Rifiutato un'altra volta - Pagina 49

Discussione iniziata da NetUser il 18-04-2021 - 802 messaggi - 50592 Visite

Like Tree518Likes
  1. L'avatar di Alberich

    Alberich Alberich è offline SeniorMessaggi 11,775 Membro dal Jul 2009 #481

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Melite Visualizza Messaggio
    Però io penso che nel momento in cui un uomo chiede empatia da parte delle donne per sé stesso, dovrebbe anche essere disposto ad essere empatico a sua volta, e quindi accettare seppur con dispiacere che la donna non può a comando essere disponibile. Non è colpa dell'uno come non è colpa dell'altra.
    Concordo ma è speculare alla tendenza femminile a non empatizzare con gli uomini quando lamentano difficoltà nel sesso. Cioè siccome per voi (è un "voi" impersonale) è sesso è poco importante allora dovrebbe essere poco importante anche per noi. Nelle vecchie discussioni sulle pro, nei primi anni che ero qui, era sempre la stessa solfa: le donne che contestavano tiravano sempre fuori il discoro che si può stare senza sesso. converrai che questo discorso è fallacie perchè per una donna: o il sesso ha un'importanza relativa e quindi lo stare senza non gli pesa oppure è importante ma essendo donna può rimediarlo facilmente quindi in entrambi i casi la critica è ingiusta.


    "L'inverno del nostro scontento si è mutato in una calda estate di gloria grazie
    a questo sole di York"

    "Un cavallo! Un cavallo! Il mio regno per un cavallo!"
     
  2. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 11,793 Membro dal Oct 2017 #482

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Alberich Visualizza Messaggio
    @Melite

    è il problema di base di tutti i "movimenti" che investono i social: la parte che fa più rumore diventa inevitabilmente "il" movimento.
    E quindi il problema non è il movimento, sono i social che hanno dato la parola a cani e porci.
    Don’t pay any attention to what they write about you. Just measure it in inches.
    Non considerare ciò che scrivono di te. Considera solo la lunghezza di quanto scrivono.
    (Andy Warhol)

     
  3. L'avatar di Hurrem

    Hurrem Hurrem è offline Super FriendMessaggi 6,218 Membro dal Aug 2017 #483

    Predefinito

    Ma io più che di deliri e teste di pera parlerei di normalità sfortunatamente.
    Ad oggi chiunque griderebbe alla discriminazione e al body shaming se una persona sovrappeso venisse scartata da un uomo.
    Anche perché ormai sui social e anche dal vivo regna questa mentalità, chi la pensa diversamente deve pure stare zitto perché sennò discrimina pure lui e verrebbe aggredito in massa.
    Non puoi nemmeno commentare su fb sotto una pubblicità di H&M per dire che stanno scegliendo modelle troppo grasse che non sono un buon esempio per persone giovani che ti insultano in 200 persone in cinque minuti.
    Così come non potresti fare un discorso del genere dal vivo senza passare per lo st*onzo di turno.

    Che poi andando un attimo io avrei da ridire pure sulle discriminazioni in ambito lavorativo per le persone sovrappeso che spesso non sono discriminazioni. Si tratta di fare la scelta che più conviene al datore di lavoro come è giusto che sia. Una persona sovrappeso sarà meno produttiva di una in forma nei lavori che richiedono agilità e rapidità di movimento.
    Se penso a me che sono all’estero e faccio un lavoro dove il fisico non incide, la mia azienda dovrebbe cmq pagare di più per l’assicurazione sanitaria di qualcuno con rischi di salute molto più elevati dei miei quindi costerebbe di più e non converrebbe cmq. In qualche modo ci si aspetta che siano gli altri a dover pagare i costi delle loro scelte (perché nella maggior parte dei casi si tratta di scelte sbagliate che portano al sovrappeso). Ora chiudo prima che mi sanzionino, però è un discorso molto ampio pure quello.
    Gershwin likes this.
    Optimist: Someone who figures that taking a step backward after taking a step forward is not a disaster, it's more like a cha-cha.​
     
  4. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 11,793 Membro dal Oct 2017 #484

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Alberich Visualizza Messaggio
    Concordo ma è speculare alla tendenza femminile a non empatizzare con gli uomini quando lamentano difficoltà nel sesso. Cioè siccome per voi (è un "voi" impersonale) è sesso è poco importante allora dovrebbe essere poco importante anche per noi. Nelle vecchie discussioni sulle pro, nei primi anni che ero qui, era sempre la stessa solfa: le donne che contestavano tiravano sempre fuori il discoro che si può stare senza sesso. converrai che questo discorso è fallacie perchè per una donna: o il sesso ha un'importanza relativa e quindi lo stare senza non gli pesa oppure è importante ma essendo donna può rimediarlo facilmente quindi in entrambi i casi la critica è ingiusta.
    Io non penso che una donna dica all'uomo che il sesso dovrebbe essere importante nella stessa misura in cui lo è per lei, basta avere una conoscenza elementare di come è fatto il corpo umano per sapere che il desiderio sessuale è regolato dal livello ormonale e che nei due sessi c'è una concentrazione diversa di testosterone.

    Il fatto che critichi l'andare a prostitute non è una critica al bisogno di soddisfarsi sessualmente ma è una critica ad un comportamento morale. Infatti l'uomo "seduttore" che ha tante storie di letto non viene criticato così aspramente, sebbene poi non sia comunque apprezzato da un determinato tipo di donna, perché comunque diciamo che il comportamento morale è, se non lo stesso, molto simile.

    Penso che il senso del discorso sia che una donna vede l'uomo come quello che può fare sesso basta che trovi un buco, e nonostante razionalmente sia spiegabile con la biologia, per una donna che può avere una visione del sesso meno meccanica è comunque moralmente riprovevole.

    Io stessa distinguo la mia parte razionale, che capisce il bisogno sessuale dell'uomo, con quella morale, infatti come avevo già scritto precedentemente un uomo con un passato sessuale molto libertino non me lo prenderei mai, perché sarebbe troppo lontano dal mio modo di essere.
    passerosolitario84 likes this.
    Don’t pay any attention to what they write about you. Just measure it in inches.
    Non considerare ciò che scrivono di te. Considera solo la lunghezza di quanto scrivono.
    (Andy Warhol)

     
  5. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 11,793 Membro dal Oct 2017 #485

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hurrem Visualizza Messaggio
    Ad oggi chiunque griderebbe alla discriminazione e al body shaming se una persona sovrappeso venisse scartata da un uomo.
    Io non lo farei, perché arrivo a capire che se una persona non ti piace, non ti piace, non è questione di discriminazione.

    L'errore è proprio quello di discriminare: non ti voglio perché sei grassa, non ti voglio perché sei disabile, non ti voglio perché hai una cultura bassa, eccetera.

    Come ho scritto a ISN c'è modo e modo di rifiutare una persona, e secondo me una persona "normale", cioè che abbia una minima educazione al rispetto del prossimo, sa farlo senza mortificare l'altro.

    Quindi ribadisco, non c'entra il movimento di per sé stesso, è proprio questa concezione di onnipotenza che è delirante, pensare di poter dire qualunque cosa passi per la testa nascondendosi dietro una presunta ideologia.

    Come quando "in nome di Dio" c'è stata la caccia alle streghe e si è fatta strage di donne e bambini.
    Don’t pay any attention to what they write about you. Just measure it in inches.
    Non considerare ciò che scrivono di te. Considera solo la lunghezza di quanto scrivono.
    (Andy Warhol)

     
  6. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 11,793 Membro dal Oct 2017 #486

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hurrem Visualizza Messaggio
    io avrei da ridire pure sulle discriminazioni in ambito lavorativo per le persone sovrappeso che spesso non sono discriminazioni. Si tratta di fare la scelta che più conviene al datore di lavoro come è giusto che sia. Una persona sovrappeso sarà meno produttiva di una in forma nei lavori che richiedono agilità e rapidità di movimento.
    Questo è ancora un altro discorso, ma non penso che una donna che non ha determinate attitudini pretenda di essere scelta al posto di una che invece le ha.

    Se pensiamo alle modelle, le curvy hanno il loro mercato perché la pretesa non è quella di competere con le modelle che sfilano per le taglie normo peso (o sotto peso), ma quella di non essere escluse dal mercato della moda. Io penso che sia giusto, perché se lo fossero allora si potrebbe proprio parlare di discriminazione.

    Citazione Originariamente Scritto da Hurrem Visualizza Messaggio
    la mia azienda dovrebbe cmq pagare di più per l’assicurazione sanitaria di qualcuno con rischi di salute molto più elevati dei miei quindi costerebbe di più e non converrebbe cmq. In qualche modo ci si aspetta che siano gli altri a dover pagare i costi delle loro scelte (perché nella maggior parte dei casi si tratta di scelte sbagliate che portano al sovrappeso). Ora chiudo prima che mi sanzionino, però è un discorso molto ampio pure quello.
    Questa non l'ho capita. I rischi di salute ce li può avere un magro come un grasso, non vedo la differenza. Io sono magra (va beh a parte il sederotto) eppure ho sempre avuto una salute delicata, quindi sono un esempio di come la salute non sia direttamente proporzionale al peso. Ci sono tantissime cause di malattia, di cui il peso è solo una fra tante. Allora un datore di lavoro prima di assumere chiunque potrebbe soltanto chiedere un certificato di buona salute, ma sicuramente non può fare il chiaroveggente e prevedere chi dei propri dipendenti gli darà dei problemi perché si ammalerà.
    Don’t pay any attention to what they write about you. Just measure it in inches.
    Non considerare ciò che scrivono di te. Considera solo la lunghezza di quanto scrivono.
    (Andy Warhol)

     
  7. L'avatar di luca9028

    luca9028 luca9028 è offline Super FriendMessaggi 7,246 Membro dal Apr 2020 #487

    Predefinito

    Convengo su ciò che dice Alberich..osservazioni giuste e condivisibili..😉
    Alberich likes this.
     
  8. L'avatar di Alberich

    Alberich Alberich è offline SeniorMessaggi 11,775 Membro dal Jul 2009 #488

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Melite Visualizza Messaggio
    Io non penso che una donna dica all'uomo che il sesso dovrebbe essere importante nella stessa misura in cui lo è per lei, basta avere una conoscenza elementare di come è fatto il corpo umano per sapere che il desiderio sessuale è regolato dal livello ormonale e che nei due sessi c'è una concentrazione diversa di testosterone.
    Non lo scrivevano implicitamente ma direi che se una sostiene che tanto del sesso se ne può fare a meno e cita se stessa come esempio direi che il ragionamento è implicito.

    Il fatto che critichi l'andare a prostitute non è una critica al bisogno di soddisfarsi sessualmente ma è una critica ad un comportamento morale. Infatti l'uomo "seduttore" che ha tante storie di letto non viene criticato così aspramente, sebbene poi non sia comunque apprezzato da un determinato tipo di donna, perché comunque diciamo che il comportamento morale è, se non lo stesso, molto simile.
    Ni. Io accetto la critica, pur senza condividerla, di chi è contraria al sesso promiscuo in linea di principio perchè è una posizione coerente. Il problema è che le critiche venivano pure da chi approvava il sesso "sportivo" ma solo se fatto gratis. La trovo ingiusta perchè trovare una persona con cui fare sesso per un uomo non è facile come per una donna. Una era arrivata scrivere che se non si trovano donne con cui andare a letto uno dovrebbe farsi prete.

    Penso che il senso del discorso sia che una donna vede l'uomo come quello che può fare sesso basta che trovi un buco, e nonostante razionalmente sia spiegabile con la biologia, per una donna che può avere una visione del sesso meno meccanica è comunque moralmente riprovevole.
    beh ma sai che non è così. Non è che se uno paga allora si farebbe chiunque.

    Io stessa distinguo la mia parte razionale, che capisce il bisogno sessuale dell'uomo, con quella morale, infatti come avevo già scritto precedentemente un uomo con un passato sessuale molto libertino non me lo prenderei mai, perché sarebbe troppo lontano dal mio modo di essere.
    Non mi riferivo cmq al discorso "attrattivo" cioè so benissimo che una donna difficilmente accetterebbe un passato da frequentatore di pro (mentre molte di più accetterebbero un passato da "seduttore") ma proprio all'idea che uno, siccome va a pro, debba essere una persona riprovevole moralmente.
    "L'inverno del nostro scontento si è mutato in una calda estate di gloria grazie
    a questo sole di York"

    "Un cavallo! Un cavallo! Il mio regno per un cavallo!"
     
  9. L'avatar di Alberich

    Alberich Alberich è offline SeniorMessaggi 11,775 Membro dal Jul 2009 #489

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Melite Visualizza Messaggio
    E quindi il problema non è il movimento, sono i social che hanno dato la parola a cani e porci.
    Vero ma converrai che ci sono "cani e porci" più accettati e altri meno accettati.
    "L'inverno del nostro scontento si è mutato in una calda estate di gloria grazie
    a questo sole di York"

    "Un cavallo! Un cavallo! Il mio regno per un cavallo!"
     
  10. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 11,793 Membro dal Oct 2017 #490

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Alberich Visualizza Messaggio
    Non mi riferivo cmq al discorso "attrattivo" cioè so benissimo che una donna difficilmente accetterebbe un passato da frequentatore di pro (mentre molte di più accetterebbero un passato da "seduttore") ma proprio all'idea che uno, siccome va a pro, debba essere una persona riprovevole moralmente.
    Combatti contro i mulini a vento, perché questa è una di quelle cose troppo radicate culturalmente.
    Don’t pay any attention to what they write about you. Just measure it in inches.
    Non considerare ciò che scrivono di te. Considera solo la lunghezza di quanto scrivono.
    (Andy Warhol)