Lo svuotatasche - Pagina 76

Discussione iniziata da sakura985 il 24-01-2020 - 769 messaggi - 28647 Visite

Like Tree712Likes
  1. CaosCalmo CaosCalmo è offline BannedMessaggi 3,426 Membro dal Dec 2017
    Località .Ruttalia
    #751

    Predefinito

    Due parole al giorno.

    La prima è un neologismo che forse avete sentito:

    Dal dizionario Treccani
    Bimbomin k i a s. m. Nel gergo della Rete, giovane utente dei siti di relazione sociale che si caratterizza, spesso in un quadro di precaria competenza linguistica e scarso spessore culturale, per un uso marcato di elementi tipici della scrittura enfatica, espressiva e ludica (grafie simboliche e contratte, emoticon, ecc.)

    In poche parole siamo di fronte alla versione post-moderna di una delle cinque categorie in cui Sciascia nel “Giorno della Civetta” suddivide l’umanità: “Gli ominicchi: che sono come i bambini che si credono grandi, scimmie che fanno le stesse mosse dei grandi”.

    L’ominicchio spesso è dotato di un quoziente intellettivo nella media, ma con scarsa capacità critica. Si concede a piene mani alla distorsione della realtà per arrivare a ciò che gli fa piacere credere, o sentirsi dire e quando viene colto in fallo cade inesorabilmente nel vittimismo e nei casi più gravi nella depressione. L’ominicchio di questa specie è tra i più inutili e dannosi, perchè affetto da paranoia ossessiva compulsiva.
    In questi casi di norma si consiglia l’intervento di uno specialista che provi a insegnargli come stare al mondo.


    La seconda parola di oggi invece viene dal passato.
    In realtà è un vecchio termine dialettale milanese poi italianizzato.

    Dal dizionario Hoepli
    Zabetta s.f. region., sett. Pettegola, linguaccia; anche riferito a maschi.

    Mi è sempre piaciuta questa parola perché pur nella sua forma al femminile più gentile e meno dura, veniva utilizzata spessissimo per indicare una determinata categoria di uomini…, o meglio ritornando sempre al Maestro Sciascia la “Zabetta” incarna alla perfezione la figura del “quaquaraqua’”, la cui definizione, sempre citando la Treccani è “colui che parla troppo, quindi chiacchierone o delatore, o anche a persona alla cui loquacità non corrispondono capacità effettive, e perciò scarsamente affidabile”.
    In poche parole un pettegolo spione, ma neppure di quelli davvero cattivi o di qualità e capacità sopraffine visto che di solito si fa "sgamare" subito, in poche parole una spia da “mezza tacca”, un delatore da “quarta segata”, altre tre bellissime espressioni di origine dialettale che traggono origine da antichi mestieri. Oggi probabilmente riassumeremmo il tutto semplicisticamente con la parola “sfigato”.

    La cosa bella, è che oggi ho scoperto che queste due espressioni apparentemente così diverse e lontane tra loro nel tempo: BMK, (abbreviazione di Bimbo...) e Zabetta, vanno perfettamente a braccetto, anzi c’è addirittura chi ancora oggi riesce a riassumerle in un’unica entità…
    rabe likes this.


     
  2. L'avatar di Melograna

    Melograna Melograna è offline FriendMessaggi 3,144 Membro dal Aug 2019 #752

    Predefinito

    Soffrono di aerofagia mentale.
    Pitonessa likes this.
     
  3. L'avatar di cime

    cime cime è offline SeniorMessaggi 8,362 Membro dal Mar 2016
    Località Mae cyrn gany mynach
    #753

    Predefinito

    Wow Caos,
    Sono riuscita a leggere tutto il.post 😳
    CaosCalmo likes this.
    Don't eat the jellow snow
     
  4. CaosCalmo CaosCalmo è offline BannedMessaggi 3,426 Membro dal Dec 2017
    Località .Ruttalia
    #754

    Predefinito

    Cime...
    Lo dici solo perché ho nominato uno scrittore della tua Sicilia.

    A proposito, sei mai stata a Racalmuto?

    Ricordo che la visitai in compagnia di una giovane maestrina del luogo tanti anni fa che mi scarrozzava in giro per la provincia di Agrigento sulla sua vecchia cinquecento celeste.

    Ho tre cartoline sensoriali ancora nella memoria:

    - Il tramonto nella valle dei Templi
    - Il sapore dei gelsi maturi colti nel giardino della casa di Sciascia.
    - Le sue belle tette che mi sorridevano dalla scollatura del suo vestitino leggero a fiori.

    L'ordine di importanza magari non è proprio questo..., ma non importa 😉
    5ht2807 likes this.
     
  5. maallorachesifa maallorachesifa è offline Super ApprendistaMessaggi 948 Membro dal Feb 2012 #755

    Predefinito

    Per D...
    Se ti incontro per strada faccio finta di essere miope anche se è palese che ci ho sempre visto come un'aquila. Veramente ti stupisci? Pensi davvero di poter trattare amici come gabinetti e zerbini, contribuire a distruggerne l'autostima, far volare parole cattive e comportamenti ancor peggiori come se fosse moralmente o almeno socialmente accettabile, accanimenti gratuiti, confondere, illudere, manipolare a piacimento, mai scusarti, mai guardarti indietro e pensare di cavartela solo con la fine della pazienza e della considerazione nei tuoi confronti, con tuo gran stupore? Non importa quanti anni passano, il saluto da chi hai deciso essere un water non lo avrai mai. Sai perchè? tu non mi hai trattato come un water, tu mi trattavi in quanto water.
    Maallorawater
    Ultima modifica di maallorachesifa; 06-01-2021 alle 22:03
     
  6. L'avatar di Firecatcher

    Firecatcher Firecatcher è offline FriendMessaggi 2,816 Membro dal Sep 2015 #756

    Predefinito

    Fisso il soffitto dal mio letto e penso che ti conosco ormai da 20 anni.
    Inverno 2001, per tutti e due era la prima volta che una storia nasceva su internet, erano decisamente altri tempi.
    Non c'era l'alta velocità, e i viaggi in treno per vederci duravano almeno cinque ore. Non si usavano i trolley, e io mi ero portato lo zaino per le escursioni in montagna, tu invece eri scesa sul binario con un valigione a mano che poteva farti da sarcofago. Ma eri arrivata davvero ed eri davvero tu, eri quella ragazza nella foto che avevi allegato nelle nostre conversazioni via mail, rigorosamente scansionata da stampa, perchè all'epoca la digitale doveva ancora prendere piede, figuriamoci poi su un telefonino quando il termine smartphone proprio non esisteva. Non potevo credere che tu fossi così bella. Ricordo che arrivai qualche ora prima di te, ed ebbi tempo di fare provviste per la notte in un antico negozio dove le pareti erano coperte fino al soffitto da cassettiere in legno contenenti prelibatezze di ogni tipo. Mentre sceglievo con cosa deliziarci, fui come ammaliato dai colori, dall'atmosfera, dal pensiero che mi avresti raggiunto a breve, e provai la sensazione di essermi perso in una fiaba: tutto quello che accadde nei due giorni successivi fu effettivamente surreale e magico. Ad un certo punto ti chiesi "che ore sono? io dico mezzanotte" e tu, ridendo con gli occhi sul display, "veramente sono le quattro".

    Volevi una relazione seria ma eri reduce e confusa da un uomo che ti aveva sballottato prima di me, e ti sei lasciata incoraggiare dalla mia ingenuità che ti appariva tanto pura ed innocente.
    E ovviamente, per tutta risposta, io non ho fatto altro che sabotare la relazione fin dal termine di quell'incontro, portandoti alla rottura in breve tempo e facendoti capire in fretta che ti eri messa con un ragazzino.

    Il fatto è che tu avevi 10 anni più di me e ci separavano 500km. Il fatto è che tu eri, sei, e sarai sempre migliore di me, e questo lo dico con tutto il narcisismo che ho. Sei sempre stata più bella, più intelligente, più colta, più ironica, più simpatica e più sensibile di me, lo ribadisci in ogni articolo che pubblichi, e questo ha continuato a non darmi pace fino ad oggi. Se mi fossi impegnato di più, sarei potuto migliorare tanto da tenerti accanto a me? Non credo, anche perchè molti dei tuoi interessi non mi coinvolgevano e non interessano tutt'ora. Pensa che possiedo ancora tutti quei libri che mi hai regalato e ne avrò letto a malapena uno. Il paradosso è che non avrei mai voluto diventare l'uomo che faceva al caso tuo, perchè i nostri mondi sono essenzialmente diversi; eppure, quel breve periodo insieme mi ha fatto sognare cosa sarebbe stato in un'altra vita se fossimo stati più compatibili, e mi lascia addosso un rimpianto che non ha mai trovato veramente sollievo. Il paradosso è che se non ti avessi mai conosciuta non starei a fissare il soffitto pensando che tanto non avrei più nulla da dirti, ma fino alla fine dei miei giorni continuerò a credere che conoscerti sia stata una delle cose più belle della mia vita.
     
  7. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline Super FriendMessaggi 5,069 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #757

    Predefinito

    Non avevate nulla in comune mi pare di capire, penso che sia importante avere qualcosa che lega due persone soprattutto nel lungo termine, forse avreste rotto lo stesso e quindi perché avere rimpianti? hai solo anticipato l'inevitabile e comunque contano anche i bei ricordi e non c'è da provare rimpianto per questo, gli errori si commettono, li commettono tutti ma alla fine si impara e si va avanti.
    "Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa"

    "Dove l'amore impera, non c'è desiderio di potere, e dove il potere predomina, manca l'amore. L'uno è l'ombra dell'altro"

    "Il progresso tecnologico è come dare un'ascia ad un pazzo criminale"

    "Cos’è meglio, nascere direttamente buono, o sconfiggere la tua natura malvagia attraverso un grande sforzo?"

    "Anche nei momenti bui, non possiamo rinunciare alle cose che ci rendono umani"

     
  8. L'avatar di Firecatcher

    Firecatcher Firecatcher è offline FriendMessaggi 2,816 Membro dal Sep 2015 #758

    Predefinito

    @Minsc: A volte ci si ama con persone che sono molto diverse da noi negli interessi e nelle filosofie di vita nonostante tutta la chimica che si sviluppa e che è inevitabilmente destinata a decadere. Ti resta come un senso di rammarico per quell'eventualità che non sarebbe mai potuta essere, perchè tu per primo hai capito che quella persona non faceva veramente per te. Eppure ti rendi conto che se avesse funzionato ti avrebbe sicuramente reso un uomo migliore. Grazie del pensiero, ma non serve trovare una risoluzione, è solo un anniversario e avevo voglia di esternare questa cosa.
    Minsc likes this.
     
  9. L'avatar di Hannibal__Lecter

    Hannibal__Lecter Hannibal__Lecter è offline FriendMessaggi 3,051 Membro dal Aug 2020 #759

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Firecatcher Visualizza Messaggio
    Fisso il soffitto dal mio letto e penso che ti conosco ormai da 20 anni.
    Bel post Fire, mi hai sorpreso, onestamente non ti ci facevo, mi avevi dato tutta un'altra impressione, contento di essermi sbagliato.
    Le tue riflessioni sono un "topos": il rimpianto per "ciò che poteva essere e non è stato".
    Una cosa abbastanza comune, che ha attraversato anche me, più di una volta durante la mia vita.
    Pero, vedi, è un falso, un inganno della nostra mente.
    Mi spiego.
    La nostra vita è tutto un susseguirsi di bivi, di punti di snodo, a partire dai quali può andare in una direzione piuttosto che in un'altra (le "sliding doors" del famoso film, in cui si descrivevano le due vite divergenti della stessa donna in seguito ad un avvenimento banale come l'apertura o chiusura delle porte di un treno).
    Il punto è che la stragrande maggioranza di questi bivi noi li percorriamo in modo totalmente inconsapevole: la curva presa con un minuto di ritardo che non ti fa scontrare con un TIR che stava superando sulla corsia opposta, il biglietto della lotteria che non prendi o l'annuncio di lavoro che non leggi e che, invece, ti avrebbe aperto le porte ad una professione di successo. La serata che non vai in discoteca dove, invece, avresti conosciuto la donna della tua vita. E tutte le incredibili combinazioni, tutti i bivi, tutte le "sliding doors", che ti hanno portato, inconsapevolmente, ad essere ciò che sei, a vivere la vita che stai vivendo.
    Quello a cui tu stai pensando adesso, è solo uno di quei tanti bivi: e se te lo ricordi oggi, a distanza di 20 anni, è solo perché si è trattato di un bivio "consapevole", di una scelta che hai fatto, o subito, alla luce del sole. Ma non ha influenzato la tua vita più di quanto abbiano fatto tutte le altre "sliding doors" che hai attraversato: non è affatto detto che saresti stato un uomo migliore, né peggiore.
    Solo diverso, perché, appunto, a quel bivio, avresti imboccato una strada diversa. Tutto lì.
    In bocca al lupo.


    "​Vorrei che potessimo parlare più a lungo, ma sto per avere un vecchio amico per cena"
     
  10. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline Super FriendMessaggi 5,069 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #760

    Predefinito

    Credo in ciò a cui siamo destinati, se ci si lascia e ci si perde forse sarebbe stato cosi comunque prima o poi, indipendentemente dalle nostre scelte intraprese. Volevo sottolineare come in questo caso la compatibilità credo sia molto importante in una coppia, se non si hanno uguali interessi, non importa quanti, quanta complicità può esserci? quanto può durare una relazione dove non si condivide nemmeno il pensiero(sia chiaro non mi farei problemi in questo caso, amo il confronto ma chiaro è se non si condivide niente è abbastanza grave)? in questo caso in senso spirituale con ciò che noi amiamo ed i nostri hobby. Puoi rendere partecipe dei tuoi hobby e piaceri la persona che hai accanto, magari quella persona li apprezza e li vive assieme a te, tanto meglio! ma se manca tutto questo, alla fine si arriverà ad un punto di rottura. Fire ha fatto l'esempio dei libri che lei gli regalò. Un altro esempio, può una persona che viaggia spesso stare con una persona che preferisce stare in casa? no e ha senso cambiare noi stessi per poter stare con quella persona? no nemmeno questo. Non bisogna mai cambiare per nessuno ed essere noi stessi e se non c'è compatibilità non c'è molto da fare ed è triste e fa male lo so bene ma c'è in gioco la nostra felicità e benessere(e anche della persona accanto a noi che se non ricambiata soffrirà allo stesso modo). Si deve andare avanti e magari conoscere qualcuno con cui si abbia almeno qualcosa in comune, perché cercare una compatibilità del 100% è raro oltre che forse anche un po' follia, a meno che non ci clonassimo ahah. Penso che in questo caso non c'è spazio per i rimpianti, non è colpa di nessuno, è la nostra natura e non possiamo cambiarla. Potresti fingere ma non per sempre e che senso ha? bisogna essere sempre se stessi
    "Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa"

    "Dove l'amore impera, non c'è desiderio di potere, e dove il potere predomina, manca l'amore. L'uno è l'ombra dell'altro"

    "Il progresso tecnologico è come dare un'ascia ad un pazzo criminale"

    "Cos’è meglio, nascere direttamente buono, o sconfiggere la tua natura malvagia attraverso un grande sforzo?"

    "Anche nei momenti bui, non possiamo rinunciare alle cose che ci rendono umani"