Sinceramente mi sento un fallito - Pagina 2

Discussione iniziata da Luke21 il 28-07-2021 - 15 messaggi - 1016 Visite

Like Tree9Likes
  1. oltrepo oltrepo è offline FriendMessaggi 3,409 Membro dal Jul 2013
    Località pavia
    #11

    Predefinito

    Ciao io sono anni che mi sento un fallito ed di anni ne ho 47


     
  2. Sephiroth900 Sephiroth900 è offline PrincipianteMessaggi 19 Membro dal May 2019 #12

    Predefinito

    Ciao Luke, spero di essere ancora in tempo per aiutarti nell'affrontare questo tuo malessere, partendo da una verità che per te sarà difficile da accettare: a 18 anni, qualunque cosa sia successa, non puoi considerati fallito.

    Sei ancora nel pieno dell'adolescenza, hai quindi tutto il tempo per lavorare sui tuoi presunti difetti, esteriori o psicologici che siano, per rimediare al tuo malessere.

    Falliti si comincia ad essere intorno ai 30, ma non per motivi estetici o sentimentali, ma se non sei riuscito a diventare indipendente e sei ancora a vivere con i tuoi.
    Fallito è chi arriva alla tarda età vivendo un'esistenza infelice, preferendo adattarsi al volere della società anziché dare voce e anima ai suoi sentimenti e desideri.

    Tu non sei un fallito. Stai affrontando un periodo difficile, ma la tua giovane età ti consente di superarlo in poco tempo e ripartire più facilmente da zero.

    I farmaci servono a ben poco, a meno che questo tuo malessere sia dettato da problemi neurologici. A te serve metterti davanti a uno specchio e discutere con te stesso. Fai un bell'esame di coscienza e domandati come sia possibile che, nonostante tu abbia provato ad adattarti ai canoni della società ( andando in palestra, dimostrando sempre simpatico e disponibile col prossimo), tu non abbia legato con nessun ragazzo - considerato che nell'adolescenza è più semplice socializzare e creare amicizie con i tuoi coetanei.

    La risposta a tutto ciò non è per forza dovuta a tuoi errori: forse hai trovato sinora cattive compagnie.

    Sei libero e hai il pieno diritto di soffrire e disperarti. Di mio però non accetto che un 18 enne si pianga addosso e pensi a idiozie come il suicidio - il quale non risolverebbe nulla, anzi faresti soltanto un enorme male alle persone che ti amano e supportano -. Sei giovane: qualunque condizione tu possieda, hai il potere di cambiare le cose in un schiocco di dita.

    Ti faccio una domanda importante: secondo te, quali sono le cause che portano le altre persone a ritenerti poco interessante e starti alla larga? Giusto per capire cosa pensi di te stesso...anche se è palese che tu abbia una pochissima stima della tua persona e capacità.
    Girasole10. likes this.
    Ultima modifica di stellafalc; 16-08-2021 alle 07:48 Motivo: eliminazione quote non necessario messaggio iniziale
     
  3. Sephiroth900 Sephiroth900 è offline PrincipianteMessaggi 19 Membro dal May 2019 #13

    Predefinito

    @oltrepo

    Permettimi, lungi da me attaccarti o offenderti personalmente, ma a 47 anni si è più consci della situazione, e se arrivi a scrivere ciò, vuol dire che sei in una brutta situazione e l'età non gioca a tuo favore.

    Un ragazzo di 18 anni, qualunque sia l'origine del malessere, non è MAI un fallito ( nel senso stretto, ossia una persona che non ha raggiunto i minimi obiettivi della vita, trovandosi a un'età adulta senza aver creato nulla di positivo o stabile).
    oltrepo likes this.
    Ultima modifica di stellafalc; 16-08-2021 alle 07:47 Motivo: eliminazione quote non necessario
     
  4. Rotten Rotten è offline PrincipianteMessaggi 184 Membro dal Aug 2017 #14

    Predefinito

    A 18 anni puoi cambiare assolutamente tutto della tua vita, il tuo problema però è la tua bassa autostima e la depressione, chiaramente finché sei depresso e non ti metti in gioco per cambiare le cose continuerai in questa situazione, ma nelle tue mani hai il potere di cambiare le cose, ma se decidi di non usare questa tua facolta, allora Lem cose non cambiano, e tra 10 anni dirai "se a 18 anni mi fossi impegnato per cambiare la mia vita ora starei meglio" E se a 28 anni non ti impegnerai a fare il. Bene per te stesso allora a 38 anni penserai "se a 28 anni avessi agito diversamente ora sarebbe tutto più bello".
    Devi solo agire nel modo che tu ritieni sia il migliore per te, ovviamente senza nuocere agli altri.
    Costruisci la vita che vuoi tu e solo tu, stop alle influenze altrui, la vita è tua. Inizia a migliorare ora, cambia atteggiamento verso te stesso, te vali, in primis devi valere per te stesso.
    Girasole10. likes this.
    Ultima modifica di stellafalc; 08-09-2021 alle 14:14 Motivo: eliminazione quote non necessario messaggio iniziale
     
  5. Rotten Rotten è offline PrincipianteMessaggi 184 Membro dal Aug 2017 #15

    Predefinito

    Quando dico che devi impegnarti per cambiare le cose, non intendo che chissà cosa devi fare, intendo che dovresti fare anche piccole cose, ma che rispecchiano ciò che vorresti per te. Non dico che devi iniziare ad allenarti tutti i giorni per diventare un calciatore di serie a, ma dico che dovresti che ne so, iniziare a vestirti in quel modo in cui hai sempre desiderato, e provare a superare la vergogna, sforzandoti. Oppure iniziare a scrivere su whatsapp a quella persona o a quel conoscente con cui desideri instaurare un rapporto perché ti interessa (anche di amicizia intendo, non per forza una ragazza) sforzandoti di farlo passando sopra la paura del rifiuto, se tu ti ci impegni, vedrai che poi da cosa nasce cosa.