Sindrome da capanna?

Discussione iniziata da Matthias1971 il 24-06-2020 - 4 messaggi - 333 Visite

Like Tree5Likes
  • 2 Post By Melite
  • 2 Post By flair
  • 1 Post By Maslow
  1. Matthias1971 Matthias1971 è offline Messaggi 2 Membro dal Jun 2020 #1

    Predefinito Sindrome da capanna?

    So che quanto dirò ora potrà sembrare senza senso, ma la ripresa della vita “normale” mi sta riportando verso la depressione.
    Mi spiego: ho avuto una vita non semplice per vari problemi di salute fisica da giovane che mi hanno lasciato parzialmente invalido, anche se ritengo di essermi complessivamente realizzato a livello lavorativo.
    Ho avuto anni addietro anche degli episodi di depressione di varia entità:l’ultimo nel 2012 ( tra poco più di un mese compirò 49 anni). Fortunatamente ho trovato un bravo psichiatra che mi ha permesso di risollevarmi progressivamente, unendo psicoterapia con antidepressivi.
    Da allora la mia esistenza è migliorata notevolmente anche a livello sociale, ho iniziato persino ad avere delle amicizie (fatto che da adolescente mi era quasi impossibile per il carattere schivo che avevo), degli impegni sociali, pur nella mia vita da single.
    E sinceramente stavo finalmente “bene con me stesso”, pur con alti e bassi, come tutti gli esseri umani.
    Poi è arrivato il famigerato coronavirus e il lockdown.
    Devo dire che inizialmente non ho avuto particolari problemi, anche perché ho continuato la mia professione tramite smartworking e non mi ha addolorato moltissimo il fatto di dover stare solo in casa, anche se ad onor del vero, vivo con mia madre anziana e del tutto autosufficiente in una casa molto grande, per cui ognuno dei 2 ha i suoi spazi autonomi.
    I problemi sono ricominciati al termine della quarantena con la necessità di riprendere una vita quanto più possibile normale.
    E’ come se fossi tornato indietro di una decina d’anni: di nuovo insicuro e impacciato con tutte le precauzioni tra mascherine, guanti monouso e preoccupazioni varie.
    Purtroppo per i miei pregressi fisici di salute, sono una persona a forte rischio in caso di contagio Covid (i problemi di salute fisica che avevo avuto da ragazzo mi hanno lasciato seri strascichi a livello di cuore a polmoni).
    Noto invece che la maggior parte delle persone che incontro ormai se ne infischiano di tutte le prescrizioni mediche con mascherine perennemente abbassate e la ripresa dell’abitudine di parlarti a pochi centimetri, forti e sani come sono (almeno credo), tanto che qualcuno è convinto che la pandemia sia tutta una bufala dei poteri forti per dominarci.
    In sostanza quindi mi sento tranquillo solo quando sono in casa mia tra le mie solide 4 mura, ma so che continuando così rischierei di tornare pienamente nel buio della depressione: del resto giustamente il mondo non può fermarsi per aspettare il mio ritorno alla sicurezza ne’ per alcun altro.
    Ho letto che questa talvolta viene definita “sindrome da capanna” e mi farebbe piacere sapere se qualcuno di voi ha avuto reazioni psicologiche negative con la fine del lockdown è come eventualmente le ha superate.
    Grazie in ogni caso e intanto , ovviamente, vista l’ora, buonanotte a tutti!


     
  2. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline Super FriendMessaggi 7,579 Membro dal Oct 2017 #2

    Predefinito

    Ciao, in effetti penso che questa negligenza nel rispetto delle precauzioni sia un problema che interessi tutti, perché anche io vedo questa realtà dalle mie parti.

    Anche io che sono sempre stata molto cagionevole di salute, confesso di avere anche io molti timori. Certo non si può chiudersi in casa, bisognerebbe cercare di uscire in sicurezza e questo vuole anche dire non aver remore nel dire alle persone che incontri di stare lontano e di mettersi la mascherina davanti al naso mentre interagisce con te. Poi comunque se esci con un amico, se è tuo amico, ti rispetterà senza batter ciglio anche in virtù della comprensione per il tuo stato di salute.

    Purtroppo è un momento delicato, secondo me, a parte quelli che se ne fregano per incoscienza, in molti sono in difficoltà.
    Gigetta89 and Matthias1971 like this.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  3. L'avatar di flair

    flair flair è offline FriendMessaggi 3,041 Membro dal Jul 2015
    Località Ruttalia - Flairburg
    #3

    Predefinito

    Anche io sono infastidita dalle persone che usano la mascherina come decorazione, quando ce l'hanno perchè oramai molti non la portano nemmeno con loro.

    Recentemente ho fatto gli esami sierologici e sono risultata positiva e posso dire con certezza che il covid l'ho preso il 2 o il 3 di gennaio ... molto tempo prima del lockdown di Wuhan ... e sicuramente tu, in quel periodo, nonostante i tuoi problemi di salute, ti muovevi liberamente visto che non si immaginava lontanamente l'esistenza di questo virus.
    Sicuramente la consapevolezza fa scattare in noi meccanismi di tutela e, proprio a causa delle tue fragilità ti consiglio di informarti in modo specifico da uno specialista, in modo da essere orientato ad una maggiore protezione della tua salute.
    Melite and Matthias1971 like this.
     
  4. L'avatar di Maslow

    Maslow Maslow è offline JuniorMessaggi 1,754 Membro dal Nov 2019
    Località Italy
    #4

    Predefinito

    Io mai avuto un raffreddore quest'anno. Poi di colpo febbre a 39,5, brividi e diarrea forte. Chiami il medico e che fa ti segnala per il covid. Senza aver nessun sintomo perché parliamoci chiaro la diarrea è sintomo di gastroenterite virale o intossicazione alimentare e non certo coronavirus... Loro hanno studiato ma ormai non lo puoi sapere. Così sprecano due tamponi risultati negativi entrambi 🖕
    Matthias1971 likes this.
    Ultima modifica di Maslow; 24-06-2020 alle 22:15
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]