Riflessione: meglio stare con qualcuno o stare soli? - Pagina 2

Discussione iniziata da Iset il 25-07-2014 - 12 messaggi - 1285 Visite

Like Tree7Likes
  1. MissCullen MissCullen è offline Super ApprendistaMessaggi 575 Membro dal Jul 2014 #11

    Predefinito

    Dipende da una molteplicità di cose: il carattere e la personalità della persona, il momento che sta vivendo, la situazione complessiva. Non esiste una risposta univoca a questa domanda. Io sono sempre stata convinta che avrei voluto stare sola, prima di innamorarmi davvero... Poi ho conosciuto lui e ho rivalutato la vita di coppia. In un altro momento della mia vita, se le cose con lui andassero a rotoli, forse tornerei a pensare che sto meglio da sola, visto che comunque in fondo sono e rimango uno spirito libero...


     
  2. L'avatar di erik555

    erik555 erik555 è offline Super FriendMessaggi 5,614 Membro dal Oct 2012
    Località una grande città in mezzo alla pianura
    #12

    Predefinito

    ...è meglio e/o più giusto stare soli o in coppia?
    Lo so che la risposta più ovvia è: dipende. Dipende dalle persone, dalle situazioni, ecc.
    La tua domanda e la risposta andrebbero riformulate, soprattutto andrebbero "relativizzate" cioè "cosa la tua amica ritiene che rappresenti il meglio per sé indipendentemente da ciò che il senso comune ritiene sia meglio per una donna, cioè unirsi stabilmente ad un uomo per tutta la vita come situazione ideale, ovvia ed indispensabile."
    il primo obiettivo della tua amica è infatti quello di stare bene con se stessa, attraverso un percorso terapeutico superando la depressione, un percorso che l'aiuti ad individuarsi, che la aiuti rendersi autonoma e la metta nella condizione di viversicompleta da da un punto di vista esistenziale e per conseguenza riappropriandosi del significato corretto da dare alla relazione affettiva.
    Un percorso per stare bene e raggiungere l'obiettivo di irrobustirsi prima di prendere decisioni come separarsi... a meno che la convivenza con quel partner non sia stata la causa della situazione depressiva nella quale è precipitata: in tal caso è meglio separarsi subito da questo partner.
    Curioso però notare come davanti all'affermazione di lei di voler vivere da sola tu abbia risposto che
    cambiare partner non sia una soluzione ai problemi
    sottintendendo come ovvio, scontato, naturale e raccomandabile eccetera eccetera ...che ci sia l'esigenza per lei di trovare un nuovo partner!!
    e inoltre
    a questo punto una persona dovrebbe andare avanti a passare da una relazione all'altra per tutta la vita, oppure scegliere di stare da sola per sempre
    sottintendendo che sia del tutto impensabile per una donna l'opzione di vivere da single e impensabile per una donna avere rapporti estemporanei o occasionalii o scegliendo un uomo che piace e progettando di averci uno o più rapporti da adulta consenziente per soddisfare la propria sessualità ma senza intraprendere una relazione.
    Ancora una volta la possibile risposta è ridiscutere il significato della vita a due: sotto questa luce infatti mettersi insieme a tempo indeterminato rappresenta un' opzione al pari di altre non un obbligo! e una donna che non si senta orientata alla coppia ed alla famiglia oppure che nel tempo non si scopra orientata alla convivenza come è accaduto alla tua amica, possa scegliere senza timori, dubbi o rimpianti "altre scelte" più soddisfacenti e più adatte e che hanno pari dignità del matrimonio con figli e della convivenza, libera dalle "pressioni socialii" che prescrivono alle donne di fare le mogli e le madri, perchè altrimenti sarebbero donne inutili, donne sospette, donne infelici o comunque "anormali".
    Woozy likes this.
    Ultima modifica di erik555; 28-07-2014 alle 16:45