Storie di occasioni mancate o incompiute

Discussione iniziata da EroeSenzaNome il 08-08-2015 - 93 messaggi - 5694 Visite

Like Tree38Likes
  1. EroeSenzaNome EroeSenzaNome è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 2,340 Membro dal Jun 2015 #1

    Predefinito Storie di occasioni mancate o incompiute

    Apro questo 3D per parlare di un argomento comune a molte persone: occasioni che non si presentano e che non si concretizzano in nessun modo per vari motivi.

    Comincio raccontandovi una mia storia.

    Da qualche mese vedo una ragazza quasi tuttele mattine in stazione.
    Quasi tutte perché è una stazione intermedia per me, quindi non arrivo lì sempre alla stessa ora.

    È una ragazza abitudinaria: prende il treno alla stessa ora, e si ferma sempre nello stesso punto per aspettarlo.

    È una ragazza decisamente carina: capelli lisci, lunghi, castani, viso piacevole, non molto alta ma con un bel fisico. Si veste normalmente, mai in modo eccessivo e mai scollata.
    Ma è impossibile non notarla comunque.

    Io mi fermo sempre qualche metro più avanti rispetto a lei, perché anche io sono abitudinario: mi fermo sempre nel punto in cui, strategicamente, ho maggiori probabilità che il treno si fermi davanti alla scala mobile nella mia fermata.

    La ragazza prende il mio stesso treno, e scende anche lei nella mia stessa fermata.
    Tuttavia, sono giusto 5 minuti di tragitto.

    Ma non saliamo mai nella stessa carrozza, appunto perché lei aspetta il treno più indietro rispetto a me.

    Quasi tutte le mattine, la scena si ripete: aspetto che indichino il binario, scendo le scale, svolto e mi fermo poco più avanti.
    Arriva lei, la vedo scendere, gira a destra e si ferma una quindicina di metri più indietro.

    Ammetto che mi piace questa cosa: ogni mattina scendo, e puntualmente la vedo arrivare. La giornata mi cambia subito.n meglio, per quel poco che possa contare..

    Tuttavia, non ho mai trovato il coraggio per avvicinarmi, per aspettare il treno più vicino rispetto a dove si ferma lei.
    Non ho mai trovato l'occasione o il modo per interagire con lei.
    Non ho mai avuto il coraggio anche solo per disturbarla.

    Le ho rivolto la parola solo una volta: il treno si era fermato lungo nella stazione successiva, quindi siamo arrivati contemporaneamente alla scala mobile.
    Per essere cortese, galante e gentile, le ho fatto cenno di avanzare prima di me, ma l'unica cosa che ho saputo dirle è stato un timidissimo: "prego..."
    Lei ha sorriso e risposto "grazie", poi fine delle interazioni.
    Mai più nulla. E l'ho incrociata tante altre mattine, senza che mai facessi nulla.

    So che potrei andare avanti così per mesi, anni! Almeno fino a quando la vedrò.
    Poi succederà che non la rivedrò più. E questo entrerà di diritto nel capitolo delle occasioni mancate.

    Per quel che ne sappia, lei potrebbe essere single, fidanzata, sposata. Potrebbe perfino essere lesbica.
    Non so nulla di lei.
    E mai saprò nulla, perché non ho il coraggio per farmi avanti o per disturbarla.

    Mi piacerebbe leggere le vostre esperienze in tal senso, di occasioni che non si presentano e che sfuggono per sempre.


    Adinur and chiaranest like this.
     
  2. L'avatar di _Cristallina_

    _Cristallina_ _Cristallina_ è offline FriendMessaggi 3,682 Membro dal May 2013
    Località Italia
    #2

    Predefinito

    Semplicemente, non ti senti pronto a parlare più approfonditamente con lei...Non la vedo come
    un' occasione mancata.
    Io non credo di aver mancato di sfruttare certe occasioni, insomma, ho sempre pensato che se fossi stata oggetto di interesse per uno, sarebbe venuto lui a cercarmi.
     
  3. EroeSenzaNome EroeSenzaNome è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 2,340 Membro dal Jun 2015 #3

    Predefinito

    Sì, forse hai ragione Cristallina, ma di fatto se non fai nulla l'occasione eventuale la manchi.

    Inoltre, non mi sento adatto più che pronto per andare ad importunare una ragazza che non conosco.

    È un freno inibitore che mi preclude dal tentare qualsiasi occasione.
    Quindi, manco qualsiasi occasione, anche quando magari realisticamente non ce ne sarebbe nemmeno una di occasione sfruttabile/concretizzabile.
     
  4. L'avatar di Lanonimo

    Lanonimo Lanonimo è offline FriendMessaggi 2,956 Membro dal May 2013 #4

    Predefinito

    bhé... ti garbava più il film che lei... ci sta 🎥 🎬
    Fawn likes this.
     
  5. Mona_mour Mona_mour è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 886 Membro dal Jan 2015 #5

    Predefinito

    Tu non sai nulla di lei, potrebbe essere chiunque. E tutto questo di per se è una situazione intrigante.

    In realtà il tuo comportamento non è affatto irrazionale, perché: anzitutto non è vero che non avresti nulla da perdere ad abbordarla nel modo sbagliato. Potrebbe prenderla male e un piacevole rituale si trasformerebbe in un imbarazzo quotidiano. Altra situazione potrebbe prenderla bene in amicizia, e magari si rivela una pazza logorroica, che ok per cinque minuti di viaggio ci può stare (e magari ha delle amiche patate).

    In un certo senso far evolvere la cosa spezzerebbe un equilibrio di castelli in aria che ti fai, che tuttavia già ora non sono reali, almeno molto probabilmente. Un approccio leggero potrebbe fartela conoscere meglio, e magari potreste essere compatibili, senz'altro. Magari mettiti più vicino, chiedile un' informazione quando il treno è in ritardo, o fai un commento in un giorno di pioggia o di troppo caldo. Forse lei non aspetta altro chissà.
     
  6. maallorachesifa maallorachesifa è offline Super ApprendistaMessaggi 672 Membro dal Feb 2012 #6

    Predefinito

    Non c'è bisogno che la approcci. Quando lei sale, tu vai a sederti vicino a dove sta lei, tanto non sa nulla di te, potresti essere appena tornato dal bagno, fai così per un po' di giorni, in modo da instaurare un contatto visivo, poi vedrai il da farsi. Se vedi che non è aria, puoi sempre tornare alla tua routine silenziosa.
    Ultima modifica di maallorachesifa; 12-08-2015 alle 07:38
     
  7. MountainLion MountainLion è offline FriendMessaggi 2,969 Membro dal Oct 2014
    Località Toscana
    #7

    Predefinito

    @ Eroesenzanome :

    Il discorso è semplice, some molti, soffri della cosiddetta "ansia di approccio". Vedi una ragazza che ti piace, vorresti andare lì e conoscerla, ma ti senti inadeguato, non all' altezza, ecc., allora ti blocchi e rinunci alla "spedizione". Problema molto comune. Sai quante volte è capitato anche a me. Si supera, ma è davvero difficile, serve un grosso lavoro su sè stessi e una notevole forza di volontà, e i tempi sono lunghi. Inoltre, più si è avanti con gli anni, e più è difficile uscirne.

    Da qui a definirla un' occasione mancata, c'è di mezzo il mare. Tu in pratica non ci hai nemmeno mai parlato, quindi quale occasione hai creato?
    Novembrine_Waltz likes this.
     
  8. L'avatar di syncorn

    syncorn syncorn è offline Super FriendMessaggi 6,944 Membro dal May 2013 #8

    Predefinito

    se le frecce di cupido sono ritardatarie come Trenitalia , allora stai fresco che trovi l'amore
    Mona_mour, trale and chiaranest like this.
     
  9. L'avatar di Adinur

    Adinur Adinur è offline JuniorMessaggi 2,108 Membro dal May 2015
    Località Sud Italia
    #9

    Predefinito

    Ascoltami Eroe, siamo uguali, ma su binari opposti

    Io ci ho "provato" con 8 ragazze nei primi dieci giorni di agosto, avendo 8 x 2 di picche = 16 picche, una più bizzarra dell'altra...

    In realtà anche io ho sprecato occasioni, in quanto ho fatto figuracce tanto da non poter più circolare nemmeno nel mio palazzo...

    Non è vero che l'ansia d'approccio è un "non problema"...

    Io approcciando a caso ho ridotto la mia vita a quella di un clown affamato. Tutelatevi!!!
     
  10. EroeSenzaNome EroeSenzaNome è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 2,340 Membro dal Jun 2015 #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mona_mour Visualizza Messaggio
    Tu non sai nulla di lei, potrebbe essere chiunque. E tutto questo di per se è una situazione intrigante.

    In realtà il tuo comportamento non è affatto irrazionale, perché: anzitutto non è vero che non avresti nulla da perdere ad abbordarla nel modo sbagliato. Potrebbe prenderla male e un piacevole rituale si trasformerebbe in un imbarazzo quotidiano. Altra situazione potrebbe prenderla bene in amicizia, e magari si rivela una pazza logorroica, che ok per cinque minuti di viaggio ci può stare (e magari ha delle amiche patate).

    In un certo senso far evolvere la cosa spezzerebbe un equilibrio di castelli in aria che ti fai, che tuttavia già ora non sono reali, almeno molto probabilmente. Un approccio leggero potrebbe fartela conoscere meglio, e magari potreste essere compatibili, senz'altro. Magari mettiti più vicino, chiedile un' informazione quando il treno è in ritardo, o fai un commento in un giorno di pioggia o di troppo caldo. Forse lei non aspetta altro chissà.
    Ciò che dici è assolutamente giusto.

    Non so nulla di lei. E questa "incognita" rende la cosa assolutamente "stimolante".

    Potrebbe essere una ragazza normalissima, che apparentemente ha solo i lati positivi rappresentati da ciò che si riesce a vedere di lei dall'esterno.
    Non conoscendola, non posso sapere quali sono i suoi problemi, difetti o fattori negativi di qualsiasi tipo.

    Quindi, come hai detto giustamente, in questa maniera lei rimane soltanto una sorta di "bel sogno", un'attrazione piacevole che mi evoca soltanto sensazioni piacevoli nell'osservarla.

    Se mi avvicinassi e mi dovesse respingere, come succederebbe al 99,999 % dei casi, di fatto lei perderebbe tutto ciò che per me rappresenta di positivo fino ad ora.

    In realtà, mi immagino già che possa essere impegnata, fidanzata, se non addirittura sposata (anche se non le ho visto la fede al dito le poche volte che era a meno di 4/5 metri di distanza).
    Per quanto io ne sappia, potrebbe anche essere lesbica. Tutto può essere.

    Diciamo che per ora "il rituale" lo apprezzo.
    Mi addolcisce la giornata, come mangiare un pasticcino.
    Dovesse finire, vorrà dire che rinuncero' al pasticcino...

    Ma non farei mai nulla di concreto, per i motivi che ho già scritto.

    Quindi, di fatto, è vero che non perdo alcuna occasione, perché di fatto l'occasione non si manifesta e non costruisco neppure le basi per avere l'occasione.
    Ma se ci pensi, rinunciare all'occasione significa perderla automaticamente.

    È come attendere un treno, aspettare che si fermi, non salire, e lasciarlo partire perchè rinunci.
    Il treno lo perdi lo stesso, così facendo.

    E io ne sono consapevole.
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]