Storia finita da un pezzo: perché non riesco ad andare avanti?

Discussione iniziata da Athene il 17-09-2020 - 12 messaggi - 644 Visite

Like Tree8Likes
  1. Athene Athene è offline PrincipianteMessaggi 4 Membro dal Sep 2020 #1

    Predefinito Storia finita da un pezzo: perché non riesco ad andare avanti?

    Buon pomeriggio a tutti, vi leggevo da un po' e ho deciso di condividere con voi la mia esperienza.
    Sono un ragazzo di 21 anni e nonostante la mia giovane età sono una persona particolarmente riflessiva e razionale (col senno di poi, anche troppo). Mi sono da sempre sentito inadeguato ed inappropriato a questo mondo: mi piace studiare, fare discorsi anche seri - non le solite ******* sul calcio che a me fa letteralmente schifo - e vivere la cultura in tutte le sue forme. Ho avuto qualche problema a relazionarmi con gli altri proprio perché percepisco una sorta di "velo di Maya" che mi separa dagli altri, che mi fa sentire inferiore, forse perché da sempre sono stato trattato come il secchione buono solo per copiare e da cui spulciare nozioni pre-interrogazione... Comunque, era giusto un incipit per farvi capire come potesse sentirsi il sottoscritto quando scopre di avere una ragazza interessata a lui per quello che è davvero. Non mi sono mai spinto oltre nel rivelare me stesso come ho fatto con lei, ho scoperto miei lati completamente sconosciuti, ho condiviso momenti belli e difficoltà con lei. Lei mi ha fatto letteralmente toccare il cielo con un dito, mi ha fatto sentire capito, speciale. Con lei ho avuto la mia prima storia importante (nonché vera), il primo bacio, tutte queste cosette qui. Lei completava me ed io, ingenuamente, credevo di completare lei. Con lei ho anche avuto dei momenti di intimità. ma mi sono sempre sentito frenato e questo probabilmente le ha fatto male. Un'altra cosa che forse la infastidiva era la mia ambizione: sono un ragazzo che punta alle stelle, cerca di dare il 101% di se stesso e questo faceva sì che talvolta si sentisse trascurata.. Giusto per suggellare il quadretto, viviamo in due regioni differenti. All'inizio era tutto idilliaco: io andavo da lei e lei veniva da me, oppure ci sentivamo per ore e ore, giornate intere a parlare di tutto, a ridere, a viverci insomma. Tutto questo finché non inizia il mio percorso accademico: sono uno che vive male i cambiamenti, quindi capirete quanto io possa essere rimasto traumatizzato dall'impatto col "mondo dei grandi", l'università no? In quei mesi abbiamo finito per allontanarci, la sentivo distante già da un po' ma, capitemi, in quei contesti ti senti quasi "immortale", immune alle crisi di coppia. "Passerà, magari è solo un momento", la vedevo presa col suo trasferimento per l'università e mi illudevo che il suo fosse un allontanamento solo momentaneo, che le sarebbe bastato assestarsi per tornare da me, più innamorata di prima. E invece? Mi ha lasciato poco prima di Natale, non ho avuto il tempo materiale di realizzare sul momento, ho cercato di far finta niente. La cosa però si protrae da nove mesi ormai, da 3-4 mesi ho cominciato finalmente a realizzare il tutto e mi sento uno schifo. Mi sento vuoto, ho come l'impressione che il vero me possa far scappare le persone come ha già fatto con lei. Ho degli amici a cui voglio molto bene, ma non riesco a sfogarmi su queste cose con loro, temo costantemente il loro giudizio e di poterli annoiare, ma io mi sento letteralmente implodere. Ho provato più volte a riallacciare i rapporti con lei, le ho ripetuto che sono un idiota, che ho capito i miei difetti e che non vorrei far altro che farle vivere un me migliore, lei invece cosa fa? Mi ha già rimpiazzato con un altro e a quanto vedo, le piace anche esibirlo come un trofeo (Con me invece a un certo punto era quasi meglio per lei ammazzarsi che fare una foto con me).
    Non so davvero cosa fare... Io cerco di ripetermi che devo andare avanti, ho iniziato a fare cose nuove pur di riempire le mie giornate, ma il vuoto che ha lasciato nel mio cuore mi sembra quasi infinito, ho l'impressione che non troverò mai nessuna che possa capirmi come faceva lei agli inizi. In realtà non voglio nemmeno un'altra, non vorrei far altro che amarla e renderla felice fino alla fine dei miei giorni, ma so che non sarà così.
    Pertanto chiedo a voi, a chi magari ci è passato, cosa mi tocca fare? Pagherei per andare a parlarle da vicino anche solo per 10 minuti, ma temo che, essendo ormai fidanzata, possa rifiutarsi. Magari sarà anche legittimata, ma sento di meritare che certe cose mi vengano dette in faccia piuttosto che dietro un gelido schermo, no? Tanto se già è andata avanti - come ha detto più volte - cosa le costerebbe vedermi? Cosa pensate dovrei fare? Non so se cercare il consulto di un qualche psicologo, la sogno spesso e faccio anche vari incubi, ma se non riuscissi ad aprirmi neppure con lui?
    Vi ringrazio se siete arrivati fino alla fine e chiedo scusa per avervi probabilmente annoiato col mio "drammone" (P.S.: Lo so bene, i veri problemi della vita sono altri)


     
  2. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 8,359 Membro dal Oct 2017 #2

    Predefinito

    Purtroppo mi sa che non c'è niente che tu possa fare... se non rassegnarti. È l'unico modo per andare avanti nonostante il vuoto che ti ha lasciato. Probabilmente ora hai questo pensiero fisso perché appunto non ti rassegni alla fine della vostra storia. Pian piano succederà.
    fantasticonov and Athene like this.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  3. L'avatar di fantasticonov

    fantasticonov fantasticonov è offline FriendMessaggi 2,529 Membro dal Jan 2020 #3

    Predefinito

    Caro Athene,
    Spesso in questi casi il tempo lenisce le ferite ma se ci si mette troppo tempo, forse l’aiutino di uno psicologo, che per esempio ti possa insegnare delle tecniche per allontanare i pensieri ricorrenti, potrebbe essere utile.
    Ti auguro di vedere la tua vita obiettivamente perché davanti a te c’è spazio per una nuova storia e una vita piena di soddisfazioni. Forza e coraggio!! 💪🏼
    Athene likes this.
     
  4. L'avatar di SunsetLimited

    SunsetLimited SunsetLimited è offline ApprendistaMessaggi 320 Membro dal Jan 2017
    Località La più grande delle isole italiane
    #4

    Predefinito

    Andare avanti, cancellare qualunque cosa la riguardi, concentrarsi su se stessi, lavoro, studio, volontariato e indubbiamente un aiuto da uno psicoterapeuta può solo far bene.
     
  5. michelino123 michelino123 è offline JuniorMessaggi 1,271 Membro dal May 2019 #5

    Predefinito

    Se sta con un altro, non c'è niente da fare
     
  6. Numerozero Numerozero è offline Super ApprendistaMessaggi 717 Membro dal Jan 2019 #6

    Predefinito

    Beh, intanto il mio consiglio è di sfogarti il più possibile facendo uscire i pensieri negativi. Se non ti senti capito da nessuno, la vedo dura! Una buona alternativa agli amici è il parere di un professionista, con il quale puoi liberamente sfogarti senza alcuna remora. Per quanto riguarda il problema in sé, è normalissimo rimanere ancorati al passato dopo una rottura non voluta da noi. Inoltre quando vediamo che l'ex ha fatto dei passi in avanti e ci rifiuta ci sentiamo ulteriormente a disagio. Ecco perché la prima mossa utile è cancellare i contatti, soprattutto social. Poi dovresti inserire delle novità nella tua vita per te stesso, così da distrarti. Io comincerei da qui.
    Athene likes this.
    Prima di ogni numero primo c'è un numero zero
     
  7. L'avatar di Berlin__

    Berlin__ Berlin__ è offline Super FriendMessaggi 5,093 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #7

    Predefinito

    punta sull'università, cosa studi ? poi vattene all'estero, li avrai meno problemi
    Hannibal__Lecter likes this.
     
  8. L'avatar di Hannibal__Lecter

    Hannibal__Lecter Hannibal__Lecter è offline JuniorMessaggi 1,992 Membro dal Aug 2020 #8

    Predefinito

    Il tuo unico problema è che hai 5 anni di ritardo: hai descritto una tipica crisi adolescenziale, da 15-16 enne, ma di anni tu ne hai 21 ed è questo che un po' stona.
    Ma non penso che si tratti di un problema insormontabile: semplicemente per il tuo carattere, per il tuo modo di essere, non sei passato attraverso questa fase quando era il momento "giusto" e ci stai passando adesso, tutto qui.
    Ovviamente con questa ragazza non c'è nulla, ma proprio nulla nulla che tu possa fare, se non togliertela dalla testa e cancellare ogni sua traccia dalla tua vita.
    Per il resto, concordo con Berlin: buttati sullo studio, sulla tua carriera universitaria e, se ti è possibile (Covid permettendo ) vattene per un periodo all'estero, cambia aria, conosci gente nuova e modi di vivere diversi da quelli a cui sei stato abituato finora.
    Passerà, tranquillo.


    "​Vorrei che potessimo parlare più a lungo, ma sto per avere un vecchio amico per cena"
     
  9. L'avatar di nadir16

    nadir16 nadir16 è offline FriendMessaggi 2,898 Membro dal Dec 2013 #9

    Predefinito

    La vedi unica e insostituibile perché è stato il primo grande amore, ma credimi non lo è. Se non farai l'errore di chiuderti in te stesso, avrai tante altre esperienze a altre ragazze e lei non sarà più al centro dei tuoi pensieri. Ci siamo passati tutti. Perciò devi assolutamente sforzarti di continuare a "vivere", con tutto quello che può significare, dedicarsi allo studio ma anche a qualcosa che possa "premiarti", come coltivare di più le amicizie (perché pensi che i tuoi amici si annoierebbero a sentire i tuoi sfoghi? Puoi sfogarti e allo stesso tempo cercare spensieratezza e serenità con loro), i tuoi interessi, svagare la mente e non fissarti sul pensiero di ciò che hai perduto ma su quello che potrà arrivare.
    Coraggio!
    Ultima modifica di nadir16; 18-09-2020 alle 12:42
     
  10. L'avatar di Hannibal__Lecter

    Hannibal__Lecter Hannibal__Lecter è offline JuniorMessaggi 1,992 Membro dal Aug 2020 #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nadir16 Visualizza Messaggio
    perché pensi che i tuoi amici si annoierebbero a sentire i tuoi sfoghi? Puoi sfogarti e allo stesso tempo cercare spensieratezza e serenità con loro
    Su quello ci starei un po' attento: tra maschi non funziona come tra donne, che, di solito, non disdegnano affatto di consolarsi a vicenda ascoltando i reciprochi sfoghi (contro i rispettivi uomini, in carica o ex-, ovviamente ).
    Tra maschi, uno che si lamenta parossisticamente per aver perso l'amore, dopo un po' stufa.
    Meglio lasciar perdere, se si vuole sfogare è da preferire un luogo virtuale come questo.
    Berlin__ likes this.


    "​Vorrei che potessimo parlare più a lungo, ma sto per avere un vecchio amico per cena"