Storia senza (apparente) via d'uscita. Cosa fare? - Pagina 4

Discussione iniziata da timehascome il 04-12-2020 - 44 messaggi - 7471 Visite

Like Tree41Likes
  1. L'avatar di Hannibal__Lecter

    Hannibal__Lecter Hannibal__Lecter è offline FriendMessaggi 3,049 Membro dal Aug 2020 #31

    Predefinito

    La storia mi sembra abbastanza semplice: ci sono due uomini, di uno ti piace il cervello, dell'altro il pisello. L'ideale sarebbe un ménage à trois permanente, ma non è praticabile, quanto meno perché quello col pisello affascinante ha pure lui un ménage à trois con la legittima consorte.
    Ed allora che fare?
    Due sole possibilità:
    1) continuare su questa strada finché ti sarà possibile, magari sostituendo il pisello-munito con un altro parimenti dotato, ma senza rinunciare al resto.
    2) crescere. Diventare una donna "vera" e non più una bambina viziata. E provare a cercarti un uomo tutto per te, magari senza reti di conoscenze adeguate e con possibilità economiche meno eclatanti, ma che ti voglia bene e, soprattutto, a cui TU voglia bene, senza riserve.

    A te la scelta.
    upsidedown likes this.




    "​Vorrei che potessimo parlare più a lungo, ma sto per avere un vecchio amico per cena"
     
  2. pardonmyfrench74 pardonmyfrench74 è offline PrincipianteMessaggi 84 Membro dal May 2020 #32

    Predefinito

    Perché sei convinta che non ti innamorerai mai più?
    Quanti anni puoi avere, massimo 30 mi dico se i tuoi uomini ne hanno 20 più di te.
    Non scherziamo, l'amore lo ritroverai eccome, magari ci vorrà un po' di pazienza, ma vedila così: non hai scelta.
    Fare l'amante a vita (o anche solo per due tre anni, che è un gran bel pezzo di vita) ti devasterà, senza ombra di dubbio.
    Scegli il male minore e lascia che la vita ti sorprenda.
    timehascome likes this.
     
  3. rob221 rob221 è offline JuniorMessaggi 1,415 Membro dal Jun 2020 #33

    Predefinito

    E' vero che non capita di frequente di incontrare persone che ci coinvolgono in modo così profondo, ma alla fine conta anche il tipo di vita che è possibile fare insieme. Io credo che potrai incontrare qualcuno con cui vivere un rapporto più equilibrato, conservando nei ricordi ciò che di buono ti ha dato queste esperienza anche come consapevolezza di te e di ciò che desideri.
    Quanto al tuo compagno, non penso mai che i rapporti siano irrecuperabili, ma il fatto che, dopo soli due anni, tu sia così coinvolta da un altro, mi rende difficile pensare a un recupero. Non devi chiaramente decidere nulla, in fondo il tuo compagno credo sia consapevole di negarti una cosa molto importante per il tuo benessere; perciò penso che tu possa prendere del tempo per riflettere.
     
  4. L'avatar di sir21

    sir21 sir21 è offline PrincipianteMessaggi 24 Membro dal Dec 2020 #34

    Predefinito

    ti viene il senso di disgusto nei confronti di lui ma non nei confronti di te stessa...
    il mio consiglio è che tu debba fare un lungo lavoro di introspezione tenendo sempre a mente che la pace si trova soltanto facendo la cosa giusta per te e per gli altri, anche se il prezzo da pagare è il portare una croce...
    timehascome and fantasticonov like this.
     
  5. timehascome timehascome è offline PrincipianteMessaggi 12 Membro dal Dec 2020 #35

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sir21 Visualizza Messaggio
    ti viene il senso di disgusto nei confronti di lui ma non nei confronti di te stessa...
    il mio consiglio è che tu debba fare un lungo lavoro di introspezione tenendo sempre a mente che la pace si trova soltanto facendo la cosa giusta per te e per gli altri, anche se il prezzo da pagare è il portare una croce...
    Ho vissuto anche momenti di forte senso di colpa e il fatto di aver tradito mi scoraggia nel pensare di ritrovare col mio ragazzo la felicità e sinicerità dei primi tempi... tuttavia, sarà che ognuno cerca il proprio benessere e in fondo anche in amore siamo egoisti, ma non provo disgusto per me perché credo di aver sempre trovato una sorta di giustificazione interna. Non auguro a nessuno di non essere sfiorata per più di un anno dalla persona con cui si dorme ogni notte, alla mia età, mentre si ricevono costantemente avance da colleghi/amici... dentro di me questo ha attutito i sensi di colpa moltissimo.

    Comunque, di amore non si muore... e sono qui, nessun messaggio dall'amante, ma cosa mi aspettavo? Una dichiarazione di amore dopo che sono sparita nonostante le sue parole?
    Ammetto che è durissima e temo di cedere da un momento all'altro.
     
  6. L'avatar di sir21

    sir21 sir21 è offline PrincipianteMessaggi 24 Membro dal Dec 2020 #36

    Predefinito

    "Rialzandomi, ogni volta che cadevo, ho imparato a camminare".
    Predisponiti alla lotta, perché è di questo che si tratta ed è questo che affronterai per un po' di tempo a venire.
    Se sei credente, prega.
     
  7. L'avatar di sassolino

    sassolino sassolino è offline Super ApprendistaMessaggi 625 Membro dal Oct 2018 #37

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da timehascome Visualizza Messaggio
    Innanzitutto grazie a tutti per aver letto e commentato.

    Vorrei chiarire alcuni punti.
    Per l'altro non è solo "infatuazione". Se sto male è perché è molto di più.
    Ho trovato una persona meravigliosa, l'idea di perderla mi distrugge. Ci siamo parlati ogni giorno per quasi un anno. Non potete capire l'affinità che si è creata.
    Non penso sia nemmeno così probabile nell'arco di una vita trovare una persona con cui si ha una sintonia del genere fisica e mentale. Ma che senso ha chiudere quindi? Per inseguire il sogno di trovare qualcos'altro di più sano? E se non lo troverò mai?
    Io sto provando a rinunciarci, ma dentro mi sento morta da quasi 2 settimane.


    Per quanto riguarda il mio fidanzato, "ragioni di convenienza materiale" non è proprio corretto.
    Quando mi sono fidanzata ero innamorata persa, e insieme abbiamo vissuto esperienze molto belle.
    Oggi è diverso perché non c'è fisicità erotica e il nostro rapporto è zoppo, e ormai da troppo tempo.
    Ma se io non l'ho ancora lasciato dei motivi ci sono: non vi sto infatti dicendo che il mio compagno è uno sfigato, senza interessi, assente... tutt'altro.
    Tra noi c'è ancora moltissimo affetto, viviamo in simbiosi (soprattutto con il lockdown che ci ha tenuti dentro la stessa casa per mesi), lui è una persona molto intelligente e profonda e mi è sempre stato accanto. Onestamente non mi fa mancare nulla, e sì, anche dal punto di vista materiale (non mi vergogno a dirlo, ma ripeto non è solo questo).
    Quando parlavo di rete di conoscenze, intendevo dire che conosce molte persone interessanti anche intellettualmente.
    Non è così facile mollare una persona con cui convivi nell'anno della pandemia, da sola in una città sconosciuta: ditemi che sono debole, ma io questo coraggio non l'ho ancora trovato.
    E la cosa più difficile è che lui NON mi fa andare via, quando ci ho provato non mi ha mai mollata un attimo.

    Comunque, in sintesi, avete ragione, dovrei mettere un punto finale ad entrambe le storie, ma adesso non è scontato.
    Ci sto provando con l'amante, ma sto soffrendo come non mai.


    io leggo di un fidanzato vecchio che non funziona più a livello sessuale messo in panchina per un altro, anch'esso vecchio ma ancora funzionante.....
    leggo insicurezza e tanto opportunismo.
    Quello che tu definisci sofferenza, per me è solo la tua difficoltà di decidere sulla tua vita, il problema non sono i tuoi uomini, ma sei tu.
     
  8. timehascome timehascome è offline PrincipianteMessaggi 12 Membro dal Dec 2020 #38

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sassolino Visualizza Messaggio
    io leggo di un fidanzato vecchio che non funziona più a livello sessuale messo in panchina per un altro, anch'esso vecchio ma ancora funzionante.....leggo insicurezza e tanto opportunismo.Quello che tu definisci sofferenza, per me è solo la tua difficoltà di decidere sulla tua vita, il problema non sono i tuoi uomini, ma sei tu.
    Ciao sassolino, grazie per il tuo punto vista.Non sono molto d'accordo né nel ritenere "vecchia" una persona di 40/50 anni nè di parlare di opportunismo. Nè di dire che il problema sono solo io... mi sembra un po' limitante ragionare in questo modo.In ogni caso, faccio un salto qui solo per dire che nonostante il mio impegno mentale e aver tenuto duro settimane, tutto è tornato come prima. Il mio amante mi ha scritto un messaggio in un giorno che sapeva essere per me doloroso per questioni famigliari, non sono riuscita a ignorare questa sua mossa e ora sono nuovamente nel caos. Visto qualche volta negli ultimi giorni.Per "sopravvivere" sto cercando di mantenere una sorta di distacco per guardare le cose dall'alto. Sto cercando di interiorizzare e accettare che tutto ciò che c'è non avrà mai un lieto fine, perché obiettivamente non è possibile (chi sono io per distruggere una famiglia con figli? Per allontanarlo dai suoi figli? Stravolgergli la vita?)Mi sembra che la mia storia sia uguale a mille altre, stesse dinamiche, amante preso ma che non lascerà mai la moglie, troppe complicazioni in generale, e dipendenza affettiva che toglie energie tempo e serenità.Lui a volte mi sembra molto coinvolto, ma ha sempre una sorta di filtro che non riesco a comprendere. Mi scrive a ogni ora, mi dice che mi pensa ogni secondo, ma non mi ha mai davvero detto cosa prova. Penso semplicemente perché sa che tutto quello che c'è non può evolversi in nessun modo.Spero di uscirne nei prossimi mesi, non voglio tornare al punto di sparire di nuovo e ritornare da lui come sempre, voglio trovare la forza per dire basta ad entrambi e cercare di "rinascere".Voglio essere una persona libera... voglio un amore vero. Sto pensando persino di cambiare lavoro/città. Ma non è il momento storico più semplice...
    Ultima modifica di timehascome; 21-12-2020 alle 10:16
     
  9. L'avatar di antonio60

    antonio60 antonio60 è offline JuniorMessaggi 1,967 Membro dal Mar 2020 #39

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da timehascome Visualizza Messaggio
    ...Mi sembra che la mia storia sia uguale a mille altre, ...
    Si, è così. Certo il tradimento non è mai una cosa giustificabile, anche se nel tuo caso un'astinenza da un anno lo rende almeno comprensibile. Il problema, anche qui comune a mille altre storie, è quello di non prendere una decisione, in particolare nei confronti del tuo compagno.
    Prima di tradirlo, potevi farci i conti e magari lasciarlo: non avresti tutti questi patemi adesso e saresti libera di viverti non tanto la relazione con l'amante, che hai ben capito non ti porterà da nessuna parte, ma con qualcun altro che ti dia ciò che desideri e di cui hai bisogno.
    fantasticonov likes this.
     
  10. CaosCalmo CaosCalmo è offline FriendMessaggi 3,426 Membro dal Dec 2017
    Località .Ruttalia
    #40

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da antonio60 Visualizza Messaggio
    Si, è così. Certo il tradimento non è mai una cosa giustificabile.
    Antonio parli per te o a nome di tutto il genere umano..., anzi che dico..., di tutto l'universo? 😁😁😁

    Ma se ad esempio...
    Tua moglie non te la smollasse più per motivi suoi, tu che faresti..., oltre ovviamente a passare le giornate su un forum a sfogare le proprie frustrazioni sessuali...

    Passeresti il resto della tua vita a farti le pippe? O faresti voto di castità?

    Ti cercheresti un'amante?
    O magari andresti a *******, meno impegnativo e tutto sommato più accettabe dalla morale comune... 😉

    Dai rispondi...
    Non fare il pesce in barile quando le domande le fanno a te 😉