Sento il tempo che passa a 18 anni, e' normale?

Discussione iniziata da Cucciola1992 il 14-06-2010 - 4 messaggi - 1264 Visite

  1. Cucciola1992 Cucciola1992 è offline PrincipianteMessaggi 170 Membro dal Mar 2009 #1

    Predefinito Sento il tempo che passa a 18 anni, e' normale?

    Eccomi qui, da pochi giorni diventata maggiorenne.. Quanto ho aspettato quel giorno.. Dicevo che me ne sarei andata via di casa.. Immaginavo a un festone con centinaia di persone.. Ora invece so che tra quel centinaio di persone, nessuna mi sarebbe stata veramente amica o forse una.. E quindi sono contenta di aver passato il mio diciottesimo facendo una piccola e intima grigliata a casa mia, con poche persone.. E di andarmene via di casa non ci voglio ancora pensare, sto bene qui con i miei per quanto a volte non li sopporti..

    Mio padre mi ha scritto una lettera che mi ha fatto piangere.. Mia madre mi ha detto delle parole quasi commossa.. Mi hanno fatto tristemente riflettere.. Sul tempo che passa, io che cresco, loro che invecchiano e che sono un po' tristi e spaventati all'idea che io, crescendo, naturalmente prenda le mie strade e quindi loro si troveranno da soli in questa grande casa, abituati ad avermi sempre tra i piedi..

    Vedendo le loro faccie un po' rattristate a quest'idea il giorno del mio compleanno, ho capito di avere paura di crescere e che mi spaventa il futuro, mi spaventa un futuro lontano dai miei genitori, oppure un futuro con loro vecchi, malati e poi non piu' con me.. Vorrei tanto stare bambina per sempre..


     
  2. L'avatar di Sensei

    Sensei Sensei è offline Super FriendMessaggi 6,040 Membro dal Nov 2009
    Località Italia
    #2

    Predefinito

    Sai Cucciola, credo davvero che una persona che non vivesse fino in fondo i sentimenti contrastanti, le paure, le aspettative che vivi tu, non potrebbe davvero crescere.

    Ti conosco poco, ma per poco che io ti conosca capisco i tuoi genitori, non perché io mi immedesimi in loro, perché so che sei una di quelle persone che la vita del prossimo la riempono.

    Sarete anche stati pochi ma buoni, a quella grigliata. Però c'era, ne sono sicuro, anche chi non era presente e da lontano ti pensava. Orgoglioso di sentirti crescere, fra dubbi, timori, pensieri. proprio come una Donna che cresce.
     
  3. sandyanna sandyanna è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 17,129 Membro dal Mar 2008
    Località tunisia
    #3

    Predefinito

    gli amici, le persone, le conoscenze, vengono..;vanno nella tua vita...i tuoi genitori ci sono sempre (finchè Dio lo vorrà!) anche se qualche volta vi punzecchiate , vi "uccidete" di parole...
    un classico la lettera sai? anche a me hanno scritto un bigliettino lungo lungo sul quale ho pianto pure io...accompagnato da un anellino...che conservo ancora perchè quel "legame " è speciale....
    sei nei loro pensieri, piccola donna in crescita, con tutti i tuoi punti interrogativi i tuoi progetti, la tua voglia di scappare dettata da un momento di rabbia, mista alla voglia di essere attorniata da tante persone che vorresti ti volessero bene....
    non importa davvero la quantità, tieniti i pochi selezionati, ti sono affezionati e ti auguro che cresceranno con te....
    il tempo? lo hai tutto davanti..;godilo sappi riconoscere ogni momento vissuto nella sua totalità....stimolo alla tua crescita personale...
     
  4. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,409 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #4

    Predefinito

    nella mia famiglia ne ho passate tante...ho perdonato e sto perdonando...sto ritrovando la forza per farlo...ricominciare senza rancore verso nessuno è la cosa + difficile, dopo tanto dolore...non solo personale, ma famiglare...

    non mi sono mai veramente accorta, come adesso, che il dolore ha invaso le anime di tutti i miei cari...adesso ricerchiamo tutti serenità per agire, nel nostro piccolo...facendo quello che questa Vita e questa condizione ci consentono...lo faremo fino alla morte...tutti...

    pensando questo e al mio piccolo grande futuro vivo apprezzando le piccole cose e riflettendo: il fanciullino di pascoli, il piccolo bimbo che riesce sempre a vedere il bello ovunque, anche dove non c'è... una sorta di "antenato" del piccolo principe....

    e penso alle persone della mia vita...a chi mi ha fatto diventare quella che sono...: alcune di queste non ci sono +....alcune di queste non potranno + esserci perchè sono diventate Altro....alcune vorrei ritrovarle...alla soglia dei miei obiettivi ragiunti.....

    il tempo è la mia dolce ossessione, è il compagno che fugge lontano...petrarca...il tempo fugge....ho sempre vissuto scandendo il mio tempo...ho sempre vissuto in funzione del tempo che passa, che è passato...prima della sofferenza più acuta e grave non me ne ero mai accorta....

    e penso a tutte le vite...delle persone care che, in un modo o nell'altro, si sono fermate o modificate...per lo scherzo del tempo...e mi ci metto pure io....

    alla nascita mi è mancato ossigeno per pochi secondi...battito di ciglia...in fondo la nostra vita, rispetto all'immensità del tempo e dello spazio, è un battito fugace e insensato di ciglia....

    a otto anni la mia cara zia....mi ha lasciato....ma non ho mai elaborato il lutto...il senso e il significato della vita e della morte...

    i nonni se ne sono andati troppo presto e non li ho conosciuti...

    a 14 anni mio padre ha avuto 1 aneurisma....

    a 18 una mia amica per uno scherzo del destino è rimasta senza respirare, nel mare in tempesta, per 15 minuti....è in coma vegetativo....

    poi la deprex e il desiderio di annullarmi...per questa vita senza senso...poi la rinascita graduale...il mio crescere e raccontare una esperienza di vita diversa.....

    poi danilo: "sono qui per miracolo" , è ritornato alla vita...
    il "residuo meraviglioso di luce" che vedo nei suoi occhi mi fa passare gradualmente la paura di crescere...ma in fondo bambini non si può essere a vita...

    scusami se ho raccontato di me....
    Ultima modifica di stellafalc; 14-06-2010 alle 16:23
    è .....
    amore. nient'altro (h. hesse);
    gioia più grande, non attesa (sòfocle);
    nascosta dappertutto...(anonimo);
    qualunque viaggio intraprendiamo (q. o. flocco);
    esercitare liberamente il proprio ingegno (aristotele);
    l'uomo saggio non lo cerca, cerca l'assenza del dolore(aristotele);
    fatto di un niente che al momento in cui lo viviamo ci sembra tutto...
    poi non te lo togli più: lo scopri dopo, quando è troppo tardi" (a. baricco)


    indovinello pazzo!
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]