare la vita o di imparare e migliorare.

    Quello che stai facendo è molto tossico,perché ti agrrappi a un evento negativo per giustificare la non azione "siccome gli altri fanno degli sforzi e non va bene,allora perché io dovrei fare qualcosa per cambiare", grosso modo il tuo pensiero è questo e visto che hai deciso la negatività e la non azione,rischi di non avanzare e migliorare la propria vita.
     
  10. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 21,677 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #10

    Predefinito

    Hummy,
    sto ragazzo deve superare la prima batosta della sua vita ma ci riuscirà. Avere per lungo tempo successo in tutto ciò che fai ti rende debole di fronte alla prima sconfitta, soprattutto se poi la subisci senza possibilità di riscatto.
    C'è anche da dire che per le donne è vitale arrivare ad una condizione socio-economica di rilievo, molte sono pronte ad usare la risorsa base mentre altre usano le capacità proprie perché donne emancipate.
    Sta di fatto che come vedi è una realtà in movimento ed in divenire in cui i singoli scelgono anche sbagliando ma scelgono.
    ... another perspective ...