Separazione semi-consensuale

Discussione iniziata da Barcollo_ma_non_moll il 26-06-2020 - 14 messaggi - 732 Visite

Like Tree5Likes
  1. Barcollo_ma_non_moll Barcollo_ma_non_moll è offline PrincipianteMessaggi 9 Membro dal Jun 2020 #1

    Predefinito Separazione semi-consensuale

    Buongiorno a tutt*, vi seguo da molto e vi ho sempre reputato un ottimo forum di confronto. Vi scrivo questo post - spero di non annoiarvi né di dilungarmi troppo - perché vorrei capire, magari anche con chi ci è già passato, se le dinamiche della mia prossima separazione siano da considerarsi "normali".
    Dopo un periodo non molto idilliaco durante il quale mia moglie - con il senno del poi l'ho capito - stava già preparandomi psicologicamente alla separazione (io l'ho negata fino alla fine come soluzione perché speravo nella psicoterapia di coppia o in un supporto esterno), a metà marzo, dopo una lite tramite whatsapp (al momento viviamo nella nostra città d'origine in casa dei rispettivi genitori causa covid-19; tra l'altro lei non voleva assolutamente venire a vivere dai miei nemmeno per periodi alterni, voleva solo che stessimo dai suoi e stop, come se io non avessi famiglia), mi lascia con un messaggio, mi blocca su tutti i social (la cosa da una parte mi fa ridere, dall'altra mi fa vergognare perché - secondo me - è più che adolescenziale) e tace praticamente per tre mesi. La separazione consensuale che io non volevo e per cui lei aveva già cominciato ad avviare le pratiche (era già andata al municipio a febbraio e lo aveva sbandierato ai quattro venti che volesse separarsi, famiglia, amiche e chi più ne ha, ne metta) adesso è passata nelle mie mani: da oppositore sono diventato il promotore della separazione, ho chiamato il comune, fissato gli appuntamenti, parlato con l'ufficiale di stato civile e lei passivamente ad aspettare che le dessi notizie. Se non fossi stato io a dare il mio "la", probabilmente saremmo ancora nella condizione innaturale di "separati in casa". Le nostre uniche conversazioni sono diventate di natura giuridica, le ho parlato solo via mail perché ho persino avuto paura che potesse denunciarmi per stalking dal momento che ha detto sia a me, sia ai miei genitori che dovevo sparire e non farmi più sentire. Così ho fatto. Apro una parentesi: è stata defenestrata tutta la mia famiglia così come gli amici comuni che avrebbero potuto "mediare", tutti quanti bloccati su ogni fronte comunicativo.
    Ci siamo rivisti dopo tre mesi esatti al comune per il primo appuntamento ed è come se fossimo stati due estranei. In questi tre mesi da parte della sua famiglia c'è stato solo il silenzio, se non il fatto che la mia ex-suocera mi lanciava una sequela quotidiana di stati whatsapp al vetriolo: anatemi e insulti di ogni tipo con il velato obiettivo di farmi sentire in colpa e tornare sui miei passi per chiedere scusa alla figlia (che pensava di lasciarmi già a novembre...). Non una chiamata dei genitori o dei cognati, niente di niente, come se fosse necessario sbarazzarsi di me e fare tabula rasa. Un muro di gomma. Io, la mia famiglia e i miei amici siamo sbigottiti, è come se si fosse chiusa completamente nella sua torre d'avorio e non volesse più sentirne. Per carità, è anche comprensibile, ma penso che sia altrettanto innaturale che nessuno abbia spezzato una lancia a nostro favore non dico per riallacciare ma almeno per chiarire, a maggior ragione che mia moglie e la sua famiglia hanno un rapporto morboso di possesso-protezione.
    Io ci sono stato e ci sto male, siamo sposati da poco e il nostro (anzi, il mio perché a quanto pare i progetti erano più miei che suoi: una casa nostra, dei figli) progetto di vita di coppia è praticamente andato in fumo, ma quello che mi fa più male è sapere che è finito... tramite WhatsApp. Va bene separarsi, ma quanto c'è di normale a dirsi addio tramite un sms?
    Scusate se mi sono dilungato, ho riassunto più che potevo ma fa ancora male rileggere ciò che sto vivendo, mi pare una situazione kafkiana e ancora oggi - dopo 3 mesi - stento a crederci.


     
  2. rob221 rob221 è offline ApprendistaMessaggi 241 Membro dal Jun 2020 #2

    Predefinito

    In effetti, è sconcertante. Certo, il fatto che la famiglia abbia fatto muro, mi fa pensare a una ragazza immatura, inserita in un ambiente chiuso in modo morboso. Ma eravate fidanzati da molti anni?
     
  3. Barcollo_ma_non_moll Barcollo_ma_non_moll è offline PrincipianteMessaggi 9 Membro dal Jun 2020 #3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da rob221 Visualizza Messaggio
    In effetti, è sconcertante. Certo, il fatto che la famiglia abbia fatto muro, mi fa pensare a una ragazza immatura, inserita in un ambiente chiuso in modo morboso. Ma eravate fidanzati da molti anni?
    Fidanzati da 6, sposati da 2. Io tuttora sono allibito, sto elaborando quotidianamente il mio lutto, ma quando mi soffermo a pensarci, a freddo, mi viene un conato di rabbia/amarezza perché, con tutti gli errori commessi anche da me (non sono un santo), non si manda all'aria un matrimonio tramite WhatsApp. È la forma che ancora oggi mi fa letteralmente sbiellare; passerei anche sopra (e me ne sarei fatto meglio una ragione) se solo ci fosse stato un confronto diretto, visto a viso o almeno telefonico.
     
  4. rob221 rob221 è offline ApprendistaMessaggi 241 Membro dal Jun 2020 #4

    Predefinito

    Ma sei sicuro che non ci fossero già dissapori anche con la sua famiglia?
     
  5. L'avatar di antonio60

    antonio60 antonio60 è offline JuniorMessaggi 1,127 Membro dal Mar 2020 #5

    Predefinito

    Concordo, è una persona immatura. Potrebbe avere anche ragione al 100% (ammesso e non concesso), ma ci si prende la responsabilità di dire di persona le cose, soprattutto ad un marito.
    Così d'acchito, mi viene da pensare che lei non avesse ben chiaro cosa significhi sposarsi e fare una famiglia, dei progetti insieme, se dici che c'è un rapporto morboso tra lei e la sua famiglia.
    Apro una parentesi: quest'ultimo aspetto, per quello che ho potuto vedere io nelle mie conoscenze, è il fattore peggiore in una relazione, perchè quasi mai è sradicabile. Puoi passare sopra ad un tradimento, perdonare altre cose, avere contrasti anche forti, ma la probabilità di ricucire un rapporto in questi casi è, a mio parere, ben superiore a quella di superare il rapporto coniuge-famiglia se questo è morboso, possessivo.
     
  6. Barcollo_ma_non_moll Barcollo_ma_non_moll è offline PrincipianteMessaggi 9 Membro dal Jun 2020 #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da antonio60 Visualizza Messaggio
    Concordo, è una persona immatura. Potrebbe avere anche ragione al 100% (ammesso e non concesso), ma ci si prende la responsabilità di dire di persona le cose, soprattutto ad un marito.
    Così d'acchito, mi viene da pensare che lei non avesse ben chiaro cosa significhi sposarsi e fare una famiglia, dei progetti insieme, se dici che c'è un rapporto morboso tra lei e la sua famiglia.
    Apro una parentesi: quest'ultimo aspetto, per quello che ho potuto vedere io nelle mie conoscenze, è il fattore peggiore in una relazione, perchè quasi mai è sradicabile. Puoi passare sopra ad un tradimento, perdonare altre cose, avere contrasti anche forti, ma la probabilità di ricucire un rapporto in questi casi è, a mio parere, ben superiore a quella di superare il rapporto coniuge-famiglia se questo è morboso, possessivo.
    Non solo sono perfettamente d'accordo con tutto, ma hai centrato in pieno anche il mio stato d'animo: avrei "digerito" meglio persino un tradimento fisico, ma agire così è stato come mettere alla gogna me e il nostro matrimonio davanti a tutta la famiglia. Figurati che con grande educazione ho persino fatto gli auguri di compleanno alla sorella via sms e per tutta risposta mi è arrivato l'ennesimo blocco.
    Lei ha sempre parlato di confronti con la sua di madre e persino con la mia, io da parte mia le ho sempre recitato questo mantra, che le nostre questioni dovevano categoricamente rimanere entro le mura di casa nostra. Quando andavo a lavorare e lei era libera al mattino si metteva al telefono con la madre e ricamava meglio di una sarta sparlandomi con la sua madre e persino con la mia. La mia doveva semplicemente tacere e ingoiare il rospo, la sua si è persino permessa di intromettersi in questioni molto private del nostro ménage familiare (amministrazione finanziaria, attività lavorativa, non sto a elencarti tutto se no ti viene la nausea) e tutto perché lei glielo ha permesso.
    Insomma, diciamo che mi sto amaramente rendendo conto di avere sposato una donna che è mentalmente regredita all'età di un'adolescente. E io sono più piccolo di lei di due anni: 38 vs. 40...
     
  7. Barcollo_ma_non_moll Barcollo_ma_non_moll è offline PrincipianteMessaggi 9 Membro dal Jun 2020 #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da rob221 Visualizza Messaggio
    Ma sei sicuro che non ci fossero già dissapori anche con la sua famiglia?
    La madre mi ha sempre poco tollerato perché sapeva bene che i piedi in testa non me li faccio mettere da nessuno, nemmeno da lei; io ho sempre portato rispetto a tutti quanti, anche perché, risiedendo in un'altra città, ci vedevamo 4 volte l'anno con i suoi parenti. Per ripicca nei confronti del mio carattere non particolarmente caloroso (sono così e lo sapeva da ben 8 anni), lei ha trattato a pesci in faccia praticamente tutta la mia famiglia e ha tentato di farmi rompere (e a volte ci è riuscita) con molti: ne aveva per tutti, sorelle, cognati, cugini, amici. Sarei andato bene solo se avessi adorato la sua di famiglia, la mia poteva anche andare a farsi friggere. Sorrisi e cordialità a casa sua, a casa mia musi e toccate e fuga. E il bello è che il mammone ero io...
     
  8. L'avatar di Firecatcher

    Firecatcher Firecatcher è offline JuniorMessaggi 1,801 Membro dal Sep 2015 #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Barcollo_ma_non_moll Visualizza Messaggio
    almeno telefonico.
    No. Dopo una relazione del genere parlarsi guardandosi negli occhi è il MINIMO che si debba fare come forma di rispetto. E' stato un comportamento vigliacco da parte sua. Succede spesso, mi dispiace molto, ti auguro tutto il meglio.
    Chemistry among people cannot be schematized with a formula.
     
  9. Barcollo_ma_non_moll Barcollo_ma_non_moll è offline PrincipianteMessaggi 9 Membro dal Jun 2020 #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Firecatcher Visualizza Messaggio
    No. Dopo una relazione del genere parlarsi guardandosi negli occhi è il MINIMO che si debba fare come forma di rispetto. E' stato un comportamento vigliacco da parte sua. Succede spesso, mi dispiace molto, ti auguro tutto il meglio.
    Ti ringrazio. Dopo tre mesi e mezzo ho quasi del tutto metabolizzato la cosa, ma rimarrà sempre quell'amaro in bocca per un matrimonio finito sì ma nella maniera più ridicola che io potessi immaginare... È come se il mio cervello avesse azzerato tutto, anche i bei ricordi che comunque mi hanno tempestato in questi mesi, perché pensa al modo indegno con cui questa pagina sarà voltata.
     
  10. rob221 rob221 è offline ApprendistaMessaggi 241 Membro dal Jun 2020 #10

    Predefinito

    Sinceramente, a meda ciò che scrivi sembri un ragazzo con la testa sulle spalle, forse un po' irruente ma di buon senso.
    Il comportamento di tua mogli mi lascia invece stupefatta, soprattutto considerato che stiamo parlando di una donna di quarant'anni, ce sembra incapace di relazionarsi con le persone in modo adulto. Mi dispiace davvero tanto; sei giovane e sicuramente hai tutto il tempo per costruire la tua vita con una persona più equilibrata, ma capisco ciò che stai passando in questo momento.
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]