Sono distrutto da me stesso

Discussione iniziata da Fp90 il 28-11-2021 - 14 messaggi - 2994 Visite

Like Tree6Likes
  1. Fp90 Fp90 è offline PrincipianteMessaggi 5 Membro dal Nov 2021 #1

    Predefinito Sono distrutto da me stesso

    Ciao a tutti, non sono molto pratico di forum o di consigli sul web, ma sono in un momento personale devastante e mi piacerebbe potermi confrontare con trasparenza con chi ha vissuto qualcosa di simile a ciò che mi è successo.Ho 31 anni. Fidanzato da quasi 7 con quella che ho sempre considerato la donna della mia vita: sempre presente, affettuosa, dedita, abbiamo superato momenti difficili assieme con una forza che mai avevo impiegato per nessun'altra persona. Abbiamo festeggiato da poco i suoi 30 anni.La mia vita sentimentale è stata sempre un disastro. Ho avuto solo una storia di un anno a 20 anni con una donna non serena con se stessa (fine rapporto inevitabile, nonostante ce l'abbia messa tutta) e ho sempre cercato rifugio sessuale negli uomini (esperienze sempre vuote da chat e sessuali che mi facevano sentire sempre sporco e inappagato). Autostima sempre bassa da quel punto di vista. Poi ho conosciuto lei dopo 4 anni di ricerca personale.. mi sentivo pronto. Ci siamo conosciuti, ci siamo amati, lentamente e senza bruciare le tappe. Ho conosciuto il rispetto per me stesso per potermi donare all'altra, gettando via un passato orribile di sole sofferenze di cui non ho mai voluto parlarne per non sporcarla con quello schifo.Poi il lockdown dell'anno scorso.. provo paura, ansia, lontananza (abitiamo ancora coi rispettivi genitori) , qualcosa di insinua e non riesco a riconoscerla. La mia terapeuta parla di una dipendenza sessuale già conosciuta quando ero giovane e andavo con uomini per solo sesso. Comincio a vedere uomini nudi in webcam, ci vediamo a vicenda. Non do tanta importanza perché penso sia solo virtuale, davvero non lo faccio con cattiveria. Per me c'è solo lei e continuo a essere felice e presente come sempre, senza mai forzarmi. Ma in realtà quella dipendenza mi aveva preso in un momento di enorme fragilità.All'inizio di questo mese, poi, è successo il macello: io, una persona sempre stata per bene, a mia volta dedita e che ha sempre lottato per lei.. l'ho tradita con un uomo. Un uomo conosciuto in un sito di incontri occasionali, uno di cui non me ne frega niente, non è e non sarà mai niente. Uno sconosciuto molto più grande di me (60 anni) col quale, dopo l'iniziale, brevissima euforia sessuale di aver fatto un rapporto orale, ho provato disgusto e orrore. Sono venti e più giorni che sono stravolto. Non ho mai fatto una cosa del genere, non mi giustifico e non cerco compassione. Ma sono venti giorni che non capisco più niente, sono schiacciato da sensi di colpa devastanti che mi portano a pensare di non amare più la mia lei, nonostante stia lavorando in tutti i modi (da solo e con l'aiuto della mia psicoterapeuta) per affrontare la mia avvenuta imperfezione morale, in quello che considero il fallimento più grande della mia vita emotiva. E non lo dico solo perché spinto dall'emotività: so bene che la mia donna è una persona spettacolare, con la quale ho sempre avuto simbiosi e che ora, dal momento successivo all'incontro clandestino, metto in dubbio. Ripercorro i nostri momenti felici e ho il terrore che sia finito tutto, che sia il passato. Mi sto autoconvincendo di non amarla perché non la merito. Quando la vedo, riesco a starci bene se non penso. Ma, dopo un po', torna l'immagine dello schifo che ho fatto e non riesco a guardarla in faccia, mi sale l'ansia.Lei sa che sto male, non posso e non voglio fingere di star bene, non sa il perché, mi incoraggia a fare chiarezza con me stesso e con le mie paure qualunque esse siano e dice che "mi sente" emotivamente, non mi sto allontanando da lei. Quando mi ha cercato fisicamente mi sono lasciato andare alle strette mentali. È stato bellissimo.. si può dire che abbia davvero fatto l'amore per la prima volta, con un'intensità emotiva e con una lentezza che non avevo mai provato... Dopo un periodo appena passato con pochi rapporti tra di noi, mi ha detto che "ci siamo ritrovati" fisicamente.So bene che non tradirei mai più: troppo dolore per me e per la persona che ho davanti. Davvero ho capito di non esserci portato e di non volerlo fare mai più. Sapevo bene cosa fosse il valore dei rapporti tra persone, in famiglia, in amicizia e in amore, verso il quale mi sono sempre prodigato con una forza che a volte nemmeno sapevo di avere. Non riesco ad accettare di avere fatto una cosa del genere, proprio io poi. Sono con le lacrime agli occhi e il cuore che si sta spegnendo. Sto lavorando con me stesso, per come sono fatto non riuscirei a voltare pagina come se nulla fosse, sono sempre stato enormemente autocritico e pronto a migliorare, anche a costo di andare a fondo e farmi male. Ma credetemi, fa davvero malissimo ora.Grazie a chi leggerà tutto, grazie a chi mi risponderà.


     
  2. L'avatar di cavalletto

    cavalletto cavalletto è offline Super FriendMessaggi 6,997 Membro dal Dec 2016
    Località sei di Cinisello se...
    #2

    Predefinito

    Mi sono fermato a metà.
    Un uomo che fa sesso con un altro uomo non è una persona per bene?
    Spero per lei che finisca presto questa storia.
    Non usare 7 parole dove ne bastano 4.
     
  3. Fp90 Fp90 è offline PrincipianteMessaggi 5 Membro dal Nov 2021 #3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cavalletto Visualizza Messaggio
    Mi sono fermato a metà.Un uomo che fa sesso con un altro uomo non è una persona per bene? Spero per lei che finisca presto questa storia.
    Mi riferivo all'atto del tradire, non che sia stato con uomo o donna..
     
  4. L'avatar di Tristan22

    Tristan22 Tristan22 è online ApprendistaMessaggi 353 Membro dal Mar 2020 #4

    Predefinito

    Che dire ... il tuo essere è lontano mille miglia dal mio. Quello che so è che il passato non lo possiamo cambiare, non esiste più. Ora è solo nella tua testa. Fai pace con te stesso ed incomincia a vivere e godere il presente, l'unica cosa reale....
    sbagliata92 likes this.
    Ultima modifica di Tristan22; 28-11-2021 alle 16:28
     
  5. HistoiredO HistoiredO è offline Super ApprendistaMessaggi 687 Membro dal Jul 2021 #5

    Predefinito

    Forse, al posto tuo. proverei ad indagare, comprendere ed accettare la mia identità sessuale. Proverei ad esplorare il mio sentire al netto delle sovrastrutture sociali, culturali etc.
    Infilarsi in un sentire distonico rispetto al tuo, non ti porterà lontano dai tuoi spettri.
    norge, Mielezenzero and erendil like this.




    E quando vai non illuderti di coltivare assenze. Te ne vai e questo è tutto.”
     
  6. L'avatar di Mielezenzero

    Mielezenzero Mielezenzero è offline SeniorMessaggi 10,015 Membro dal May 2017 #6

    Predefinito

    sei molto molto inquieto e confuso, e quel continuare a ripetere che la tua ragazza è spettacolare e perfetta, ti ingarbuglia ancora di più i pensieri.
    Forze dovresti mettere in stand by la tua relazione.
    ed intensificare le sedute di psicoterapia.
    Mica puoi vivere male così il presente, per una cosa del.passato poi...
    sbagliata92 likes this.
     
  7. Fp90 Fp90 è offline PrincipianteMessaggi 5 Membro dal Nov 2021 #7

    Predefinito

    Grazie per le risposte.
    Quello che posso dire è che, quando il mio corpo si scarica dallo stress e dallo sforzo fisico e mentale, riesco a pensare a mente lucida che la amo e che sogno la mia vita con lei. Una vita semplice e serena, lontano dai mostri che sto affrontando. Questa cosa mi rassicura moltissimo, perché il nostro rapporto è sempre stato molto equilibrato, spontaneo.
    Il problema è il mio, sono io a non amarmi ora.
    Sia per quello che le ho fatto, sia per quello che mi sono fatto, non andando mai a fondo in un problema che evidentemente ho creduto superato dopo aver incontrato la mia lei.
    In fondo al mio cuore ho paura di come andrà a finire, ma devo riconoscere che ho un problema e devo lavorarci; non mi sto tirando indietro perché non potrei mai, è un atto di dolore/amore che devo fare se voglio essere felice. Ciò che mi fa impazzire è che cambio umore continuamente.
     
  8. L'avatar di Ultima

    Ultima Ultima è offline JuniorMessaggi 1,104 Membro dal Dec 2020
    Località Italia
    #8

    Predefinito

    Ciao FP...

    Nel complesso, è chiaro che hai un polo omosessuale che non riesci completamente a posizionare dentro di te. A mio parere, il tradimento verso la donna con cui stai è stato causato principalmente da ciò: la vedo dura che tu riesca a stabilizzare il tuo rapporto con lei, tradimento compreso, se non capisci come posizionare il tuo polo omosessuale dentro di te.
    “Ma fu con ali di tenebra che Ultima diede inizio alla rivolta contro gli dei.
    L'inespressività acquisita in seguito alla caduta denota un animo insondabile."
     
  9. L'avatar di Mielezenzero

    Mielezenzero Mielezenzero è offline SeniorMessaggi 10,015 Membro dal May 2017 #9

    Predefinito

    @ultimao
    Ho letto palo anziché polo ...e niente, il tutto ha preso una piega comica. Pardon.
    Vado a dormire va😁
    sbagliata92 likes this.
     
  10. Fp90 Fp90 è offline PrincipianteMessaggi 5 Membro dal Nov 2021 #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ultima Visualizza Messaggio
    Ciao FP...

    Nel complesso, è chiaro che hai un polo omosessuale che non riesci completamente a posizionare dentro di te. A mio parere, il tradimento verso la donna con cui stai è stato causato principalmente da ciò: la vedo dura che tu riesca a stabilizzare il tuo rapporto con lei, tradimento compreso, se non capisci come posizionare il tuo polo omosessuale dentro di te.
    ciao, grazie per la risposta, su quella situazione ci sto già lavorando con la terapeuta. Ti assicuro che anche se ho riconosciuto in chiave punitiva i rapporti con uomini sempre più grandi di me, faccio fatica enorme ad accettare quello che ho fatto verso la mia donna. L'autoconvincimento di non amarla più nasce da quello: io non ho mai vissuto una situazione del genere, anzi le ho sempre criticate, pensando che mai sarebbe potuto succedermi.

    Il mio passato sessuale bulimico è l'unica cosa che non le ho detto di me, perchè ero convinto di averlo messo da parte, proprio perchè anche prima mi aveva solo portato dolore. Invece è tornato e mi ha distrutto due volte. Con questo ovviamente non mi sto giustificando, anzi... sto conducendo un tenore di vita orribile e pieno di attacchi di ansia. La certezza è che sicuramente non lo farei mai più, e non sono parole del momento. Gli attacchi di panico mi impediscono anche di stare decentemente con la mia famiglia e vedere i miei amici, troppo, troppo dolore.