Steve Jobs

Discussione iniziata da Bakko il 06-09-2017 - 9 messaggi - 973 Visite

Like Tree6Likes
  • 1 Post By Black_Knight
  • 2 Post By petitenoir
  • 3 Post By Black_Knight
  1. L'avatar di Bakko

    Bakko Bakko è offline Super ModeratorMessaggi 6,132 Membro dal Aug 2015 #1

    Predefinito Steve Jobs

    Sto leggendo la biografia, perché ero curioso di capire come uno possa, a vent’anni, iniziare in un box a montare circuiti e poi cambiare il mondo.
    Perché con gli “Smartfon” il mondo è davvero cambiato.
    Quello dei giovani in primis, ma poi tutti quanti si sono adeguati.
    Qualche anno fa sui mezzi pubblici, tutti avevano un libro, una rivista, un giornale, anche gratuito, ma giornale, un pezzo di carta, oppure le cuffiette con la musica.
    In tasca avevamo un piccolo registratore, con le cassette e poi i cd.
    L’Aipod non era ancora stato inventato, la memoria solida era di là ancora da venire.
    L’Aifon poi, fu più che un telefono che faceva tendenza, un personal computer in tasca, in pratica uno strumento tuttofare.
    Con l’applicazione della fotocamera addirittura ha in pratica annullato l’uso delle macchine fotografiche.
    Già quelle classiche erano state superate da quelle digitali, ma ora si chatta, si parla, poco, ci si scrive, si tuitta, si uozzappa, si feisbucca, manco più gli sms, che costano.
    Usi e costumi delle popolazioni sono cambiate.


     
  2. L'avatar di Black_Knight

    Black_Knight Black_Knight è offline Super FriendMessaggi 5,305 Membro dal May 2015
    Località Regno delle nebbie
    #2

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bakko Visualizza Messaggio
    ...ma ora si chatta, si parla, poco, ci si scrive, si tuitta, si uozzappa, si feisbucca, manco più gli sms, che costano.
    Usi e costumi delle popolazioni sono cambiate.
    Pensa a quando la gente tromberà da sola, mettendosi un visore davanti agli occhi...il peggio deve ancora venire.

    (agli iscritti al FDB piace questo elemento)
    Bakko likes this.
     
  3. L'avatar di petitenoir

    petitenoir petitenoir è offline Super FriendMessaggi 5,152 Membro dal Sep 2015
    Località Italia
    #3

    Predefinito

    Onestamente, mi piace la tecnologia. Libri e musica stanno sul telefono e non devo portarmi dietro nulla (l'ultimo libro che ho letto aveva 1200 pagine. Non proprio comodo da portare in giro).
    Non mi perdo più. Se ho una curiosità chiedo a google. Se mi viene voglia di un pasticcino, cerco dove andare. Se vedo una cosa che mi piace, posso fare una foto.
    Sta sempre nell'uso che se ne fa. Come in ogni cosa ci sono gli estremi.
    Giusto l'altro giorno ero seduta su una panchina. A qualche metro di distanza avevano messo quei blocchi di cemento per non far passare le macchine.
    Una ragazzina stava scrivendo al telefono, non l'ha visto e si ribaltata crollando rovinosamente a terra...
    Pitonessa and Bakko like this.
    Non andartene docile in quella buona notte. Infuria, infuria, contro il morire della luce.
     
  4. L'avatar di Black_Knight

    Black_Knight Black_Knight è offline Super FriendMessaggi 5,305 Membro dal May 2015
    Località Regno delle nebbie
    #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da petitenoir Visualizza Messaggio
    Una ragazzina stava scrivendo al telefono, non l'ha visto e si ribaltata crollando rovinosamente a terra...
    [battuta di bassa lega / mode]

    Se l'avesse vista Jobs avrebbe esclamato: I - nciamp!!!
    petitenoir, Pitonessa and Bakko like this.
    Ultima modifica di Black_Knight; 06-09-2017 alle 14:46
     
  5. L'avatar di Bakko

    Bakko Bakko è offline Super ModeratorMessaggi 6,132 Membro dal Aug 2015 #5

    Predefinito

    Vado avanti...

    Anche in Vietnam, in mezzo alla foresta, a 2000 metri, al confine con la Cina, nel nulla, si è coperti dalla vuaifai nazionale e popolazioni quasi ancora primitive, hanno in mano lo Smartphone, magari non di ultima generazione, ma sono connessi, tra loro e con il mondo.
    Noi se andiamo sulle colline di Parma, già siamo fuori campo ed una vocina tanto antipatica, dice al mondo che “non siamo raggiungibili”, odiosa.
    Tornando agli anni 70, Steve iniziò a sfruttare il genio dei suoi amici.
    Amava circondarsi di persone molto capaci tecnicamente, ma lui aveva già una testa piena di idee.
    Ecco lui era bravo ad avere idee, non sempre a metterle in pratica. Il suo genio era quello, le idee, ma aveva dei problemi di gestione di quelle idee.
    Infanzia incasinata, abbandonato da madre e padre ebbe la fortuna di genitori adottivi che lo adoravano.
    Aveva un pessimo carattere, di una maleducazione inammissibile, insopportabile.
    Infatti litigava sempre con tutti.
    Aveva però delle capacità di fiutare il business, l’innovazione.
     
  6. L'avatar di Bakko

    Bakko Bakko è offline Super ModeratorMessaggi 6,132 Membro dal Aug 2015 #6

    Predefinito

    Chiedeva agli studenti cosa desideravano e lui dava fondo alle sue invenzioni.
    Era bravo a progettare il futuro, quello che sarebbe servito alle nuove generazioni, prima ancora che nascesse l’esigenza.
    Vedeva lontano, molto lontano, troppo.
    Aveva intuito negli anni 70, che tutte le case dovevano dotarsi di un calcolatore elettronico, il computer.
    In quanto domiciliato personal.
    Come fa uno negli anni 70 a pensare ad una macchina, che a quell’epoca erano grandi come degli armadi, a farli diventare dei piccoli elettrodomestici alla portata di tutti?
    La posta elettronica, internet, non li ha inventati lui, ma lui stava già pensando a strumenti in quell’ottica e quando sono stati messi a disposizione, lui era già pronto, magari con dispositivi abbozzati ma troppo avanti per i tempi.
    Lui insieme all’altra testa di Bill Gates pensavano già a strumenti per comporre lettere e documenti, fogli di calcolo e da qui una serie di prodotti, che tutti noi oggigiorno ne facciamo uso, in ambito professionale e non.
    Perché anche per comporre dei biglietti di invito alle feste dei nostri bambini abbiamo usato i tools inventati da loro.
     
  7. L'avatar di Bakko

    Bakko Bakko è offline Super ModeratorMessaggi 6,132 Membro dal Aug 2015 #7

    Predefinito

    Parentesi (a proposito dei tools inventati da loro, mia moglie come tesi formulò un programma di videoscrittura x il CNR eppoi non si è saputo più nulla, qualche anno dopo ecco le prime versioni di word...)
    Chi ha inventato la videoscrittura Billy o Bacchy?
    Chiusa parentesi
     
  8. L'avatar di Bakko

    Bakko Bakko è offline Super ModeratorMessaggi 6,132 Membro dal Aug 2015 #8

    Predefinito

    Poi la sfortuna cominciò a serpeggiare anche presso i geni.
    E quindi a metà anni 80 lo fecero fuori.
    Si reinventò con Next, circondandosi di altri testoni che progettarono un nuovo sistema operativo d’avanguardia, che lo avrebbe riportato in quota ed è ancora l’attuale cuore pulsante degli IMac.
    Diventò il padre della Pixar e dei film prodotti con i computer grafici con la Disney.
    Sfruttò anche le idee degli altri, non solo le sue.
    Con Toy Story cambiò il registro della programmazione cinematografica.
    Partendo da un laboratorio dietro casa, con l’intuito per il design, l’arte e l’innovazione inventò il cinema computerizzato.
    Dieci anni dopo lo richiamarono per salvare la creatura che aveva pensato, proprio lui.
    Un ritorno a casa quello di Steve.
    Era un creatore di aziende, da idee diventano progetti e poi aziende e quindi lavoro, imprenditorialità.
    Lui era il padre e lui ritornò a casa propria.
    “Think different” fu il motto per far capire al mondo la differenza delle scelte, l’ora giunta per staccarsi dal monopolio di Microsoft.
     
  9. L'avatar di Bakko

    Bakko Bakko è offline Super ModeratorMessaggi 6,132 Membro dal Aug 2015 #9

    Predefinito

    Da una semplice mela trovata per caso in Canada da John McIntosh, siamo arrivati all’AiMac, Aipod, Aipad, Aitunes, “Ai” sempre qualcosa.
    La musica era una delle sue passioni e una delle sue fortune cieche.
    Ma la sfiga, si sa, ci vede benissimo e colpisce quando meno te lo aspetti.
    La sua lo colpì al pancreas.
    A parte il fumo e la droga, ebbe una vita morigerata, alimentarmente, filosoficamente e religiosamente.
    Certo che un salutista, vegano, in pratica fruttariano, crudista, che poi si ammala di cancro al pancreas, la dice lunga sulle diete e sul salutismo.
    "Stay hungry, Stay foolish", siate affamati e folli, curiosi e ambiziosi e anche un pochino pazzerelli, che non guasta.
    Lui lo è stato.
    Caro odioso, spregevole ed antipatico Stefano, riposa in pace, forse, finalmente.
    Ciao e grazie di tutto.
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]