Tempo...

Discussione iniziata da Neroli21 il 08-05-2019 - 171 messaggi - 16335 Visite

Like Tree62Likes
  1. Neroli21 Neroli21 è offline PrincipianteMessaggi 109 Membro dal May 2019 #1

    Predefinito Tempo...

    Eccomi qui, sono circa tre mesi che vi leggo, appassionandomi alle vostre storie e trovando conforto, adesso tocca a me...
    Io 30 anni, lui poco più di 40, entrambi fidanzati da moltissimi anni. Lui convive, il mio compagno invece vive in un'altra città e io faccio avanti e indietro tra casa dei miei e dove vive lui. Il motivo di questa mia pendolarità, al di là di famiglie e amicizia, è lui: storia clandestina iniziata per gioco un anno e mezzo fa, diventata per entrambi qualcosa di più. Ci ho messo tempo per lasciarmi andare, poi la sua presenza fissa e costante, il suo fare di tutto per stare con me, sia di persona che al telefono, le sue continue dimostrazioni, il suo continuo tornare da me ogni volta che lo mandavo io, lo insultavo, lo denigravo... la sua pazienza e il suo amore mi hanno fatta aprire e fidare, innamorandomi a mia volta e sempre più perdutamente... premetto anche che quando è entrato nella mia vita avevo da poco subito un lutto importante, quindi credo di aver sviluppato una dipendenza psicologica che mi ha portata a riempire quel vuoto con la sua figura, la sua presenza. Ci sentivamo ogni giorno, tutto il giorno... persino quando eravamo coi rispettivi partners ufficiali, fuori ma soprattutto a casa, non si poteva far aspettare l'altro per troppo tempo nelle risposte per dimostrare la propria "fedeltà"... perché eravamo arrivati a spergiurarci di non avere rapporti se non tra di noi. Io passo mesi di inferno, passo molto tempo nella mia città di origine, siamo legatissimi e io non tollero più la presenza di lei, è un litigio continuo in cui lui capisce le mie reazioni e cerca di farmi stare bene, passando più tempo possibile al telefono con me pur essendo altrove... poi iniziano i problemi. Gli comunicano che sta per perdere il lavoro, contemporaneamente sorgono vari problemi con le banche, che iniziano a tempestarlo ogni giorno... non entro nel dettaglio, ma chiaramente non è un bel momento. Avevamo parlato di noi, ma senza alcuna promessa. Semplicemente entrambi avevamo messo in discussione le nostre relazioni, lui pensava ogni giorno a cosa fare, testimoni mi hanno riportato che in pubblico, nonostante la mia assenza, lui tendeva a scansarla se lei si avvicinava, ma comunque la paura del salto c'era e sosteneva che se avesse dovuto scegliere soltanto tra due persone, l'avrebbe già lasciata da un pezzo, il problema erano tutte le relative conseguenze, tutto un mondo da far crollare e persone da perdere e deludere... (il loro è praticamente un matrimonio). Ha sempre detto di volerle un gran bene, nonostante per me invece provasse amore, e che in ogni caso stava benissimo con lei, che se non l'avesse lasciata per me sarebbe comunque rimasto con lei, che solo io ero la causa della sua eventuale rottura, perché gran problemi non ne avevano. Bene.... lei ovviamente inizia ad avere sospetti, troppi cambiamenti, troppe assenze, fin quando non scopre un messaggio.... poi le acque si calmano, ma lui è sempre più sotto pressione, schiacciato dal controllo di lei, i problemi economici e i continui litigi con me.... mi chiede serenità, di non discutere, ma il mio carattere sanguigno continua a emergere nonostante tutti i miei sforzi per mantenere armonia fra noi...e quindi, mi lascia: mi ama ma non regge più la situazione, sa che tanto a breve non potrà darmi di più, che gli manca il coraggio per rompere con lei e quindi vuole così, complice il fatto che quel week end avrei festeggiato il mio anniversario e non poteva sopportarlo. Io accetto col cuore a pezzi e sparisco nel nulla più assoluto.
    Dopo neanche dieci giorni si ripresenta dicendo che ha fatto la ******* più grande della sua vita, che ha provato a farsene una ragione ma non ci riesce, che starmi lontano è devastante, che quel giorno mi aveva mentito, che sa di essere egoista a ricontattarmi ma gli manco troppo...
    Io, che davvero ci avevo creduto in lui e in noi, mi sono sentita dire tutto quello che volevo sentirmi dire, e dopo averci pensato un po' su ho deciso di rivederlo, e ovviamente.... ci sono ricascata. Pian piano siamo tornati al rapporto precedente, la sua ragazza vede di nuovo arrivare un mio messaggio e lui il giorno dopo mi dice che non vuole perdermi, che sa come si sta senza di me, ma che da quel momento a casa non avrebbe più potuto scrivermi perché sarebbe stato super monitorato.... io comprendo la cosa pur ammettendo che non ero sicura di essere in grado di sopportarlo. Provo, per un po' va bene ma riprendono i litigi, lui è sempre più sotto pressione, finché ieri, adesso che sono dal mio ragazzo e non ho modo né di vederlo né di sentirlo, dopo un litigio al telefono mi ha scritto che il momento che sta vivendo è troppo difficile da gestire, che io gli ho chiesto serenità ma mi sta dando il contrario, e che quindi crede sia meglio stare solo per un po'... "solo", ovviamente.
    Io non ho risposto, ho provato a chiamarlo ma era al lavoro.
    Da quel momento non l'ho più cercato, lui nemmeno.
    Adesso non so proprio come gestire il mio stato d'animo, perché qui mi trovo sola per buona parte della giornata, non so dove sbattere la testa, non voglio questa ansia di sentirmi sospesa, vorrei prendere il primo treno per poterci parlare faccia a faccia, vorrei non dover aspettare, vorrei non sentirmi così impotente, vorrei scrivergli ma non lo faccio... è devastante, ma non voglio rimanere in balìa delle sue decisioni né però mi sento pronta a bloccarlo o chiudere del tutto senza un confronto.
    Non posso fare niente, me ne rendo conto, ma credo che domani al massimo pretenderò un dialogo telefonico.
    Sa che dovevo lavorare molto questi giorni, ma il mio è un lavoro di estrema concentrazione e non riesco a fare niente, se non a tormentarmi.
    Spero che scrivere qui mi sia di aiuto... grazie a chi mi leggerà


     
  2. Psisoleluna Psisoleluna è offline PrincipianteMessaggi 65 Membro dal Mar 2019 #2

    Predefinito

    Ciao,
    Ho letto il tuo post.. una storia complessa certo, penso che innanzitutto potresti partire da te.
    Hai 30 anni, non sei sposata, sei fidanzata da molto tempo... fai spazio nel tuo cuore.. rompi gli equilibri e affronta la rottura con il tuo ragazzo... Non è l'uomo per te. Non avere paura di disgregare.... poi avrai la mente più libera per pensare a cosa fare con quest'uomo (impegnato ma non sposato.. e soprattutto senza figli?) ...
    In bocca al lupo
    rabe, Mielezenzero and soulfree like this.
     
  3. Neroli21 Neroli21 è offline PrincipianteMessaggi 109 Membro dal May 2019 #3

    Predefinito

    Hai ragione,
    ho già deciso di chiedere un momento di pausa al mio ragazzo, ma devo aspettare perché questo mese si gioca il rinnovo per l'indeterminato e non voglio assolutamente compromettergli il lavoro... sono molto legata a lui, da un affetto profondo e radicato, ma è evidente che ho una grande confusione e solo lo stare da sola potrà farmi prendere le decisioni più giuste per me
     
  4. L'avatar di rabe

    rabe rabe è online MasterMessaggi 29,836 Membro dal Aug 2010 #4

    Predefinito

    Perché gli chiedi una pausa quando sai giá che ami un altro, ma soprattutto che non ami lui?
    erendil, Xena14, Ridiamo and 1 others like this.
    Campionessa
    Megatorneo Panamandiano
    Covid - 19

    Muta il destino lentamente,

    ad un'ora precipita.




    (U.Saba)
     
  5. Annarella69 Annarella69 è offline ApprendistaMessaggi 356 Membro dal May 2019 #5

    Predefinito

    Ciao ..
    sei molto confusa , ma comprendo la tua devastazione ... io ho vissuto la stessa situazione , solo che io non ero fidanzata ma single e il saperlo con lei mi uccideva .
    Ad oggi stiamo insieme , ma non è stato facile , credimi !! Ne ho sofferto e tantissimo .
    All’epoca persi il mio lavoro , la stima di molta gente , il rispetto della mia famiglia
    Io posso solo dirti che forse l’unica cosa giusta da fare e lasciare andare ormai quella che per te e una relazione sicura , prendi del tempo per te , e se per te ne vale la Pena , combatti , ci sarà della sofferenza , lui ti sembrerà convinto , ma ritornerà , sarà un tira e molla continuo , sarà un lungo percorso ../. Tieni duro ... e tranquilla che appena si saranno calmate le acque ti cercherà di nuovo , purtroppo deve tenere buona l’altra !!! Io ti dico solo una cosa , quando tutti vennero a sapere della situazione , mi preparai quasi come se dovessi conoscere chissà chi , e mi presentai sotto casa della ex moglie del mio compagno , gli diedi la mano e gli dissi che ero l’amante , gli raccontai tutto , ma veramente tutto ... lui mi odió profondamente , lo misi davanti ad una decisione , lui mi disse che voleva rimanere con i figli e voleva recuperare ma dopo 4 giorni lo ritrovai sotto casa e da allora sarebbe tutto lungo da raccontare , ma abbiamo fatto un lungo percorso , sofferente su alcuni aspetti , ma ad oggi tutto sommato siamo felici
     
  6. Neroli21 Neroli21 è offline PrincipianteMessaggi 109 Membro dal May 2019 #6

    Predefinito

    Che storia travagliata, ma dal lieto fine la tua... io non ci credo più. L'ho fatto, per un po', o meglio la speranza concreta che potesse succedere c'è stata, anche se vaga, poi col passare del tempo si è reso conto lui, prima di me, che se non era ancora successo, difficilmente sarebbe accaduto più avanti.
    Per quanto riguarda me, i motivi per cui non ho ancora lasciato il mio compagno sono vari: è l'uomo perfetto (anche se è evidente che non basta), bello, intelligente, affidabile, serio e con le palle di affrontare grandi cambiamenti, in tutti questi anni non è mai cambiato, mi vizia continuamente, si in.cazza quando c'è bisogno di farlo, non è geloso né oppressivo... mi fa stare bene e mi rende serena, con lui sono tranquilla,e ho paura di non trovare più nessuno alla sua altezza. Il problema, da parte mia, era la fine della passione che ha portato a mesi di astinenza e a guardarmi intorno. Adesso i rapporti sono regolari, ma non c'è trasporto da parte mia. E' come se fossi sposata da tutta la vita e vivessi la fase del "pensionamento" amoroso con lui. Inoltre ho sempre voluto trasferirmi in un'altra città, ora lui me ne sta dando l'occasione, poi certo, potrei farlo anche da sola.... ma sento la voglia di costruire una famiglia e diventare madre, quindi tornare single mi spaventa molto. Ho paura di buttare al vento più di dieci anni e di pentirmi. Lui non è uno che torna indietro, se lo perdo non lo ritrovo. Ho paura di pentirmi e mi frena anche l'enorme dolore che gli darei e che non si merita. Ma mi rendo conto che non si merita neanche una donna che non lo ama, per questo pensavo di optare per la pausa, anche per metabolizzare in solitudine la fine con l'altro e poi valutare il da farsi a mente lucida. Ora non lo sono.
    Il mio amante, invece, è una persona molto buona, ma egoista, sensibile, ma non empatica, adulta per certi aspetti ma immatura su altri, e molto, ma molto poco coraggiosa... in generale, non parlo solo delle scelte da compiere. Sta bene con la sua donna, non lo ha mai negato, lei gli fa dà madre (che lui non ha più), da padre (che lui non ha più), lo accudisce, ora che si è accorta del suo allontanamento sta facendo di tutto per riavvicinarsi a lui coprendolo di mille attenzioni e risolvendogli ogni problema... e sta funzionando, perché lui ha capito il valore della persona che ha di fianco ed è schiacciato dai sensi di colpa.
    Nonostante quello che prova per me, ha capito di essere perso senza di lei.
    Non credo che tornerà, se non per ribadirmi che è meglio così.
    Aggiungo che quando sono via, dal mio ragazzo, per lui è difficile, siamo entrambi molto nervosi e anche se ci ripromettiamo di stare sereni, è un litigio continuo... e adesso da me vorrebbe solo spensieratezza. Bella pretesa.
    Annarella69 and sodacaustica like this.
    Ultima modifica di Neroli21; 09-05-2019 alle 11:17
     
  7. L'avatar di Mielezenzero

    Mielezenzero Mielezenzero è offline Super FriendMessaggi 7,116 Membro dal May 2017 #7

    Predefinito

    Ti consiglio col cuore:lascia il tuo fidanzato.Se non lo fai ora poi sarà sempre più difficile.poi magari arriverà la convivenza,il matrimonio e dei figli.Devi staccare subito le due situazioni perché ovviamente così non puoi certo continuare." Liberati" dalla storia ufficiale e vedrai che piano piano farai chiarezza con tutto il resto.
    Ultima modifica di Mielezenzero; 09-05-2019 alle 11:30
     
  8. Neroli21 Neroli21 è offline PrincipianteMessaggi 109 Membro dal May 2019 #8

    Predefinito

    Sono d'accordo, è arrivato il momento di stare da sola. Sarà dura, ma non ho più alternative.
    Mielezenzero likes this.
     
  9. Neroli21 Neroli21 è offline PrincipianteMessaggi 109 Membro dal May 2019 #9

    Predefinito

    Nel frattempo però, questi giorni, sono una tortura: non posso lasciare lui, non posso contattare l'altro, sono qui, da sola tutto il giorno, a vivere una lenta agonia. Non so cosa fare, per quanto sia forte sento che potrei crollare.
    Annarella69 likes this.
     
  10. L'avatar di apive

    apive apive è online FriendMessaggi 3,545 Membro dal Dec 2016 #10

    Predefinito

    Mi verrebbe voglia di dirti qualcosa, ma è meglio che mi sto zitto perché poi Bakko mi farebbe il waterboarding...
    Xena14 likes this.