Terapia farmacologica e attacchi di panico

Discussione iniziata da Pollon- il 23-10-2021 - 7 messaggi - 392 Visite

  1. L'avatar di Pollon-

    Pollon- Pollon- è offline Super ApprendistaMessaggi 608 Membro dal Oct 2021
    Località Natio borgo selvaggio, eventualmente nell'iperuranio
    #1

    Predefinito Terapia farmacologica e attacchi di panico

    Volevo chiedere a chi voleva condividere con me la sua: per quanto tempo e/o dopo quanto tempo avete fatto uso degli antidepressivi/ avete smesso la terapia farmacologica?


     
  2. HistoiredO HistoiredO è offline Super ApprendistaMessaggi 684 Membro dal Jul 2021 #2

    Predefinito

    In un caso per qualche mese (tre se non ricordo male), in un altro più di un anno.




    E quando vai non illuderti di coltivare assenze. Te ne vai e questo è tutto.”
     
  3. HistoiredO HistoiredO è offline Super ApprendistaMessaggi 684 Membro dal Jul 2021 #3

    Predefinito

    Non so, però, Pollon quanto possa essere utile un confronto esperenziale di questo tipo. È banale dirti che le situazioni per le quali si fa ricorso ad una terapia farmacologica per attacchi di panico e/o depressione sono eccessivamente disparate, per natura, origine, intensità e durata.
    Chiedimi pure, se vuoi.




    E quando vai non illuderti di coltivare assenze. Te ne vai e questo è tutto.”
     
  4. Iote Iote è offline ApprendistaMessaggi 315 Membro dal Feb 2021
    Località Italia
    #4

    Predefinito

    Anche io in un caso,15 anni fa, avevo disturbi fisici, prima fibrillazioni al cuore di fortissima intensità(ero stato ricoverato). Poi si trasformarono in attacchi di panico ed extrasistoli.
    Devo dirti io come ho visto io la cosa, Mi sentivo lucido mentalmente e non in depressione prima della cura. Ma il malessere era fisico.
    Li presi per 2 mesi circa. Poi riniziai a fare sport e respirazione yoga. Tutto sparí nel giro di poco e non si presentó piú.
    Secondo me era solo un carico di stress, causa vita privata e lavorativa, che si sfogava fisicamente.
    Smisi di prenderle le pasticche da solo. Ma questo non bisogna mai farlo.
    Uno psichiatra non ti dirà mai per quanto tempo vanno prese, secondo me..... Bisogna valutare con lui nel tempo
     
  5. L'avatar di Pollon-

    Pollon- Pollon- è offline Super ApprendistaMessaggi 608 Membro dal Oct 2021
    Località Natio borgo selvaggio, eventualmente nell'iperuranio
    #5

    Predefinito

    Sì ho decontestualizzato il tutto, ovviamente intendevo con il giusto approccio psicoterapeutico
     
  6. L'avatar di Pollon-

    Pollon- Pollon- è offline Super ApprendistaMessaggi 608 Membro dal Oct 2021
    Località Natio borgo selvaggio, eventualmente nell'iperuranio
    #6

    Predefinito

    Ma...i sintomi da sospensione quanto durano? Dopo quanto ve ne siete liberati?
     
  7. Solarz Solarz è offline JuniorMessaggi 1,773 Membro dal Mar 2013 #7

    Predefinito

    I sintomi 'chimici' da riassestamento del sistema nervoso e del corpo possono perdurare qualche settimana, per quanto riguarda l'aspetto psicologico dipende da come hai integrato la terapia farmacologica(modulazione dei sintomi) con quella psicologica(individuazione della causa del malessere iniziale e delle sue risoluzioni). Inoltre direi che conta molto lo stato di salute e lo stile di vita per quanto riguarda entrambi gli aspetti. Se non si risolve il problema alla base(o non lo si accetta se non risolvibile, come per dire la morte di un parente) i sintomi possono anche non andarsene, così come possono andarsene immediatamente se hai trovato la chiave per sbloccare la tua Energia. Te che lavoro pensi di aver fatto?
    Un abbraccio.