E'scontato che una donna dipenda da un uomo? - Pagina 3

Discussione iniziata da vero75 il 11-10-2013 - 27 messaggi - 2158 Visite

Like Tree18Likes
  1. L'avatar di vero75

    vero75 vero75 è offline ApprendistaMessaggi 322 Membro dal Jun 2010
    Località Saturno by night
    #21

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da erik555 Visualizza Messaggio
    "rilanciare e giocare alla pari" significa semplicemente trovarsi in equilibrio di forze e non svantaggiati o rinunciatari in una situazione dove un uomo ti piace.
    Se tu vuoi ottenere una relazione che lui non desidera e ottenere un'affetto che lui non prova condizionando a questo risultato una normale espressione delle reciproche sessualità è inevitabile che non vi incontrerete mai a nessun livello.
    "quando sarai grande" preferirai ricordare una calda notte di coccole intime o l'aver "resistito" ad un uomo che pur ti piaceva pur di affermare una tua preferenza per una relazione?
    Mi permetto di dissentire!

    Io posso dirti che sono già "grande" e che proprio le eseperienze che tu indichi come preziose mi hanno tolto ogni gusto per relazioni del genere, nelle quali manchi l'affettività.

    Non credere che io non ne abbia fatta esperienza.Ed è proprio perchè sono maturata e ho lasciato dietro di me l'adolescenza, più propriamente atta ad elaborare separatamente quel mondo ancora sconosciuto che è il sesso, e ho compreso in seguito che desideravo altro.

    Per carità, il frutto della mia propria elaborazione è soggettivo, ci mancherebbe. Ma devo dirti ancora una volta che oggi come oggi preferirei mille volte guardarmi indietro e non avere mai avuto avventure con persone che mi hanno delusa.

    Ti sembrerà strano la mia risposta a ciò che preferirei ricordare "da grande" non è quella che ti aspetti. Ragiono in modo diverso e ho già provato a fare quel che mi consigli con risultati pessimi direi, quando non distruttivi.

    E non pensare che si tratti di "anello al dito" o "catene" varie.Io parlo di qualcosa di molto più semplice: affetto, rispetto, simpatia reciproca.

    Se una persona ti sta antipatica ti fa schifo persino sfiorarla, figurati abbracciarla e ancor meno farci l'amore!!!

    In passato, lasciandomi andare come dici tu, mi è capitato spessissimo di scoprire DOPO che il tizio che palesava affettuosità fisiche nei miei riguardi non necessariamente (anzi MAI) palesava affetto sul versante umano.

    Esempio: mi sono trovata con la macchina in panne, ho contattato il suddetto tizio che era l'unico che abitava vicinissimo ma purtroppo stava andando in discoteca e mi ha detto letteralmente "Ed io che te posso fa???" Andava in discoteca a rimorchiare, mentre io ero completamente da sola (i miei erano partiti) e la macchina non si accendeva. Era sera.

    Dubito fortemente che una donna (abituata com'è -purtroppo dalla culura oltrechè dalla biologia- ad occuparsi del prossimo, avrebbe fatto lo stesso!

    E questo è POCO. Uomini che mollano nel pieno delirio donne che sono in gravidanza o con bambini piccoli non facendo loro nemmeno una chiamata per sapere come stanno, come se la faccenda non li riguardasse (esperienze indirette: tantissime).

    Parlando con più uomini, poi, mi è stato spiegato il perchè di questa cosa agghiacciante ( detto da uomini, eh, NON da DONNE): loro dividono il sesso dall'amore.
    Ma qui il problema e che lo dividono persino dal minimo del rispetto e dell'affetto!

    Se pensi, e qui ovviamente esagero, che tante brutture come la prostituzione e gli stupri nascono quasi sempre da uomini... solo un uomo (come se ne è avuta testimonianza da ogni parte tra giornali, documentari aberranti etc.) riesce a fare l'amore con una donna e poi picchiarla contemporaneamente, oppure, come si è visto nelle guerre, ad approfittare di una donna ed ucciderla il momento successivo!!!)

    Ovvio che non sono tutti così, ma si trovano moltissimi che comunque voltano le spalle, per fortuna, in cose un pò meno gravi come quella che è accaduta a me ( anche se non sono tanto meno gravi quelli che accannano la famiglia e non telefonano più come se la libertà fosse un DIRITTO senza DOVERI).

    Ecco, partendo da queste esperienze e dall'antipatia che mi sono trovata a riscontrare nei riguardi di una persona con la quale ero stata a letto poco tempo prima sono arrivata a questo punto:
    mai più condividere una cosa solo fisica perchè mi farebbe schifo anche il solo pensiero di ritrovarmi con uno che mi dice di non volermi NEMMENO un minimo di bene e che per lui potrei pure morire!
    Se non è USARE questo, cosa lo è, fammi capire?

    E non dirmi che il mio è un caso: ne ho di storie da raccontare in merito a questo!

    Esorterei le donne, tutte, a mettere SEMPRE alla prova la persona che hanno davanti... qua non si tratta di matrimonio o chissà quali legami pesanti ... qui si tratta della semplice domanda da farsi: andrei a letto con uno per il quale sono un pezzo di carne e potrei morire anche il secondo dopo, non piangerebbe nemmeno e si andrebbe a trovare un'altra?

    Sfido qualunque donna (salvo rari casi) a dirmi che farebbe sesso comunque con un uomo, sapendo a priori che questo tizio non la trova affatto interessante fuori dal letto e, anzi, la sta solo usando ma di quello che prova o se morirà il giorno stesso o quello dopo non gliene potrà fregregare di meno!!!

    Caspita, la simpatia ed il feeling saranno anche importanti o siamo ai livelli degli animali? Qua non si tratta di "mito della coppia"!!!


    Ballerinaforever likes this.
     
  2. L'avatar di the_witch

    the_witch the_witch è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 1,716 Membro dal Aug 2012
    Località Nord Italia
    #22

    Predefinito

    ascolta. parti da questo punto: se si è ENTRAMBI d'accordo, si può andare a letto insieme senza alcuna implicazione da ambo le parti. Non si tratta, come dici, di prerogativa maschile. Questo è un semplice luogo comune. Sesso e sentimenti si possono sempre dividere a patto che, appunto, entrambi prendano allo stesso modo "il rapporto". Insomma: basta giocare a carte scoperte senza fare voli pindarici.
    vero75 and Ballerinaforever like this.
     
  3. L'avatar di vero75

    vero75 vero75 è offline ApprendistaMessaggi 322 Membro dal Jun 2010
    Località Saturno by night
    #23

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da erik555 Visualizza Messaggio
    il mondo ideale si può costruire cominciando a praticare i suoi valori e dismettendo quelli attuali, se una donna approccia un ragazzo di sua iniziativa, perchè le piace e le sembra intelligente, senza aspettare che sia il "capobranco" a farsi avanti, se questa donna indagasse un po' su cosa (non) legge e cosa pensa e fa quell'uomo nella vita invece di crogiolarsi nell'aspettativa che per grazia divina egli sia l'uomo fatto apposta per lei come appare agli occhi di lei chiunque la lusinghi un po' e finga di mostrare un po' di interesse e di affetto (perchè la coscienza di sé, l'amore per sé e l'autostima sono bassissime) le donne sarebbero già approdate nel mondo ideale.

    Le donne invece di scoprire una sessualità altrettanto forte e appagante da esprimere si rammaricano che ai maschi piace il sesso; invece di migliorare loro stesse attraverso l'autocoscienza e l'empowerement rispondono che " le donne non sono maschi"; le donne invece di prendere l'iniziativa rispondono che solo "nel mondo ideale" si può ipotizzare un comportamento adeguato.

    La mia generazione se non altro credeva invece possibile un mondo ideale, un mondo che si potesse rifondare o modificare, comunque ri-progettare e ri-costruire non solo nella distribuzione del reddito, ma anche nel sociale, anche nei rapporti umani e nei modi della convivenza, in modo meno alienato, meno sessista, meno prevaricatore nel segno del maschilismo, ma più umano, più evoluto.
    Oggi le donne nemmeno ci pensano più che si possano non solo immaginare ma anche praticare nuovi pensieri e comportamenti sociali.

    Su alcune di queste cose invece, mi trovi d'accordo.

    La cultura sopra ogni cosa ha rovinato molto di quello che i due sessi avrebbero potuto (e possono fare ancora) insieme.

    La guerra porta guerra.

    Io, infatti, pur approvando ovviamente molte cose che il femminismo ci ha permesso di ottenere reputo che ancora vada fatto molto per raggiungere uno stato positivo, un mondo diverso, come auspichi anche tu.

    E' stato sbagliato da parte di noi femmine prendere i comportamenti del maschio (comportamenti a mio parere deviati dalla cultura e dall'educazione in primis) e copiarli.

    Andare in guerra anche noi, parlare con rabbia e prevaricare anche noi, tradire pure noi, pensare ai soldi anche sopra i nostri figli pure noi, dimostrare che si è forti ad elevati costi psico-fisici etc., negare alcuni bisogni...

    Io penso che non si dovrebbero avere "il maschio" da una parte e "la femmina" dall'altra, ma un uomo ed una donna che camminano insieme verso una strada fatta di cultura vera e conquiste etiche. Verso la costruzione di un mondo migliore.

    Allora nutrire affetto verso i più deboli e proteggerli, dire NO alle guerre, saper mostrare debolezza e saper chiedere scusa, non prevaricare dovrebbero essere tratti comuni ad entrambi. E' forse più l'uomo che doveva andare verso "il femminile".

    Parlo di valori femminili e valori maschili in generale, e riferendomi a ciò che da sempre ci viene insegnato senza che ci si dìa possibilità di ragionare con una testa umana a prescindere dal sesso. Una testa che dovrebbe essere a livelli più grandi di quella animale.

    Ma esistono donne feroci e uomini dolcissimi, intendiamoci. La predominanza di alcuni tratti nei due generi però è un fatto culturale soprattutto.

    Io auspico che esista una sola strada valevole per entrambi. E finirebbero queste assurde lotte tra i generi.
     
  4. L'avatar di vero75

    vero75 vero75 è offline ApprendistaMessaggi 322 Membro dal Jun 2010
    Località Saturno by night
    #24

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da the_witch Visualizza Messaggio
    ascolta. parti da questo punto: se si è ENTRAMBI d'accordo, si può andare a letto insieme senza alcuna implicazione da ambo le parti. Non si tratta, come dici, di prerogativa maschile. Questo è un semplice luogo comune. Sesso e sentimenti si possono sempre dividere a patto che, appunto, entrambi prendano allo stesso modo "il rapporto". Insomma: basta giocare a carte scoperte senza fare voli pindarici.
    Hai ragione su questo! Infatti mi riferisco al mio personale modo di vedere: ed io con una persona per la quale sono solo ed esclusivamente un pezzo di carne non riesco ad andare.Tutto qui.

    Infatti nella discussione di inzio il mio disappunto è per la pretesa di quel tizio che non se ne capacitava e diceva che il fatto che non volessi andare a letto con lui fosse una conseguenza della mia paura di dipendere da lui e cercava di convincermi a tutti i costi!

    E poi per coloro che vorrebbero che vivessi la sessualità per forza senza affetto e cercano di darmene una spiegazione.

    E sulle carte scoperte mi trovi d'accordissimo: infatti ho sempre detto, anche in altre discussioni, che apprezzo moltissimo coloro che ti dicono sin dall'inizio che per loro sei solo un'avventura e ti lasciano libera, appunto, di viverla alla "pari" ( questa per me è alla "pari" come indicava Erik).
     
  5. L'avatar di Gypsy

    Gypsy Gypsy è offline Super FriendMessaggi 7,044 Membro dal Aug 2011 #25

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da erik555 Visualizza Messaggio
    il mondo ideale si può costruire cominciando a praticare i suoi valori e dismettendo quelli attuali, se una donna approccia un ragazzo di sua iniziativa, perchè le piace e le sembra intelligente, senza aspettare che sia il "capobranco" a farsi avanti, se questa donna indagasse un po' su cosa (non) legge e cosa pensa e fa quell'uomo nella vita invece di crogiolarsi nell'aspettativa che per grazia divina egli sia l'uomo fatto apposta per lei come appare agli occhi di lei chiunque la lusinghi un po' e finga di mostrare un po' di interesse e di affetto (perchè la coscienza di sé, l'amore per sé e l'autostima sono bassissime) le donne sarebbero già approdate nel mondo ideale.

    Le donne invece di scoprire una sessualità altrettanto forte e appagante da esprimere si rammaricano che ai maschi piace il sesso; invece di migliorare loro stesse attraverso l'autocoscienza e l'empowerement rispondono che " le donne non sono maschi"; le donne invece di prendere l'iniziativa rispondono che solo "nel mondo ideale" si può ipotizzare un comportamento adeguato.
    erik sai che le persone mentono? E che io non posso fare la dective né tantomeno ho il potere della lettura della mente altrui? Tu forse non conosci abbastanza bene gli uomini di oggi. Quando inizio a frequentare qualcuno spesso e volentieri faccio una premessa e chiedo cosa ne pensano loro. Dico che sono per il "come va va", nel senso che non mi piacciono i limiti né inferiori né superiori. A parole sembrano tutti d'accordo. Nei fatti no, dopo un po' ho la netta sensazione che loro il limite superiore se lo impongono (almeno con me), e da come vanno le cose, vedendo le vicende a posteriori, quel limite ce l'hanno fin da quasi subito. Ok, magari si fa il grande passo (=sesso) e non gli piaccio più, comprensibile, non ho chissà che pretese, non sono presuntuosa, accetto alla grande il fatto che posso non piacere, ma perché non me lo dicono? Perché non mi dicono "ehi Gypsy, ti ricordi quando abbiamo parlato di quei limiti? Ecco, io ora so che fra noi due un limite superiore c'è, per te va bene continuare con leggerezza?"
    E a quel punto io deciderei ben conscia di tutta la situazione che sto vivendo, in piena autonomia. Invece no, e mi sento presa per i fondelli, e sappiamo tutti che una delle cose che fa più male è essere presi per i fondelli. Io con la mia sessualità sono a posto, mi piace scoprirla, e non ho nemmeno intenzione di aspettare il grande amore per farlo (anzi, nemmeno quello piccolo), perché oggi ci sono e domani non lo so. Però con amarezza dico che gli uomini, quando si tratta di sesso, mentono, e mentono anche quando gli dici che vuoi solo una relazione di tipo sessuale. True story. Puoi crederci oppure continuare a vivere nel tuo mondo dove è possibile cambiare gli altri con la sola tua azione.

    Curiosità: quanti anni hai? Ho sempre pensato che fossi un ventenne!
    vero75 likes this.
    Amore è tutto ciò che si può ancora tradire.
    (A.Pazienza)
     
  6. L'avatar di vero75

    vero75 vero75 è offline ApprendistaMessaggi 322 Membro dal Jun 2010
    Località Saturno by night
    #26

    Predefinito

    @ Gipsy: esattamente questo!!!

    E vorrei anche aggiungere: Erik parla di indipendenza ma quella ce l'ho già! So cambiare le gomme delle macchine in meno di 15 minuti. Ho fatto ripartire con i cavi la macchina ad un mio amico MASCHIO che si è fatto prendere dal panico e ha chiamato il padre alla veneranda età di 30 anni!

    Oramai tutti facciamo tutto. Non si tratta di questo.Ma alle volte si ha bisogno di unione per raddoppiare la forza, non si tratta di dipendenza ma, al contrario, di saper vivere con intelligenza unendo le risorse.

    Tutti noi prima o poi abbiamo bisogno di chiedere una mano, di affidarci all'altro almeno per imparare ciò che non siamo in grado di fare.

    Quindi, Erik, non metter di mezzo dipendenza e rapporti mitici di coppia come il matrimonio etc. etc. ... Io parlo solo del fatto che non voglio più trovarmi anche solo a sfiorare il gomito di uno che mi riconosce sotto le coperte ma potrebbe passarmi sopra con la macchina non riconoscendomi se mi incontrasse il giorno dopo!!!

    La fiducia è la prima cosa che stabilisce l'unione di qualunque tipo, e secondo me anche sessuale (ma magari molti non ci pensano e credono che un corpo freddo ed indifferente sia comunque meglio del self-service... forse... ma solo finquando non si trova nelle condizioni di litigare e di conoscere VERAMENTE chi era l'altro e quindi se ne allontanano!)...

    Ripeto: siamo esseri umani o bestie?

    E poi: volete mettere fare l'amore con una persona interessata a te DAVVERO, che ti è amica, ci hai condiviso almeno delle cose e sa cosa ti piace e cosa non ti piace (anche a letto), sa trattarti, sa ridere e sa piangere con te???

    Sfido io che oggi c'è tanta rozzezza e tanta perdita di interesse (anche sessuale peraltro, lo dicono le statistiche), noia, vuoto, disorientamento e e solitudine. Il rapporto vero e lo scambio reciproco sono praticamente è inesistenti!!!
    Ultima modifica di vero75; 14-10-2013 alle 20:11
     
  7. lafrancesca lafrancesca è offline BannedMessaggi 1,906 Membro dal Nov 2013
    Località svizzera
    #27

    Predefinito

    Secondo me è inutile sputare dove hai mangiato. Quello ti piaceva e quello ti sei presa perchè ti piaceva.

    Se poi non ti ha portato all'altare e vi siete mollati è anche colpa tua, dovevi concentrarti piu su altro.
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]